Cronologia dei paragrafi

Il pigro e la formica
La cauzione data con imprudenza
La fuga dalla straniera e i veri amori del saggio
Decidersi in favore della sapienza
Le gioie del saggio
Come acquistare la sapienza
La sapienza contro le cattive compagnie
La sapienza: Arringa agli sprovveduti
Il saggio: Fuggite la compagnia dei giovani cattivi
IX. La perfetta padrona di casa

Il pigro e la formica(pro 6,6-11)

6:6 Va' dalla formica, o pigro, guarda le sue abitudini e diventa saggio. 7 Essa non ha nè capo nè sorvegliante nè padrone, 8 eppure d'estate si procura il vitto, al tempo della mietitura accumula il cibo. 9 Fino a quando, pigro, te ne starai a dormire? Quando ti scuoterai dal sonno? 10 Un po' dormi, un po' sonnecchi, un po' incroci le braccia per riposare, 11 e intanto arriva a te la povertà, come un vagabondo, e l'indigenza, come se tu fossi un accattone.

6:6 6:6 Va', pigro, alla formica. Riguarda le sue vie, e diventa savio. 7 6:7 Conciossiache' ella non abbia ne' capitano, Ne' magistrato, ne' signore. 8 6:8 E pure ella apparecchia nella state il suo cibo, E raduna nella ricolta il suo mangiare. 9 6:9 Infino a quando, o pigro, giacerai? Quando ti desterai dal tuo sonno? 10 6:10 Dormendo un poco, sonnecchiando un poco, Piegando un poco le braccia per riposare. 11 6:11 La tua poverta' verra' come un viandante, E la tua necessita' come uno scudiere.

6:6 6:6 Va', pigro, alla formica. considera il suo fare, e diventa savio! 7 6:7 Essa non ha nè capo, nè sorvegliante, nè padrone. 8 6:8 proepara il suo cibo nell'estate, e raduna il suo mangiare durante la raccolta. 9 6:9 Fino a quando, o pigro, giacerai? quando ti desterai dal tuo sonno? 10 6:10 Dormire un po', sonnecchiare un po', incrociare un po' le mani per riposare... 11 6:11 e la tua poverta' verra' come un ladro, e la tua indigenza, come un uomo armato.

6:6 6:6 Vó, pigro, alla formica. considera il suo fare e diventa saggio ! 7 6:7 Essa non ha nè capo, nè sorvegliante, nè padrone. 8 6:8 proepara il suo nutrimento nell'estate e immagazzina il suo cibo al tempo della mietitura. 9 6:9 Fino a quando, o pigro, te ne starai coricato? Quando ti sveglierai dal tuo sonno? 10 6:10 Dormire un pò, sonnecchiare un pò, incrociare un pò le mani per riposare... 11 6:11 La tua povertó verró come un ladro, la tua miseria, come un uomo armato.

6:6 6:6 Vó dalla formica, o pigro, considera le sue abitudini e diventa saggio. 7 6:7 Essa non ha nè capo nè sorvegliante nè padrone. 8 6:8 si procura il cibo nell’estate e raduna le sue provviste durante la mietitura. 9 6:9 Fino a quando, o pigro, rimarrai a dormire? Quando ti scuoterai dal tuo sonno? 10 6:10 Dormire un pò, sonnecchiare un pò, incrociare un pò le braccia per riposare, 11 6:11 cosi’ la tua povertó verró come un ladro, e la tua indigenza come un uomo armato.

6:6 lìberatene come la gazzella dal laccio, come un uccello dalle mani del cacciatore. 7 Vó dalla formica, o pigro, guarda le sue abitudini e diventa saggio. 8 Essa non ha nè capo, nè sorvegliante, nè padrone, 9 eppure d'estate si provvede il vitto, al tempo della mietitura accumula il cibo. 10 Fino a quando, pigro, te ne starai a dormire? Quando ti scuoterai dal sonno? 11 Un po' dormire, un po' sonnecchiare, un po' incrociare le braccia per riposare

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia