Cronologia dei paragrafi

D. La festa delle settimane
E. Il primo giorno del settimo mese
F. Il giorno delle espiazioni
G. La festa delle capanne
Conclusione
Ripresa sulla festa delle capanne
A. La lampada perenne
B. Focacce sulla tavola d'oro
Bestemmiatore e legge del taglione
A. L'anno sabbatico
B. L'anno del giubileo
Garanzia divina per l'anno sabbatico
Riscatto delle proprietà
Riscatto delle persone
Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

D. La festa delle settimane (lev 23,15-22)

23:15 Dal giorno dopo il sabato, cioè dal giorno in cui avrete portato il covone per il rito di elevazione, conterete sette settimane complete. 16 Conterete cinquanta giorni fino all'indomani del settimo sabato e offrirete al Signore una nuova oblazione. 17 Porterete dai luoghi dove abiterete due pani, per offerta con rito di elevazione: saranno di due decimi di efa di fior di farina, e li farete cuocere lievitati; sono le primizie in onore del Signore. 18 Oltre quei pani, offrirete sette agnelli dell'anno, senza difetto, un giovenco e due arieti: saranno un olocausto per il Signore, insieme con la loro oblazione e le loro libagioni; sarà un sacrificio di profumo gradito, consumato dal fuoco in onore del Signore. 19 Offrirete un capro in sacrificio per il peccato e due agnelli dell'anno in sacrificio di comunione. 20 Il sacerdote presenterà gli agnelli insieme al pane delle primizie con il rito di elevazione davanti al Signore; tanto i pani quanto i due agnelli consacrati al Signore saranno riservati al sacerdote. 21 Proclamerete in quello stesso giorno una festa e convocherete una riunione sacra. Non farete alcun lavoro servile. Sarà per voi una legge perenne, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete. 22 Quando mieterai la messe della vostra terra, non mieterai fino al margine del campo e non raccoglierai ciò che resta da spigolare del tuo raccolto; lo lascerai per il povero e per il forestiero. Io sono il Signore, vostro Dio"".

23:15 23:15 E, dal giorno approesso quel Sabato, dal giorno che voi avrete portata la menata dell'offerta dimenata, contatevi sette settimane compiute. 16 23:16 Contatevi cinquanta giorni, fino al giorno approesso la settima settimana. e allora offerite una nuova offerta di panatica al Signore. 17 23:17 Portate dalle vostre stanze, per proimizie, al Signore, due pani per offerta dimenata, i quali sieno di due decimi di fior di farina, cotti con lievito. 18 23:18 E con que' pani offerite sette agnelli di un anno, senza difetto. e un giovenco, e due montoni. e sieno per olocausto al Signore, insieme con le loro offerte di panatica, e da spandere. per sacrificii da ardere, di soave odore al Signore. 19 23:19 Oltre a cio', offerite un becco per sacrificio per lo peccato. e due agnelli di un anno per sacrificio da render grazie. 20 23:20 E offeriscali il sacerdote in offerta dimenata, davanti al Signore, insieme co' pani delle proimizie, e co' due agnelli. sieno quelle cose sacre al Signore, per lo sacerdote. 21 23:21 E in quell'istesso giorno bandite la festa. esso vi sia giorno di santa rau-nanza. non fate in esso alcuna opera servile. Quest'e' uno statuto perpetuo in tutte le vostre abitazioni, per le vostre generazioni. 22 23:22 E, quando voi mieterete la ricolta della vostra terra, non mietere affatto i canti del tuo campo, e non ispigolar le spighe della tua ricolta. lasciale al povero e al forestiere. Io sono il Signore Iddio vostro.

23:15 23:15 Dall'indomani del sabato, dal giorno che avrete portato la mannella dell'offerta agitata, conterete sette settimane intere. 16 23:16 Conterete cinquanta giorni fino all'indomani del settimo sabato, e offrirete all'Eterno una nuova oblazione. 17 23:17 Porterete dai luoghi dove abiterete due pani per un'offerta agitata, i quali saranno di due decimi di un efa di fior di farina e cotti con del lievito. sono le proimizie offerte all'Eterno. 18 23:18 E con que' pani offrirete sette agnelli dell'anno, senza difetto, un giovenco e due montoni, che saranno un olocausto all'Eterno assieme alla loro oblazione e alle loro libazioni. sara' un sacrifizio di soave odore fatto mediante il fuoco all'Eterno. 19 23:19 E offrirete un capro come sacrifizio per il peccato, e due agnelli dell'anno come sacrifizio di azioni di grazie. 20 23:20 Il sacerdote agitera' gli agnelli col pane delle proimizie, come offerta agitata davanti all'Eterno. e tanto i pani quanto i due agnelli consacrati all'Eterno apparterranno al sacerdote. 21 23:21 In quel medesimo giorno bandirete la festa, e avrete una santa convocazione. Non farete alcun'opera servile. e' una legge perpetua, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete. 22 23:22 Quando mieterete la raccolta della vostra terra, non mieterai fino all'ultimo canto il tuo campo, e non raccoglierai cio' che resta da spigolare della tua raccolta. lo lascerai per il povero e per il forestiero. Io sono l'Eterno, l'Iddio vostro'.

23:15 23:15 '""Dall'indomani del sabato, dal giorno che avrete portato l'offerta agitata del fascio di spighe, conterete sette settimane intere. 16 23:16 Conterete cinquanta giorni fino all'indomani del settimo sabato e offrirete al SIGNORE una nuova oblazione. 17 23:17 Porterete dai luoghi dove abiterete due pani per un'offerta agitata, i quali saranno di due decimi di un efa di fior di farina e cotti con lievito. sono le proimizie offerte al SIGNORE. 18 23:18 Con quei pani offrirete sette agnelli dell'anno, senza difetto, un toro e due montoni, che saranno un olocausto al SIGNORE insieme alla loro oblazione e alle loro libazioni. saró un sacrificio consumato dal fuoco, di profumo soave per il SIGNORE. 19 23:19 E offrirete un capro come sacrificio per il peccato e due agnelli dell'anno come sacrificio di riconoscenza. 20 23:20 Il sacerdote offriró gli agnelli con il pane delle proimizie, come offerta agitata davanti al SIGNORE. tanto i pani quanto i due agnelli consacrati al SIGNORE apparterranno al sacerdote. 21 23:21 In quel medesimo giorno proclamerete la festa e avrete una santa convocazione. Non farete nessun lavoro ordinario. è una legge perenne, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete. 22 23:22 Quando mieterete la raccolta della vostra terra, non mieterai fino ai margini il tuo campo e non raccoglierai ciò che resta da spigolare della tua raccolta. lo lascerai per il povero e per lo straniero. Io sono il SIGNORE vostro Dio""'.

23:15 23:15 Dal giorno dopo il sabato, cioè dal giorno che avete portato il covone dell’offerta agitata, conterete sette sabati interi. 16 23:16 Conterete cinquanta giorni fino al giorno dopo il settimo sabato, quindi offrirete all’Eterno una nuova oblazione di cibo. 17 23:17 Porterete dalle vostre abitazioni due pani per un’offerta agitata di due decimi di efa di fior di farina. essi saranno cotti con del lievito, quali proimizie offerte all’Eterno. 18 23:18 Assieme a quei pani offrirete sette agnelli dell’anno senza difetto, un torello e due montoni. essi saranno un olocausto all’Eterno assieme alla loro oblazione di cibo e alle loro libazioni. saró un sacrificio di odore soave fatto col fuoco all’Eterno. 19 23:19 Poi offrirete un capro come sacrificio per il peccato e due agnelli dell’anno, come sacrificio di ringraziamento. 20 23:20 Il sacerdote li agiteró assieme al pane delle proimizie e ai due agnelli, come offerta agitata davanti all’Eterno. essi saranno consacrati all’Eterno e apparterranno al sacerdote. 21 23:21 In quel medesimo giorno proclamerete una santa convocazione. Non farete in esso alcun lavoro servile. è una legge perpetua per tutte le vostre generazioni, in tutti i luoghi dove abiterete. 22 23:22 Quando mieterete la messe della vostra terra, non mieterai fino ai margini il tuo campo e non raccoglierai le spighe lasciate indietro del tuo raccolto. le lascerai per il povero e per il forestiero. Io sono l’Eterno, il vostro DIO'.

23:15 Dal giorno dopo il sabato, cioè dal giorno che avrete portato il covone da offrire con il rito di agitazione, conterete sette settimane complete. 16 Conterete cinquanta giorni fino all'indomani del settimo sabato e offrirete al Signore una nuova oblazione. 17 Porterete dai luoghi dove abiterete due pani per offerta con rito di agitazione, i quali saranno di due decimi di efa di fior di farina e li farete cuocere lievitati; sono le primizie in onore del Signore. 18 Oltre quei pani offrirete sette agnelli dell'anno, senza difetto, un torello e due arieti: saranno un olocausto per il Signore insieme con la loro oblazione e le loro libazioni; sarà un sacrificio di soave profumo, consumato dal fuoco in onore del Signore. 19 Offrirete un capro come sacrificio espiatorio e due agnelli dell'anno come sacrificio di comunione. 20 Il sacerdote agiterà ritualmente gli agnelli insieme con il pane delle primizie come offerta da agitare davanti al Signore; tanto i pani, quanto i due agnelli consacrati al Signore saranno riservati al sacerdote. 21 In quel medesimo giorno dovrete indire una festa e avrete la santa convocazione. Non farete alcun lavoro servile. è una legge perenne, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete. 22 Quando mieterete la messe della vostra terra, non mieterete fino al margine del campo e non raccoglierai ciò che resta da spigolare del tuo raccolto; lo lascerai per il povero e per il forestiero. Io sono il Signore, il vostro Dio"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia