Cronologia dei paragrafi

La sapienza e la legge
Proverbi
I vecchi
Proverbio numerico
Le donne
Il commercio
La parola
La giustizia
I segreti
Ipocrisia
Il rancore
Le liti
La lingua
Il prestito
elemosina
Le cauzioni
ospitalitŕ
educazione
La salute
La gioia
Le ricchezze
I banchetti
Il vino

La sapienza e la legge(sir 24,22-32)

24:22 Chi mi obbedisce non si vergognerà, chi compie le mie opere non peccherà". 23 Tutto questo è il libro dell'alleanza del Dio altissimo, la legge che Mosè ci ha prescritto, eredità per le assemblee di Giacobbe. 24 Non cessate di rafforzarvi nel Signore, aderite a lui perchè vi dia vigore. Il Signore onnipotente è l'unico Dio e non c'è altro salvatore al di fuori di lui. 25 Essa trabocca di sapienza come il Pison e come il Tigri nella stagione delle primizie, 26 effonde intelligenza come l'Eufrate e come il Giordano nei giorni della mietitura, 27 come luce irradia la dottrina, come il Ghicon nei giorni della vendemmia. 28 Il primo uomo non ne ha esaurito la conoscenza e così l'ultimo non l'ha mai pienamente indagata. 29 Il suo pensiero infatti è più vasto del mare e il suo consiglio è più profondo del grande abisso. 30 Io, come un canale che esce da un fiume e come un acquedotto che entra in un giardino, 31 ho detto: "Innaffierò il mio giardino e irrigherò la mia aiuola". Ma ecco, il mio canale è diventato un fiume e il mio fiume è diventato un mare. 32 Farò ancora splendere la dottrina come l'aurora, la farò brillare molto lontano.

24:22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32

24:22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32

24:22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32

24:22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32

24:22 (24,21) Chi mi obbedisce non si vergognerà, chi compie le mie opere non peccherà"". 23 (24,22) Tutto questo è il libro dell'alleanza del Dio altissimo, la legge che ci ha imposto Mosè, l'eredità delle assemblee di Giacobbe. 24 25 (24,23) Essa trabocca di sapienza come il Pison e come il Tigri nella stagione dei frutti nuovi; 26 (24,24) fa traboccare l'intelligenza come l'Eufrate e come il Giordano nei giorni della mietitura; 27 (24,25) espande la dottrina come il Nilo, come il Ghicon nei giorni della vendemmia. 28 (24,26) Il primo non ne esaurisce la conoscenza nè l'ultimo la può pienamente indagare. 29 (24,27) Il suo pensiero infatti è più vasto del mare e il suo consiglio più del grande abisso. 30 (24,28) Io sono come un canale derivante da un fiume e come un corso d'acqua sono uscita verso un giardino. 31 (24,29) Ho detto: ""Innaffierò il mio giardino e irrigherò la mia aiuola"". Ed ecco il mio canale è diventato un fiume, il mio fiume è diventato un mare. 32 (24,30) Farò ancora splendere la mia dottrina come l'aurora; la farò brillare molto lontano.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia