Cronologia dei paragrafi

Saggezza e follia
etŕ
Epilogo

Saggezza e follia(qoe 9,13-99)

9:13 Anche quest'altro esempio di sapienza ho visto sotto il sole e mi parve assai grave: 14 c'era una piccola città con pochi abitanti. Un grande re si mosse contro di essa, l'assediò e costruì contro di essa grandi fortificazioni. 15 Si trovava però in essa un uomo povero ma saggio, il quale con la sua sapienza salvò la città; eppure nessuno si ricordò di quest'uomo povero. 16 Allora io dico: "è meglio la sapienza che la forza, ma la sapienza del povero è disprezzata e le sue parole non sono ascoltate". 17 Le parole pacate dei sapienti si ascoltano meglio delle urla di un comandante di folli. 18 Vale più la sapienza che le armi da guerra, ma un solo errore può distruggere un bene immenso.

9:13 9:13 Pure ancora ho veduta questa sapienza sotto il sole, che mi e' paruta grande: 14 9:14 vi era una piccola citta' con pochi uomini dentro. ed un gran re venne contro ad essa, e l'intornio', e fece di gran bastie contro ad essa. 15 9:15 e in essa si trovo' un povero uomo savio, il qual libero' la citta' con la sua sapienza, benche' niuno si ricordasse di quel povero uomo. 16 9:16 Allora io dissi: Meglio val sapienza che forza. benche' la sapienza del povero sia sproezzata, e che le sue parole non sieno ascoltate. 17 9:17 Le parole de' savi devono esser piu' quietamente ascoltate, che le grida d'un signore fra gli stolti. 18 9:18 La sapienza val meglio che gli strumenti bellici. ma un sol peccatore fa perire un gran bene.

9:13 9:13 Ho visto sotto il sole anche questo esempio di sapienza che m'e' parsa grande. 14 9:14 C'era una piccola citta', con entro pochi uomini. un gran re le marcio' contro, la cinse d'assedio, e le costrui' contro de' grandi bastioni. 15 9:15 Ora in essa si trovo' un uomo povero e savio, che con la sua sapienza salvo' la citta'. Eppure nessuno conservo' ricordo di quell'uomo povero. 16 9:16 Allora io dissi: 'La sapienza val meglio della forza. ma la sapienza del povero e' disproezzata, e le sue parole non sono ascoltate'. 17 9:17 Le parole de' savi, udite nella quiete, valgon meglio delle grida di chi domina fra gli stolti. 18 9:18 La sapienza val meglio degli strumenti di guerra. ma un solo peccatore distrugge un gran bene.

9:13 9:13 Ho visto sotto il sole anche questo esempio di saggezza che mi è parsa grande. 14 9:14 C'era una piccola città, con dentro pochi uomini. un gran re le marciò contro, la cinse d'assedio e le costruò contro dei grandi bastioni. 15 9:15 Ora in essa si trovò un uomo povero e saggio che con la sua saggezza salvò la città. Eppure nessuno conservò ricordo di quell'uomo povero. 16 9:16 Allora io dissi: 'La saggezza vale più della forza. ma la saggezza del povero è disproezzata e le sue parole non sono ascoltate'. 17 9:17 Le parole dei saggi ascoltate nella tranquillità valgono più delle grida di chi domina fra gli stolti. 18 9:18 La saggezza vale più degli strumenti di guerra. ma un solo peccatore distrugge un gran bene.

9:13 9:13 Ho visto anche questo esempio di sapienza sotto il sole, e mi è parsa grande. 14 9:14 C?era una piccola città con pochi uomini dentro. un gran re le venne contro, la cinse d’assedio e vi costruì contro grandi bastioni. 15 9:15 Si trovava però in essa un uomo povero e saggio che con la sua sapienza salvò la città. Tuttavia nessuno si ricordò di quell’uomo povero. 16 9:16 Allora io dissi: ’La sapienza val più della forza. ma la sapienza del povero è disproezzata e le sue parole non sono ascoltate'. 17 9:17 Le parole dei saggi pronunciate con calma si ascoltano meglio delle grida di chi domina fra gli stolti. 18 9:18 La sapienza val più delle armi da guerra. ma un solo peccatore distrugge un gran bene.

9:13 Infatti l'uomo non conosce neppure la sua ora: simile ai pesci che sono presi dalla rete fatale e agli uccelli presi al laccio, l'uomo è sorpreso dalla sventura che improvvisa si abbatte su di lui. 14 Anche questo fatto ho visto sotto il sole e mi parve assai grave: 15 c'era una piccola città con pochi abitanti. Un gran re si mosse contro di essa, l'assediò e vi costruì contro grandi bastioni. 16 Si trovava però in essa un uomo povero ma saggio, il quale con la sua sapienza salvò la città; eppure nessuno si ricordò di quest'uomo povero. 17 E io dico: è meglio la sapienza della forza, ma la sapienza del povero è disprezzata e le sue parole non sono ascoltate. 18 Le parole calme dei saggi si ascoltano più delle grida di chi domina fra i pazzi.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia