Cronologia dei paragrafi

Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

Riassunto. Conclusione (lev 26,1-2)

26:1 Non vi farete idoli, nè vi erigerete immagini scolpite o stele, nè permetterete che nella vostra terra vi sia pietra ornata di figure, per prostrarvi davanti ad essa; poichè io sono il Signore, vostro Dio. 2 Osserverete i miei sabati e porterete rispetto al mio santuario. Io sono il Signore.

26:1 26:1 NON vi fate idoli, e non vi rizzate scultura, ne' statua, e non mettete alcuna pietra effigiata nel vostro paese, per adorarla. per-ciocche' io sono il Signore Iddio vostro. 2 26:2 Osservate i miei Sabati. e riverite il mio Santuario. Io sono il Signore.

26:1 26:1 Non vi farete idoli, non vi eleverete immagini scolpite nè statue, e non collocherete nel vostro paese alcuna pietra ornata di figure, per prostrarvi davanti ad essa. poichè io sono l'Eterno, l'Iddio vostro. 2 26:2 Osserverete i miei sabati, e porterete rispetto al mio santuario. Io sono l'Eterno.

26:1 26:1 '""Non vi farete e non metterete in piedi nè idoli, nè sculture, nè monumenti. Nel vostro paese non rizzerete pietre scolpite per prostrarvi davanti a loro, poichè io sono il SIGNORE vostro Dio. 2 26:2 Osserverete i miei sabati e porterete rispetto al mio santuario. Io sono il SIGNORE.

26:1 26:1 ’Non vi farete idoli, non vi erigerete immagini scolpite o alcuna stele e non collocherete nel vostro paese alcuna pietra ornata di figure, per prostrarvi davanti ad essa. poichè io sono l’Eterno, il vostro DIO. 2 26:2 Osserverete i miei sabati e porterete rispetto al mio santuario. Io sono l’Eterno.

26:1 ""Non vi farete idoli, nè vi erigerete immagini scolpite o stele, nè permetterete che nel vostro paese vi sia pietra ornata di figure, per prostrarvi davanti ad essa; poichè io sono il Signore vostro Dio. 2 Osserverete i miei sabati e porterete rispetto al mio santuario. Io sono il Signore.

Mappa

Commento di un santo

Io sarò colui da cui saranno appagati, io sarò tutte le cose che dagli uomini sono desiderate onestamente: vita, benessere, vitto, ricchezza, gloria, onore, pace e ogni bene". In questo senso si interpretano rettamente anche le parole dell'Apostolo: Affinchè Dio sia tutto in tutti 160. Egli sarà il compimento di tutti i nostri desideri, perchè sarà veduto senza fine, amato senza ripulsa, lodato senza stanchezza. Questo dono, questo amore, questa azione saranno comuni a tutti, come la stessa vita eterna.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia