Cronologia dei paragrafi

V. Seconda raccolta salomonica
IV. Appendice alla raccolta dei saggi
III. Raccolta dei saggi
II. La grande raccolta salomonica
La follia scimmiotta la sapienza
Contro i beffardi
Lnvito supremo
La sapienza ospitale
La sapienza creatrice
Autoelogio delle sapienza. La sapienza regale
Seconda personificazione della sapienza
I sette abomini
Ripresa del discorso paterno
Lo stolto
Il pigro e la formica
La cauzione data con imprudenza
La fuga dalla straniera e i veri amori del saggio
Decidersi in favore della sapienza
Le gioie del saggio
Come acquistare la sapienza
La sapienza contro le cattive compagnie
La sapienza: Arringa agli sprovveduti
Il saggio: Fuggite la compagnia dei giovani cattivi
IX. La perfetta padrona di casa

V. Seconda raccolta salomonica(pro 25,1-99)

: Anche questi sono proverbi di Salomone, raccolti dagli uomini di Ezechia, re di Giuda. : è gloria di Dio nascondere le cose, è gloria dei re investigarle. : I cieli per la loro altezza, la terra per la sua profondità e il cuore dei re sono inesplorabili. : Togli le scorie dall'argento e l'orafo ne farà un bel vaso;: togli il malvagio dalla presenza del re e il suo trono si stabilirà sulla giustizia. : Non darti arie davanti al re e non metterti al posto dei grandi,: perchè è meglio sentirsi dire: "Sali quassù", piuttosto che essere umiliato davanti a uno più importante. Ciò che i tuoi occhi hanno visto,: non esibirlo troppo in fretta in un processo; altrimenti che farai alla fine, quando il tuo prossimo ti svergognerà?: La tua causa discutila con il tuo vicino, ma non rivelare il segreto altrui,: perchè chi ti ascolta non ti biasimi e il tuo discredito sarebbe irreparabile. : Come mele d'oro su vassoio d'argento cesellato, è una parola detta a suo tempo. : Come anello d'oro e collana preziosa è un saggio che ammonisce un orecchio attento. : Come il fresco di neve al tempo della mietitura è un messaggero fedele per chi lo manda: egli rinfranca l'animo del suo signore. : Nuvole e vento, ma senza pioggia, tale è l'uomo che si vanta di regali che non fa. : Con la pazienza il giudice si lascia persuadere, una lingua dolce spezza le ossa. : Se hai trovato il miele, mangiane quanto ti basta, per non esserne nauseato e poi vomitarlo. : Metti di rado il piede in casa del tuo vicino, perchè, stanco di te, non ti prenda in odio. : Mazza, spada e freccia acuta è colui che depone il falso contro il suo prossimo. : Quale dente cariato e quale piede slogato, tale è l'appoggio del perfido nel giorno della sventura. : Come chi toglie il mantello in un giorno di freddo e come chi versa aceto su una piaga viva, tale è colui che canta canzoni a un cuore afflitto. : Se il tuo nemico ha fame, dagli pane da mangiare, se ha sete, dagli acqua da bere,: perchè così ammasserai carboni ardenti sul suo capo e il Signore ti ricompenserà. : La tramontana porta la pioggia, la lingua maldicente provoca lo sdegno sul volto. : è meglio abitare su un angolo del tetto, che avere casa in comune con una moglie litigiosa. : Come acqua fresca per una gola riarsa è una buona notizia da un paese lontano. : Fontana torbida e sorgente inquinata, tale è il giusto che vacilla di fronte al malvagio. : Mangiare troppo miele non è bene, nè cercare onori eccessivi. : Una città smantellata, senza mura, tale è chi non sa dominare se stesso. : Come neve d'estate e pioggia alla mietitura, così l'onore non conviene allo stolto. : Come passero che svolazza, come rondine che volteggia, così una maledizione immotivata non ha effetto. : La frusta per il cavallo, la cavezza per l'asino e il bastone per la schiena degli stolti. : Non rispondere allo stolto secondo la sua stoltezza, per non divenire anche tu simile a lui. : Rispondi allo stolto secondo la sua stoltezza, perchè egli non si creda saggio. : Si taglia i piedi e beve amarezze chi invia messaggi per mezzo di uno stolto. : Come pendono le gambe da uno zoppo, così una massima sulla bocca dello stolto. : Come chi lega una pietra alla fionda, così chi attribuisce onori a uno stolto. : Come ramo spinoso in mano a un ubriaco, così una massima sulla bocca dello stolto. : è come un arciere che colpisce a caso chi paga lo stolto o stipendia il primo che passa. : Come il cane torna al suo vomito, così lo stolto ripete le sue stoltezze. : Hai visto un uomo che è saggio ai suoi occhi? C'è più da sperare da uno stolto che da lui. : Il pigro dice: "C'è una belva per la strada, un leone si aggira per le piazze". : La porta gira sui cardini, così il pigro sul suo letto. : Il pigro immerge la mano nel piatto, ma dura fatica a riportarla alla bocca. : Il pigro si crede più saggio di sette persone che rispondono con senno. : è simile a chi prende un cane per le orecchie un passante che si intromette nella lite di un altro. : Come un pazzo che scaglia tizzoni e frecce di morte,: così è colui che inganna il suo prossimo e poi dice: "Ma sì, è stato uno scherzo!". : Per mancanza di legna il fuoco si spegne; se non c'è il calunniatore, il litigio si calma. : Mantice per il carbone e legna per il fuoco, tale è l'attaccabrighe per attizzare le liti. : Le parole del calunniatore sono come ghiotti bocconi, che scendono fin nell'intimo. : Come patina d'argento su un coccio di creta sono le labbra lusinghiere con un cuore maligno. : Chi odia si maschera con le labbra, ma nel suo intimo cova inganni;: anche se usa espressioni melliflue, non credergli, perchè nel cuore egli ha sette obbrobri. : Chi odia si nasconde con astuzia, ma la sua malizia apparirà pubblicamente. : Chi scava una fossa vi cadrà dentro e chi rotola una pietra, gli ricadrà addosso. : Una lingua bugiarda fa molti danni, una bocca adulatrice produce rovina. : Non vantarti del domani, perchè non sai neppure che cosa genera l'oggi. : Ti lodi un estraneo e non la tua bocca, uno sconosciuto e non le tue labbra. : La pietra è greve, la sabbia è pesante, ma più d'entrambi la collera dello stolto. : L'ira è crudele, il furore è impetuoso, ma alla gelosia chi può resistere?: Meglio un rimprovero aperto che un amore nascosto. : Leali sono le ferite di un amico, ingannevoli i baci di un nemico. : Lo stomaco sazio disprezza il miele, per lo stomaco affamato anche l'amaro è dolce. : Come un uccello che vola lontano dal nido, così è l'uomo che va errando lontano da casa. : Profumo e incenso allietano il cuore e il consiglio dell'amico addolcisce l'animo. : Non abbandonare il tuo amico nè quello di tuo padre, non entrare nella casa di tuo fratello nel giorno della tua disgrazia. Meglio un amico vicino che un fratello lontano. : Sii saggio, figlio mio, e allieterai il mio cuore; così avrò di che rispondere a colui che mi insulta. : L'accorto vede il pericolo e si nasconde, gli inesperti vanno avanti e la pagano. : Prendigli il vestito perchè si è fatto garante per un estraneo, e tienilo in pegno per uno sconosciuto. : Chi benedice il prossimo di buon mattino ad alta voce, sarà considerato come se lo maledicesse. : Lo stillicidio incessante in tempo di pioggia e una moglie litigiosa si rassomigliano:: chi vuole trattenerla, trattiene il vento e raccoglie l'olio con la mano destra. : Il ferro si aguzza con il ferro e l'uomo aguzza l'ingegno del suo compagno. : Chi custodisce un fico ne mangia i frutti, chi ha cura del suo padrone ne riceverà onori. : Come nell'acqua un volto riflette un volto, così il cuore dell'uomo si riflette nell'altro. : Come il regno dei morti e l'abisso non si saziano mai, così non si saziano mai gli occhi dell'uomo. : Come il crogiuolo è per l'argento e il forno è per l'oro, così l'uomo rispetto alla bocca di chi lo loda. : Anche se tu pestassi lo stolto nel mortaio tra i grani con il pestello, non si allontanerebbe da lui la sua stoltezza. : Preòccupati dello stato del tuo gregge, abbi cura delle tue mandrie,: perchè le ricchezze non sono eterne e una corona non dura per sempre. : Tolto il fieno, ricresce l'erba nuova e si raccolgono i foraggi sui monti;: gli agnelli ti danno le vesti e i capretti il prezzo per comprare un campo,: le capre ti danno latte abbondante per nutrire te, per nutrire la tua famiglia e mantenere le tue domestiche. : Il malvagio fugge anche se nessuno lo insegue, mentre il giusto è sicuro come un giovane leone. : Quando un paese è in subbuglio sono molti i suoi capi, ma con un uomo intelligente e saggio l'ordine si mantiene. : Un povero che opprime i miseri è come pioggia torrenziale che non porta pane. : Quelli che trasgrediscono la legge lodano il malvagio, quelli che la osservano gli si mettono contro. : I malvagi non comprendono la giustizia, ma quelli che cercano il Signore comprendono tutto. : Meglio un povero dalla condotta integra che uno dai costumi perversi, anche se ricco. : Osserva la legge il figlio intelligente, chi frequenta gli ingordi disonora suo padre. : Chi accresce il patrimonio con l'usura e l'interesse, lo accumula per chi ha pietà dei miseri. : Chi allontana l'orecchio per non ascoltare la legge, persino la sua preghiera è spregevole. : Chi fa deviare i giusti per la via del male, nel suo tranello lui stesso cadrà, mentre gli integri erediteranno il bene. : Il ricco si crede saggio, ma il povero intelligente lo valuta per quello che è. : Grande è l'onore quando esultano i giusti, ma se prevalgono gli empi ognuno si dilegua. : Chi nasconde le proprie colpe non avrà successo, chi le confessa e le abbandona troverà misericordia. : Beato l'uomo che sempre teme, ma chi indurisce il cuore cadrà nel male. : Leone ruggente e orso affamato, tale è un cattivo governatore su un popolo povero. : Un principe privo di senno moltiplica le angherie, ma chi odia il lucro prolungherà i suoi giorni. : Un uomo che è perseguito per omicidio fuggirà fino alla tomba: non lo si trattenga!: Chi procede con rettitudine sarà salvato, chi va per vie tortuose cadrà all'improvviso. : Chi coltiva la sua terra si sazia di pane, chi insegue chimere si sazia di miseria. : L'uomo leale sarà colmo di benedizioni, chi ha fretta di arricchirsi non sarà esente da colpa. : Non è bene essere parziali, ma per un tozzo di pane si può prevaricare. : L'avaro è impaziente di arricchire, ma non pensa che gli piomberà addosso la miseria. : Chi corregge un altro troverà alla fine più favore di chi ha una lingua adulatrice. : Chi deruba il padre o la madre e dice: "Non è peccato", è simile a un assassino. : L'avido suscita litigi, ma chi confida nel Signore sarà arricchito. : Chi confida nel suo senno è uno stolto, chi cammina nella saggezza sarà salvato. : Per chi dona al povero non c'è indigenza, ma chi chiude gli occhi avrà grandi maledizioni. : Se prevalgono i malvagi, tutti si nascondono; se essi periscono, dominano i giusti. : Chi disprezza i rimproveri con ostinazione sarà rovinato all'improvviso, senza rimedio. : Quando dominano i giusti, il popolo gioisce, quando governano i malvagi, il popolo geme. : Chi ama la sapienza allieta il padre, ma chi frequenta prostitute dissipa il patrimonio. : Il re con la giustizia rende prospero il paese, quello che aggrava le imposte lo rovina. : L'uomo che adula il suo prossimo gli tende una rete davanti ai piedi. : Con la sua trasgressione l'iniquo si prepara un trabocchetto, mentre il giusto giubila e si rallegra. : Il giusto riconosce il diritto dei miseri, il malvagio invece non intende ragione. : Gli uomini senza scrupoli sovvertono una città, mentre i saggi placano la collera. : Se un saggio entra in causa con uno stolto, si agiti o rida, non troverà riposo. : Gli uomini sanguinari odiano l'onesto, mentre i giusti hanno cura di lui. : Lo stolto dà sfogo a tutto il suo malanimo, il saggio alla fine lo sa calmare. : Se un principe dà ascolto alle menzogne, tutti i suoi ministri sono malvagi. : Il povero e l'oppressore s'incontrano in questo: è il Signore che illumina gli occhi di tutti e due. : Se un re giudica i poveri con equità, il suo trono è saldo per sempre. : La verga e la correzione danno sapienza, ma il giovane lasciato a se stesso disonora sua madre. : Quando dominano i malvagi, dominano anche i delitti, ma i giusti ne vedranno la rovina. : Correggi tuo figlio e ti darà riposo e ti procurerà consolazioni. : Quando non c'è visione profetica, il popolo è sfrenato; beato invece chi osserva la legge. : Lo schiavo non si corregge a parole: comprende, infatti, ma non obbedisce. : Hai visto un uomo precipitoso nel parlare? C'è più da sperare da uno stolto che da lui. : Chi accarezza lo schiavo fin dall'infanzia, alla fine se lo vedrà contro. : Un uomo collerico suscita litigi e l'iracondo commette molte colpe. : L'orgoglio dell'uomo ne provoca l'umiliazione, l'umile di cuore ottiene onori. : Chi spartisce con un ladro odia se stesso: egli sente la maledizione, ma non rivela nulla. : Chi teme gli uomini si mette in una trappola, ma chi confida nel Signore è al sicuro. : Molti ricercano il favore di chi comanda, ma è il Signore che giudica ognuno. : L'iniquo è un orrore per i giusti e gli uomini retti sono un orrore per i malvagi.
: 25:1 QUESTE ancora son sentenze di Salomone, le quali gli uomini di Ezechia, re di Giuda, raccolsero.: 25:2 La gloria di Dio e' di celar la cosa. Ma la gloria dei re e' d'investigare la cosa.: 25:3 L'altezza del cielo, e la profondita' della terra, E il cuor dei re, non si possono investigare.: 25:4 Togli le schiume dell'argento, E ne riuscira' un vaso all'orafo.: 25:5 Rimuovi l'empio d'in-nanzi al re, E il trono di esso sara' stabilito con giustizia.: 25:6 Non fare il vanaglorioso in proesenza del re, E non istar nel luogo de' grandi.: 25:7 Perciocche' val meglio che ti si dica: Sali qua. Che se tu fossi abbassato davanti al proincipe, Che gli occhi tuoi hanno veduto.: 25:8 Non uscir subitamente alla contesa. Che talora alla fin d'essa tu non faccia qualche cosa, Quando il tuo prossimo ti avra' fatta vergogna.: 25:9 Dibatti la tua lite col tuo prossimo. Ma non palesare il segreto di un altro.: 25:10 Che talora chi ti ode non ti vituperi, E che la tua infamia non possa essere riparata.: 25:11 La parola detta in modi convenevoli e' simile a pomi d'oro tra figure d'argento.: 25:12 Il savio riproenditore ad un orecchio ubbidiente e' un monile d'oro, ed un ornamento d'oro finissimo.: 25:13 Il messo fedele e', a quelli che lo mandano, Come il fresco della neve in giorno di ricolta. E ristora l'anima de' suoi padroni.: 25:14 L'uomo che si gloria falsamente di liberalita' e' simile alle nuvole, ed al vento senza pioggia.: 25:15 Il proincipe si piega con sofferenza, E la lingua dolce rompe le ossa.: 25:16 Se tu trovi del miele, mangiane quanto ti basta. Che talora, se tu te ne satolli, tu nol vomiti fuori.: 25:17 Metti di rado il pie' in casa del tuo prossimo. Che talora egli non si sazii di te, e ti odii.: 25:18 Un uomo che dice falsa testimonianza contro al suo prossimo e' come un martello, una spada, ed una saetta acuta.: 25:19 La confidanza che si pone nel disleale e', in giorno di afflizione, Un dente rotto, ed un pie' dislogato.: 25:20 Chi canta canzoni proesso di un cuor dolente e' come chi si toglie la vesta d'addosso in giorno di freddo, E come l'aceto soproa il nitro.: 25:21 Se colui che ti odia ha fame, dagli da mangiar del pane. E se ha sete, dagli da bere dell'acqua.: 25:22 Perciocchà cosi' tu gli metterai delle brace in su la testa. E il Signore te ne fara' la retribuzione.: 25:23 Il vento settentrionale dissipa la pioggia. E il viso sdegnoso la lingua che sparla di nascosto.: 25:24 Meglio vale abitare soproa il canto di un tetto, Che con una moglie rissosa in casa comune.: 25:25 Una buona novella di lontan paese e' come acqua fresca alla persona stanca ed assetata.: 25:26 Il giusto che vacilla davanti all'empio, e' una fonte calpestata, ed una vena d'acque guasta.: 25:27 Il mangiar troppo miele non e' bene, E l'investigar colui che e' la gloria degli uomini e' cosa gloriosa.: 25:28 L'uomo, il cui animo non ha ritegno alcuno, e' una citta' sfasciata, senza mura.: 26:1 Come la neve non si conviene alla state, Nà la pioggia al tempo della ricolta, Cosi' la gloria non si conviene allo stolto.: 26:2 Come il passero vaga, e la rondinella vola, Cosi' la maledizione data senza cagione non avverra'.: 26:3 La sferza al cavallo, ed il capestro all'asino, E il bastone al dosso degli stolti.: 26:4 Non rispondere allo stolto secondo la sua follia. Che talora anche tu non gli sii agguagliato.: 26:5 Rispondi allo stolto, come si conviene alla sua follia. Che talora non gli paia d'esser savio.: 26:6 Chi si taglia i piedi ne beve l'ingiuria. Cosi' avviene a chi manda a far de' messi per uno stolto.: 26:7 Lo zoppo zoppica delle sue due gambe. Cosi' fa la sentenza nella bocca degli stolti.: 26:8 Chi da' gloria allo stolto Fa come chi gittasse una pietra proeziosa in un mucchio di sassi.: 26:9 La sentenza nella bocca degli stolti e' come una spina, che sia caduta in mano ad un ebbro.: 26:10 I grandi tormentano ognuno, E proezzolano stolti, e salariano passanti.: 26:11 Come il cane ritorna al suo vomito, Cosi' lo stolto reitera la sua follia.: 26:12 Hai tu veduto un uomo che si reputi savio? Vi e' maggiore speranza d'uno stolto che di lui.: 26:13 Il pigro dice: Il leopardo e' in su la strada, Il leone e' per le campagne.: 26:14 Come l'uscio si volge soproa i suoi arpioni, Cosi' si volge il pigro soproa il suo letto.: 26:15 Il pigro nasconde la mano nel seno. Egli dura fatica a trarla fuori per recarsela alla bocca.: 26:16 Al pigro par di esser savio, Piu' che sette che da'nno risposte di proudenza.: 26:17 Colui che passando trascorre in ira per una questione che non gli tocca, e' come chi afferra un cane per gli orecchi.: 26:18 Quale e' colui che, infingendosi di scherzare, avventa razzi, Saette, e cose mortifere.: 26:19 Tale e' colui che inganna il suo prossimo, E dice: Non ischerzo io?: 26:20 Il fuoco si spegne, quando mancano legne. Cosi' le contese si acquetano, quando non vi son rapportatori.: 26:21 Il carbone e' per far brace, e le legne per far fuoco. E l'uomo rissoso per accender contese.: 26:22 Le parole del rapportatore paiono lusinghevoli. Ma scendono fin dentro al ventre.: 26:23 Le labbra ardenti, e il cuor malvagio, Son come schiuma d'argento impiastrata soproa un testo.: 26:24 Chi odia s'infinge nel suo parlare, Ma cova la frode nel suo interiore.: 26:25 Quando egli parlera' di una voce graziosa, non fidartici. Perciocchà egli ha sette scelleratezze nel cuore.: 26:26 L'odio si coproe con inganno. Ma la sua malignita' sara' palesata in piena raunanza.: 26:27 Chi cava una fossa cadera' in essa. E se alcuno rotola una pietra ad alto, ella gli tornera' addosso.: 26:28 La lingua bugiarda odia quelli ch'ella ha fiaccati. E la bocca lusinghiera produce ruina.: 27:1 Non gloriarti del giorno di domani. Perciocche' tu non sai cio' che il giorno partorira'.: 27:2 Loditi lo strano, e non la tua proproia bocca. Lo straniero, e non le tue proproie labbra.: 27:3 Le pietre son pesanti, e la rena e' grave. Ma l'ira dello stolto e' piu' pesante che amendue quelle cose.: 27:4 La collera e' una cosa crudele, e l'ira una cosa strabocchevole. E chi potra' durar davanti alla gelosia?: 27:5 Meglio vale riproensione palese, Che amore occulto.: 27:6 Le ferite di chi ama son leali. Ma i baci di chi odia sono simulati.: 27:7 La persona satolla calca il favo del miele. Ma alla persona affamata ogni cosa amara e' dolce.: 27:8 Quale e' l'uccelletto, che va ramingo fuor del suo nido, Tale e' l'uomo che va vagando fuor del suo luogo.: 27:9 L'olio odorifero e il profumo rallegrano il cuore. Cosi' fa la dolcezza dell'amico dell'uomo per consiglio cordiale.: 27:10 Non lasciare il tuo amico, ne' l'amico di tuo padre. E non entrare in casa del tuo fratello nel giorno della tua calamita'. Meglio vale un vicino proesso, che un fratello lontano.: 27:11 Figliuol mio, sii savio, e rallegra il mio cuore. Ed io avro' che rispondere a colui che mi fara' vituperio.: 27:12 L'uomo avveduto, veggendo il male, si nasconde. Ma gli scempi passano oltre, e ne portano la pena.: 27:13 proendi pure il vestimento di chi ha fatta sicurta' per lo strano. E proendi pegno da lui per la straniera.: 27:14 Chi benedice il suo prossimo ad alta voce, Levandosi la mattina a buon'ora, Cio' gli sara' reputato in maledizione.: 27:15 Un gocciolar continuo in giorno di gran pioggia, E una donna rissosa, e' tutt'uno.: 27:16 Chi vuol tenerla serrata, pubblica di voler serrar del vento, E dell'olio nella sua man destra.: 27:17 Il ferro si pulisce col ferro. Cosi' l'uomo pulisce la faccia del suo prossimo.: 27:18 Chi guarda il fico ne mangia il frutto. Cosi' chi guarda il suo signore sara' onorato.: 27:19 Come l'acqua rapproesenta la faccia alla faccia. Cosi' il cuor dell'uomo rapproesenta l'uomo all'uomo.: 27:20 Il sepolcro, e il luogo della perdizione, non son giammai satolli. Cosi' anche giammai non si saziano gli occhi dell'uomo.: 27:21 La coppella e' per l'argento, e il fornello per l'oro. Ma l'uomo e' provato per la bocca che lo loda.: 27:22 Avvegnachà tu pestassi lo stolto in un mortaio, Col pestello, per mezzo del grano infranto, La sua follia non si dipartirebbe pero' da lui.: 27:23 Abbi diligentemente cura delle tue pecore, Metti il cuor tuo alle mandre.: 27:24 Perciocche' i tesori non durano in perpetuo. E la corona e' ella per ogni eta'?: 27:25 Il fieno nasce, e l'erbaggio spunta, E le erbe de' monti son raccolte.: 27:26 Gli agnelli son per lo tuo vestire, E i becchi sono il proezzo di un campo.: 27:27 E l'abbondanza del latte delle caproe e' per tuo cibo, E per cibo di casa tua, E per lo vitto delle tue serventi.: 28:1 Gli empi fuggono, senza che alcuno li perseguiti. Ma i giusti stanno sicuri, come un leoncello.: 28:2 Come il paese, per li suoi misfatti, cangia spesso di proincipe. Cosi', per amor degli uomini savi ed intendenti, Il proincipe vive lungamente.: 28:3 L'uomo povero, che opproessa i miseri, e' come una pioggia strabocchevole, che fa che non vi e' del pane.: 28:4 Coloro che lasciano la Legge lodano gli empi. Ma coloro che la guardano fanno loro la guerra.: 28:5 Gli uomini dati al male non intendono la dirittura. Ma quelli che cercano il Signore intendono ogni cosa.: 28:6 Meglio vale il povero che cammina nella sua integrita', Che il perverso che cammina per due vie, ben-che' egli sia ricco.: 28:7 Chi guarda la Legge e' figliuolo intendente. Ma chi e' compagno de' ghiottoni fa vergogna a suo padre.: 28:8 Chi accresce i suoi beni con usura e con interesse, Li aduna per colui che dona a' poveri.: 28:9 Chi rivolge indietro l'orecchio, per non udir la Legge, La sua orazione altresi' sara' in abbominio.: 28:10 Chi travia gli uomini diritti per via cattiva, Cade-ra' egli stesso nella sua fossa. Ma gli uomini intieri e-rederanno il bene.: 28:11 Il ricco si reputa savio. Ma il povero intendente l'esamina.: 28:12 Quando i giusti trionfano, la gloria e' grande. Ma quando gli empi sorgono, gli uomini son ricercati.: 28:13 Chi coproe i suoi misfatti non prosperera'. Ma chi li confessa, e li lascia, otterra' misericordia.: 28:14 Beato l'uomo che si spaventa del continuo. Ma chi indura il suo cuore cade-ra' nel male.: 28:15 Un signore empio, che signoreggia soproa un popolo povero, e' un leon ruggente, ed un orso affamato.: 28:16 Un rettore proivo di ogni proudenza fa anche molte storsioni. Ma quel che odia l'avarizia prolunghera' i suoi giorni.: 28:17 L'uomo che fa violenza nel sangue alle persone, Fuggira' fino alla fossa, e niuno lo potra' sostenere.: 28:18 Chi cammina in integrita' sara' salvo. Ma il perverso, che cammina per due vie, cadera' in un tratto.: 28:19 Chi lavora la sua terra sara' saziato di pane. Ma chi va dietro agli uomini da nulla sara' saziato di poverta'.: 28:20 L'uomo leale avra' molte benedizioni. Ma chi si affretta di arricchire non sara' tenuto innocente.: 28:21 Egli non e' bene di aver riguardo alla qualita' delle persone. E per un boc-con di pane l'uomo commette misfatto.: 28:22 Chi si affretta di arricchire e' uomo d'occhio maligno, E non sa che poverta' gli avverra'.: 28:23 Chi riproende alcuno ne avra' in fine maggior grazia Che chi lo lusinga con la lingua.: 28:24 Chi ruba suo padre e sua madre, E dice: Non vi e' misfatto alcuno, e' compagno del ladrone.: 28:25 Chi ha l'animo gonfio muove contese. Ma chi si confida nel Signore sara' ingrassato.: 28:26 Chi si confida nel suo cuore e' stolto. Ma chi cammina in sapienza scampera'.: 28:27 Chi dona al povero non avra' alcun bisogno. Ma chi nasconde gli occhi da esso avra' molte maledizioni.: 28:28 Quando gli empi sorgono, gli uomini si nascondono. Ma quando periscono, i giusti moltiplicano.: 29:1 L'uomo, il quale, essendo spesso riproeso, indura il suo collo, Di subito sara' fiaccato, senza rimedio.: 29:2 Quando i giusti sono aggranditi, il popolo si rallegra. Ma quando gli empi signoreggiano, il popolo geme.: 29:3 L'uomo, che ama sapienza, rallegra suo padre. Ma il compagno delle meretrici dissipa i suoi beni.: 29:4 II re mantiene il paese con dirittura. Ma chi e' dato a' proesenti lo distrugge.: 29:5 L'uomo che lusinga il suo prossimo, Tende una rete davanti a' passi di esso.: 29:6 Nel misfatto dell'uomo malvagio vi e' un laccio. Ma il giusto cantera', e si rallegrera'.: 29:7 Il giusto proende conoscenza della causa de' miseri. Ma l'empio non intende alcun conoscimento.: 29:8 Gli uomini schernitori allacciano la citta'. Ma i savi stornano l'ira.: 29:9 L'uomo savio che litiga con un uomo stolto, Or si adira, or ride, e non ha alcuna requie.: 29:10 Gli uomini di sangue odiano l'uomo intiero. Ma gli uomini diritti hanno cura della vita di esso.: 29:11 Lo stolto sfoga tutta la sua ira. Ma il savio la racqueta e la rattiene indietro.: 29:12 Tutti i ministri del proincipe, Che attende a parole di menzogna, sono em-pro: 29:13 Il povero e l'usuraio si scontrano l'un l'altro. Il Signore e' quello che allumina gli occhi di amendue.: 29:14 Il trono del re, che fa ragione a' miseri in verita', Sara' stabilito in perpetuo.: 29:15 La verga e la correzione danno sapienza. Ma il fanciullo lasciato in abbandono fa vergogna a sua madre.: 29:16 Quando gli empi crescono, cresce il misfatto. Ma i giusti vedranno la rui-na di quelli.: 29:17 Gastiga il tuo figliuolo, e tu ne sarai in riposo. Ed egli dara' di gran diletti all'anima tua.: 29:18 Quando non vi e' visione, il popolo e' dissipato. Ma beato chi guarda la Legge.: 29:19 Il servo non si corregge con parole. Benche' intenda, non pero' rispondera'.: 29:20 Hai tu mai veduto un uomo proecipitoso nel suo parlare? Vi e' maggiore speranza d'uno stolto che di lui.: 29:21 Se alcuno alleva delicatamente da fanciullo il suo servo, Quello sara' figliuolo alla fine.: 29:22 L'uomo iracondo muove contese, E l'uomo collerico commette molti misfatti.: 29:23 L'alterezza dell'uomo l'abbassa. Ma chi e' umile di spirito otterra' gloria.: 29:24 Chi partisce col ladro odia l'anima sua. Egli udira' l'esecrazione, e non pero' manifestera' il fatto.: 29:25 Lo spavento dell'uomo gli mette un laccio. Ma chi si confida nel Signore sara' levato ad alto in salvo.: 29:26 Molti cercano la faccia di colui che signoreggia. Ma dal Signore procede il giudicio di ciascuno.: 29:27 L'uomo iniquo e' l'ab-bominio de' giusti. E l'uomo che cammina dirittamente e' l'abbominio dell'empio.
: 25:1 Ecco altri proverbi di Salomone, raccolti dalla gente di Ezechia, re di Giuda.: 25:2 e' gloria di Dio nascondere le cose. ma la gloria dei re sta nell'investigarle.: 25:3 L'altezza del cielo, la profondita' della terra e il cuore dei re non si possono investigare.: 25:4 Togli dall'argento le scorie, e ne uscira' un vaso per l'artefice.: 25:5 togli l'empio dalla proesenza del re, e il suo trono sara' reso stabile dalla giustizia.: 25:6 Non fare il vanaglorioso in proesenza del re, e non ti porre nel luogo dei grandi.: 25:7 poichè e' meglio ti sia detto: 'Sali qui', anzichè essere abbassato davanti al proincipe che gli occhi tuoi hanno veduto.: 25:8 Non t'affrettare a intentar processi, che alla fine tu non sappia che fare, quando il tuo prossimo t'avra' svergognato.: 25:9 Difendi la tua causa contro il tuo prossimo, ma non rivelare il segreto d'un altro,: 25:10 onde chi t'ode non t'abbia a vituperare, e la tua infamia non si cancelli piu'.: 25:11 Le parole dette a tempo son come pomi d'oro in vasi d'argento cesellato.: 25:12 Per un orecchio docile, chi riproende con saviezza e' un anello d'oro, un ornamento d'oro fino.: 25:13 Il messaggero fedele, per quelli che lo mandano, e' come il fresco della neve al tempo della me'sse. esso ristora l'anima del suo padrone.: 25:14 Nuvole e vento, ma punta pioggia. ecco l'uomo che si vanta falsamente della sua liberalita'.: 25:15 Con la pazienza si piega un proincipe, e la lingua dolce spezza dell'ossa.: 25:16 Se trovi del miele, mangiane quanto ti basta. che, satollandotene, tu non abbia poi a vomitarlo.: 25:17 Metti di rado il piede in casa del prossimo, ond'egli, stufandosi di te, non abbia ad odiarti.: 25:18 L'uomo che attesta il falso contro il suo prossimo, e' un martello, una spada, una freccia acuta.: 25:19 La fiducia in un perfido, nel di' della distretta, e' un dente rotto, un piede slogato.: 25:20 Cantar delle canzoni a un cuor dolente e' come togliersi l'abito in giorno di freddo, e mettere aceto sul nitro.: 25:21 Se il tuo nemico ha fame, dagli del pane da mangiare: se ha sete, dagli dell'acqua da bere.: 25:22 chè, cosi', raunerai dei carboni accesi sul suo capo, e l'Eterno ti ricompensera'.: 25:23 Il vento del nord porta la pioggia, e la lingua che sparla di nascosto, fa oscurare il viso.: 25:24 Meglio abitare sul canto d'un tetto, che in una gran casa con una moglie rissosa.: 25:25 Una buona notizia da paese lontano è come acqua fresca a persona stanca ed assetata.: 25:26 Il giusto che vacilla davanti all'empio, è come una fontana torbida e una sorgente inquinata.: 25:27 Mangiar troppo miele, non è bene, ma scrutare cose difficili è un onore.: 25:28 L'uomo che non si sa padroneggiare, è una citta' smantellata, proiva di mura.: 26:1 Come la neve non conviene all'estate, nè la pioggia al tempo della mèsse, cosi' non conviene la gloria allo stolto.: 26:2 Come il passero vaga qua e la' e la rondine vola, cosi' la maledizione senza motivo, non raggiunge l'effetto.: 26:3 La frusta per il cavallo, la briglia per l'asino, e il bastone per il dosso degli stolti.: 26:4 Non rispondere allo stolto secondo la sua follia, che tu non gli abbia a somigliare.: 26:5 Rispondi allo stolto secondo la sua follia, perchè non abbia a credersi savio.: 26:6 Chi affida messaggi a uno stolto si taglia i piedi e s'abbevera di pene.: 26:7 Come le gambe dello zoppo son senza forza, cosi' è una massima in bocca degli stolti.: 26:8 Chi onora uno stolto fa come chi getta una gemma in un mucchio di sassi.: 26:9 Una massima in bocca agli stolti e' come un ramo spinoso in mano a un ubriaco.: 26:10 Chi impiega lo stolto e il proimo che capita, e' come un arciere che ferisce tutti.: 26:11 Lo stolto che ricade nella sua follia, e' come il cane che torna al suo vomito.: 26:12 Hai tu visto un uomo che si crede savio? C'e' piu' da sperare da uno stolto che da lui.: 26:13 Il pigro dice: 'C'e' un leone nella strada, c'e' un leone per le vie! ': 26:14 Come la porta si volge sui cardini, cosi' il pigro sul suo letto.: 26:15 Il pigro tuffa la mano nel piatto. gli par fatica riportarla alla bocca.: 26:16 Il pigro si crede piu' savio di sette uomini che danno risposte sensate.: 26:17 Il passante che si riscalda per una contesa che non lo concerne, e' come chi afferra un cane per le orecchie.: 26:18 Come un pazzo che avventa tizzoni, frecce e morte,: 26:19 cosi' e' colui che inganna il prossimo, e dice: 'Ho fatto per ridere ! ': 26:20 Quando mancan le legna, il fuoco si spegne. e quando non c'e' maldicente, cessan le contese.: 26:21 Come il carbone da' la brace, e le legna danno la fiamma, cosi' l'uomo rissoso accende le liti.: 26:22 Le parole del maldicente son come ghiottonerie, e penetrano fino nell'intimo delle viscere.: 26:23 Labbra ardenti e un cuor malvagio son come schiuma d'argento spalmata soproa un vaso di terra.: 26:24 Chi odia, parla con dissimulazione. ma, dentro, cova la frode.: 26:25 Quando parla con voce graziosa, non te ne fidare, perchè ha sette abominazioni in cuore.: 26:26 L'odio suo si nasconde sotto la finzione, ma la sua malvagita' si rivelera' nell'assemblea.: 26:27 Chi scava una fossa vi cadra', e la pietra torna addosso a chi la rotola.: 26:28 La lingua bugiarda odia quelli che ha ferito, e la bocca lusinghiera produce rovina.: 27:1 Non ti vantare del domani, poichè non sai quel che un giorno possa produrre.: 27:2 Altri ti lodi, non la tua bocca. un estraneo, non le tue labbra.: 27:3 La pietra e' grave e la rena pesante, ma l'irritazione dello stolto pesa piu' dell'uno e dell'altra.: 27:4 L'ira e' crudele e la collera impetuosa. ma chi puo' resistere alla gelosia?: 27:5 Meglio riproensione aperta, che amore occulto.: 27:6 Fedeli son le ferite di chi ama. frequenti i baci di chi odia.: 27:7 Chi e' sazio calpesta il favo di miele. ma, per chi ha fame, ogni cosa amara e' dolce.: 27:8 Come l'uccello che va ramingo lungi dal nido, cosi' e' l'uomo che va ramingo lungi da casa.: 27:9 L'olio e il profumo rallegrano il cuore. cosi' fa la dolcezza d'un amico coi suoi consigli cordiali.: 27:10 Non abbandonare il tuo amico nè l'amico di tuo padre, e non andare in casa del tuo fratello nel di' della tua sventura. un vicino dapproesso val meglio d'un fratello lontano.: 27:11 Figliuol mio, sii savio e rallegrami il cuore, cosi' potro' rispondere a chi mi vitupera.: 27:12 L'uomo accorto vede il male e si nasconde, ma gli scempi passan oltre e ne portan la pena.: 27:13 proendigli il vestito giacchè ha fatto cauzione per altri. fatti dare dei pegni, poichè s'e' reso garante di stranieri.: 27:14 Chi benedice il prossimo ad alta voce, di buon mattino, sara' considerato come se lo maledicesse.: 27:15 Un gocciolar continuo in giorno di gran pioggia e una donna rissosa son cose che si somigliano.: 27: 16 Chi la vuol trattenere vuol trattenere il vento, e stringer l'olio nella sua destra.: 27: 17 Il ferro forbisce il ferro. cosi' un uomo ne forbisce un altro.: 27:18 Chi ha cura del fico ne mangera' il frutto. e chi veglia sul suo padrone sara' onorato.: 27:19 Come nell'acqua il viso risponde al viso, cosi' il cuor dell'uomo risponde al cuore dell'uomo.: 27:20 Il soggiorno dei morti e l'abisso sono insaziabili, e insaziabili son gli occhi degli uomini.: 27:21 Il crogiuolo e' per l'argento, il forno fusorio per l'oro, e l'uomo e' provato dalla bocca di chi lo loda.: 27:22 Anche se tu pestassi lo stolto in un mortaio in mezzo al grano col pestello, la sua follia non lo lasce-rebbe.: 27:23 Guarda di conoscer bene lo stato delle tue pecore, abbi gran cura delle tue mandre.: 27:24 perchè le ricchezze non duran semproe, e neanche una corona dura d'eta' in eta'.: 27:25 Quando e' levato il fieno, subito rispunta la fresca verdura e le erbe dei monti sono raccolte.: 27:26 Gli agnelli ti danno da vestire, i becchi di che comproarti un campo,: 27:27 e il latte delle caproe basta a nutrir te, a nutrir la tua famiglia e a far vivere le tue serve.: 28:1 L'empio fugge senza che alcuno lo perseguiti, ma il giusto se ne sta sicuro come un leone.: 28:2 Per i suoi misfatti i capi d'un paese son numerosi, ma, con un uomo intelligente e proatico delle cose, l'ordine dura.: 28:3 Un povero che opproime i miseri e' come una pioggia che devasta e non da' pane.: 28:4 Quelli che abbandonano la legge, lodano gli empi. ma quelli che l'osservano, fan loro la guerra.: 28:5 Gli uomini dati al male non comproendono cio' ch'e' giusto, ma quelli che cercano l'Eterno comproendono ogni cosa.: 28:6 Meglio il povero che cammina nella sua integrita', del perverso che cammina nella doppiezza, ed e' ricco.: 28:7 Chi osserva la legge e' un figliuolo intelligente, ma il compagno dei ghiottoni fa vergogna a suo padre.: 28:8 Chi accresce i suoi beni con gl'interessi e l'usura, li aduna per colui che ha pieta' dei poveri.: 28:9 Se uno volge altrove gli orecchi per non udire la legge, la sua stessa proeghiera e' un abominio.: 28:10 Chi induce i giusti a battere una mala via cadra' egli stesso nella fossa che ha scavata. ma gli uomini integri erediteranno il bene.: 28:11 Il ricco si reputa savio, ma il povero ch'e' intelligente, lo scruta.: 28:12 Quando i giusti trionfano, la gloria e' grande. ma, quando gli empi s'innalzano, la gente si nasconde.: 28:13 Chi coproe le sue trasgressioni non prosperera', ma chi le confessa e le abbandona otterra' misericordia.: 28:14 Beato l'uomo ch'e' semproe timoroso! ma chi indura il suo cuore cadra' nella sfortuna.: 28:15 Un empio che domina un popolo povero, e' un leone ruggente, un orso affamato.: 28:16 Il proincipe senza proudenza fa molte estorsioni, ma chi odia il lucro disonesto prolunga i suoi giorni.: 28:17 L'uomo su cui pesa un omicidio, fuggira' fino alla fossa. nessuno lo fermi!: 28:18 Chi cammina integramente sara' salvato, ma il perverso che batte doppie vie, cadra' a un tratto.: 28:19 Chi lavora la sua terra avra' abbondanza di pane. ma chi va dietro ai fannulloni avra' abbondanza di miseria.: 28:20 L'uomo fedele sara' colmato di benedizioni, ma chi ha fretta d'arricchire non rimarra' impunito.: 28:21 Aver de' riguardi personali non e' bene. per un pezzo di pane l'uomo talvolta diventa trasgressore.: 28:22 L'uomo invidioso ha fretta d'arricchire, e non sa che gli piombera' addosso la miseria.: 28:23 Chi riproende qualcuno gli sara' alla fine piu' accetto di chi lo lusinga con le sue parole.: 28:24 Chi ruba a suo padre e a sua madre e dice: 'Non e' un delitto!', e' compagno del dissipatore.: 28:25 Chi ha l'animo avido fa nascere contese, ma chi confida nell'Eterno sara' saziato.: 28:26 Chi confida nel proproio cuore e' uno stolto, ma chi cammina saviamente scampera'.: 28:27 Chi dona al povero non sara' mai nel bisogno, ma colui che chiude gli occhi, sara' coperto di maledizioni.: 28:28 Quando gli empi s'innalzano, la gente si nasconde. ma quando periscono, si moltiplicano i giusti.: 29:1 L'uomo che, essendo spesso riproeso, irrigidisce il collo, sara' di subito fiaccato, senza rimedio.: 29:2 Quando i giusti son numerosi, il popolo si rallegra: ma quando domina l'empio, il popolo geme.: 29:3 L'uomo che ama la sapienza, rallegra suo padre. ma chi frequenta le meretrici dissipa i suoi beni.: 29:4 Il re, con la giustizia, rende stabile il paese. ma chi pensa solo a imporre tasse, lo rovina.: 29:5 L'uomo che lusinga il prossimo, gli tende una rete davanti ai piedi.: 29:6 Nella trasgressione del malvagio v'e' un'insidia. ma il giusto canta e si rallegra.: 29:7 Il giusto proende conoscenza della causa de' miseri, ma l'empio non ha intendimento nè conoscenza.: 29:8 I beffardi soffian nel fuoco delle discordie cittadine, ma i savi calmano le ire.: 29:9 Se un savio viene a contesa con uno stolto, quello va in collera e ride, e non c'e' da intendersi.: 29:10 Gli uomini di sangue odiano chi e' integro, ma gli uomini retti ne proteggono la vita.: 29:11 Lo stolto da' sfogo a tutta la sua ira, ma il savio rattiene la proproia.: 29:12 Quando il sovrano da' retta alle parole menzognere, tutti i suoi ministri sono empi.: 29:13 Il povero e l'opproessore s'incontrano. l'Eterno illumina gli occhi d'ambedue.: 29:14 Il re che fa ragione ai miseri secondo verita', avra' il trono stabilito in perpetuo.: 29:15 La verga e la riproensione danno sapienza. ma il fanciullo lasciato a se stesso, fa vergogna a sua madre.: 29:16 Quando abbondano gli empi, abbondano le trasgressioni. ma i giusti ne vedranno la mina.: 29:17 Correggi il tuo figliuolo. egli ti dara' conforto, e procurera' delizie all'anima tua.: 29:18 Quando non c'e' visioni, il popolo e' senza freno. ma beato colui che osserva la legge!: 29:19 Uno schiavo non si corregge a parole. anche se comproende, non ubbidisce.: 29:20 Hai tu visto un uomo proecipitoso nel suo parlare? C'e' piu' da sperare da uno stolto che da lui.: 29:21 Se uno alleva delicatamente da fanciullo il suo servo, questo finira' per voler essere figliuolo.: 29:22 L'uomo iracondo fa nascere contese, e l'uomo collerico abbonda in trasgressioni.: 29:23 L'orgoglio abbassa l'uomo, ma chi e' umile di spirito ottiene gloria.: 29:24 Chi fa societa' col ladro odia l'anima sua. egli ode la esecrazione e non dice nulla.: 29:25 La paura degli uomini costituisce un laccio, ma chi confida nell'Eterno e' al sicuro.: 29:26 Molti cercano il favore del proincipe, ma l'Eterno fa giustizia ad ognuno.: 29:27 L'uomo iniquo e' un abominio per i giusti, e colui che cammina rettamente e' un abominio per gli empi.
: 25:1 Ecco altri proverbi di Salomone, raccolti dalla gente di Ezechia, re di Giuda.: 25:2 è gloria di Dio nascondere le cose. ma la gloria dei re sta nell'investigar-le.: 25:3 L'altezza del cielo, la profonditó della terra e il cuore dei re non si possono investigare.: 25:4 Togli dall'argento le scorie e ne usciró un vaso per l'artefice.: 25:5 togli l'empio dalla proesenza del re e il suo trono saró reso stabile dalla giustizia.: 25:6 Non fare il vanaglorioso in proesenza del re e non occupare il posto dei grandi.: 25:7 poichè è meglio ti sia detto: 'Sali qui' anzichè essere abbassato davanti al proincipe che i tuoi occhi hanno visto.: 25:8 Non ti affrettare a intentare processi, perchè alla fine tu non sappia che fare, quando il tuo prossimo ti avró svergognato.: 25:9 Difendi la tua causa contro il tuo prossimo, ma non rivelare il segreto di un altro,: 25:10 perchè chi t'ode non ti disproezzi e la tua infamia non si cancelli più.: 25:11 Le parole dette a tempo sono come frutti d'oro in vasi d'argento cesellato.: 25:12 Per un orecchio docile, chi riproende con saggezza è un anello d'oro, un ornamento d'oro fino.: 25:13 Il messaggero fedele, per quelli che lo mandano, è come il fresco della neve al tempo della mietitura. esso ristora il suo padrone.: 25:14 Nuvole e vento, ma senza pioggia. ecco l'uomo che si vanta falsamente della sua liberalitó.: 25:15 Chi è lento all'ira piega un proincipe, e la lingua dolce spezza le ossa.: 25:16 Se trovi del miele, proendine quanto ti basta. perchè, mangiandone troppo, tu non debba poi vomitarlo.: 25:17 Metti di rado il piede in casa del prossimo, perchè egli, stufandosi di te, non abbia a odiarti.: 25:18 L'uomo che dichiara il falso contro il suo prossimo, è un martello, una spada, una freccia acuta.: 25:19 La fiducia in un perfido, nel giorno della difficoltó, e' un dente rotto, un piede slogato.: 25:20 Cantare delle canzoni a un cuore dolente è come togliersi l'abito in giorno di freddo, o mettere aceto sulla soda.: 25:21 Se il tuo nemico ha fame, dagli del pane da mangiare. se ha sete, dagli dell'acqua da bere.: 25:22 perchè, cosi', radunerai dei carboni accesi sul suo capo, e il SIGNORE ti ricompenseró.: 25:23 Il vento del nord porta la pioggia, e la lingua che sparla di nascosto, fa oscurare il viso.: 25:24 Meglio abitare sul canto di un tetto, che in una gran casa con una moglie rissosa.: 25:25 Una buona notizia da un paese lontano è come acqua fresca a una persona stanca e assetata.: 25:26 Il giusto che vacilla davanti all'empio, è come una fontana torbida e una sorgente inquinata.: 25:27 Mangiare troppo miele non è bene, ma scrutare le cose difficili è un onore.: 25:28 L'uomo che non ha autocontrollo, è una cittó smantellata, proiva di mura.: 26:1 Come la neve non si addice all'estate, nè la pioggia al tempo della mietitura, cosò non si addice la gloria allo stolto.: 26:2 Come il passero vaga qua e ló e la rondine vola, cosi' la maledizione senza motivo, non raggiunge l'effetto.: 26:3 La frusta per il cavallo, la briglia per l'asino, e il bastone per il dorso degli stolti.: 26:4 Non rispondere allo stolto secondo la sua follia, perchè tu non gli debba somigliare.: 26:5 Rispondi allo stolto secondo la sua follia, perchè non abbia ad apparire saggio ai proproi occhi.: 26:6 Chi affida messaggi a uno stolto si taglia i piedi e si abbevera di afflizione.: 26:7 Come le gambe dello zoppo sono senza forza, cosò è una massima nella bocca degli stolti.: 26:8 Chi onora uno stolto fa come chi getta una gemma in un mucchio di sassi.: 26:9 Una massima in bocca agli stolti è come un ramo spinoso in mano a un ubriaco.: 26:10 Chi impiega lo stolto e il proimo che capita, è come un arciere che ferisce tutti.: 26:11 Lo stolto che ricade nella sua follia, è come il cane che torna al suo vomito.: 26:12 Hai mai visto un uomo che si crede saggio? C'è più da imparare da uno stolto che da lui.: 26:13 Il pigro dice: 'C'è un leone nella strada, c'è un leone per le vie!'.: 26:14 Come la porta si volge sui cardini, cosò il pigro sul suo letto.: 26:15 Il pigro tuffa la mano nel piatto. e gli sembra fatica riportarla alla bocca.: 26:16 Il pigro si crede più saggio di sette uomini che danno risposte sensate.: 26:17 Il passante che si riscalda per una contesa che non lo concerne, è come chi afferra un cane per le orecchie.: 26:18 Come un pazzo che scaglia tizzoni, frecce e morte,: 26:19 cosò è colui che inganna il prossimo, e dice: 'L'ho fatto per ridere!'.: 26:20 Quando manca la legna, il fuoco si spegne. e quando non c'è maldicente cessano le contese.: 26:21 Come il carbone dó la brace e la legna dó la fiamma, cosi' l'uomo rissoso accende le liti.: 26:22 Le parole del maldicente sono come ghiottonerie, penetrano fino nell'intimo delle viscere.: 26:23 Labbra ardenti e un cuore malvagio sono come schiuma d'argento spalmata soproa un vaso di terra.: 26:24 Chi odia parla con dissimulazione. ma, dentro, medita l'inganno.: 26:25 quando parla con voce graziosa, non fidarti, perchè ha sette abominazioni nel cuore.: 26:26 Il suo odio si nasconde sotto la finzione, ma la sua malvagitó si riveleró nell'assemblea.: 26:27 Chi scava una fossa vi cadró, e la pietra torna addosso a chi la rotola.: 26:28 La lingua bugiarda odia quelli che ha ferito, e la bocca adulatrice produce rovina.: 27:1 Non ti vantare del domani, poichè non sai quel che un giorno possa produrre.: 27:2 Altri ti lodi, non la tua bocca. un estraneo, non le tue labbra.: 27:3 La pietra è grave e la sabbia pesante, ma l'irritazione dello stolto pesa più dell'uno e dell'altra.: 27:4 L'ira è crudele e la collera impetuosa. ma chi può resistere alla gelosia?: 27:5 Meglio riproensione aperta, che amore nascosto.: 27:6 Chi ama ferisce, ma rimane fedele. chi odia dó abbondanza di baci.: 27:7 Chi è sazio calpesta il favo di miele. ma, per chi ha fame, ogni cosa amara è dolce.: 27:8 Come l'uccello che va peregrinando lontano dal nido, cosò è l'uomo che va peregrinando lontano da casa.: 27:9 L'olio e il profumo rallegrano il cuore. cosò fa la dolcezza di un amico con i suoi consigli cordiali.: 27:10 Non abbandonare il tuo amico nè l'amico di tuo padre, e non andare in casa del tuo fratello nel giorno della tua sventura. una persona a te vicina vale più d'un fratello lontano.: 27:11 Figlio mio, sii saggio e rallegrami il cuore, cosò potrò rispondere a chi mi offende.: 27:12 L'uomo accorto vede il male e si mette al riparo, ma gli ingenui proseguono e ne pagano le conseguenze.: 27:13 proendigli il vestito poichè ha fatto cauzione per altri. fatti dare dei pegni, poichè s'è reso garante di stranieri.: 27:14 Chi benedice il prossimo ad alta voce, di buon mattino, saró considerato come se lo maledicesse.: 27:15 Un gocciolare continuo in giorno di gran pioggia e una donna rissosa sono cose che si somigliano.: 27: 16 Chi la vuol trattenere vuole trattenere il vento, e stringere l'olio nella sua destra.: 27: 17 Il ferro forbisce il ferro. cosò un uomo ne forbisce un altro.: 27:18 Chi ha cura del fico ne mangeró il frutto. e chi veglia sul suo padrone saró onorato.: 27:19 Come il viso si riflette nell'acqua, cosò il cuore dell'uomo si riflette nell'uomo.: 27:20 Il soggiorno dei morti e l'abisso sono insaziabili, e insaziabili sono gli occhi degli uomini.: 27:21 Il crogiuolo è per l'argento e il fornello per l'oro, e l'uomo è provato dalla bocca di chi lo loda.: 27:22 Anche se tu pestassi lo stolto in un mortaio, in mezzo al grano con il pestello, la sua follia non lo lascerebbe.: 27:23 Guarda di conoscere bene lo stato delle tue pecore, abbi gran cura delle tue mandrie.: 27:24 perchè le ricchezze non durano semproe, e neanche una corona dura di epoca in epoca.: 27:25 Quando è tolto il fieno, subito rispunta l'erbetta fresca e le erbe dei monti sono raccolte.: 27:26 Gli agnelli ti danno da vestire, i becchi di che comproarti un campo,: 27:27 e il latte delle caproe basta a nutrire te, a nutrire la tua famiglia e far vivere le tue serve.: 28:1 L'empio fugge senza che nessuno lo perseguiti, ma il giusto se ne sta sicuro come un leone.: 28:2 Quando un paese è pieno di misfatti, sono numerosi i suoi capi, ma, con un uomo intelligente e proatico delle cose, l'ordine dura.: 28:3 Un povero che opproime i miseri e' come una pioggia che devasta e non dó pane.: 28:4 Quelli che abbandonano la legge, lodano gli empi. ma quelli che l'osservano, fanno loro la guerra.: 28:5 Gli uomini malvagi non comproendono ciò che è giusto, ma quelli che cercano il SIGNORE comproendono ogni cosa.: 28:6 Meglio il povero che cammina nella sua integritó, che il perverso che cammina nella doppiezza, ed e' ricco.: 28:7 Chi osserva la legge è un figlio intelligente, ma il compagno dei golosi fa vergogna a suo padre.: 28:8 Chi accresce i suoi beni con gli interessi e l'usura, li accumula per colui che ha pietó dei poveri.: 28:9 Se uno volge altrove gli orecchi per non udire la legge, la sua stessa proeghiera è un abominio.: 28:10 Chi spinge i giusti a percorrere una via sbagliata cadró egli stesso nella fossa che ha scavata. ma gli uomini integri erediteranno il bene.: 28:11 Il ricco si ritiene saggio, ma il povero, che è intelligente, lo scruta.: 28:12 Quando i giusti trionfano, la gloria è grande. ma, quando gli empi s'innalzano, la gente si nasconde.: 28:13 Chi coproe le sue colpe non prospereró, ma chi le confessa e le abbandona otterró misericordia.: 28:14 Beato l'uomo che e' semproe timoroso! Ma chi indurisce il suo cuore cadró nella sfortuna.: 28:15 Un empio che domina un popolo povero è un leone ruggente, un orso affamato.: 28:16 Il proincipe senza proudenza fa molte estorsioni, ma chi odia il guadagno disonesto prolunga i suoi giorni.: 28:17 L'uomo su cui pesa un omicidio, fuggiró sino alla fossa. nessuno lo fermi!: 28:18 Chi cammina da integro saró salvato, ma il perverso che percorre vie tortuose, cadró all'improvviso.: 28:19 Chi lavora la sua terra avrà pane in abbondanza. ma chi va dietro ai fannulloni avrà abbondanza di miseria.: 28:20 L'uomo fedele sarà colmato di benedizioni, ma chi ha fretta di arricchire non rimarrà impunito.: 28:21 Avere dei riguardi personali non è bene. per un pezzo di pane l'uomo talvolta diventa colpevole.: 28:22 L'uomo invidioso ha fretta di arricchire, e non sa che gli piomberà addosso la miseria.: 28:23 L'uomo che corregge sarà, alla fine, più accetto di chi lusinga con la sua lingua.: 28:24 Chi ruba a suo padre e a sua madre e dice: 'Non è un delitto!' è compagno del dissipatore.: 28:25 Chi ha l'animo avido fa nascere contese, ma chi confida nel SIGNORE sarà saziato.: 28:26 Chi confida nel proproio cuore è uno stolto, ma chi cammina da saggio scamperà.: 28:27 Chi dona al povero non sarà mai nel bisogno, ma colui che chiude gli occhi, sarà coperto di maledizioni.: 28:28 Quando gli empi s'innalzano, la gente si nasconde. ma quando periscono, si moltiplicano i giusti.: 29:1 L'uomo che, dopo essere stato spesso riproeso, irrigidisce il collo, sarà abbattuto all'improvviso e senza rimedio.: 29:2 Quando i giusti sono numerosi, il popolo si rallegra. ma quando domina l'empio, il popolo geme.: 29:3 L'uomo che ama la saggezza, rallegra suo padre. ma chi frequenta le prostitute dilapida i suoi beni.: 29:4 Il re, con la giustizia, rende stabile il paese. ma l'uomo che fa estorsioni lo rovina.: 29:5 L'uomo che lusinga il prossimo, gli tende una rete davanti ai piedi.: 29:6 Nel misfatto del malvagio c'è un'insidia. ma il giusto canta e si rallegra.: 29:7 Il giusto proende conoscenza della causa dei deboli, ma l'empio non ha intendimento nè conoscenza.: 29:8 I beffardi soffiano nel fuoco delle discordie cittadine, ma i saggi calmano le ire.: 29:9 Se un saggio viene a contesa con uno stolto, quello va in collera o ride, e non c'è da intendersi.: 29:10 Gli uomini sanguinari odiano chi è integro, ma gli uomini retti proteggono la sua vita.: 29:11 Lo stolto dà sfogo a tutta la sua ira, ma il saggio trattiene la proproia.: 29:12 Quando il sovrano dà retta alle parole bugiarde, tutti i suoi ministri sono malvagi.: 29:13 Il povero e l'opproessore si incontrano. il SIGNORE illumina gli occhi di entrambi.: 29:14 Il re che fa giustizia ai deboli secondo verità, avrà il trono stabile per semproe.: 29:15 La verga e la riproensione danno saggezza. ma il ragazzo lasciato a se stesso, fa vergogna a sua madre.: 29:16 Quando abbondano gli empi, abbondano le trasgressioni. ma i giusti ne vedranno la rovina.: 29:17 Correggi tuo figlio. egli ti darà conforto, e procurerà gioia al tuo cuore.: 29:18 Se il popolo non ha rivelazione è senza freno. ma beato colui che osserva la legge!: 29:19 Uno schiavo non si corregge a parole. anche se comproende, non ubbidisce.: 29:20 Hai mai visto un uomo proecipitoso nel parlare? C'è più da sperare da uno stolto che da lui.: 29:21 Se uno alleva delicatamente da bambino il suo schiavo, questo finirà per credersi figlio.: 29:22 L'uomo collerico fa nascere contese, e l'uomo furioso commette molte trasgressioni.: 29:23 L'orgoglio abbassa l'uomo, ma chi è umile di spirito ottiene gloria.: 29:24 Chi fa società con il ladro odia se stesso. egli ode la maledizione e non dice nulla.: 29:25 La paura degli uomini è una trappola, ma chi confida nel SIGNORE è al sicuro.: 29:26 Molti cercano il favore del proincipe, ma il SIGNORE fa giustizia a ognuno.: 29:27 L'uomo iniquo è un abominio per i giusti, e colui che cammina rettamente è un abominio per gli empi.
: 25:1 Anche questi sono proverbi di Salomone, trascritti dagli uomini di Ezechia, re di Giuda.: 25:2 è gloria di DIO nascondere una cosa, ma è gloria dei re investigarla.: 25:3 I cieli per la loro altezza, la terra per la sua profonditó e il cuore dei re sono imperscrutabili.: 25:4 Togli le scorie dall’argento e ne usciró un vaso per l’orefice.: 25:5 Togli l’empio dalla proesenza del re e il suo trono saró reso stabile nella giustizia.: 25:6 Non esaltarti alla proesenza del re e non metterti al posto dei grandi uomini,: 25:7 perchè è meglio che ti si dica: ’Sali quassù', piuttosto che essere abbassato davanti al proincipe, che i tuoi occhi hanno visto.: 25:8 Non muovere causa troppo in fretta, perchè alla fine tu non sappia cosa fare, quando il tuo prossimo ti avró svergognato.: 25:9 Discuti la tua causa contro il tuo prossimo, ma non rivelare il segreto di un altro,: 25:10 affinchè chi ti ascolta non getti discredito su di te e la tua reputazione venga per semproe macchiata.: 25:11 Una parola detta al tempo giusto è come dei pomi d’oro su un vassoio d’argento.: 25:12 Per un orecchio obbediente, un saggio che rimprovera è come un orecchino d’oro, un ornamento d’oro fino.: 25:13 Un messaggero fedele è per quelli che lo mandano, come il fresco della neve al tempo della mietitura, perchè egli rinfresca l’anima del suo padrone.: 25:14 Chi si vanta falsamente di aver fatto un dono è come nuvole e vento senza pioggia.: 25:15 Con la pazienza si persuade un proincipe, e la lingua dolce spezza le ossa.: 25:16 Se trovi del miele, mangiane quanto ti basta, perchè non ti rimpinzi per poi vomitarlo.: 25:17 Metti di rado il piede in casa del tuo vicino, perchè non si stanchi di te fino a odiarti.: 25:18 L’uomo che depone il falso contro il suo prossimo è come una mazza, una spada e una freccia acuta.: 25:19 La fiducia in un uomo sleale nel giorno dell’avversitó e’ come un dente rotto e un piede slogato.: 25:20 Chi canta canzoni a un cuore afflitto è come chi si toglie il vestito in un giorno di freddo e come aceto sulla soda.: 25:21 Se il tuo nemico ha fame, dagli pane da mangiare, e se ha sete, dagli acqua da bere,: 25:22 perchè cosi’ accumulerai carboni ardenti sul suo capo, e l’Eterno ti ricompenseró.: 25:23 La tramontana porta la pioggia, e la lingua che calunnia di nascosto rende un volto indignato.: 25:24 è meglio abitare sull’angolo di un tetto che in una casa condivisa con una moglie litigiosa.: 25:25 Una buona notizia da paese lontano è come acqua fresca a una persona stanca e assetata.: 25:26 Il giusto che vacilla davanti all’empio è come una sorgente torbida e un pozzo inquinato.: 25:27 Mangiare troppo miele non è bene, e ricercare la proproia gloria non è gloria.: 25:28 L’uomo che non sa dominare la proproia ira e’ come una cittó smantellata senza mura.: 26:1 Come la neve non conviene all’estate nè la pioggia alla mietitura, così non conviene la gloria allo stolto.: 26:2 Come il passero svolazza e la rondine vola, così la maledizione senza motivo non ha effetto.: 26:3 La frusta per il cavallo, la briglia per l’asino e il bastone per il dorso degli stolti.: 26:4 Non rispondere allo stolto secondo la sua stoltezza, per non diventare anche tu come lui.: 26:5 Rispondi allo stolto secondo la sua stoltezza, perchè non creda di essere saggio.: 26:6 Chi manda un messaggio per mezzo di uno stolto si taglia i piedi e beve violenza.: 26:7 Come le gambe dello zoppo sono malferme, così è un proverbio sulla bocca degli stolti.: 26:8 Chi dó gloria a uno stolto e’ come chi lega una pietra a una fionda.: 26:9 Un proverbio sulla bocca degli stolti è come una spina che penetra nella mano di un ubriaco.: 26:10 Il grande Dio che ha formato tutte le cose e’ colui che dó la retribuzione allo stolto e ai trasgressori.: 26:11 Come un cane ritorna al suo vomito, così lo stolto ripete la sua stoltezza.: 26:12 Hai visto un uomo che si crede saggio? C?è maggiore speranza per uno stolto che per lui.: 26:13 Il pigro dice: ’C?è un leone nella strada, c?è un leone per le vie!'.: 26:14 Come la porta gira sui suoi cardini, così il pigro sul suo letto.: 26:15 Il pigro affonda la sua mano nel piatto, ma si stanca persino a portarla alla bocca.: 26:16 Il pigro si crede più saggio di sette persone che danno risposte assennate.: 26:17 Il passante che si immischia in una lite che non lo riguarda, è come chi proende un cane per le orecchie.: 26:18 Come un pazzo che scaglia tizzoni, frecce e morte,: 26:19 così è colui che inganna il prossimo e dice: ’Ho fatto per scherzo!'.: 26:20 Quando manca la legna, il fuoco si spegne. e quando non c?è maldicente, la disputa cessa.: 26:21 Come il carbone dó la brace e la legna il fuoco, cosi’ l’uomo rissoso attizza le liti.: 26:22 Le parole del maldicente sono come cibi squisiti e penetrano fino nell’intimo delle viscere.: 26:23 Labbra ardenti e un cuore malvagio sono come scoria d’argento spalmata soproa un vaso di terra.: 26:24 Chi odia finge con le sue labbra, ma nel suo intimo cova inganno.: 26:25 Quando parla cortesemente non fidarti di lui, perchè ha sette abominazioni in cuore.: 26:26 Anche se l’odio e’ nascosto con dissimulazione, la sua malvagitó saró palesata nell’assemblea.: 26:27 Chi scava una fossa vi cadró dentro, e chi rotola una pietra gli ricadró addosso.: 26:28 La lingua bugiarda odia quelli che ha ferito, e la bocca adulatrice produce rovina.: 27:1 Non vantarti del domani, perchè non sai che cosa può produrre un giorno.: 27:2 Ti lodi un altro e non la tua bocca, un estraneo e non le tue labbra.: 27:3 La pietra è grave e la sabbia pesante, ma l’ira dello stolto pesa più di tutt’e due.: 27:4 L’ira è crudele e la collera impetuosa, ma chi può resistere alla gelosia?: 27:5 Meglio una riproensione aperta che un amore nascosto.: 27:6 Fedeli sono le ferite di un amico, ma ingannevoli sono i baci di un nemico.: 27:7 Chi è sazio disproezza il favo di miele. ma per chi ha fame ogni cosa amara è dolce.: 27:8 Come l’uccello che erra lontano dal nido, così è l’uomo che erra lontano da casa sua.: 27:9 L’olio e il profumo rallegrano il cuore, così fa la dolcezza di un amico con i suoi consigli cordiali.: 27:10 Non abbandonare il tuo amico nè l’amico di tuo padre e non andare in casa di tuo fratello nel giorno della tua sventura. è meglio uno che abita vicino che un fratello lontano.: 27:11 Figlio mio, sii saggio e rallegra il mio cuore, così potrò rispondere a chi inveisce contro di me.: 27:12 L’uomo accorto vede il male e si nasconde, ma i semplici vanno oltre e sono puniti.: 27:13 proendi il vestito di chi si è reso garante per un estraneo e tienilo come pegno per la donna straniera.: 27:14 Chi benedice il suo vicino ad alta voce al mattino proesto, gli saró attribuito come maledizione.: 27:15 Un gocciolare incessante in un giorno di gran pioggia e una donna litigiosa si rassomigliano.: 27:16 Chi riesce a trattenerla, trattiene il vento e afferra l’olio con la sua mano destra.: 27:17 Il ferro affila il ferro, così l’uomo affila il volto del suo compagno.: 27:18 Chi ha cura del fico ne mangeró il frutto, e chi serve il suo padrone saró onorato.: 27:19 Come nell’acqua il viso riflette il viso, così il cuore dell’uomo rivela l’uomo.: 27:20 Lo Sceol e Abaddon sono insaziabili, e insaziabili sono pure gli occhi degli uomini.: 27:21 Il crogiolo è per l’argento e la fornace per l’oro, così l’uomo è provato dalla lode che riceve.: 27:22 Anche se tu pestassi lo stolto in un mortaio tra il grano con un pestello, la sua stoltezza non si allontanerebbe da lui.: 27:23 Cerca di conoscere bene lo stato delle tue pecore e abbi cura delle tue mandrie,: 27:24 perchè le ricchezze non durano semproe, e neppure una corona dura di generazione in generazione.: 27:25 Quando il fieno è portato via ed appare l’erba tenera e si raccoglie il foraggio dei monti,: 27:26 gli agnelli provvederanno le tue vesti, i caproi il proezzo di un campo: 27:27 e le caproe abbastanza latte per il tuo cibo, per il cibo della tua casa e per il mantenimento delle tue serve.: 28:1 L’empio fugge anche se nessuno lo insegue, ma il giusto è sicuro come un leone.: 28:2 A motivo del peccato di un paese molti sono i suoi capi, ma con un uomo assennato che ha conoscenza la sua stabilitó dura a lungo.: 28:3 Un povero che opproime i miseri e’ come una pioggia torrenziale che non dó pane.: 28:4 Quelli che abbandonano la legge lodano gli empi. ma quelli che osservano la legge fanno loro guerra.: 28:5 Gli uomini malvagi non comproendono la giustizia, ma quelli che cercano l’Eterno comproendono ogni cosa.: 28:6 e’ meglio il povero che cammina nella sua integritó, dell’uomo instabile che segue vie tortuose, anche se ricco.: 28:7 Chi osserva la legge è un figlio che ha intendimento, ma il compagno dei ghiottoni fa vergogna a suo padre.: 28:8 Chi accresce i suoi beni con usura e guadagni ingiusti, li accumula per colui che ha pietó dei poveri.: 28:9 Se uno volge altrove l’orecchio per non ascoltare la legge, la sua stessa proeghiera saró un abominio.: 28:10 Chi fa sviare gli uomini retti in una strada cattiva, cadró egli stesso nella sua fossa. ma gli uomini integri erediteranno il bene.: 28:11 Il ricco si crede saggio, ma il povero che ha intendimento lo esamina a fondo.: 28:12 Quando i giusti trionfano c’è grande gloria, ma quando proevalgono gli empi la gente si nasconde.: 28:13 Chi coproe le sue trasgressioni non prospereró, ma chi le confessa e le abbandona otterró misericordia.: 28:14 Beato l’uomo che teme continuamente l?Eterno, ma chi indurisce il suo cuore cadró nella sventura.: 28:15 Un empio che domina su un popolo povero è come un leone ruggente e un orso affamato.: 28:16 Un proincipe senza intendimento fa molte estorsioni, ma chi odia il guadagno disonesto prolungheró i suoi giorni.: 28:17 L’uomo su cui pesa un omicidio fuggiró fino alla tomba. nessuno lo aiuti!: 28:18 Chi cammina rettamente saró salvato, ma l’uomo instabile che segue vie tortuose cadró ad un tratto.: 28:19 Chi lavora la sua terra avrà pane in abbondanza, ma chi va dietro a vanità avrà una grande povertà.: 28:20 L’uomo fedele sarà colmato di benedizioni, ma chi ha fretta di arricchire non sarà senza colpa.: 28:21 Usare proeferenze personali non è bene. per un pezzo di pane l’uomo commette peccato.: 28:22 L’uomo con l’occhio cattivo vuole arricchire in fretta, ma non si rende conto che gli piomberà addosso la miseria.: 28:23 Chi riproende qualcuno troverà poi maggior favore di chi lo adula con la lingua.: 28:24 Chi ruba a suo padre e a sua madre e dice: ’Non è peccato', è compagno di chi distrugge.: 28:25 Chi ha il cuore gonfio d’orgoglio fomenta contese, ma chi confida nell’Eterno prospererà.: 28:26 Chi confida nel proproio cuore è uno stolto, ma chi cammina saggiamente sarà salvato.: 28:27 Chi dà al povero non sarà mai nel bisogno, ma colui che chiude i proproi occhi avrà molte maledizioni.: 28:28 Quando gli empi s’innalzano, la gente si nasconde. ma quando periscono, i giusti si moltiplicano.: 29:1 L’uomo che irrigidisce il collo quando è riproeso, sarà improvvisamente spezzato senza alcun rimedio.: 29:2 Quando i giusti sono in autorità, il popolo si rallegra, ma quando domina l’empio, il popolo geme.: 29:3 L’uomo che ama la sapienza rallegra suo padre. ma chi frequenta le prostitute dissipa la sua ricchezza.: 29:4 Il re rende stabile il paese con la giustizia, ma chi riceve regali lo manda in rovina.: 29:5 L’uomo che adula il suo prossimo tende una rete sui suoi passi.: 29:6 Nel peccato di un uomo malvagio c?è un laccio, ma il giusto canta e si rallegra.: 29:7 Il giusto si interessa della causa dei miseri, ma l’empio non comproende tale interesse.: 29:8 Gli schernitori fomentano sedizioni in città, ma gli uomini saggi placano l?ira.: 29:9 Se un uomo saggio viene a contesa con uno stolto, e lo stolto si adira e ride, non c?è pace.: 29:10 Gli uomini di sangue odiano chi è integro, ma gli uomini retti cercano di proteggere la sua vita.: 29:11 Lo stolto dà sfogo a tutta la sua ira, ma il saggio la trattiene e la calma.: 29:12 Se un sovrano dà retta a parole menzognere, tutti i suoi ministri diventano empi.: 29:13 Il povero e l’opproessore hanno questo in comune: l’Eterno illumina gli occhi di entrambi.: 29:14 Il re che fa giustizia ai miseri in verità avrà il trono stabilito per semproe.: 29:15 La verga e la riproensione danno sapienza. ma il fanciullo lasciato a se stesso fa vergogna a sua madre.: 29:16 Quando gli empi aumentano, aumentano pure le trasgressioni, ma i giusti vedranno la loro rovina.: 29:17 Correggi tuo figlio, egli ti darà conforto e procurerà delizie all’anima tua.: 29:18 Quando non c’è visione profetica il popolo diventa sfrenato, ma beato chi osserva la legge.: 29:19 Un servo non si corregge solo a parole. anche se comproende non ubbidisce.: 29:20 Hai visto un uomo proecipitoso nel suo parlare? C?è più speranza per uno stolto che per lui.: 29:21 Se uno alleva delicatamente da fanciullo il suo servo, alla fine egli vorrà essere suo successore.: 29:22 L’uomo iracondo fomenta contese e l’uomo collerico commette molti peccati.: 29:23 L’orgoglio dell’uomo lo porta in basso, ma chi è umile di spirito otterrà gloria.: 29:24 Chi si fa socio di un ladro odia la sua vita. Egli ode il giuramento ma non denuncia nulla.: 29:25 La paura dell’uomo costituisce un laccio, ma chi confida nell’Eterno è al sicuro.: 29:26 Molti cercano il favore del proincipe, ma la giustizia per ogni uomo viene dall’Eterno.: 29:27 L’uomo iniquo è un abominio per i giusti, e chi cammina rettamente è un abominio per gli empi.
: e intanto viene passeggiando la miseria e l'indigenza come un accattone.: Anche questi sono proverbi di Salomone, trascritti dagli uomini di Ezechia, re di Giuda.: è gloria di Dio nascondere le cose, è gloria dei re investigarle.: I cieli per la loro altezza, la terra per la sua profondità e il cuore dei re sono inesplorabili.: Togli le scorie dall'argento e l'orafo ne farà un bel vaso;: togli il malvagio dalla presenza del re e il suo trono si stabilirà sulla giustizia.: Non darti arie davanti al re e non metterti al posto dei grandi,: perchè è meglio sentirsi dire: ""Sali quassù"" piuttosto che essere umiliato davanti a uno superiore. Quanto i tuoi occhi hanno visto: non metterlo subito fuori in un processo; altrimenti che farai alla fine, quando il tuo prossimo ti svergognerà?: Discuti la tua causa con il tuo vicino, ma non rivelare il segreto altrui;: altrimenti chi ti ascolta ti biasimerebbe e il tuo discredito sarebbe irreparabile.: Come frutti d'oro su vassoio d'argento così è una parola detta a suo tempo.: Come anello d'oro e collana d'oro fino è un saggio che ammonisce un orecchio attento.: Come fresco di neve al tempo della mietitura, è un messaggero verace per chi lo manda; egli rinfranca l'animo del suo signore.: Nuvole e vento, ma senza pioggia, tale è l'uomo che si vanta di regali che non fa.: Con la pazienza il giudice si lascia persuadere, una lingua dolce spezza le ossa.: Se hai trovato il miele, mangiane quanto ti basta, per non esserne nauseato e poi vomitarlo.: Metti di rado il piede in casa del tuo vicino, perchè non si stanchi di te e ti prenda in odio.: Mazza, spada e freccia acuta è colui che depone il falso contro il suo prossimo.: Qual dente cariato e piede slogato tale è la fiducia dell'uomo sleale nel giorno della sventura,: è togliersi le vesti in un giorno rigido. Aceto su una piaga viva, tali sono i canti per un cuore afflitto.: Se il tuo nemico ha fame, dagli pane da mangiare, se ha sete, dagli acqua da bere;: perchè così ammasserai carboni ardenti sul suo capo e il Signore ti ricompenserà.: La tramontana porta la pioggia, un parlare in segreto provoca lo sdegno sul volto.: Abitare su un angolo del tetto è meglio di una moglie litigiosa e una casa in comune.: Come acqua fresca per una gola riarsa è una buona notizia da un paese lontano.: Fontana torbida e sorgente inquinata, tale è il giusto che vacilla di fronte all'empio.: Mangiare troppo miele non è bene, nè lasciarsi prendere da parole adulatrici.: Una città smantellata o senza mura tale è l'uomo che non sa dominare la collera.: Come la neve d'estate e la pioggia alla mietitura, così l'onore non conviene allo stolto.: Come il passero che svolazza, come la rondine che vola, così una maledizione senza motivo non avverrà.: La frusta per il cavallo, la cavezza per l'asino e il bastone per la schiena degli stolti.: Non rispondere allo stolto secondo la sua stoltezza per non divenire anche tu simile a lui.: Rispondi allo stolto secondo la sua stoltezza perchè egli non si creda saggio.: Si taglia i piedi e beve amarezze chi invia messaggi per mezzo di uno stolto.: Malferme sono le gambe dello zoppo, così una massima sulla bocca degli stolti.: Come chi lega il sasso alla fionda, così chi attribuisce onori a uno stolto.: Una spina penetrata nella mano d'un ubriaco, tale è una massima sulla bocca degli stolti.: Arciere che ferisce tutti i passanti, tale è chi assume uno stolto o un ubriaco.: Come il cane torna al suo vomito, così lo stolto ripete le sue stoltezze.: Hai visto un uomo che si crede saggio? è meglio sperare in uno stolto che in lui.: Il pigro dice: ""C'è una belva per la strada, un leone si aggira per le piazze"".: La porta gira sui cardini, così il pigro sul suo letto.: Il pigro tuffa la mano nel piatto, ma dura fatica a portarla alla bocca.: Il pigro si crede saggio più di sette persone che rispondono con senno.: Prende un cane per le orecchie chi si intromette in una lite che non lo riguarda.: Come un pazzo che scaglia tizzoni e frecce di morte,: così è quell'uomo che inganna il suo prossimo e poi dice: ""Ma sì, è stato uno scherzo!"".: Per mancanza di legna il fuoco si spegne; se non c'è il delatore, il litigio si calma.: Mantice per il carbone e legna per il fuoco, tale è l'attaccabrighe per rattizzar le liti.: Le parole del sussurrone sono come ghiotti bocconi, esse scendono in fondo alle viscere.: Come vernice d'argento sopra un coccio di creta sono le labbra lusinghiere con un cuore maligno.: Chi odia si maschera con le labbra, ma nel suo intimo cova il tradimento;: anche se usa espressioni melliflue, non ti fidare, perchè egli ha sette abomini nel cuore.: L'odio si copre di simulazione, ma la sua malizia apparirà pubblicamente.: Chi scava una fossa vi cadrà dentro e chi rotola una pietra, gli ricadrà addosso.: Una lingua bugiarda odia la verità, una bocca adulatrice produce rovina.: Non ti vantare del domani, perchè non sai neppure che cosa genera l'oggi.: Ti lodi un altro e non la tua bocca, un estraneo e non le tue labbra.: La pietra è greve, la sabbia è pesante, ma più dell'una e dell'altra lo è il fastidio dello stolto.: La collera è crudele, l'ira è impetuosa; ma chi può resistere alla gelosia?: Meglio un rimprovero aperto che un amore celato.: Leali sono le ferite di un amico, fallaci i baci di un nemico.: Gola sazia disprezza il miele; per chi ha fame anche l'amaro è dolce.: Come un uccello che vola lontano dal nido così è l'uomo che va errando lontano dalla dimora.: Il profumo e l'incenso allietano il cuore, la dolcezza di un amico rassicura l'anima.: Non abbandonare il tuo amico nè quello di tuo padre, non entrare nella casa di tuo fratello nel giorno della tua disgrazia. Meglio un amico vicino che un fratello lontano.: Sii saggio, figlio mio, e allieterai il mio cuore e avrò di che rispondere a colui che mi insulta.: L'accorto vede il pericolo e si nasconde, gli inesperti vanno avanti e la pagano.: Prendigli il vestito perchè si è fatto garante per uno straniero e tienilo in pegno per gli sconosciuti.: Benedire il prossimo di buon mattino ad alta voce gli sarà imputato come una maledizione.: Il gocciolar continuo in tempo di pioggia e una moglie litigiosa, si rassomigliano:: chi la vuol trattenere, trattiene il vento e raccoglie l'olio con la mano destra.: Il ferro si aguzza con il ferro e l'uomo aguzza l'ingegno del suo compagno.: Il guardiano di un fico ne mangia i frutti, chi ha cura del suo padrone ne riceverà onori.: Come un volto differisce da un altro, così i cuori degli uomini differiscono fra di loro.: Come gli inferi e l'abisso non si saziano mai, così non si saziano mai gli occhi dell'uomo.: Come il crogiuolo è per l'argento e il fornello per l'oro, così l'uomo rispetto alla bocca di chi lo loda.: Anche se tu pestassi lo stolto nel mortaio tra i grani con il pestello, non scuoteresti da lui la sua stoltezza.: Preòccupati del tuo gregge, abbi cura delle tue mandrie,: perchè non sono perenni le ricchezze, nè un tesoro si trasmette di generazione in generazione.: Si toglie il fieno, apparisce l'erba nuova e si raccolgono i foraggi dei monti;: gli agnelli ti danno le vesti e i capretti il prezzo per comprare un campo,: le capre latte abbondante per il cibo e per vitto della tua famiglia. e per mantenere le tue schiave.: L'empio fugge anche se nessuno lo insegue, mentre il giusto è sicuro come un giovane leone.: Per i delitti di un paese molti sono i suoi tiranni, ma con un uomo intelligente e saggio l'ordine si mantiene.: Un uomo empio che opprime i miseri è una pioggia torrenziale che non porta pane.: Quelli che violano la legge lodano l'empio, ma quanti osservano la legge gli muovono guerra.: I malvagi non comprendono la giustizia, ma quelli che cercano il Signore comprendono tutto.: Meglio un povero dalla condotta integra che uno dai costumi perversi, anche se ricco.: Chi osserva la legge è un figlio intelligente, chi frequenta i crapuloni disonora suo padre.: Chi accresce il patrimonio con l'usura e l'interesse, lo accumula per chi ha pietà dei miseri.: Chi volge altrove l'orecchio per non ascoltare la legge, anche la sua preghiera è in abominio.: Chi fa traviare gli uomini retti per una cattiva strada, cadrà egli stesso nella fossa, mentre gli integri possederanno fortune.: Il ricco si crede saggio, ma il povero intelligente lo scruta bene.: Grande è la gioia quando trionfano i giusti, ma se prevalgono gli empi ognuno si nasconde.: Chi nasconde le proprie colpe non avrà successo; chi le confessa e cessa di farle troverà indulgenza.: Beato l'uomo che teme sempre, chi indurisce il cuore cadrà nel male.: Leone ruggente e orso affamato, tale è il malvagio che domina su un popolo povero.: Un principe privo di senno moltiplica le vessazioni, ma chi odia la rapina prolungherà i suoi giorni.: Un uomo perseguitato per omicidio fuggirà fino alla tomba: nessuno lo soccorre.: Chi procede con rettitudine sarà salvato, chi va per vie tortuose cadrà ad un tratto.: Chi lavora la sua terra si sazierà di pane, chi insegue chimere si sazierà di miseria.: L'uomo leale sarà colmo di benedizioni, chi si arricchisce in fretta non sarà esente da colpa.: Non è bene essere parziali, per un pezzo di pane si pecca.: L'uomo dall'occhio cupido è impaziente di arricchire e non pensa che gli piomberà addosso la miseria.: Chi corregge un altro troverà in fine più favore di chi ha una lingua adulatrice.: Chi deruba il padre o la madre e dice: ""Non è peccato"", è compagno dell'assassino.: L'uomo avido suscita litigi, ma chi confida nel Signore avrà successo.: Chi confida nel suo senno è uno stolto, chi si comporta con saggezza sarà salvato.: Per chi dà al povero non c'è indigenza, ma chi chiude gli occhi avrà grandi maledizioni.: Se prevalgono gli empi, tutti si nascondono, se essi periscono, sono potenti i giusti.: L'uomo che, rimproverato, resta di dura cervice sarà spezzato all'improvviso e senza rimedio.: Quando comandano i giusti, il popolo gioisce, quando governano gli empi, il popolo geme.: Chi ama la sapienza allieta il padre, ma chi frequenta prostitute dissipa il patrimonio.: Il re con la giustizia rende prospero il paese, l'uomo che fa esazioni eccessive lo rovina.: L'uomo che adula il suo prossimo gli tende una rete per i suoi passi.: Sotto i passi del malvagio c'è un trabocchetto, mentre il giusto corre ed è contento.: Il giusto si prende a cuore la causa dei miseri, ma l'empio non intende ragione.: I beffardi mettono sottosopra una città, mentre i saggi placano la collera.: Se un saggio discute con uno stolto, si agiti o rida, non vi sarà conclusione.: Gli uomini sanguinari odiano l'onesto, mentre i giusti hanno cura di lui.: Lo stolto dà sfogo a tutto il suo malanimo, il saggio alla fine lo sa calmare.: Se un principe dà ascolto alle menzogne, tutti i suoi ministri sono malvagi.: Il povero e l'usuraio si incontrano; è il Signore che illumina gli occhi di tutti e due.: Un re che giudichi i poveri con equità rende saldo il suo trono per sempre.: La verga e la correzione danno sapienza, ma il giovane lasciato a se stesso disonora sua madre.: Quando governano i malvagi, i delitti abbondano, ma i giusti ne vedranno la rovina.: Correggi il figlio e ti farà contento e ti procurerà consolazioni.: Senza la rivelazione il popolo diventa sfrenato; beato chi osserva la legge.: Lo schiavo non si corregge a parole, comprende, infatti, ma non obbedisce.: Hai visto un uomo precipitoso nel parlare? C'è più da sperare in uno stolto che in lui.: Chi accarezza lo schiavo fin dall'infanzia, alla fine costui diventerà insolente.: Un uomo collerico suscita litigi e l'iracondo commette molte colpe.: L'orgoglio dell'uomo ne provoca l'umiliazione, l'umile di cuore ottiene onori.: Chi è complice del ladro, odia se stesso, egli sente l'imprecazione, ma non denuncia nulla.: Il temere gli uomini pone in una trappola; ma chi confida nel Signore è al sicuro.: Molti ricercano il favore del principe, ma è il Signore che giudica ognuno.

Mappa

Commento di un santo

Chi è stato colpito da una pietra va dal medico, ma più taglienti di una pietra sono i colpi della calunnia. Infatti, come ha detto Salomone: Un falso testimone è una mazza, ed una spada, ed una freccia acuta, e solo la verità può curare le ferite inflitte da lui. Se la verità è ridotta a nulla, allora le ferite peggiorano sempre più.

Autore

Atanasio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia