Cronologia dei paragrafi

Il rituale delle feste dell'anno
A. Il sabato
B. La pasqua e gli azzimi
C. Il primo covone
D. La festa delle settimane
E. Il primo giorno del settimo mese
F. Il giorno delle espiazioni
G. La festa delle capanne
Conclusione
Ripresa sulla festa delle capanne
A. La lampada perenne
B. Focacce sulla tavola d'oro
Bestemmiatore e legge del taglione
A. L'anno sabbatico
B. L'anno del giubileo
Garanzia divina per l'anno sabbatico
Riscatto delle proprietà
Riscatto delle persone
Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

Il rituale delle feste dell'anno (lev 23,1-2)

23:1 Il Signore parlò a Mosè e disse: 2 "Parla agli Israeliti dicendo loro: "Ecco le solennità del Signore, nelle quali convocherete riunioni sacre. Queste sono le mie solennità.

23:1 23:1 IL Signore parlo', oltre a cio', a Mose', dicendo: 2 23:2 Parla a' figliuoli di Israele, e di' loro: Quant'e' alle feste solenni del Signore, le quali voi bandirete per sante raunanze, queste son le mie feste solenni.

23:1 23:1 L'Eterno parlo' ancora a Mose', dicendo: 2 23:2 'Parla ai figliuoli d'Israele e di' loro: Ecco le solennita' dell'Eterno, che voi bandirete come sante convocazioni. Le mie solennita' son queste.

23:1 23:1 Il SIGNORE disse ancora a Mosè: 2 23:2 'Parla ai figli d'Israele e dò loro: ""Ecco le solennitó del SIGNORE, che voi celebrerete come sante convocazioni. Le mie solennitó sono queste.

23:1 23:1 L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo: 2 23:2 ’Parla ai figli d’Israele e dì loro: Ecco le feste dell’Eterno, che voi proclamerete come sante convocazioni. Le mie feste sono queste:

23:1 Il Signore disse ancora a Mosè: 2 ""Parla agli Israeliti e riferisci loro: Ecco le solennità del Signore, che voi proclamerete come sante convocazioni. Queste sono le mie solennità.

Mappa

Commento di un santo

Così fu comandato ai Giudei di osservare materialmente il sabato 38, come pure tutte le altre cose che avevano significati misteriosi. [Ai Giudei] è stato comandato un certo genere di riposo: tu realizza quel riposo che vi è significato. Il riposo spirituale infatti è la pace del cuore; e la pace del cuore proviene dalla serenità di una buona coscienza. Quindi osserva veramente il sabato colui che non pecca. Questo in realtà vien comandato a coloro ai quali viene comandata l'osservanza del sabato: Astenetevi da ogni opera servile 39. Chiunque commette peccato, è servo del peccato 40.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia