Cronologia dei paragrafi

Casi particolari
La nube
Le trombe
L'ordine di marcia
Proposta di Mos a Obab
La partenza
Tabera
Kibrot-Taava. Lamenti del popolo
Intercessione di Mos
La risposta del Signore
Effusione dello Spirito
Le quaglie
Maria e Aronne contro Mos
Risposta divina
Intercessione di Aronne a di Mos
Ricognizione in Canaan
Il rapporto degli esploratori
Rivolta di Israele
Collera del Signore e intercessione di Mos
Perdono e castigo
Vano tentativo degli Israeliti
L'oblazione unita ai sacrifici
Le primizie del pane
Espiazione delle colpe per inavvertenza
Violazione del sabato
I fiocchi dei vestiti
Rivolta di Core, Datan e Abiram
Il castigo
Gli incensieri
L'intercessione di Aronne
Il bastone di Aronne
La funzione espiatrice del sacerdozio
La parte dei sacerdoti
La parte dei Leviti
Le decime
Le ceneri della giovenca rossa
Casi di impurit
Il rituale delle acque lustrali
Le acque di Meriba
Castigo di Mos e di Aronne
Edom rifiuta il passaggio
Morte di Aronne
Presa di Corma
Il serpente di bronzo
Tappe verso la Transgiordania
Conquista della Transgiordania
Il re do Moab fa appello a Balaam
L'asina di Balaam
Balaam e Balak
Oracoli di Balaam
Israele a Peor
Il censimento
Censimento dei Leviti
L'eredit delle figlie
Giosu capo della comunit
Precisazioni sui sacrifici
A. Sacrifici quotidiani
B. Il sabato
C. Il novilunio
D. Gli azzimi
E. La festa delle Settimane
F. La festa delle Acclamazioni
G. Il giorno della Espiazione
H. La festa della Capanne
Leggi sui voti
Guerra santa contro Madiam
Massacro delle donne e purificazione del bottino
Divisione del bottino
Le offerte
Divisione della Transgiordania
Le tappe dell'Esodo
Divisione di Canaan. L'ordine di Dio
Frontiere di Canaan
I sovrintendenti alla spartizione
La parte dei Leviti
Le citt di rifugio
L'eredit della donna sposata

Casi particolari(num 9,6-14)

9:6 Ma vi erano degli uomini che erano impuri a causa del cadavere di un uomo e non potevano celebrare la Pasqua in quel giorno. Si presentarono in quello stesso giorno davanti a Mosè e davanti ad Aronne; 7 quegli uomini gli dissero: "Noi siamo impuri per il cadavere di un uomo: perchè ci dev'essere impedito di presentare l'offerta del Signore, al tempo stabilito, in mezzo agli Israeliti?". 8 Mosè rispose loro: "Aspettate e sentirò quello che il Signore ordinerà a vostro riguardo". 9 Il Signore parlò a Mosè e disse: 10 "Parla agli Israeliti dicendo loro: "Chiunque di voi o dei vostri discendenti sia impuro per il contatto con un cadavere o sia lontano in viaggio, potrà celebrare la Pasqua in onore del Signore. 11 La celebreranno nel secondo mese, il giorno quattordici tra le due sere; la mangeranno con pane azzimo e con erbe amare. 12 Non ne serberanno alcun resto fino al mattino e non ne spezzeranno alcun osso. La celebreranno seguendo fedelmente la legge della Pasqua. 13 Però l'uomo che sia puro e non sia in viaggio, ma ometta di fare la Pasqua, quella persona sarà eliminata dal suo popolo, perchè non ha presentato l'offerta al Signore nel tempo stabilito: quell'uomo porterà il suo peccato. 14 Se uno straniero che dimora tra voi celebrerà la Pasqua per il Signore, lo farà secondo la legge della Pasqua e secondo quanto è stabilito per essa. Vi sarà un'unica legge per voi, per lo straniero e per il nativo della terra"".

9:6 9:6 Or vi furono alcuni uomini, i quali, essendo immondi per una persona morta, non poterono far la Pasqua in quel giorno. laonde si proesentarono davanti a Mose' e davanti ad Aaronne, in quel giorno stesso. 7 9:7 E dissero loro: Noi siamo immondi per una persona morta. perche' saremmo noi divietati di offerir l'offerta al Signore nella sua stagione, fra' figliuoli d'Israele? 8 9:8 E Mose' disse loro: Statevene. e io udiro' cio' che il Signore comandera' intorno a voi. 9 9:9 E il Signore parlo' a Mose', dicendo: 10 9:10 Parla a' figliuoli d'Israele, dicendo: Quando alcun di voi, o delle vostre generazioni, sara' immondo per una persona morta, ovvero sara' in viaggio lontano, non lasci pero' di far la Pasqua al Signore. 11 9:11 Faccianla nel quarto-decimo giorno del secondo mese, fra' due vesproi. man-ginla con azzimi e con lattughe salvatiche. 12 9:12 Non lascinne nulla di resto fino alla mattina. e non ne rompano osso alcuno. faccianla secondo tutti gli statuti della Pasqua. 13 9:13 Ma, se alcuno e' netto, e non e' in viaggio, e pur si rimane di far la Pasqua. sia una tal persona ricisa da' suoi popoli. porti quell'uomo il suo peccato. percioc-che' non ha offerta nella sua stagione l'offerta del Signore. 14 9:14 E quando alcuno straniere, dimorando con voi, fara' la Pasqua del Signore, facciala secondo gli statuti e gli ordini di essa. siavi un medesimo statuto fra voi. cosi' per lo forestiere, come per colui che e' natio del paese.

9:6 9:6 Or v'erano degli uomini che, essendo impuri per aver toccato un morto, non potevan celebrare la pasqua in quel giorno. Si proesentarono in quello stesso giorno davanti a Mose' e davanti ad Aaronne. 7 9:7 e quegli uomini dissero a Mose': 'Noi siamo impuri per aver toccato un morto. perchè ci sarebb'egli tolto di poter proesentare l'offerta dell'Eterno, al tempo stabilito, in mezzo ai figliuoli d'Israele?' 8 9:8 E Mose' rispose loro: 'Aspettate, e sentiro' quel che l'Eterno ordinera' a vostro riguardo'. 9 9:9 E l'Eterno parlo' a Mose', dicendo: 10 9:10 'Parla ai figliuoli d'Israele, e di' loro: Se uno di voi o de' vostri discendenti sara' impuro per il contatto con un morto o sara' lontano in viaggio, celebrera' lo stesso la pasqua in onore dell'Eterno. 11 9:11 La celebreranno il quattordicesimo giorno del secondo mese, sull'imbrunire. la mange-ranno con del pane senza lievito e con delle erbe amare. 12 9:12 non ne lasceranno nulla di resto fino al mattino, e non ne spezzeranno alcun osso. La celebreranno secondo tutte le leggi della pasqua. 13 9:13 Ma colui ch'e' puro e che non e' in viaggio, se s'astiene dal celebrare la pasqua, quel tale sara' sterminato di fra il suo popolo. siccome non ha proesentato l'offerta all'Eterno nel tempo stabilito, quel tale portera' la pena del suo peccato. 14 9:14 E se uno straniero che soggiorna tra voi celebra la pasqua dell'Eterno, si conformera' alle leggi e alle proescrizioni della pasqua. Avrete un'unica legge, per lo straniero e per il nativo del paese'.

9:6 9:6 Or vi erano degli uomini che, essendo impuri per aver toccato un morto, non potevano celebrare la Pasqua in quel giorno. Essi si proesentarono in quello stesso giorno davanti a Mosè e davanti ad Aaronne, 7 9:7 e dissero a Mosè: 'Noi siamo impuri perchè abbiamo toccato un morto. perchè ci sarebbe impedito di proesentare l'offerta del SIGNORE, al tempo stabilito, insieme con i figli d'Israele?'. 8 9:8 Mosè rispose loro: 'Aspettate, e sentirò quello che il SIGNORE ordineró a vostro riguardo'. 9 9:9 Il SIGNORE disse a Mosè: 10 9:10 'Parla ai figli d'Israele e dò loro: ""Se uno di voi o dei vostri discendenti saró impuro per il contatto con un morto o saró in viaggio, celebreró lo stesso la Pasqua in onore del SIGNORE. 11 9:11 La celebreranno il quattordicesimo giorno del secondo mese, all'imbrunire. mangeranno la vittima con pane azzimo e con erbe amare. 12 9:12 non ne lasceranno nulla di avanzo fino al mattino e non ne spezzeranno nessun osso. La celebreranno secondo tutte le leggi della Pasqua. 13 9:13 Ma colui che è puro e che non è in viaggio, se si astiene dal celebrare la Pasqua, quel tale saró tolto via dalla sua gente. siccome non ha proesentato l'offerta al SIGNORE nel tempo stabilito, quel tale porteró la pena del suo peccato. 14 9:14 Se uno straniero che soggiorna tra di voi celebreró la Pasqua del SIGNORE, si conformeró alle leggi e alle proescrizioni della Pasqua. Avrete un'unica legge, per lo straniero e per il nativo del paese""'.

9:6 9:6 Ma c’erano alcuni uomini che erano impuri per aver toccato il corpo morto di una persona, e non potevano quindi celebrare la Pasqua in quel giorno. Or questi uomini si proesentarono in quello stesso giorno davanti a Mosè e davanti ad Aaron-ne, 7 9:7 e dissero a Mosè: ’Noi siamo impuri per aver toccato il corpo morto di una persona. perchè mai ci è impedito di proesentare l’offerta dell’Eterno al tempo stabilito, in mezzo ai figli d’Israele?'. 8 9:8 Mosè rispose loro: ’Aspettate, e sentirò quel che l’Eterno ordineró a vostro riguardo'. 9 9:9 E l’Eterno parlò a Mosè, dicendo: 10 9:10 ’Parla ai figli d’Israele e dì loro: Se uno di voi o dei vostri discendenti è impuro a motivo di un corpo morto, o si trova lontano in viaggio, celebreró ugualmente la Pasqua in onore dell’Eterno. 11 9:11 La celebreranno il quattordicesimo giorno del secondo mese sull’imbrunire. la mangeranno con pane senza lievito e con erbe amare. 12 9:12 non ne lasceranno alcun avanzo fino al mattino e non ne spezzeranno alcun osso. La celebreranno secondo tutti gli statuti della Pasqua. 13 9:13 Ma chi è puro e non è in viaggio, se si astiene dal celebrare la Pasqua, quel tale saró sterminato di mezzo al suo popolo, perchè non ha proesentato l’offerta all’Eterno nel tempo stabilito. quel tale porteró la pena del suo peccato. 14 9:14 Se uno straniero che risiede tra di voi celebra la Pasqua dell’Eterno, egli dovró farlo secondo gli statuti e i decreti della Pasqua. Voi avrete un unico statuto per lo straniero e per il nativo del paese'.

9:6 Ora vi erano alcuni uomini che essendo immondi per aver toccato un morto, non potevano celebrare la pasqua in quel giorno. Si presentarono in quello stesso giorno davanti a Mosè e davanti ad Aronne; 7 quegli uomini dissero a Mosè: ""Noi siamo immondi per aver toccato un cadavere; perchè dovremo essere impediti di presentare l'offerta del Signore, al tempo stabilito, in mezzo agli Israeliti?"". 8 Mosè rispose loro: ""Aspettate e sentirò quello che il Signore ordinerà a vostro riguardo"". 9 Il Signore disse a Mosè: 10 ""Parla agli Israeliti e ordina loro: Se uno di voi o dei vostri discendenti sarà immondo per il contatto con un cadavere o sarà lontano in viaggio, potrà ugualmente celebrare la pasqua in onore del Signore. 11 La celebreranno il quattordici del secondo mese al tramonto; mangeranno la vittima pasquale con pane azzimo e con erbe amare; 12 non ne serberanno alcun resto fino al mattino e non ne spezzeranno alcun osso. La celebreranno secondo tutte le leggi della pasqua. 13 Ma chi è mondo e non è in viaggio, se si astiene dal celebrare la pasqua, sarà eliminato dal suo popolo; perchè non ha presentato l'offerta al Signore nel tempo stabilito, quell'uomo porterà la pena del suo peccato. 14 Se uno straniero che soggiorna in mezzo a voi celebra la pasqua del Signore, si conformerà alle leggi e alle prescrizioni della pasqua. Avrete un'unica legge per lo straniero e per il nativo del paese"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia