Cronologia dei paragrafi

Il cantico di mosè' e dell'Agnello
I sette flagelli delle sette coppe
La prostituta famosa
Simbolismo della bestia e della prostituta
Un angelo annunzia la caduta di Babilonia
Il popolo eletto deve fuggire
Lamenti su Babilonia
Canti di trionfo in cielo
Il primo combattimento escatologico
Il regno dei mille anni
Secondo combattimento escatologico
Il giudizio delle nazioni
La Gerusalemme celeste
La Gerusalemme messianica
Epilogo

Il cantico di mosè' e dell'Agnello (ap 15,1-4)

15:1 E vidi nel cielo un altro segno, grande e meraviglioso: sette angeli che avevano sette flagelli; gli ultimi, poichè con essi è compiuta l'ira di Dio. 2 Vidi pure come un mare di cristallo misto a fuoco; coloro che avevano vinto la bestia, la sua immagine e il numero del suo nome, stavano in piedi sul mare di cristallo. Hanno cetre divine e 3 cantano il canto di Mosè, il servo di Dio, e il canto dell'Agnello: "Grandi e mirabili sono le tue opere, Signore Dio onnipotente; giuste e vere le tue vie, Re delle genti! 4 O Signore, chi non temerà e non darà gloria al tuo nome? Poichè tu solo sei santo, e tutte le genti verranno e si prostreranno davanti a te, perchè i tuoi giudizi furono manifestati".

15:1 14:20 E il tino fu calcato fuori della citta'. e del tino usci' sangue, che giungeva sino a' freni de' cavalli, per mille seicento stadi. 2 15:1 POI io vidi nel cielo un altro segno grande, e maraviglioso: sette angeli, che aveano le sette ultime piaghe. perciocche' in esse e' compiuta l'ira di Dio. 3 15:2 Io vidi adunque come un mare di vetro, mescolato di fuoco. e quelli che avea-no ottenuta vittoria della bestia, e della sua immagine, e del suo marchio, e dal numero del suo nome. i quali stavano in pie' in sul mare di vetro, avendo delle cetere di Dio. 4 15:3 E cantavano il cantico di Mose', servitor di Dio, e il cantico dell'Agnello, dicendo: Grandi e maravigliose son le opere tue, o Signore Iddio onnipotente. giuste e veraci son le tue vie, o Re delle nazioni.

15:1 15:3 E cantavano il cantico di Mose', servitore di Dio, e il cantico dell'Agnello, dicendo: Grandi e maravigliose sono le tue opere, o Signore Iddio onnipotente. giuste e veraci sono le tue vie, o Re delle nazioni. 2 15:4 Chi non temera', o Signore, e chi non glorifichera' il tuo nome? Poichè tu solo sei santo. e tutte le nazioni verranno e adoreranno nel tuo cospetto, poichè i tuoi giudici sono stati manifestati. 3 15:5 E dopo queste cose vidi, e il tempio del tabernacolo della testimonianza fu aperto nel cielo. 4 15:6 e i sette angeli che recavano le sette piaghe usci-ron dal tempio, vestiti di lino puro e risplendente, e col petto cinto di cinture d'oro.

15:1 14:20 Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscò tanto sangue che giungeva fino al morso dei cavalli, per una distesa di milleseicento stadi. 2 15:1 Poi vidi nel cielo un altro segno grande e meraviglioso: sette angeli che recavano sette flagelli, gli ultimi, perchè con essi si compie l'ira di Dio. 3 15:2 E vidi come un mare di vetro mescolato con fuoco e sul mare di vetro quelli che avevano ottenuto vittoria sulla bestia e sulla sua immagine e sul numero del suo nome. Essi stavano in piedi, avevano delle arpe di Dio, 4 15:3 e cantavano il cantico di Mosè, servo di Dio, e il cantico dell'Agnello, dicendo: 'Grandi e meravigliose sono le tue opere, o Signore, Dio onnipotente. giuste e veritiere sono le tue vie, o Re delle nazioni.

15:1 14:20 Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscì tanto sangue, che giungeva sino alle briglie dei cavalli, per una distanza di milleseicento stadi. 2 15:1 Poi vidi nel cielo un altro segno grande e meraviglioso: sette angeli che avevano le ultime sette piaghe, perchè con esse si compie l’ira di Dio. 3 15:2 E vidi come un mare di vetro, misto a fuoco e, in piedi sul mare di vetro, quelli che avevano ottenuto vittoria sulla bestia, sulla sua immagine, sul suo marchio e sul numero del suo nome. Essi avevano le cetre di Dio, 4 15:3 e cantavano il cantico di Mosè, servo di Dio, e il cantico dell’Agnello, dicendo: ’Grandi e meravigliose sono le tue opere, o Signore, Dio onnipotente. giuste e veraci sono le tue vie, o Re delle nazioni.

15:1 Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscì sangue fino al morso dei cavalli, per una distanza di duecento miglia. 2 Poi vidi nel cielo un altro segno grande e meraviglioso: sette angeli che avevano sette flagelli; gli ultimi, poichè con essi si deve compiere l'ira di Dio. 3 Vidi pure come un mare di cristallo misto a fuoco e coloro che avevano vinto la bestia e la sua immagine e il numero del suo nome, stavano ritti sul mare di cristallo. Accompagnando il canto con le arpe divine, 4 cantavano il cantico di Mosè, servo di Dio, e il cantico dell'Agnello: ""Grandi e mirabili sono le tue opere, o Signore Dio onnipotente; giuste e veraci le tue vie, o Re delle genti!

Mappa

Commento di un santo

I sette angeli sono la Chiesa piena dello Spirito settiforme. Ha chiamato ultime le sette piaghe perchè sempre l'ira di Dio colpisce un popolo ribelle con sette piaghe, vale a dire in modo perfetto, come di solito nel Levitico anch'io mi opporrò a voi con furore e vi castigherò sette volte di più per i vostri peccati.(26,28) E queste saranno le ultime, dal momento che la Chiesa uscirà da esse

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-34°mercoledi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(ap 15,1-4)}; (Lc 21,12-19)}; (sal 98,1-3.98,7-9)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia