Cronologia dei paragrafi

Contro i defraudatori nella cittÓ
Sion sotto gli insulti della nemica
Oracolo di restaurazione
Preghiera per la confusione delle nazioni
Invocazione del perdono divino
Invocazione del perdono divino
Il giudizio di Samaria
Lamento sulle cittÓ del sud del paese
Contro gli accaparratori
Il profeta di sventura
Promesse di restaurazione
Contro i capi che opprimono il popolo
Contro i profeti mercenari
Ai responsabili: annuncio della sventura di Sion
Il regno futuro del Signore a Sion
Il raduno a Sion del gregge disperso
Assedio, esilio e liberazione di Sion
Le nazioni stritolate sull'aia
Miseria e gloria della dinastia di Davide
Il vincitore futuro di Assur
Ruolo futuro del resto tra le nazioni
Il Signore sopprimerÓ tutte le tentazioni
Il Signore fa il processo del suo popolo
Contro i defraudatori nella cittÓ
Sion sotto gli insulti della nemica
Oracolo di restaurazione
Preghiera per la confusione delle nazioni
Invocazione del perdono divino

Contro i defraudatori nella cittÓ(mic 6,9-16)

6:9 La voce del Signore grida alla città e chi ha senno teme il suo nome: "Ascoltate, tribù e assemblea 10 della città. Ci sono ancora nella casa dell'empio i tesori ingiustamente acquistati e una detestabile efa ridotta? 11 Potrò io giustificare le bilance truccate e il sacchetto di pesi falsi? 12 I ricchi della città sono pieni di violenza e i suoi abitanti proferiscono menzogna; le loro parole sono un inganno! 13 Allora anch'io ho cominciato a colpirti, a devastarti per i tuoi peccati. 14 Mangerai, ma non ti sazierai, e la tua fame rimarrà in te; metterai da parte, ma nulla salverai; e se qualcosa salverai, io lo consegnerò alla spada. 15 Seminerai, ma non mieterai; frangerai le olive, ma non ti ungerai d'olio; produrrai mosto, ma non berrai il vino. 16 Tu osservi gli statuti di Omri e tutte le pratiche della casa di Acab, e segui i loro progetti, perciò io farò di te una desolazione, i tuoi abitanti oggetto di scherno e subirai l'obbrobrio del mio popolo".

6:9 6:9 La voce del Signore grida alla citta' (e colui ch'e' savio temera' il tuo Nome): Ascoltate la verga, e colui che l'ha fatta venire. 10 6:10 Non vi son eglino ancora nella casa dell'empio de' tesori d'empieta', e l'efa scarso, che e' cosa abbomi-nevole? 11 6:11 Sarei io innocente, avendo bilance false, ed un sacchetto di pesi ingannevoli? 12 6:12 Perciocche' i ricchi di essa son ripieni di violenza, e i suoi abitanti ragionano falsita', e la lor lingua non e' altro che frode nella lor bocca. 13 6:13 Percio', io altresi' ti rendero' dolente, percoten-doti, e desolandoti per li tuoi peccati. 14 6:14 Tu mangerai, e non sarai saziato. e il tuo abbassamento sara' dentro di te. tu darai di piglio, ma non salverai. e cio' che tu avrai salvato io lo daro' alla spada. 15 6:15 Tu seminerai, e non mieterai. tu pesterai le ulive, e non ti ungerai dell'olio. e il mosto, e non berrai il vino. 16 6:16 Oltre a cio', gli statuti di Omri, e tutte le opere della casa di Achab, sono state osservate. e voi siete camminati ne' lor consigli. ac-ciocche' io vi metta in desolazione, e gli abitanti di Gerusalemme in zufolo. e ac-ciocche' voi portiate il vituperio del mio popolo.

6:9 6:9 La voce dell'Eterno grida alla citta', (e chi ha senno avra' riguardo al suo nome) : Ascoltate la verga, e colui che l'ha fatta venire! 10 6:10 Vi son eglino ancora, nella casa dell'empio, de' tesori empiamente acquistati, e l'efa scarso, ch'e' cosa abominevole? 11 6:11 Sarei io puro se tollerassi bilance false e il sacchetto dai pesi frodolenti? 12 6:12 Poichè i ricchi della citta' son pieni di violenza, i suoi abitanti proferiscono menzogne, e la loro lingua non e' che frode nella loro bocca. 13 6:13 Percio' anch'io ti colpiro', e ti produrro' gravi ferite, ti desolero' a motivo de' tuoi peccati. 14 6:14 Tu mangerai, ma non sarai saziato, e l'inanizione rimarra' dentro di te. porterai via, ma non salverai, e cio' che avrai salvato, lo daro' in bali'a della spada. 15 6:15 Tu seminerai, ma non mieterai. pigerai le ulive, ma non t'ungerai d'olio. sproemerai il mosto, ma non berrai il vino. 16 6:16 Si osservano con cura gli statuti d'Omri, e tutte le proatiche della casa d'Achab, e voi camminate seguendo i loro consigli, perch'io abbandoni te alla desolazione, e i tuoi abitanti ai fischi! E voi porterete l'obbrobrio del mio popolo!

6:9 6:9 La voce del SIGNORE grida alla città, chi ha senno teme il tuo nome. 'Ascoltate la minaccia del castigo e colui che lo manda! 10 6:10 Ci sono ancora, nella casa dell'empio, tesori illecitamente acquistati, e l'efa scarso, che è cosa abominevole? 11 6:11 Sarei io puro se tollerassi bilance false e il sacchetto dei pesi falsi? 12 6:12 I ricchi della città sono pieni di violenza, i suoi abitanti affermano il falso e la loro lingua non è che inganno nella loro bocca. 13 6:13 Perciò anch'io ti colpirò, ti produrrò gravi ferite e ti devasterò a causa dei tuoi peccati. 14 6:14 Tu mangerai, ma senza saziarti e la fame ti rimarrà dentro. porterai via, ma non salverai e ciò che avrai salvato lo darò in balòa della spada. 15 6:15 Tu seminerai, ma non mieterai. sproemerai le olive, ma non ti ungerai con l'olio. farai colare il mosto ma non berrai il vino. 16 6:16 Si osservano con cura gli statuti d'Omri e tutte le proatiche della casa d'Acab. tu cammini seguendo i loro consigli, perchè io abbandoni te alla desolazione e i tuoi abitanti allo scherno! Tu porterai l'infamia del mio popolo!'.

6:9 6:9 La voce dell’Eterno grida alla città, e chi ha sapienza riconoscerà il tuo nome: ’Fate attenzione alla verga e a colui che l’ha designata. 10 6:10 Vi sono ancora nella casa dell’empio tesori di iniquità e l’efa scarsa che è una cosa abominevole? 11 6:11 Posso dichiarare puro l?uomo con bilance non giuste e col sacchetto di pesi falsi? 12 6:12 I suoi ricchi infatti sono pieni di violenza, i suoi abitanti proferiscono menzogne e la loro lingua non è che frode nella loro bocca. 13 6:13 Perciò anch’io ti renderò sofferente, colpendoti e rendendoti desolata a motivo dei tuoi peccati. 14 6:14 Tu mangerai, ma non ti sazierai e la fame rimarrà dentro di te. porterai via, ma non salverai niente, e quel che avrai salvato, lo consegnerò alla spada. 15 6:15 Tu seminerai, ma non mieterai. pigerai le olive, ma non ti ungerai d’olio. farai il mosto, ma non berrai il vino. 16 6:16 Si osservano gli statuti di Omri e tutte le proatiche della casa di Achab, e voi camminate seguendo i loro consigli, perchè io vi renda una desolazione, e i tuoi abitanti un oggetto di derisione. Così voi porterete il vituperio del mio popolo!'.

6:9 La voce del Signore grida alla città! Ascoltate tribù e convenuti della città: 10 Ci sono ancora nella casa dell'empio i tesori ingiustamente acquistati e le misure scarse, detestabili? 11 Potrò io giustificare le false bilance e il sacchetto di pesi falsi? 12 I ricchi della città sono pieni di violenza e i suoi abitanti dicono menzogna. 13 Anch'io ho cominciato a colpirti, a devastarti per i tuoi peccati. 14 Mangerai, ma non ti sazierai, e la tua fame rimarrà in te; metterai da parte, ma nulla salverai e se qualcuno salverai io lo consegnerò alla spada. 15 Seminerai, ma non mieterai, frangerai le olive, ma non ti ungerai d'olio; produrrai mosto, ma non berrai il vino. 16 Tu osservi gli statuti di Omri e tutte le pratiche della casa di Acab, e segui i loro propositi, perciò io farò di te una desolazione, i tuoi abitanti oggetto di scherno e subirai l'obbrobrio dei popoli.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia