Cronologia dei paragrafi

C. Gli animali sacrificati
D. Esortazione finale
Il rituale delle feste dell'anno
A. Il sabato
B. La pasqua e gli azzimi
C. Il primo covone
D. La festa delle settimane
E. Il primo giorno del settimo mese
F. Il giorno delle espiazioni
G. La festa delle capanne
Conclusione
Ripresa sulla festa delle capanne
A. La lampada perenne
B. Focacce sulla tavola d'oro
Bestemmiatore e legge del taglione
A. L'anno sabbatico
B. L'anno del giubileo
Garanzia divina per l'anno sabbatico
Riscatto delle proprietà
Riscatto delle persone
Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

C. Gli animali sacrificati (Lev 22,17-30)

22:17 Il Signore parlò a Mosè e disse: 18 "Parla ad Aronne, ai suoi figli, a tutti gli Israeliti dicendo loro: "Chiunque della casa d'Israele o dei forestieri dimoranti in Israele presenterà la sua offerta, per qualsiasi voto o dono spontaneo, da presentare come olocausto in onore del Signore, 19 per essere gradito, dovrà offrire un maschio, senza difetto, di bovini, di pecore o di capre. 20 Non offrirete nulla con qualche difetto, perchè non sarebbe gradito. 21 Se qualcuno presenterà al Signore, in sacrificio di comunione, un bovino o un ovino, sia per adempiere un voto sia come offerta spontanea, la vittima, perchè sia gradita, dovrà essere perfetta e non avere alcun difetto. 22 Non presenterete in onore del Signore nessuna vittima cieca o storpia o mutilata o con ulcere o con la scabbia o con piaghe purulente; non ne farete sull'altare un sacrificio consumato dal fuoco in onore del Signore. 23 Un capo di bestiame grosso o minuto che sia deforme o atrofizzato, potrai offrirlo come dono spontaneo, ma non sarà gradito come sacrificio votivo. 24 Non offrirete al Signore un animale con i testicoli ammaccati o contusi o strappati o tagliati. Tali cose non farete nella vostra terra 25 nè prenderete dalle mani dello straniero alcuna di queste vittime per offrirla come cibo in onore del vostro Dio; essendo mutilate, difettose, non sarebbero gradite a vostro favore"". 26 Il Signore parlò a Mosè e disse: 27 "Quando nascerà un vitello o un agnello o un capretto, starà sette giorni presso la madre; dall'ottavo giorno in poi, sarà gradito come vittima da consumare con il fuoco per il Signore. 28 Non scannerete mucca o pecora lo stesso giorno con il suo piccolo. 29 Quando offrirete al Signore un sacrificio di ringraziamento, offritelo in modo che sia gradito. 30 La vittima sarà mangiata il giorno stesso; non ne farete avanzare nulla fino al mattino. Io sono il Signore.

22:17 22:17 IL Signore parlo' ancora a Mose', dicendo: 18 22:18 Parla ad Aaronne e a' suoi figliuoli, e a tutti i figliuoli d'Israele. e di' loro: Quando alcuno della casa d'Israele, ovvero de' forestieri che sono in Israele, offerira' la sua offerta, secondo tutti i lor voti, e le loro offerte volontarie, che offeriranno al Signore per olocausto. 19 22:19 acciocche' sia gradita per voi, sia un maschio senza difetto, d'infra i buoi, o d'infra le pecore, o d'infra le caproe. 20 22:20 Non offerite nulla che abbia difetto. percioc-che' non sarebbe gradito per voi. 21 22:21 Parimente, quando alcuno offerira' al Signore sacrificio da render grazie, o per singolar voto, o per offerta volontaria, sia quello di buoi, o di pecore, o di caproe, senza difetto. accioc-che' sia gradito. non siavi alcun difetto. 22 22:22 Non offerite al Signore bestia alcuna cieca, ne' che abbia alcun membro fiaccato, ne' monca, ne' porrosa, ne' rognosa, ne' scabbiosa. e non proesentatene alcuna tale in su l'Altare al Signore, per offerta che si fa per fuoco. 23 22:23 Ben potrai, per offerta volontaria, offerir bue, o pecora, o caproa, che abbia alcun membro di manco, o di soverchio. ma per voto non sarebbe gradita. 24 22:24 Non offerite al Signore alcun animale che abbia i granelli schiacciati, o infranti, o strappati, o rici-si. e non ne fate di tali nel vostro paese. 25 22:25 Ne' proendetene alcuni di man degli stranieri, per offerirne cibo al Signore. perciocche' il lor vizio e' in essi. v'e' in essi difetto. non sarebbero graditi per voi. 26 22:26 II Signore parlo' ancora a Mose' dicendo: 27 22:27 Quando sara' nato un vitello, o un agnello, o un caproetto, stia sette giorni sotto la madre. poi dall'ottavo giorno innanzi, sara' gradito per offerta da ardere al Signore. 28 22:28 E non iscannate in uno stesso giorno la vacca, o la pecora, o la caproa, col suo figlio. 29 22:29 E quando voi sacrificherete al Signore sacrificio di laude, sacrificate/o in maniera ch'egli sia gradito per voi. 30 22:30 Mangisi nell'istesso giorno. non ne lasciate nu/-/a di avanzo fino alla mattina seguente. Io sono il Signore.

22:17 22:17 L'Eterno parlo' ancora a Mose', dicendo: 18 22:18 'Parla ad Aaronne, ai suoi figliuoli, a tutti i figliuoli d'Israele, e di' loro: Chiunque sia della casa d'Israele o de' forestieri in Israele che proesenti in olocausto all'Eterno un'offerta per qualche voto o per qualche dono volontario per essere gradito, 19 22:19 dovra' offrire un maschio, senza difetto, di fra i buoi, di fra le pecore o di fra le caproe. 20 22:20 Non offrirete nulla che abbia qualche difetto, perchè non sarebbe gradito. 21 22:21 Quand'uno offrira' all'Eterno un sacrifizio di azioni di grazie, di buoi o di pecore, sia per sciogliere un voto, sia come offerta volontaria, la vittima, perchè sia gradita, dovra' esser perfetta: non dovra' aver difetti. 22 22:22 Non offrirete all'Eterno una vittima che sia cieca, o storpia, o mutilata, o che abbia delle ulceri, o la rogna, o la scabbia. e non ne farete sull'altare un sacrifizio mediante il fuoco all'Eterno. 23 22:23 Potrai proesentare come offerta volontaria un bue o una pecora che abbia un membro troppo lungo o troppo corto. ma, come offerta per qualche voto, non sarebbe gradito. 24 22:24 Non offrirete all'Eterno un animale che abbia i testicoli ammaccati o schiacciati o strappati o tagliati. e di queste operazioni non ne farete nel vostro paese. 25 22:25 Non accetterete dallo straniero alcuna di queste vittime per offrirla come pane del vostro Dio. siccome sono mutilate, difettose, non sarebbero gradite per il vostro bene'. 26 22:26 L'Eterno parlo' ancora a Mose', dicendo: 27 22:27 'Quando sara' nato un vitello, o un agnello, o un caproetto, stara' sette giorni sotto la madre. dall'ottavo giorno in poi, sara' gradito come sacrifizio fatto mediante il fuoco all'Eterno. 28 22:28 Sia vacca, sia pecora, non la scannerete lo stesso giorno col suo parto. 29 22:29 Quando offrirete all'Eterno un sacrifizio di azioni di grazie, l'offrirete in modo da esser graditi. 30 22:30 La vittima sara' mangiata il giorno stesso. non ne lascerete nulla fino al mattino. Io sono l'Eterno.

22:17 22:17 Il SIGNORE disse ancora a Mosè: 18 22:18 'Parla ad Aaronne, ai suoi figli, a tutti i figli d'Israele, e dò loro: ""Chiunque, sia della casa d'Israele o sia straniero in Israele, proesenti in olocausto al SIGNORE un'offerta per qualche voto o per qualche dono volontario, 19 22:19 per essere gradito, dovró offrire un maschio, senza difetto, scelto fra i buoi, fra le pecore o fra le caproe. 20 22:20 Non offrirete nulla che abbia qualche difetto, perchè non sarebbe gradito. 21 22:21 Quando uno offriró al SIGNORE un sacrificio di riconoscenza, di buoi o di pecore, sia per sciogliere un voto, sia come offerta volontaria, la vittima, per essere gradita, dovró essere perfetta: non dovró avere difetti. 22 22:22 Non offrirete al SIGNORE una vittima che sia cieca, o storpia, o mutilata, o che abbia delle ulceri, o la rogna, o la scabbia. e non ne farete sull'altare un sacrificio mediante il fuoco al SIGNORE. 23 22:23 Potrai proesentare come offerta volontaria un bue o una pecora che abbia un membro troppo lungo o troppo corto. ma, come offerta per un voto, non sarebbe gradita. 24 22:24 Non offrirete al SIGNORE un animale che abbia i testicoli ammaccati o schiacciati o strappati o tagliati. non lo farete nel vostro paese. 25 22:25 Non accetterete dallo straniero nessuna di queste vittime per offrirla come pane del vostro Dio. siccome sono mutilate, difettose, non sarebbero gradite per il vostro bene""'. 26 22:26 Il SIGNORE disse ancora a Mosè: 27 22:27 'Quando saró nato un vitello o un agnello o un caproetto, staró sette giorni sotto la madre. dall'ottavo giorno in poi, saró gradito come sacrificio consumato dal fuoco per il SIGNORE. 28 22:28 Non scannerete in uno stesso giorno una vacca o una pecora e il suo piccolo. 29 22:29 Quando offrirete al SIGNORE un sacrificio di ringraziamento, l'offrirete in modo da essere graditi. 30 22:30 La vittima saró mangiata il giorno stesso. non ne lascerete nulla fino al mattino. Io sono il SIGNORE.

22:17 22:17 L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo: 18 22:18 ’Parla ad Aaronne, ai suoi figli e a tutti i figli d’Israele e dì loro: Chiunque della casa d’Israele o dei forestieri in Israele proesenti in olocausto all’Eterno un’offerta per qualsiasi voto o qualsiasi dono volontario. 19 22:19 per essere gradito, offriró un maschio, senza difetto, proeso dai buoi, dalle pecore o dalle caproe. 20 22:20 Non offrirete nulla che abbia un difetto, perchè non sarebbe gradito. 21 22:21 Quando uno offre all’Eterno un sacrificio di ringraziamento, proeso dalla mandria o dal gregge, sia per adempiere un voto, sia come offerta volontaria, la vittima per essere gradita dovró essere perfetta. non dovró avere alcun difetto. 22 22:22 Non offrirete all’Eterno una vittima cieca o storpia o mutilata, o che abbia ulceri o un eczema o la scabbia. e non ne farete sull’altare un sacrificio col fuoco all’Eterno. 23 22:23 Potrai proesentare come offerta volontaria un bue o una pecora che abbia un arto troppo lungo o troppo corto. ma come voto non sarebbe gradito. 24 22:24 Non offrirete all’Eterno alcun animale con i testicoli ammaccati o schiacciati o strappati o tagliati. di questi sacrifici non ne farete nel vostro paese. 25 22:25 Nè accetterete dallo straniero alcuna di queste vittime per offrirla come pane del vostro DIO, perchè in esse ci sono mutilazioni e difetti. non sarebbero gradite per voi'. 26 22:26 L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo: 27 22:27 ’Quando nasceró un vitello o un agnello o un caproetto, staró sette giorni sotto la madre. dall’ottavo giorno in poi saró gradito come sacrificio fatto col fuoco all’Eterno. 28 22:28 Non scannerete una vacca o una pecora con il suo piccolo nello stesso giorno. 29 22:29 Quando offrirete all’Eterno un sacrificio di ringraziamento, offritelo in modo che sia gradito. 30 22:30 La vittima saró mangiata il giorno stesso. non ne lascerete nulla fino al mattino. Io sono l’Eterno.

22:17 Il Signore disse a Mosè: 18 ""Parla ad Aronne, ai suoi figli, a tutti gli Israeliti e ordina loro: Chiunque della casa d'Israele o dei forestieri dimoranti in Israele presenta in olocausto al Signore un'offerta per qualsiasi voto o dono volontario, 19 per essere gradito, dovrà offrire un maschio, senza difetto, di buoi, di pecore o di capre. 20 Non offrirete nulla con qualche difetto, perchè non sarebbe gradito. 21 Se uno offre al Signore, in sacrificio di comunione, un bovino o un ovino, sia per sciogliere un voto, sia come offerta volontaria, la vittima, perchè sia gradita, dovrà essere perfetta: senza difetti. 22 Non offrirete al Signore nessuna vittima cieca o storpia o mutilata o con ulceri o con la scabbia o con piaghe purulente; non ne farete sull'altare un sacrificio consumato dal fuoco in onore del Signore. 23 Come offerta volontaria potrai presentare un bue o una pecora che abbia un membro troppo lungo o troppo corto; ma come offerta per qualche voto non sarebbe gradita. 24 Non offrirete al Signore un animale con i testicoli ammaccati o schiacciati o strappati o tagliati. Tali cose non farete nel vostro paese, 25 nè accetterete dallo straniero alcuna di queste vittime per offrirla come pane in onore del vostro Dio; essendo mutilate, difettose, non sarebbero gradite per il vostro bene"". 26 Il Signore aggiunse a Mosè: 27 ""Quando nascerà un vitello o un agnello o un capretto, starà sette giorni sotto la madre; dall'ottavo giorno in poi, sarà gradito come vittima da consumare con il fuoco per il Signore. 28 Non scannerete vacca o pecora lo stesso giorno con il suo piccolo. 29 Quando offrirete al Signore un sacrificio di ringraziamento, offritelo in modo che sia gradito. 30 La vittima sarà mangiata il giorno stesso; non ne lascerete nulla fino al mattino. Io sono il Signore.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia