Cronologia dei paragrafi

Il nazireato
La formula di benedizione
Offerta dei carri
Offerta della dedicazione
Le lampade del candelabro
I leviti sono offerti al Signore
Le et del servizio
Data della Pasqua
Casi particolari
La nube
Le trombe
L'ordine di marcia
Proposta di Mos a Obab
La partenza
Tabera
Kibrot-Taava. Lamenti del popolo
Intercessione di Mos
La risposta del Signore
Effusione dello Spirito
Le quaglie
Maria e Aronne contro Mos
Risposta divina
Intercessione di Aronne a di Mos
Ricognizione in Canaan
Il rapporto degli esploratori
Rivolta di Israele
Collera del Signore e intercessione di Mos
Perdono e castigo
Vano tentativo degli Israeliti
L'oblazione unita ai sacrifici
Le primizie del pane
Espiazione delle colpe per inavvertenza
Violazione del sabato
I fiocchi dei vestiti
Rivolta di Core, Datan e Abiram
Il castigo
Gli incensieri
L'intercessione di Aronne
Il bastone di Aronne
La funzione espiatrice del sacerdozio
La parte dei sacerdoti
La parte dei Leviti
Le decime
Le ceneri della giovenca rossa
Casi di impurit
Il rituale delle acque lustrali
Le acque di Meriba
Castigo di Mos e di Aronne
Edom rifiuta il passaggio
Morte di Aronne
Presa di Corma
Il serpente di bronzo
Tappe verso la Transgiordania
Conquista della Transgiordania
Il re do Moab fa appello a Balaam
L'asina di Balaam
Balaam e Balak
Oracoli di Balaam
Israele a Peor
Il censimento
Censimento dei Leviti
L'eredit delle figlie
Giosu capo della comunit
Precisazioni sui sacrifici
A. Sacrifici quotidiani
B. Il sabato
C. Il novilunio
D. Gli azzimi
E. La festa delle Settimane
F. La festa delle Acclamazioni
G. Il giorno della Espiazione
H. La festa della Capanne
Leggi sui voti
Guerra santa contro Madiam
Massacro delle donne e purificazione del bottino
Divisione del bottino
Le offerte
Divisione della Transgiordania
Le tappe dell'Esodo
Divisione di Canaan. L'ordine di Dio
Frontiere di Canaan
I sovrintendenti alla spartizione
La parte dei Leviti
Le citt di rifugio
L'eredit della donna sposata

Il nazireato(num 6,1-21)

6:1 Il Signore parlò a Mosè e disse: 2 "Parla agli Israeliti dicendo loro: "Quando un uomo o una donna farà un voto speciale, il voto di nazireato, per consacrarsi al Signore, 3 si asterrà dal vino e dalle bevande inebrianti, non berrà aceto di vino nè aceto di bevanda inebriante, non berrà liquori tratti dall'uva e non mangerà uva, nè fresca nè secca. 4 Per tutto il tempo del suo nazireato non mangerà alcun prodotto della vite, dai chicchi acerbi alle vinacce. 5 Per tutto il tempo del suo voto di nazireato il rasoio non passerà sul suo capo; finchè non siano compiuti i giorni per i quali si è votato al Signore, sarà sacro: lascerà crescere liberamente la capigliatura del suo capo. 6 Per tutto il tempo in cui rimane votato al Signore, non si avvicinerà a un cadavere; 7 si trattasse anche di suo padre, di sua madre, di suo fratello e di sua sorella, non si renderà impuro per loro alla loro morte, perchè porta sul capo il segno della sua consacrazione a Dio. 8 Per tutto il tempo del suo nazireato egli è sacro al Signore. 9 Se qualcuno gli muore accanto all'improvviso e rende impuro il suo capo consacrato, nel giorno della sua purificazione si raderà il capo: se lo raderà il settimo giorno; 10 l'ottavo giorno porterà due tortore o due piccoli di colomba al sacerdote, all'ingresso della tenda del convegno. 11 Il sacerdote ne offrirà uno in sacrificio per il peccato e l'altro in olocausto e compirà il rito espiatorio per lui, per il peccato in cui è incorso a causa di quel morto. In quel giorno stesso, il nazireo consacrerà così il suo capo. 12 Consacrerà di nuovo al Signore i giorni del suo nazireato e offrirà un agnello dell'anno come sacrificio per il peccato; i giorni precedenti decadranno, perchè il suo nazireato è stato reso impuro. 13 Questa è la legge per il nazireo: quando i giorni del suo nazireato saranno compiuti, lo si farà venire all'ingresso della tenda del convegno; 14 egli presenterà l'offerta al Signore: un agnello dell'anno, senza difetto, per l'olocausto; una pecora dell'anno, senza difetto, per il sacrificio per il peccato; un ariete senza difetto, come sacrificio di comunione; 15 un canestro di pani azzimi di fior di farina, di focacce impastate con olio, di schiacciate senza lievito unte d'olio, insieme con la loro oblazione e le loro libagioni. 16 Il sacerdote le offrirà davanti al Signore e compirà il suo sacrificio per il peccato e il suo olocausto; 17 offrirà l'ariete come sacrificio di comunione al Signore, oltre al canestro degli azzimi. Il sacerdote offrirà anche l'oblazione e la sua libagione. 18 Il nazireo raderà, all'ingresso della tenda del convegno, il suo capo consacrato, prenderà la capigliatura del suo capo consacrato e la metterà sul fuoco che è sotto il sacrificio di comunione. 19 Il sacerdote prenderà la spalla dell'ariete, quando sarà cotta, una focaccia non lievitata dal canestro e una schiacciata azzima e le porrà nelle mani del nazireo, dopo che questi avrà rasato la capigliatura consacrata. 20 Il sacerdote le presenterà con il rito di elevazione davanti al Signore; è cosa santa che appartiene al sacerdote, insieme con il petto della vittima offerta con il rito di elevazione e la coscia della vittima offerta come tributo. Dopo, il nazireo potrà bere vino. 21 Questa è la legge per il nazireo che ha promesso la sua offerta al Signore per il suo nazireato, oltre quello che è in grado di fare in più, secondo il voto che avrà emesso. Così egli farà quanto alla legge del suo nazireato"".

6:1 6:1 IL Signore parlo', oltre a cio', a Mose', dicendo: 2 6:2 Parla a' figliuoli d'Israele, e di' loro: Quando alcuno, uomo o donna, avra' fatto singolar voto di Nazireo, per farsi Nazireo al Signore. astengasi da vino e da cervogia. 3 6:3 non beva alcun aceto, ne' di vino, ne' di cervogia. ne' alcun liquor d'uva. e non mangi alcuna uva, ne' fresca ne' secca. 4 6:4 Tutto il tempo del suo Nazireato non mangi cosa niuna prodotta da vite che fa vino. non pure acini ne' fiocini. 5 6:5 Tutto il tempo del voto del suo Nazireato non passi il rasoio soproa il suo capo. sia santo, finche' sia compiuto il tempo per lo quale egli si e' votato Nazireo al Signore. lasciando crescer la chioma de' capelli del suo capo. 6 6:6 Non vada, in tutto il tempo per lo quale, egli si sara' votato Nazireo al Signore, in alcun luogo ove sia un morto. 7 6:7 Non contaminisi per suo padre, ne' per sua madre, ne' per suo fratello, ne' per sua sorella, quando alcuno di loro sara' morto. perciocche' il Nazireato dell'Iddio suo e' soproa il suo capo. 8 6:8 Sia santo al Signore, tutto il tempo del suo Nazireato. 9 6:9 E se alcuno muore approesso di lui di subito improvviso, egli ha contaminato il capo del suo Nazireato. percio' radasi il capo al giorno della sua purificazione. radaselo al settimo giorno. 10 6:10 E nell'ottavo giorno porti al sacerdote alla entrata del Tabernacolo della convenenza, due tortole o due pippioni. 11 6:11 E sacrifichine il sacerdote uno per lo peccato, e uno per olocausto. e faccia purgamento per lui, di cio' ch'egli avra' peccato intorno al morto. e in quel giorno stesso santifichi il suo capo. 12 6:12 e consacri al Signore i giorni del suo Nazireato. e adduca un agnello di un anno per la colpa. e sieno i giorni proecedenti tenuti per nulla. conciossiache' il suo Nazireato sia stato contaminato. 13 6:13 Or questa e' la legge intorno al Nazireo: Nel giorno che il tempo del suo Nazireato sara' compiuto, portilo all'entrata del T aber-nacolo della convenenza. 14 6:14 E offerisca la sua offerta al Signore. cioe': un agnello di un anno, senza difetto, per olocausto. e u-n'agnella di un anno, senza difetto, per lo peccato. e un montone senza difetto, per sacrificio da render grazie. 15 6:15 e un paniere di focacce di fior di farina, azzime, intrise con olio, e di schiacciate azzime, unte con olio. insieme con l'offerte di panatica, e da spandere di que' sacrificii. 16 6:16 E offerisca il sacerdote quelle cose nel cospetto del Signore. e sacrifichi il sacrificio per lo peccato, e l'olocausto di esso. 17 6:17 Poi offerisca quel montone al Signore, per sacrificio da render grazie, insieme con quel paniere di azzimi. offerisca ancora il sacerdote l'offerta di panatica, e l'offerta da spandere di esso. 18 6:18 E facciasi il Nazireo radere il capo del suo Nazi-reato all'entrata del Tabernacolo della convenenza. e proenda i capelli del suo Na-zireato, e mettali in sul fuoco, che sara' sotto il sacrificio da render grazie. 19 6:19 Poi proenda il sacerdote una spalla di quel montone cotta. e una focaccia azzima di quel paniere, e una schiacciata azzima. e mettale in su le palme delle mani del Nazireo, dopo ch'egli avra' fatto radere il suo Na-zireato. 20 6:20 E dimeni il sacerdote quelle cose per offerta dimenata davanti al Signore. sono cosa sacra, appartenente al sacerdote, siccome ancora il petto dell'offerta dimenata, e la spalla dell'offerta elevata. Dopo questo, il Nazireo potra' ber vino. 21 6:21 Questa e' la legge del Nazireo che avra' votata la sua offerta al Signore per lo suo Nazireato. oltre a quello ch'egli potra' fornir di piu' secondo la sua facolta'. faccia secondo il voto ch'egli avra' fatto, oltre alla legge del suo Nazireato.

6:1 6:1 L'Eterno parlo' ancora a Mose', dicendo: 2 6:2 'Parla ai figliuoli d'Israele e di' loro: Quando un uomo o una donna avra' fatto un voto speciale, il voto di nazireato, 3 6:3 per consacrarsi all'Eterno, si asterra' dal vino e dalle bevande alcooli-che. non berra' aceto fatto di vino, nè aceto fatto di bevanda alcoolica. non berra' liquori tratti dall'uva, e non mangera' uva, nè fresca nè secca. 4 6:4 Tutto il tempo del suo nazireato non mangera' alcun prodotto della vigna, dagli acini alla buccia. 5 6:5 Tutto il tempo del suo voto di nazireato il rasoio non passera' sul suo capo. fino a che sian compiuti i giorni per i quali ei s'e' consacrato all'Eterno, sara' santo. si lascera' crescer liberamente i capelli sul capo. 6 6:6 Tutto il tempo ch'ei s'e' consacrato all'Eterno, non si accostera' a corpo morto. 7 6:7 si trattasse anche di suo padre, di sua madre, del suo fratello e della sua sorella, non si contaminera' per loro alla loro morte, perchè porta sul capo il segno della sua consacrazione a Dio. 8 6:8 Tutto il tempo del suo nazireato egli e' consacrato all'Eterno. 9 6:9 E se uno gli muore accanto improvvisamente, e il suo capo consacrato rimane cosi' contaminato, si radera' il capo il giorno della sua purificazione. se lo radera' il settimo giorno. 10 6:10 l'ottavo giorno portera' due tortore o due giovani piccioni al sacerdote, all'ingresso della tenda di convegno. 11 6:11 E il sacerdote ne offrira' uno come sacrifizio per il peccato e l'altro come olocausto, e fara' per lui l'espiazione del peccato che ha commesso a cagion di quel morto. e, in quel giorno stesso, il nazireo consacrera' cosi' il suo capo. 12 6:12 Consacrera' di nuovo all'Eterno i giorni del suo nazireato, e offrira' un agnello dell'anno come sacrifizio di riparazione. i giorni proecedenti non saranno contati, perchè il suo nazireato e' stato contaminato. 13 6:13 Questa e' la legge del nazireato: quando i giorni del suo nazireato saranno compiuti, lo si fara' venire all'ingresso della tenda di convegno. 14 6:14 ed egli proesentera' la sua offerta all'Eterno: un agnello dell'anno, senza difetto, per l'olocausto. una pecora dell'anno, senza difetto, per il sacrifizio per il peccato, e un montone senza difetto, per il sacrifizio di azioni di grazie. 15 6:15 un paniere di pani azzimi fatti con fior di farina, di focacce intrise con olio, di gallette senza lievito unte d'olio, insieme con l'oblazione e le libazioni relative. 16 6:16 Il sacerdote proesentera' quelle cose davanti all'Eterno, e offrira' il suo sacrifizio per il peccato e il suo olocausto. 17 6:17 offrira' il montone come sacrifizio di azioni di grazie all'Eterno, col paniere dei pani azzimi. il sacerdote offrira' pure l'oblazione e la libazione. 18 6:18 Il nazireo radera', all'ingresso della tenda di convegno, il suo capo consacrato. proendera' i capelli del suo capo consacrato e li mettera' sul fuoco che e' sotto il sacrifizio di azioni di grazie. 19 6:19 Il sacerdote proendera' la spalla del montone, quando sara' cotta, una focaccia non lievitata del paniere, una galletta senza lievito, e le porra' nelle mani del nazireo, dopo che questi avra' raso il suo capo consacrato. 20 6:20 Il sacerdote le agitera', come offerta agitata, davanti all'Eterno. e' cosa santa che appartiene al sacerdote, assieme al petto dell'offerta agitata e alla spalla dell'offerta elevata. Dopo questo, il nazireo potra' bere del vino. 21 6:21 Tale e' la legge relativa a colui che ha fatto voto di nazireato, tale e' la sua offerta all'Eterno per il suo nazireato, oltre quello che i suoi mezzi gli permetteranno di fare. Egli agira' secondo il voto che avra' fatto, conformemente alla legge del suo nazireato'.

6:1 6:1 Il SIGNORE disse ancora a Mosè: 2 6:2 'Parla ai figli d'Israele e dò loro: ""Quando un uomo o una donna avró fatto un voto speciale, il voto di nazireato, 3 6:3 per consacrarsi al SIGNORE, si asterró dal vino e dalle bevande alcoliche. non berró aceto fatto di vino, nè aceto fatto di bevanda alcolica. non berró liquori d'uva e non mangeró uva, nè fresca nè secca. 4 6:4 Per tutto il tempo del suo nazireato non mangeró alcun prodotto della vigna, dagli acini alla buccia. 5 6:5 Per tutto il tempo del suo voto di nazireato il rasoio non passeró sul suo capo. fino a che siano compiuti i giorni per i quali egli si è consacrato al SIGNORE, saró santo. si lasceró crescere liberamente i capelli sul capo. 6 6:6 Per tutto il tempo che egli si è consacrato al SIGNORE, non si avvicineró a un corpo morto. 7 6:7 si trattasse anche di suo padre, di sua madre, di suo fratello e di sua sorella, non si contamineró con loro alla loro morte, perchè porta sul capo il segno della sua consacrazione a Dio. 8 6:8 Per tutto il tempo del suo nazireato egli è consacrato al SIGNORE. 9 6:9 Se uno gli muore accanto improvvisamente e il suo capo consacrato rimane cosò contaminato, si raderó il capo il giorno della sua purificazione. se lo raderó il settimo giorno. 10 6:10 l'ottavo giorno porteró due tortore o due giovani piccioni al sacerdote, all'ingresso della tenda di convegno. 11 6:11 Il sacerdote ne offriró uno come sacrificio per il peccato e l'altro come olocausto, faró per lui l'espiazione del peccato che ha commesso a motivo di quel morto. in quel giorno stesso, il nazireo consacreró cosò il suo capo. 12 6:12 Consacreró di nuovo al SIGNORE i giorni del suo nazireato, e offriró un agnello dell'anno come sacrificio di riparazione. i giorni proecedenti non saranno contati, perchè il suo nazireato è stato contaminato. 13 6:13 Questa è la legge del nazireato: quando i giorni del suo nazireato saranno compiuti, lo si faró venire all'ingresso della tenda di convegno. 14 6:14 Egli proesenteró la sua offerta al SIGNORE: un agnello dell'anno, senza difetto, per l'olocausto. una pecora dell'anno, senza difetto, per il sacrificio per il peccato, e un montone, senza difetto, per il sacrificio di riconoscenza. 15 6:15 un paniere di pani azzimi fatti con fior di farina, di focacce intrise d'olio, di gallette azzime unte d'olio, insieme con l'oblazione e le libazioni relative. 16 6:16 Il sacerdote proesenteró quelle cose davanti al SIGNORE, offriró il suo sacrificio per il peccato e il suo olocausto. 17 6:17 offriró il montone come sacrificio di riconoscenza al SIGNORE, con il paniere dei pani azzimi. il sacerdote offriró pure l'oblazione e la libazione. 18 6:18 Il nazireo si raderó il capo consacrato all'ingresso della tenda di convegno, proenderó i capelli del suo capo consacrato e li metteró sul fuoco che è sotto il sacrificio di riconoscenza. 19 6:19 Il sacerdote proenderó la spalla del montone, quando saró cotta, una focaccia azzima dal paniere, una galletta azzima, e le metteró nelle mani del nazireo, dopo che questi avró raso il suo capo consacrato. 20 6:20 Il sacerdote le agiteró, come offerta agitata, davanti al SIGNORE. è cosa santa che appartiene al sacerdote, insieme al petto dell'offerta agitata e alla spalla dell'offerta elevata. Dopo questo, il nazireo potró bere vino. 21 6:21 Tale è la legge relativa a colui che ha fatto voto di nazireato, tale è la sua offerta al SIGNORE per il suo nazireato, oltre a quello che i suoi mezzi gli permetteranno di fare. Egli agiró secondo il voto che avró fatto, conformemente alla legge del suo nazireato""'.

6:1 6:1 L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo: 2 6:2 ’Parla ai figli d’Israele e dì loro: Quando un uomo o una donna faró un voto speciale, il voto di nazireato, per consacrarsi all’Eterno, 3 6:3 si asterró dal vino e da bevande inebrianti. non berró aceto fatto di vino, nè aceto fatto di bevanda inebriante. non berró alcun succo di uva e non mangeró uva, nè fresca nè secca. 4 6:4 Per tutto il tempo della sua consacrazione non mangeró alcun prodotto della vite, dagli acini alla buccia. 5 6:5 Tutto il tempo del voto della sua consacrazione il rasoio non passeró sul suo capo. finchè non sono compiuti i giorni per i quali si è consacrato all’Eterno, saró santo. lasceró che i capelli del suo capo crescano lunghi. 6 6:6 Per tutto il tempo che si è consacrato all’Eterno non si accosteró al corpo morto. 7 6:7 neppure se si trattasse di suo padre o di sua madre, di suo fratello o di sua sorella, egli non si contamineró per loro quando muoiono, perchè porta sul capo il segno della sua consacrazione a DIO. 8 6:8 Per tutto il tempo della sua consacrazione egli saró santo all’Eterno. 9 6:9 Se uno muore accanto a lui improvvisamente e il suo capo consacrato rimane contaminato, si raderó il capo il giorno della sua purificazione. se lo raderó il settimo giorno. 10 6:10 l’ottavo giorno porteró due tortore o due giovani piccioni al sacerdote, all’ingresso della tenda di convegno. 11 6:11 Il sacerdote ne offriró uno come sacrificio per il peccato e l’altro come olocausto e faró espiazione per lui, perchè ha peccato a motivo del corpo morto. e in quello stesso giorno consacreró il suo capo. 12 6:12 Consacreró di nuovo all’Eterno i giorni del suo nazireato e porteró un agnello di un anno come sacrificio di riparazione. ma i giorni proecedenti non saranno più contati, perchè il suo nazireato è stato contaminato. 13 6:13 Questa è la legge del nazireato: quando i giorni della sua consacrazione saranno compiuti, lo si faró venire all’ingresso della tenda di convegno. 14 6:14 ed egli proesenteró la sua offerta all’Eterno: un agnello di un anno senza difetto per l’olocausto, un’a-gnella di un anno senza difetto per il sacrificio per il peccato e un montone senza difetto per il sacrificio di ringraziamento. 15 6:15 un paniere di pani azzimi fatti con fior di farina, di focacce intrise con olio, di schiacciate senza lievito unte di olio, con le loro offerte di cibo e le loro libazioni. 16 6:16 Il sacerdote proesenteró queste cose davanti all’Eterno e offriró il suo sacrificio per il peccato e il suo olocausto. 17 6:17 offriró il montone come sacrificio di ringraziamento all’Eterno, col paniere dei pani azzimi. il sacerdote offriró pure la sua oblazione di cibo e la sua libazione. 18 6:18 Il nazireo raderó il suo capo consacrato all’ingresso della tenda di convegno e proenderó i capelli del suo capo consacrato e li metteró sul fuoco che è sotto il sacrificio di ringraziamento. 19 6:19 Il sacerdote proenderó la spalla cotta del montone, una focaccia non lievitata dal paniere e una schiacciata senza lievito e le metteró nelle mani del nazireo, dopo che questi avró raso il suo capo consacrato. 20 6:20 Il sacerdote le agiteró come offerta agitata davanti all’Eterno. è cosa santa che appartiene al sacerdote, assieme al petto dell’offerta agitata e alla coscia dell’offerta elevata. Dopo questo il nazireo potró bere vino. 21 6:21 Questa è la legge per il nazireo che ha promesso all’Eterno un’offerta per la sua consacrazione, oltre quello che i suoi mezzi gli permetteranno di fare. In base al voto fatto egli dovró comportarsi in conformitó alla legge della sua consacrazione'.

6:1 Il Signore disse ancora a Mosè: 2 ""Parla agli Israeliti e riferisci loro: Quando un uomo o una donna farà un voto speciale, il voto di nazireato, per consacrarsi al Signore, 3 si asterrà dal vino e dalle bevande inebrianti; non berrà aceto fatto di vino nè aceto fatto di bevanda inebriante; non berrà liquori tratti dall'uva e non mangerà uva, nè fresca nè secca. 4 Per tutto il tempo del suo nazireato non mangerà alcun prodotto della vigna, dai chicchi acerbi alle vinacce. 5 Per tutto il tempo del suo voto di nazireato il rasoio non passerà sul suo capo; finchè non siano compiuti i giorni per i quali si è consacrato al Signore, sarà santo; si lascerà crescere la capigliatura. 6 Per tutto il tempo in cui rimane consacrato al Signore, non si avvicinerà a un cadavere; 7 si trattasse anche di suo padre, di sua madre, di suo fratello e di sua sorella, non si contaminerà per loro alla loro morte, perchè porta sul capo il segno della sua consacrazione a Dio. 8 Per tutto il tempo del suo nazireato egli è consacrato al Signore. 9 Se uno gli muore accanto improvvisamente e il suo capo consacrato rimane così contaminato, si raderà il capo nel giorno della sua purificazione; se lo raderà il settimo giorno; 10 l'ottavo giorno porterà due tortore o due colombi al sacerdote, all'ingresso della tenda del convegno. 11 Il sacerdote ne offrirà uno in sacrificio espiatorio e l'altro in olocausto e farà per lui il rito espiatorio del peccato in cui è incorso a causa di quel morto; in quel giorno stesso, il nazireo consacrerà così il suo capo. 12 Consacrerà di nuovo al Signore i giorni del suo nazireato e offrirà un agnello dell'anno come sacrificio di riparazione; i giorni precedenti non saranno contati, perchè il suo nazireato è stato contaminato. 13 Questa è la legge del nazireato; quando i giorni del suo nazireato saranno compiuti, lo si farà venire all'ingresso della tenda del convegno; 14 egli presenterà l'offerta al Signore: un agnello dell'anno, senza difetto, per l'olocausto; una pecora dell'anno, senza difetto, per il sacrificio espiatorio, un ariete senza difetto, come sacrificio di comunione; 15 un canestro di pani azzimi fatti con fior di farina, di focacce intrise in olio, di schiacciate senza lievito unte d'olio, insieme con l'oblazione e le libazioni relative. 16 Il sacerdote presenterà quelle cose davanti al Signore e offrirà il suo sacrificio espiatorio e il suo olocausto; 17 offrirà l'ariete come sacrificio di comunione al Signore, con il canestro dei pani azzimi; il sacerdote offrirà anche l'oblazione e la libazione. 18 Il nazireo raderà, all'ingresso della tenda del convegno, il suo capo consacrato; prenderà i capelli del suo capo consacrato e li metterà sul fuoco che è sotto il sacrificio di comunione. 19 Il sacerdote prenderà la spalla dell'ariete, quando sarà cotta, una focaccia non lievitata dal canestro e una schiacciata senza lievito e le porrà nelle mani del nazireo, dopo che questi si sarà raso il capo consacrato. 20 Il sacerdote le agiterà, come offerta da farsi secondo il rito dell'agitazione, davanti al Signore; è cosa santa che appartiene al sacerdote, insieme con il petto dell'offerta da agitare ritualmente e con la spalla dell'offerta da elevare ritualmente. Dopo, il nazireo potrà bere il vino. 21 Questa è la legge per chi ha fatto voto di nazireato, tale è la sua offerta al Signore per il suo nazireato, oltre quello che i suoi mezzi gli permetteranno di fare. Egli si comporterà secondo il voto che avrà fatto in base alla legge del suo nazireato"".

Mappa

Commento di un santo

Cosa significa che i nazirei coltivano i loro capelli se non che essi coltivano pensieri piacevoli per mezzo delle loro vite di continenza? Cosa significa che, quando il tempo del suo voto è completato, il nazireo viene invitato a radersi la testa e a mettere i suoi capelli nel fuoco sacrificale? Significa che noi raggiungiamo la vetta della perfezione quando abbiamo vinto i vizi esterni al punto che limitiamo anche i pensieri superflui nelle nostre menti. E bruciare questi pensieri nel fuoco sacrificale significa bruciarli nella fiamma dell'amore divino, così che l'intero cuore di un uomo brucia con l'amore di Dio. Noi bruciamo i nostri pensieri superflui e consumiamo i capelli del nazireo, per così dire, in perfetta devozione.

Autore

Paterio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia