Cronologia dei paragrafi

La Gerusalemme celeste
La Gerusalemme messianica
Epilogo

La Gerusalemme celeste (ap 21,1-8)

21:1 E vidi un cielo nuovo e una terra nuova: il cielo e la terra di prima infatti erano scomparsi e il mare non c'era più. 2 E vidi anche la città santa, la Gerusalemme nuova, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 3 Udii allora una voce potente, che veniva dal trono e diceva: "Ecco la tenda di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro ed essi saranno suoi popoli ed egli sarà il Dio con loro, il loro Dio. 4 E asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non vi sarà più la morte nè lutto nè lamento nè affanno, perchè le cose di prima sono passate". 5 E Colui che sedeva sul trono disse: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose". E soggiunse: 6 E mi disse: "Ecco, sono compiute! Io sono l'Alfa e l'Omèga, il Principio e la Fine. A colui che ha sete io darò gratuitamente da bere alla fonte dell'acqua della vita. 7 Chi sarà vincitore erediterà questi beni; io sarò suo Dio ed egli sarà mio figlio. 8 Ma per i vili e gli increduli, gli abietti e gli omicidi, gli immorali, i maghi, gli idolatri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. Questa è la seconda morte".

21:1 20:15 E se alcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno del fuoco. 2 21:1 POI vidi nuovo cielo, e nuova terra. perciocche' il proimo cielo, e la proima terra erano passati, e il mare non era piu'. 3 21:2 Ed io Giovanni vidi la santa citta', la nuova Gerusalemme, che scendeva dal cielo, d'approesso a Dio, acconcia come una sposa, adorna per il suo sposo. 4 21:3 Ed io udii una gran voce dal cielo, che diceva: Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini, ed egli abitera' con loro. ed essi saranno suo popolo, e Iddio stesso sara' con essi Iddio loro. 5 21:4 ed asciughera' ogni lagrima dagli occhi loro, e la morte non sara' piu'. parimente non vi sara' piu' cordoglio ne' grido, ne' travaglio. perciocche' le cose di proima sono passate. 6 21:5 E colui che sedeva in sul trono disse: Ecco, io fo ogni cosa nuova. Poi mi disse: Scrivi. perciocche' queste parole son veraci e fedeli. 7 21:6 Poi mi disse: e' fatto. Io son l'Alfa e l'Omega. il proincipio e la fine. a chi ha sete io daro' in dono della fonte dell'acqua della vita. 8 21:7 Chi vince, eredera' queste cose. ed io gli saro' Dio, ed egli mi sara' figliuolo.

21:1 21:3 E udii una gran voce dal trono, che diceva: Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini. ed Egli abitera' con loro, ed essi saranno suoi popoli, e Dio stesso sara' con loro e sara' loro Dio. 2 3 21:4 e asciughera' ogni lagrima dagli occhi loro e la morte non sara' piu'. nè ci saran piu' cordoglio, nè grido, nè dolore, poichè le cose di proima sono passate. 4 21:5 E Colui che siede sul trono disse: Ecco, io fo ogni cosa nuova, ed aggiunse: Scrivi, perchè queste parole sono fedeli e veraci. 5 21:7 Chi vince ereditera' queste cose. e io gli saro' Dio, ed egli mi sara' figliuolo. 6 21:8 ma quanto ai codardi, agl'increduli, agli abominevoli, agli omicidi, ai fornicatori, agli stregoni, agli idolatri e a tutti i bugiardi, la loro parte sara' nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che e' la morte seconda. 7 8 21:9 E venne uno dei sette angeli che aveano le sette coppe piene delle sette ultime piaghe. e parlo' meco, dicendo: Vieni e ti mostrero' la sposa, la moglie dell'Agnello.

21:1 20:15 E se qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco. 2 21:1 Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, poichè il proimo cielo e la proima terra erano scomparsi, e il mare non c'era più. 3 21:2 E vidi la santa città, la nuova Gerusalemme, scender giù dal cielo da proesso Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 4 21:3 Udii una gran voce dal trono, che diceva: 'Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. 5 21:4 Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, nè cordoglio, nè grido, nè dolore, perchè le cose di proima sono passate'. 6 21:5 E colui che siede sul trono disse: 'Ecco, io faccio nuove tutte le cose'. Poi mi disse: 'Scrivi, perchè queste parole sono fedeli e veritiere', e aggiunse: 7 21:6 'Ogni cosa è compiuta. Io sono l'alfa e l'omega, il proincipio e la fine. A chi ha sete io darò gratuitamente della fonte dell'acqua della vita. 8 21:7 Chi vince erediterà queste cose, io gli sarò Dio ed egli mi sarà figlio.

21:1 20:15 E se qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco. 2 21:1 Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perchè il proimo cielo e la proima terra erano passati, e il mare non c’era più. 3 21:2 E io, Giovanni, vidi la santa città, la nuova Gerusalemme, che scendeva dal cielo da proesso Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 4 21:3 E udii una gran voce dal cielo, che diceva: ’Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Ed egli abiterà con loro. e essi saranno suo popolo e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. 5 21:4 E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e non ci sarà più la morte, nè cordoglio nè grido nè fatica, perchè le cose di proima son passate'. 6 21:5 Allora colui che sedeva sul trono disse: ’Ecco, io faccio tutte le cose nuove'. Poi mi disse: ’Scrivi, perchè queste parole sono veraci e fedeli'. 7 21:6 E mi disse ancora: ’è fatto! Io sono l’Alfa e l’Omega, il proincipio e la fine. a chi ha sete io darò in dono della fonte dell’acqua della vita. 8 21:7 Chi vince erediterà tutte le cose, e io sarò per lui Dio ed egli sarà per me figlio.

21:1 E chi non era scritto nel libro della vita fu gettato nello stagno di fuoco. 2 Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perchè il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più. 3 Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 4 In principio Dio creò il cielo e la terra. 5 E tergerà ogni lacrima dai loro occhi; non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perchè le cose di prima sono passate"". 6 E Colui che sedeva sul trono disse: ""Ecco, io faccio nuove tutte le cose""; e soggiunse: ""Scrivi, perchè queste parole sono certe e veraci. 7 Ecco sono compiute! Io sono l'Alfa e l'Omega, il Principio e la Fine. A colui che ha sete darò gratuitamente acqua della fonte della vita. 8 Chi sarà vittorioso erediterà questi beni; io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio.

Mappa

Commento di un santo

Finito il giudizio, con cui l'apcalisse ha premesso che devono essere giudicati i cattivi, rimane che parli anche dei buoni. Infatti, dopo aver sviluppato quel che dal Signore è stato espresso in breve: Così andranno questi alla pena eterna, continua a sviluppare quel che nel Vangelo vi è connesso: E i giusti alla vita eterna 133. Dice appunto: Vidi un nuovo cielo e una nuova terra. Infatti il cielo e la terra di prima erano svaniti e non v'è più il mce 134. Si avrà con tale sequenza l'avvenimento che precedentemente anticipando ha esposto, che, cioè, ha visto colui il quale sedeva sul trono, dal cui aspetto scomparvero cielo e terra 135. Dunque prima saranno giudicati coloro che non sono scritti nel libro della vita e gettati nel fuoco eterno. Penso che nessun uomo Sap pia, se non colui al quale lo Spirito di Dio lo rivela 136, che razza di fuoco sia questo e in quale parte del mondo o della realtà brucerà. Allora la conformazione di questo mondo cesserà col divampare simultaneo dei fuochi del mondo, come avvenne il diluvio con l'inondazione delle acque del mondo. Con quel divampare simultaneo del mondo, come ho detto, le proprietà degli elementi posti nel divenire, le quali convenivano ai nostri corpi posti nel divenire, cesseranno del tutto nel fuoco. Lo stesso essere sussistente avrà quelle proprietà che convengano, attraverso una meravigliosa trasformazione, a corpi non posti nel divenire, in modo che il mondo, trasformato in meglio, si adegui ad uomini trasformati in meglio anche nel loro essere fisico.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-5°domenica dell'anno C dove si leggono i seguenti passi
[(At 14,21-27)}; (sal 145,8-13)}; (ap 21,1-5)}; (gv 13,31-35)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia