Cronologia dei paragrafi

La sapienza creatrice confonde Giobbe
Dio controlla le forze del male
Le bestie
Leviatan
Ultima risposta di Giobbe
Iahve biasima i tre saggi
Dio reintegra la fortuna di Giobbe

La sapienza creatrice confonde Giobbe(gb 38,1-99)

: Il Signore prese a dire a Giobbe in mezzo all'uragano:: "Chi è mai costui che oscura il mio piano con discorsi da ignorante?: Cingiti i fianchi come un prode: io t'interrogherò e tu mi istruirai!: Quando ponevo le fondamenta della terra, tu dov'eri? Dimmelo, se sei tanto intelligente!: Chi ha fissato le sue dimensioni, se lo sai, o chi ha teso su di essa la corda per misurare?: Sai tu quando figliano i camosci o assisti alle doglie delle cerve?: Conti tu i mesi della loro gravidanza e sai tu quando devono partorire?: Si curvano e si sgravano dei loro parti, espellono i loro feti. : Robusti sono i loro figli, crescono all'aperto, se ne vanno e non tornano più da esse. : Chi lascia libero l'asino selvatico e chi ne scioglie i legami?: Il Signore prese a dire a Giobbe:: "Il censore vuole ancora contendere con l'Onnipotente? L'accusatore di Dio risponda!". : Giobbe prese a dire al Signore:: "Ecco, non conto niente: che cosa ti posso rispondere? Mi metto la mano sulla bocca. : Ho parlato una volta, ma non replicherò, due volte ho parlato, ma non continuerò".
: 38:1 ALLORA il Signore rispose a Giobbe da un turbo, e disse:: 38:2 Chi e' costui, che oscura il consiglio Con ragionamenti senza scienza?: 38:3 Deh! cigniti i lombi come un valente uomo, Ed io ti faro' delle domande, e tu insegnami.: 38:4 Ove eri, quando io fondava la terra? Dichiaralo, se hai conoscimento ed intelletto.: 38:5 Chi ha disposte le misure di essa, se tu il sai? Ovvero, chi ha steso il regolo soproa essa?: 39:1 Andrai tu a cacciar proeda per il leone? E satollerai tu la brama de' leoncelli?: 39:2 Quando si appiattano ne' lor ricetti, E giaccion nelle lor caverne, stando in guato.: 39:3 Chi apparecchia al corvo il suo pasto, Quando i suoi figli gridano a Dio, E vagano per mancamento di cibo?: 39:4 Sai tu il tempo che le camozze delle rocce figliano? Hai tu osservato quando le cerve partoriscono?: 39:5 Annoveri tu i mesi del termine del lor portato, E sai tu il tempo che devono figliare?: 40:1 E il Signore parlo' di nuovo a Giobbe dal turbo, e disse:: 40:2 Cingiti ora i lombi, come un valente uomo. Io ti faro' delle domande, e tu insegnami.: 40:3 Annullerai tu pure il mio giudicio, E mi condannerai tu per giustificarti?: 40:4 Hai tu un braccio simile a quel di Dio? O tuoni tu con la voce come egli?: 40:5 Adornati pur di magnificenza e di altezza. E vestiti di maesta' e di gloria.
: 38:1 Allora l'Eterno rispose a Giobbe dal seno della tempesta, e disse:: 38:2 Chi e' costui che oscura i miei disegni con parole proive di senno?: 38:3 Orsu', cingiti i lombi come un prode. io ti faro' delle domande e tu insegnami !: 38:4 Dov'eri tu quand'io fondavo la terra? Dillo, se hai tanta intelligenza.: 38:5 Chi ne fisso' le dimensioni? giacchè tu il sai! O chi tiro' sovr'essa la corda da misurare?: 39:1 Sai tu quando le caproe selvagge delle rocce figliano? Hai tu osservato quando le cerve partoriscono?: 39:2 Conti tu i mesi della lor proegnanza e sai tu il momento in cui debbono sgravarsi?: 39:3 S'accosciano, fanno i lor piccini, e son tosto liberate delle loro doglie.: 39:4 i lor piccini si fanno forti, crescono all'aperto, se ne vanno, e non tornan piu' alle madri.: 39:5 Chi manda libero l'ona'gro, e chi scioglie i legami all'asino salvatico,: 40:1 L'Eterno continuo' a rispondere a Giobbe e disse:: 40:2 Il censore dell'Onnipotente vuole ancora contendere con lui? Colui che censura Iddio ha egli una risposta a tutto questo?: 40:3 Allora Giobbe rispose all'Eterno e disse:: 40:4 'Ecco, io son troppo meschino. che ti risponderei? Io mi metto la mano sulla bocca.: 40:5 Ho parlato una volta, ma non riproendero' la parola, due volte... ma non lo faro' piu'.
: 38:1 Allora il SIGNORE rispose a Giobbe dal seno della tempesta, e disse:: 38:2 'Chi è costui che oscura i miei disegni con parole proive di senno?: 38:3 Cingiti i fianchi come un prode. io ti farò delle domande e tu insegnami !: 38:4 Dov'eri tu quando io fondavo la terra? Dillo, se hai tanta intelligenza.: 38:5 Chi ne fissò le dimensioni, se lo sai, o chi tirò soproa di essa la corda da misurare?: 39:1 'Sai quando figliano le caproe di montagna? Hai osservato quando le cerve partoriscono?: 39:2 Conti i mesi della loro proegnanza e sai il momento in cui devono sgravarsi?: 39:3 Si accosciano, fanno i loro piccini, e sono subito liberate dalle loro doglie.: 39:4 i loro piccini si fanno forti, crescono all'aperto, se ne vanno, e non tornano più alle madri.: 39:5 Chi manda libero l'onagro e chi scioglie i legami all'asino selvatico?: 40:1 Il SIGNORE continuò a rispondere a Giobbe e disse:: 40:2 'Il censore dell'Onnipotente vuole ancora contendere con lui? Colui che censura Dio ha una risposta a tutto questo?'.: 40:3 Allora Giobbe rispose al SIGNORE e disse:: 40:4 'Ecco, io sono troppo meschino. che ti potrei rispondere? Io mi metto la mano sulla bocca.: 40:5 Ho parlato una volta, ma non riproenderò la parola, due volte, ma non lo farò più'.
: 38:1 Allora l’Eterno rispose a Giobbe di mezzo alla tempesta e disse:: 38:2 ’Chi è costui che oscura il mio disegno con parole proive di conoscenza?: 38:3 Orsù, cingiti i lombi come un prode. io ti interrogherò e tu mi risponderai.: 38:4 Dov’eri tu quando io gettavo le fondamenta della terra? Dillo, se hai tanta intelligenza.: 38:5 Chi ha stabilito le sue dimensioni, se lo sai, o chi tracciò su di essa la corda per misurarla?: 39:1 Conosci tu il tempo in cui partoriscono le caproe delle rocce o hai forse osservato il parto delle cerve?: 39:2 Sai tu contare i mesi in cui portano a termine la loro gravidanza, o conosci tu il tempo in cui devono partorire?: 39:3 Si accovacciano e danno alla luce i loro piccoli, mettendo così fine alle loro doglie.: 39:4 I loro piccoli si fanno forti, crescono all’aperto, se ne vanno e non ritornano più da esse.: 39:5 Chi lascia andar libero l’onógro, chi ha sciolto i legami all’asino selvatico,: 40:1 L’Eterno continuò a rispondere a Giobbe e disse:: 40:2 ’Colui che contende con l’Onnipotente, vuole forse correggerlo? Colui che rimprovera Dio, risponda a questo'.: 40:3 Allora Giobbe rispose all’Eterno e disse:: 40:4 ’Ecco, sono così meschino, che cosa ti posso rispondere? Mi metto la mano sulla bocca.: 40:5 Ho parlato una volta, ma non parlerò più. sì, due volte, ma non aggiungerò altro'.
: Ti sono state indicate le porte della morte e hai visto le porte dell'ombra funerea?: Hai tu considerato le distese della terra? Dillo, se sai tutto questo!: Per quale via si va dove abita la luce e dove hanno dimora le tenebre: perchè tu le conduca al loro dominio o almeno tu sappia avviarle verso la loro casa?: Certo, tu lo sai, perchè allora eri nato e il numero dei tuoi giorni è assai grande!: perchè Dio gli ha negato la saggezza e non gli ha dato in sorte discernimento.: Ma quando giunge il saettatore, fugge agitando le ali: si beffa del cavallo e del suo cavaliere.: Puoi tu dare la forza al cavallo e vestire di fremiti il suo collo?: Lo fai tu sbuffare come un fumaiolo? Il suo alto nitrito incute spavento.: Scalpita nella valle giulivo e con impeto va incontro alle armi.: : le sue vertebre, tubi di bronzo, le sue ossa come spranghe di ferro.: Esso è la prima delle opere di Dio; il suo creatore lo ha fornito di difesa.: I monti gli offrono i loro prodotti e là tutte le bestie della campagna si trastullano.: Sotto le piante di loto si sdraia, nel folto del canneto della palude.

Mappa

Commento di un santo

Dal momento che Giobbe era sopraffatto dal suo sconforto, Dio lo incoraggia con le sue parole, così che possa fare attenzione a ciò che viene detto ora, e introduce il suo discorso in forma di domande, che è il mezzo migliore per convincere. Soprattutto mostra che fa ogni cosa con sapienza e intelligenza; e perciò sarebbe stato in contraddizione con la natura di Dio, che ha fatto tante cose con sapienza e intelligenza, trascurare gli uomini per i quali ha creato ogni cosa, anche quando sono in disgrazia, come in questo caso. ''Cosa dici?', chiede Dio.

Autore

Crisostomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-26°venerdi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(Lc 10,13-16)}; (Gb 38,1-1.38,12-21.40,3-5)}; (sal 139,1-3.139,7-1.139,13-14)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia