Cronologia dei paragrafi

C. Il primo covone
D. La festa delle settimane
E. Il primo giorno del settimo mese
F. Il giorno delle espiazioni
G. La festa delle capanne
Conclusione
Ripresa sulla festa delle capanne
A. La lampada perenne
B. Focacce sulla tavola d'oro
Bestemmiatore e legge del taglione
A. L'anno sabbatico
B. L'anno del giubileo
Garanzia divina per l'anno sabbatico
Riscatto delle proprietà
Riscatto delle persone
Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

C. Il primo covone (lev 23,9-14)

23:9 Il Signore parlò a Mosè e disse: 10 "Parla agli Israeliti dicendo loro: "Quando sarete entrati nella terra che io vi do e ne mieterete la messe, porterete al sacerdote un covone, come primizia del vostro raccolto. 11 Il sacerdote eleverà il covone davanti al Signore, perchè sia gradito per il vostro bene; il sacerdote lo eleverà il giorno dopo il sabato. 12 Quando farete il rito di elevazione del covone, offrirete un agnello di un anno, senza difetto, per l'olocausto in onore del Signore, 13 insieme a un'oblazione di due decimi di efa di fior di farina impastata con olio: è un sacrificio consumato dal fuoco, profumo gradito in onore del Signore; la libagione sarà di un quarto di hin di vino. 14 Non mangerete pane nè grano abbrustolito nè grano novello, prima di quel giorno, prima di aver portato l'offerta del vostro Dio. Sarà per voi una legge perenne, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete.

23:9 23:9 Il Signore parlo', oltre a cio', a Mose', dicendo: 10 23:10 Parla a' figliuoli d'Israele, e di' loro: Quando voi sarete entrati nel paese, il quale io vi do, e ne mieterete la ricolta. portate al sacerdote una menata delle proimizie della vostra ricolta. 11 23:11 E dimeni il sacerdote quella menata, davanti al Signore, in favor vostro. offeriscala il sacerdote il giorno approesso quel Sabato. 12 23:12 E nel giorno che voi offerirete quella menata, sacrificate un agnello di un anno, senza difetto, in olocausto al Signore. 13 23:13 E sia la sua offerta di panatica di due decimi di fior di farina, stemperata con olio, per offerta da ardere al Signore, in odor soave. e la sua offerta da spandere sia della quarta parte di un hin di vino. 14 23:14 E non mangiate pane, ne' grano arrostito, ne' spighe fresche, fino a questo stesso giorno. finche' non abbiate portata l'offerta del vostro Iddio. Quest'e' uno statuto perpetuo per le vostre generazioni, in tutte le vostre abitazioni.

23:9 23:9 L'Eterno parlo' ancora a Mose', dicendo: 10 23:10 'Parla ai figliuoli d'Israele, e di' loro: Quando sarete entrati nel paese che io vi do e ne mieterete la raccolta, porterete al sacerdote una mannella, come proimizia della vostra raccolta. 11 23:11 e il sacerdote agitera' la mannella davanti all'Eterno, perchè sia gradita per il vostro bene. il sacerdote l'agitera' il giorno dopo il sabato. 12 23:12 E il giorno che agiterete la mannella, offrirete un agnello di un anno, che sia senza difetto, come olocausto all'Eterno. 13 23:13 L'oblazione che l'accompagna sara' di due decimi di un efa di fior di farina intrisa con olio, come sacrifizio mediante il fuoco, di soave odore all'Eterno. la libazione sara' d'un quarto di un hin di vino. 14 23:14 Non mangerete pane, nè grano arrostito, nè spighe fresche, fino a quel giorno, fino a che abbiate portata l'offerta al vostro Dio. e' una legge perpetua, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete.

23:9 23:9 Il SIGNORE disse ancora a Mosè: 10 23:10 'Parla ai figli d'Israele e dò loro: ""Quando sarete entrati nel paese che io vi do e ne mieterete la raccolta, porterete al sacerdote un fascio di spighe, come proimizia della vostra raccolta. 11 23:11 il sacerdote agiteró il fascio di spighe davanti al SIGNORE, perchè sia gradito per il vostro bene. l'agiteró il giorno dopo il sabato. 12 23:12 Il giorno che agiterete il fascio di spighe, offrirete un agnello di un anno, che sia senza difetto, come olocausto al SIGNORE. 13 23:13 L'oblazione che l'accompagna saró di due decimi di efa di fior di farina intrisa d'olio, come sacrificio consumato dal fuoco, di profumo soave per il SIGNORE. la libazione saró di un quarto di hin di vino. 14 23:14 Non mangerete pane, nè grano arrostito, nè spighe fresche, fino a quel giorno, fino a che abbiate portato l'offerta al vostro Dio. è una legge perenne, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete.

23:9 23:9 L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo: 10 23:10 ’Parla ai figli d’Israele e dì loro: Quando entrerete nel paese che io vi do e ne mieterete la messe, porterete al sacerdote un covone, come proimizia del vostro raccolto. 11 23:11 egli agiteró il covone davanti all’Eterno per voi, perchè sia gradito. il sacerdote lo agiteró il giorno dopo il sabato. 12 23:12 Nel giorno in cui agiterete il covone, offrirete un agnello di un anno, senza difetto, come olocausto all’Eterno. 13 23:13 L’oblazione di cibo che l?accompagna saró di due decimi di efa di fior di farina mescolata con olio, come sacrificio fatto col fuoco, di odore soave all’Eterno. la libazione saró di un quarto di hin di vino. 14 23:14 Non mangerete pane nè grano arrostito nè spighe fresche, fino a questo stesso giorno, fino a che non abbiate portato l’offerta del vostro DIO. è una legge perpetua per tutte le vostre generazioni, in tutti i luoghi dove abiterete.

23:9 Il Signore aggiunse a Mosè: 10 ""Parla agli Israeliti e ordina loro: Quando sarete entrati nel paese che io vi do e ne mieterete la messe, porterete al sacerdote un covone, come primizia del vostro raccolto; 11 il sacerdote agiterà con gesto rituale il covone davanti al Signore, perchè sia gradito per il vostro bene; il sacerdote l'agiterà il giorno dopo il sabato. 12 Quando farete il rito di agitazione del covone, offrirete un agnello di un anno, senza difetto, in olocausto al Signore. 13 L'oblazione che l'accompagna sarà di due decimi di efa di fior di farina intrisa nell'olio, come sacrificio consumato dal fuoco, profumo soave in onore del Signore; la libazione sarà di un quarto di hin di vino. 14 Non mangerete pane, nè grano abbrustolito, nè spighe fresche, prima di quel giorno, prima di aver portato l'offerta al vostro Dio. è una legge perenne di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia