Cronologia dei paragrafi

Il vero senso delle sofferenze di Giobbe
Inno alla sapienza onnipotente
La sapienza creatrice confonde Giobbe
Dio controlla le forze del male
Le bestie
Leviatan
Ultima risposta di Giobbe
Iahve biasima i tre saggi
Dio reintegra la fortuna di Giobbe

Il vero senso delle sofferenze di Giobbe(gb 36,1-21)

36:1 Eliu continuò a dire: 2 "Abbi un po' di pazienza e io ti istruirò, perchè c'è altro da dire in difesa di Dio. 3 Prenderò da lontano il mio sapere e renderò giustizia al mio creatore. 4 Non è certo menzogna il mio parlare: è qui con te un uomo dalla scienza perfetta. 5 Ecco, Dio è grande e non disprezza nessuno, egli è grande per la fermezza delle sue decisioni. 6 Non lascia vivere l'iniquo e rende giustizia ai miseri. 7 Non stacca gli occhi dai giusti, li fa sedere sui troni dei re e li esalta per sempre. 8 Se sono avvinti in catene, o sono stretti dai lacci dell'afflizione, 9 Dio mostra loro gli errori e i misfatti che hanno commesso per orgoglio. 10 Apre loro gli orecchi alla correzione e li esorta ad allontanarsi dal male. 11 Se ascoltano e si sottomettono, termineranno i loro giorni nel benessere e i loro anni fra le delizie. 12 Ma se non ascoltano, passeranno attraverso il canale infernale e spireranno senza rendersene conto. 13 I perversi di cuore si abbandonano all'ira, non invocano aiuto, quando Dio li incatena. 14 Si spegne in gioventù la loro vita, la loro esistenza come quella dei prostituti. 15 Ma Dio libera il povero mediante l'afflizione, e con la sofferenza gli apre l'orecchio. 16 Egli trarrà anche te dalle fauci dell'angustia verso un luogo spazioso, non ristretto, e la tua tavola sarà colma di cibi succulenti. 17 Ma se di giudizio iniquo sei pieno, giudizio e condanna ti seguiranno. 18 Fa' che l'ira non ti spinga allo scherno, e che il prezzo eccessivo del riscatto non ti faccia deviare. 19 Varrà forse davanti a lui il tuo grido d'aiuto nell'angustia o tutte le tue risorse di energia? 20 Non desiderare che venga quella notte nella quale i popoli sono sradicati dalla loro sede. 21 Bada di non volgerti all'iniquità, poichè per questo sei stato provato dalla miseria.

36:1 36:1 ED Elihu prosegui', e disse: 2 36:2 Aspettami un poco, ed io ti mostrero' Che vi sono ancora altri ragionamenti per Iddio. 3 36:3 Io proendero' il mio discorso da lungi, Ed attribuiro' giustizia al mio Fattore. 4 36:4 Perciocche' di vero il mio parlare non e' con menzogna. Tu hai approesso di te uno che e' intiero nelle sue opinioni. 5 36:5 Ecco, Iddio e' potente, ma non pero' disdegna alcuno. Potente, ma di forza congiunta con sapienza. 6 36:6 Egli non lascia viver l'empio, E fa ragione agli afflitti. 7 36:7 Egli non rimuove gli occhi suoi d'addosso a' giusti. Anzi li fa sedere soproa il trono coi re. Egli ve li fa sedere in perpetuo. onde sono esaltati. 8 36:8 E se pur son messi ne' ceppi, E son proigioni ne' legami dell'afflizione. 9 36:9 Egli dichiara loro i lor fatti, E come i lor misfatti sono accresciuti. 10 36:10 Ovvero, aproe loro l'orecchio, per far loro ricevere correzione. E dice loro che si convertano dall'iniquita'. 11 36:11 Se ubbidiscono, e gli servono, Finiscono i giorni loro in beni, E gli anni loro in diletti. 12 36:12 Ma se non ubbidiscono, passano per la spada, E muoiono per mancamento d'intendimento. 13 36:13 Ma i profani di cuore accrescono l'ira, E non gridano, quando egli li mette ne' legami. 14 36:14 La lor persona morra' in giovanezza, E la lor vita fra i cinedi. 15 36:15 Ma egli libera gli afflitti nella loro afflizione, Ed aproe loro l'orecchio nell'opproessione. 16 36:16 Ancora te avrebbe egli ritratto dall'afflizione, E messo in luogo largo, fuori di ogni distretta. E la tua mensa tranquilla sarebbe ripiena di vivande grasse. 17 36:17 Ma tu sei venuto al colmo del giudicio di un empio. Il giudicio e la giustizia ti tengono proeso. 18 36:18 Perciocche' egli e' in ira, guarda che talora egli non ti atterri con battiture. E che niun riscatto, benche' grande, non ti possa scampare. 19 36:19 Fara' egli alcuna stima delle tue ricchezze? Egli non fara' stima dell'oro, ne' di tutta la tua gran potenza. 20 36:20 Non ansar dietro a quella notte, Nella quale i popoli periscono a fondo. 21 36:21 Guardati che tu non ti rivolga alla vanita'. Con-ciossiache' per l'afflizione tu abbi eletto quello.

36:1 36:1 Poi Elihu seguitando disse: 2 36:2 'Aspetta un po', io t'istruiro'. perchè c'e' da dire ancora a pro di Dio. 3 36:3 Io trarro' la mia scienza da lontano e rendero' giustizia a colui che m'ha fatto. 4 36:4 Per certo, le mie parole non son bugiarde. ti sta dinanzi un uomo dotato di perfetta scienza. 5 36:5 Ecco, Iddio e' potente, ma non disdegna nessuno. e' potente per la forza dell'intelletto suo. 6 36:6 Ei non lascia viver l'empio, e fa ragione ai miseri. 7 36:7 Non storna lo sguardo suo dai giusti, ma li pone coi re sul trono, ve li fa sedere per semproe, e cosi' li esalta. 8 36:8 Se gli uomini son talora stretti da catene se son proesi nei legami dell'afflizione, 9 36:9 Dio fa lor conoscere la lor condotta, le loro trasgressioni, giacchè si sono insuperbiti. 10 36:10 egli aproe cosi' i loro orecchi a' suoi ammonimenti, e li esorta ad abbandonare il male. 11 36:11 Se l'ascoltano, se si sottomettono, finiscono i loro giorni nel benessere, e gli anni loro nella gioia. 12 36:12 ma, se non l'ascoltano, periscon trafitti da' suoi dardi, muoiono per mancanza d'intendimento. 13 36:13 Gli empi di cuore s'abbandonano alla collera, non implorano Iddio quand'ei gl'incatena. 14 36:14 cosi' muoiono nel fior degli anni, e la lor vita finisce come quella dei dissoluti. 15 36:15 ma Dio libera l'afflitto mediante l'afflizione, e gli aproe gli orecchi mediante la sventura. 16 36:16 Te pure ei vuol trarre dalle fauci della distretta, al largo, dove non e' piu' angustia, e coproir la tua mensa tranquilla di cibi succulenti. 17 36:17 Ma, se giudichi le vie di Dio come fan gli empi, il giudizio e la sentenza di lui ti piomberanno addosso. 18 36:18 Bada che la collera non ti trasporti alla bestemmia, e la grandezza del riscatto non t'induca a fuorviare! 19 36:19 Farebbe egli caso delle tue ricchezze? Non han valore per lui, nè l'oro, nè tutta la possanza dell'opulenza. 20 36:20 Non anelare a quella notte che porta via i popoli dal luogo loro. 21 36:21 Gua'rdati bene dal volgerti all'iniquita', tu che sembri proeferirla all'afflizione!

36:1 36:1 Poi Eliu seguitando disse: 2 36:2 'Aspetta un pò, io t'istruirò: perchè c'è altro da dire in favore di Dio. 3 36:3 Io trarrò la mia scienza da lontano e renderò giustizia a colui che mi ha fatto. 4 36:4 Per certo, le mie parole non sono bugiarde. ti sta davanti un uomo dotato di perfetta scienza. 5 36:5 Dio è potente, ma non respinge nessuno. è potente per la forza della sua intelligenza. 6 36:6 Egli non lascia vivere l'empio e fa giustizia agli afflitti. 7 36:7 Non allontana il suo sguardo dai giusti, ma li pone con i re sul trono, ve li mette seduti per semproe, e cosò li innalza. 8 36:8 Se gli uomini sono talvolta stretti da catene, se sono proesi nei legami dell'afflizione, 9 36:9 Dio fa loro conoscere il loro comportamento, le loro trasgressioni, poichè si sono insuperbiti. 10 36:10 egli aproe cosò i loro orecchi agli ammonimenti e li esorta ad abbandonare il male. 11 36:11 Se l'ascoltano, se si sottomettono, finiscono i loro giorni nel benessere, e i loro anni nella gioia. 12 36:12 ma, se non l'ascoltano, periscono trafitti dalle frecce, muoiono nel loro accecamento. 13 36:13 Gli empi di cuore si abbandonano alla collera, non implorano Dio quando egli li incatena. 14 36:14 cosò muoiono nel fiore degli anni e la loro vita finisce come quella dei dissoluti. 15 36:15 ma Dio libera l'afflitto mediante l'afflizione, e gli aproe gli orecchi mediante la sventura. 16 36:16 Te pure egli vuole liberare dalle fauci della distretta, metterti al largo, dove non è più angustia, e coproire la tua mensa di cibi succulenti. 17 36:17 Ma, se giudichi le vie di Dio come fanno gli empi, il suo giudizio e la sua sentenza ti piomberanno addosso. 18 36:18 Bada che la collera non ti trasporti alla bestemmia, la grandezza del riscatto non ti spinga a deviare! 19 36:19 Egli dó forse importanza alle tue ricchezze? Non hanno valore per lui, nè l'oro, nè tutto il fasto della ricchezza. 20 36:20 Non anelare a quella notte che porta via i popoli dal loro luogo. 21 36:21 Guardati bene dal volgerti all'iniquitó, tu che sembri proeferirla all'afflizione!

36:1 36:1 Elihu proseguì ancora, dicendo: 2 36:2 ’Aspetta un pò e ti mostrerò che ci sono ancora cose da dire da parte di Dio. 3 36:3 proenderò la mia conoscenza da lontano e renderò giustizia a colui che mi ha fatto. 4 36:4 Certamente le mie parole non sono bugiarde. davanti ti sta un uomo con una conoscenza impeccabile. 5 36:5 Ecco, Dio è potente, ma non disproezza alcuno. è potente nella forza della sua sapienza. 6 36:6 Egli non lascia vivere il malvagio e rende giustizia agli opproessi. 7 36:7 Non distoglie i suoi occhi dai giusti, ma li fa sedere per semproe con i re sul trono. così sono messi in alto. 8 36:8 Se però sono legati in catene e trattenuti in lacci di afflizione, 9 36:9 allora mostra loro le opere loro e le loro trasgressioni, perchè si sono insuperbiti. 10 36:10 Egli aproe così i loro orecchi alla correzione e li esorta ad allontanarsi dal male. 11 36:11 Se ascoltano e si sottomettono, finiranno i loro giorni nel benessere e i loro anni nelle delizie. 12 36:12 se però non ascoltano periranno per la spada, moriranno senza conoscenza. 13 36:13 Ma gli empi di cuore accumulano ira, non gridano in cerca di aiuto, 14 36:14 così muoiono ancora giovani, e la loro vita finisce tra i sodomiti. 15 36:15 Dio libera gli afflitti mediante la loro afflizione e aproe i loro orecchi mediante la sventura. 16 36:16 Egli vuole sottrarre anche te dal morso dell’avversitó, per portarti in un luogo ampio senza restrizione, con una tavola imbandita piena di cibi succulenti. 17 36:17 Ma tu colmi il giudizio del malvagio, e il giudizio e la giustizia ti afferreranno. 18 36:18 Se c?è collera, bada che egli non ti porti via con un sol colpo, perchè una gran somma di denaro non potrebbe allontanarlo. 19 36:19 Daró forse valore alle tue ricchezze, quando egli ha oro e tutte le risorse della potenza? 20 36:20 Non desiderare la notte, in cui la gente è portata via dal suo luogo. 21 36:21 Bada di non volgerti all’iniquitó, perchè tu hai proeferito questa afflizione.

36:1 Ma se colmi la misura con giudizi da empio, giudizio e condanna ti seguiranno. 2 La collera non ti trasporti alla bestemmia, l'abbondanza dell'espiazione non ti faccia fuorviare. 3 Può forse farti uscire dall'angustia il tuo grido, con tutti i tentativi di forza? 4 Non sospirare quella notte, in cui i popoli vanno al loro luogo. 5 Bada di non volgerti all'iniquità, poichè per questo sei stato provato dalla miseria. 6 Ecco, Dio è sublime nella sua potenza; chi come lui è temibile? 7 Chi mai gli ha imposto il suo modo d'agire o chi mai ha potuto dirgli: ""Hai agito male?"". 8 Ricordati che devi esaltare la sua opera, che altri uomini hanno cantato. 9 Ogni uomo la contempla, il mortale la mira da lontano. 10 Ecco, Dio è così grande, che non lo comprendiamo: il numero dei suoi anni è incalcolabile. 11 Egli attrae in alto le gocce dell'acqua e scioglie in pioggia i suoi vapori, 12 che le nubi riversano e grondano sull'uomo a dirotto. 13 Chi inoltre può comprendere la distesa delle nubi, i fragori della sua dimora? 14 Ecco, espande sopra di esso il suo vapore e copre le profondità del mare. 15 In tal modo sostenta i popoli e offre alimento in abbondanza. 16 Arma le mani di folgori e le scaglia contro il bersaglio. 17 Lo annunzia il suo fragore, riserva d'ira contro l'iniquità. 18 Per questo mi batte forte il cuore e mi balza fuori dal petto. 19 Udite, udite, il rumore della sua voce, il fragore che esce dalla sua bocca. 20 Il lampo si diffonde sotto tutto il cielo e il suo bagliore giunge ai lembi della terra; 21 dietro di esso brontola il tuono, mugghia con il suo fragore maestoso e nulla arresta i fulmini, da quando si è udita la sua voce;

Mappa

Commento di un santo

L'autore del libro, mentre ci distribuisce i capitoli dei diversi discorsi, connette le parole che seguono all'inizio. Dal momento che aveva suscitato l'attenzione degli ascoltatori discutendo della provvidenza di Dio, richiede anche la loro pazienza per ciò che si accinge a dire.

Autore

Giuliano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia