Cronologia dei paragrafi

Vera e falsa sapienza
La temperanza
Medicina e malattia
Il lutto
Lavori manuali
Lo scriba
Invito a lodare Dio
Miseria dell uomo
Massime diverse
Mendicit
La morte
Destino degli empi
La vergogna
Affanni di un padre per sua figlia
Le donne
origine della sapienza
Il timore di Dio
Pazienza e controllo di s
Sapienza e rettitudine
Il timore di Dio nella prova
Doveri verso i genitori
umilt
orgoglio
Carit verso i poveri
La sapienza educatrice
Pudore e rispetto umano
Ricchezza e presunzione
Fermezza e dominio di s
amicizia
La scuola della sapienza
Consigli diversi
I figli
I genitori
I sacerdoti
I poveri e gli afflitti
Prudenza e riflessione
La tradizione
La prudenza
Le donne
Rapporti con gli uomini
Il governo
Contro orgoglio
Gli uomini degni di onore
Umilt e verit
Non fidarsi delle apparenze
Riflessione e lentezza
Fiducia in Dio solo
Diffidare del cattivo
I benefici
Veri e falsi amici
Frequentare i propri uguali
La vera felicit
Invidia e avarizia
Felicit del saggio
La libert umana
Maledizione degli empi
La ricompensa certa
uomo nella creazione
Il giudice divino
Invito alla penitenza
Grandezza di Dio
uomo un nulla
Il modo di fare
Riflessione e previsione
Dominio di s
Contro le chiacchiere
Verificare le dicerie
Vera e falsa sapienza
Silenzio e parola
Paradossi
Parole maldestre
La menzogna
Sulla sapienza
Peccati diversi
Il saggio e lo stolto
Il pigro
I figli degeneri
Saggezza e follia
amicizia
Vigilanza
I giuramenti
Le parole impure
La donna adultera
Discorso della sapienza
La sapienza e la legge
Proverbi
I vecchi
Proverbio numerico
Le donne
Il commercio
La parola
La giustizia
I segreti
Ipocrisia
Il rancore
Le liti
La lingua
Il prestito
elemosina
Le cauzioni
ospitalit
educazione
La salute
La gioia
Le ricchezze
I banchetti
Il vino

Vera e falsa sapienza(sir 37,16-26)

37:16 Principio di ogni opera è la parola, prima di ogni azione c'è la riflessione. 17 Radice di ogni mutamento è il cuore, 18 da cui derivano quattro scelte: bene e male, vita e morte, ma su tutto domina sempre la lingua. 19 C'è l'esperto che insegna a molti, ma è inutile a se stesso. 20 C'è chi posa a saggio nei discorsi ed è odioso, e finisce col mancare di ogni cibo; 21 il Signore non gli ha concesso alcun favore, perchè è privo di ogni sapienza. 22 C'è chi è saggio solo per se stesso e i frutti della sua intelligenza si notano sul suo corpo. 23 Un uomo saggio istruisce il suo popolo, i frutti della sua intelligenza sono degni di fede. 24 Un uomo saggio è colmato di benedizioni, tutti quelli che lo vedono lo proclamano beato. 25 La vita dell'uomo ha i giorni contati, ma i giorni d'Israele sono senza numero. 26 Il saggio ottiene fiducia tra il suo popolo, e il suo nome vivrà per sempre.

37:16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26

37:16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26

37:16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26

37:16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26

37:16 Principio di ogni opera è la ragione, prima di ogni azione è bene riflettere. 17 Radice dei pensieri è il cuore, queste quattro parti ne derivano: 18 bene e male, vita e morte, ma su tutto domina sempre la lingua. 19 C'è l'uomo esperto maestro di molti, ma inutile per se stesso. 20 C'è chi posa a saggio nei discorsi ed è odioso, a costui mancherà ogni nutrimento; 21 non gli è stato concesso il favore del Signore, poichè è privo di ogni sapienza. 22 C'è chi è saggio solo per se stesso, i frutti della sua scienza sono sicuri. 23 Un uomo saggio istruisce il suo popolo, dei frutti della sua intelligenza ci si può fidare. 24 Un uomo saggio è colmato di benedizioni, quanti lo vedono lo proclamano beato. 25 La vita dell'uomo ha i giorni contati; ma i giorni di Israele sono senza numero. 26 Il saggio otterrà fiducia tra il suo popolo, il suo nome vivrà per sempre.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia