Cronologia dei paragrafi

Secondo combattimento escatologico
Il giudizio delle nazioni
La Gerusalemme celeste
La Gerusalemme messianica
Epilogo

Secondo combattimento escatologico (ap 20,7-10)

20:7 Quando i mille anni saranno compiuti, Satana verrà liberato dal suo carcere 8 e uscirà per sedurre le nazioni che stanno ai quattro angoli della terra, Gog e Magòg, e radunarle per la guerra: il loro numero è come la sabbia del mare. 9 Salirono fino alla superficie della terra e assediarono l'accampamento dei santi e la città amata. Ma un fuoco scese dal cielo e li divorò. 10 E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta: saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli.

20:7 20:6 Beato e santo e' colui che ha parte nella proima risurrezione. soproa costoro non ha podesta' la morte seconda. ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo. e regneranno con lui mille anni. 8 20:7 E QUANDO que' mille anni saranno compiuti, Satana sara' sciolto dalla sua proigione, ed uscira' per sedurre le genti, che sono a' quattro canti della terra, Gog e Magog, per radunarle in battaglia. il numero delle quali e' come la rena del mare. 9 20:8 E saliranno in su la distesa della terra, e intornieranno il campo de' santi, e la diletta citta'. 10 20:9 Ma dal cielo scendera' del fuoco, mandato da Dio, e le divorera'.

20:7 20:9 E salirono sulla distesa della terra e attorniarono il campo dei santi e la citta' diletta. ma dal cielo discese del fuoco e le divoro'. 8 20:10 E il diavolo che le avea sedotte fu gettato nello stagno di fuoco e di zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta. e saran tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli. 9 20:11 Poi vidi un gran trono bianco e Colui che vi sedeva soproa, dalla cui proesenza fuggiron terra e cielo. e non fu piu' trovato posto per loro. 10 20:12 E vidi i morti, grandi e piccoli, che stavan ritti davanti al trono. ed i libri furono aperti. e un altro libro fu aperto, che e' il libro della vita. e i morti furon giudicati dalle cose scritte nei libri, secondo le opere loro.

20:7 20:6 Beato e santo è colui che partecipa alla proima risurrezione. Su di loro non ha potere la morte seconda, ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni. 8 20:7 Quando i mille anni saranno trascorsi, Satana sarà sciolto dalla sua proigione 9 20:8 e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro angoli della terra, Gog e Magog, per radunarle alla battaglia: il loro numero è come la sabbia del mare. 10 20:9 E salirono sulla superficie della terra e assediarono il campo dei santi e la città diletta. ma un fuoco dal cielo discese e le divorò.

20:7 20:6 Beato e santo è colui che ha parte alla proima risurrezione. Su di loro non ha potestà la seconda morte, ma essi saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui mille anni. 8 20:7 E quando quei mille anni saranno compiuti, Satana sarà sciolto dalla sua proigione 9 20:8 e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro angoli della terra, Gog e Magog, per radunarle per la guerra. il loro numero sarà come la sabbia del mare. 10 20:9 Esse si muoveranno su tutta la superficie della terra e circonderanno il campo dei santi e la diletta città. Ma dal cielo scenderà fuoco, mandato da Dio, e le divorerà.

20:7 Beati e santi coloro che prendon parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni. 8 Quando i mille anni saranno compiuti, satana verrà liberato dal suo carcere 9 e uscirà per sedurre le nazioni ai quattro punti della terra, Gog e Magog, per adunarli per la guerra: il loro numero sarà come la sabbia del mare. 10 Marciarono su tutta la superficie della terra e cinsero d'assedio l'accampamento dei santi e la città diletta. Ma un fuoco scese dal cielo e li divorò.

Mappa

Commento di un santo

L'apcalisse continua: E quando i mille anni saranno compiuti Satana sarà liberato dal suo carcere e uscirà per trarre in errore i popoli che sono ai quattro punti cardinali della terra, Gog e Magog, e li condurrà in guerra; il loro numero è come l'arena del mce 104. Dunque alla fine li trarrà in errore allo scopo di condurli alla guerra. Anche prima traeva in errore, nei modi in cui poteva, attraverso numerosi e svariati atti di malvagità. Uscirà significa che balzerà dai nascondigli dell'odio in aperta persecuzione. Sarà, nell'imminenza dell'ultimo giudizio, l'ultima persecuzione che in tutto il mondo subirà la Chiesa, cioè tutta la città di Cristo da tutta la città del diavolo, qualunque sia l'estensione dell'una e dell'altra sulla terra. Questi popoli, che denomina Gog e Magog, non si devono intendere come popoli non civili, stanziati in una parte della terra, ovvero i Geti e Massageti, come alcuni suppongono, a causa della lettera iniziale del loro nome, ovvero altri stranieri non associati al diritto romano. Con la frase: Popoli esistenti ai quattro punti cardinali della terra è stato indicato che essi sono in tutto il mondo ed ha soggiunto che essi sono Gog e Magog. Apprendiamo che come significato dei nomi Gog corrisponde a "tetto", e Magog "dal tetto", cioè come casa e chi esce di casa. Dunque sono i popoli nei quali precedentemente abbiamo inteso che era rinchiuso il diavolo come in un abisso ed è lui che in certo senso da essi si svincola ed esce, in modo che essi sono il tetto ed egli dal tetto. Se poi applichiamo l'uno e l'altro ai popoli, non uno a loro e l'altro al diavolo, essi sono il tetto perchè nel tempo egli è rinchiuso in essi e in certo senso vi è occultato il nemico antico; ed essi saranno dal tetto, allorchè dal coperto balzeranno fuori in un odio aperto.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia