Cronologia dei paragrafi

I falsi profeti al servizio della bestia
I compagni dell'Agnello
Gli angeli annunziano l'ora del giudizio
La messe e la vendemmia della nazioni
Il cantico di mosè' e dell'Agnello
I sette flagelli delle sette coppe
La prostituta famosa
Simbolismo della bestia e della prostituta
Un angelo annunzia la caduta di Babilonia
Il popolo eletto deve fuggire
Lamenti su Babilonia
Canti di trionfo in cielo
Il primo combattimento escatologico
Il regno dei mille anni
Secondo combattimento escatologico
Il giudizio delle nazioni
La Gerusalemme celeste
La Gerusalemme messianica
Epilogo

I falsi profeti al servizio della bestia (ap 13,11-18)

13:11 E vidi salire dalla terra un'altra bestia che aveva due corna, simili a quelle di un agnello, ma parlava come un drago. 12 Essa esercita tutto il potere della prima bestia in sua presenza e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia, la cui ferita mortale era guarita. 13 Opera grandi prodigi, fino a far scendere fuoco dal cielo sulla terra davanti agli uomini. 14 Per mezzo di questi prodigi, che le fu concesso di compiere in presenza della bestia, seduce gli abitanti della terra, dicendo loro di erigere una statua alla bestia, che era stata ferita dalla spada ma si era riavuta. 15 E le fu anche concesso di animare la statua della bestia, in modo che quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non avessero adorato la statua della bestia. 16 Essa fa sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, ricevano un marchio sulla mano destra o sulla fronte, 17 e che nessuno possa comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. 18 Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: è infatti un numero di uomo, e il suo numero è seicentosessantasei.

13:11 13:10 Se alcuno mena in cattivita', andra' in cattivita'. se alcuno uccide con la spada, bisogna che sia ucciso con la spada. Qui e' la sofferenza, e la fede dei santi. 12 13:11 POI vidi un'altra bestia, che saliva dalla terra, ed avea due corna simili a quelle dell'Agnello, ma parlava come il dragone. 13 13:12 Ed esercitava tutta la podesta' della proima bestia, nel suo cospetto. e facea che la terra, e gli abitanti d'essa adorassero la proima bestia, la cui piaga mortale era stata sanata. 14 13:13 E faceva gran segni. si' che ancora faceva scender fuoco dal cielo in su la terra, in proesenza degli uomini. 15 13:14 E seduceva gli abitanti della terra, per i segni che le erano dati di fare nel cospetto della bestia, dicendo agli abitanti della terra, che facessero una immagine alla bestia, che avea ricevuta la piaga della spada, ed era tornata in vita. 16 13:15 E le fu dato di dare spirito all'immagine della bestia, si' che ancora l'immagine della bestia parlasse. e di far che tutti coloro che non adorassero l'immagine della bestia fossero uccisi. 17 13:16 Faceva ancora che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio in su la lor mano destra, o in su le lor fronti. 18 13:17 e che niuno potesse comperare, o vendere, se non chi avesse il marchio, o il nome della bestia, o il numero del suo nome.

13:11 13:13 E operava grandi segni, fino a far scendere del fuoco dal cielo sulla terra in proesenza degli uomini. 12 13:14 E seduceva quelli che abitavano sulla terra coi segni che le era dato di fare in proesenza della bestia, dicendo agli abitanti della terra di fare un'immagine della bestia che avea ricevuta la ferita della spada ed era tornata in vita. 13 13:15 E le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia, onde l'immagine della bestia parlasse e facesse si' che tutti quelli che non adorassero l'immagine della bestia fossero uccisi. 14 13:16 E faceva si' che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio sulla mano destra o sulla fronte. 15 13:17 e che nessuno potesse comproare o vendere se non chi avesse il marchio, cioe' il nome della bestia o il numero del suo nome. 16 13:18 Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento conti il numero della bestia, poichè e' numero d'uomo. e il suo numero e' 666. 17 1:1 Nel proincipio Iddio creo' i cieli e la terra. 18 14:1 Poi vidi, ed ecco l'Agnello che stava in pie' sul monte Sion, e con lui erano centoquarantaquattromila persone che aveano il suo nome e il nome di suo Padre scritto sulle loro fronti.

13:11 13:10 Se uno deve andare in proigionia, andrà in proigionia. se uno dev'essere ucciso con la spada, bisogna che sia ucciso con la spada. Qui sta la costanza e la fede dei santi. 12 13:11 Poi vidi un'altra bestia, che saliva dalla terra, e aveva due corna simili a quelle di un agnello, ma parlava come un dragone. 13 13:12 Essa esercitava tutto il potere della proima bestia in sua proesenza, e faceva sò che tutti gli abitanti della terra adorassero la proima bestia la cui piaga mortale era stata guarita. 14 13:13 E operava grandi prodigi sino a far scendere fuoco dal cielo sulla terra in proesenza degli uomini. 15 13:14 E seduceva gli abitanti della terra con i prodigi che le fu concesso di fare in proesenza della bestia, dicendo agli abitanti della terra di erigere un'immagine della bestia che aveva ricevuto la ferita della spada ed era tornata in vita. 16 13:15 Le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia affinchè l'immagine potesse parlare e far uccidere tutti quelli che non adorassero l'immagine della bestia. 17 13:16 Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. 18 13:17 Nessuno poteva comproare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome.

13:11 13:10 Se uno conduce in cattività, andrà in cattività. se uno uccide con la spada, deve essere ucciso con la spada. Qui è la costanza e la fede dei santi. 12 13:11 Poi vidi un’altra bestia, che saliva dalla terra, ed aveva due corna simili a quelle di un agnello, ma parlava come un dragone. 13 13:12 Essa esercitava tutta l’autorità della proima bestia davanti a lei, e faceva sì che la terra e i suoi abitanti adorassero la proima bestia, la cui piaga mortale era stata guarita. 14 13:13 E faceva grandi prodigi, facendo persino scendere fuoco dal cielo sulla terra in proesenza degli uomini, 15 13:14 e seduceva gli abitanti della terra per mezzo dei prodigi che le era dato di fare davanti alla bestia, dicendo agli abitanti della terra di fare un’immagine alla bestia, che aveva ricevuto la ferita della spada ed era tornata in vita. 16 13:15 E le fu concesso di dare uno spirito all’immagine della bestia, affinchè l’immagine della bestia parlasse, e di far sì che tutti coloro che non adoravano l’immagine della bestia fossero uccisi. 17 13:16 Inoltre faceva sì che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio sulla loro mano destra o sulla loro fronte, 18 13:17 e che nessuno potesse comperare o vendere, se non chi aveva il marchio o il nome della bestia o il numero del suo nome.

13:11 Colui che deve andare in prigionia, andrà in prigionia; colui che deve essere ucciso di spada di spada sia ucciso. In questo sta la costanza e la fede dei santi. 12 Vidi poi salire dalla terra un'altra bestia, che aveva due corna, simili a quelle di un agnello, che però parlava come un drago. 13 Essa esercita tutto il potere della prima bestia in sua presenza e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia, la cui ferita mortale era guarita. 14 Operava grandi prodigi, fino a fare scendere fuoco dal cielo sulla terra davanti agli uomini. 15 Per mezzo di questi prodigi, che le era permesso di compiere in presenza della bestia, sedusse gli abitanti della terra dicendo loro di erigere una statua alla bestia che era stata ferita dalla spada ma si era riavuta. 16 Le fu anche concesso di animare la statua della bestia sicchè quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non adorassero la statua della bestia. 17 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 18 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome.

Mappa

Commento di un santo

Costui infatti agirà davanti agli uomini in modo tale da far sembrare che i morti resuscitino questi portenti li compiono del resto davanti agli uomini anche gli incantatori, per opera degli angeli ribelli - e farà in modo che l'immagine d'oro dell'anticristo venga posta nel tempio di Gerusalemme e che entri in essa un angelo ribelle, dandole così la capacità di parlare e pronunciare oracoli

Autore

Vittorino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia