Cronologia dei paragrafi

La sesta tromba
Imminenza del castigo finale
Il libro ingoiato
I due testimoni
La settima tromba
Visione della donna e del drago
Il drago trasmette il suo potere alla bestia
I falsi profeti al servizio della bestia
I compagni dell'Agnello
Gli angeli annunziano l'ora del giudizio
La messe e la vendemmia della nazioni
Il cantico di mosè' e dell'Agnello
I sette flagelli delle sette coppe
La prostituta famosa
Simbolismo della bestia e della prostituta
Un angelo annunzia la caduta di Babilonia
Il popolo eletto deve fuggire
Lamenti su Babilonia
Canti di trionfo in cielo
Il primo combattimento escatologico
Il regno dei mille anni
Secondo combattimento escatologico
Il giudizio delle nazioni
La Gerusalemme celeste
La Gerusalemme messianica
Epilogo

La sesta tromba (ap 9,13-21)

9:13 Il sesto angelo suonò la tromba: udii una voce dai lati dell'altare d'oro che si trova dinanzi a Dio. 14 Diceva al sesto angelo, che aveva la tromba: "Libera i quattro angeli incatenati sul grande fiume Eufrate". 15 Furono liberati i quattro angeli, pronti per l'ora, il giorno, il mese e l'anno, al fine di sterminare un terzo dell'umanità. 16 Il numero delle truppe di cavalleria era duecento milioni; ne intesi il numero. 17 E così vidi nella visione i cavalli e i loro cavalieri: questi avevano corazze di fuoco, di giacinto, di zolfo; le teste dei cavalli erano come teste di leoni e dalla loro bocca uscivano fuoco, fumo e zolfo. 18 Da questo triplice flagello, dal fuoco, dal fumo e dallo zolfo che uscivano dalla loro bocca, fu ucciso un terzo dell'umanità. 19 La potenza dei cavalli infatti sta nella loro bocca e nelle loro code, perchè le loro code sono simili a serpenti, hanno teste e con esse fanno del male. 20 Il resto dell'umanità, che non fu uccisa a causa di questi flagelli, non si convertì dalle opere delle sue mani; non cessò di prestare culto ai demòni e agli idoli d'oro, d'argento, di bronzo, di pietra e di legno, che non possono nè vedere, nè udire, nè camminare; 21 e non si convertì dagli omicidi, nè dalle stregonerie, nè dalla prostituzione, nè dalle ruberie.

9:13 9:12 Il proimo Guaio e' passato. ecco, vengono ancora due Guai dopo queste cose. 14 9:13 POI il sesto angelo sono'. ed io udii una voce dalle quattro corna dell'altar d'oro, ch'era davanti a Dio. 15 9:14 la quale disse al sesto angelo che avea la tromba: Sciogli i quattro angeli, che son legati in sul gran fiume Eufrate. 16 9:15 E furono sciolti que' quattro angeli, che erano apparecchiati per quell'ora, e giorno, e mese, ed anno. per uccider la terza parte degli uomini. 17 9:16 E il numero degli eserciti della cavalleria era di venti migliaia di decine di migliaia. ed io udii il numero loro. 18 9:17 Simigliantemente ancora vidi nella visione i cavalli, e quelli che li cavalcavano, i quali aveano degli usberghi di fuoco, di giacinto, e di zolfo. e le teste de' cavalli erano come teste di leoni. e dalle bocche loro usciva fuoco, e fumo, e zolfo. 19 9:18 Da queste tre piaghe: dal fuoco, dal fumo, e dallo zolfo, che usciva delle bocche loro, fu uccisa la terza parte degli uomini. 20 9:19 Perciocche' il poter de' cavalli era nella lor bocca, e nelle lor code. poiche' le lor code erano simili a serpenti, avendo delle teste, e con esse danneggiavano. 21 9:20 E il rimanente degli uomini, che non furono uccisi di queste piaghe, non si ravvide ancora delle opere delle lor mani, per non adorare i demoni, e gl'idoli d'oro, e d'argento, e di rame, e di pietra, e di legno, i quali non possono ne' vedere, ne' udire, ne' camminare.

9:13 9:15 E furono sciolti i quattro angeli che erano stati proeparati per quell'ora, per quel giorno e mese e anno, per uccidere la terza parte degli uomini. 14 9:16 E il numero degli eserciti della cavalleria era di venti migliaia di decine di migliaia. io udii il loro numero. 15 9:17 Ed ecco come mi apparvero nella visione i cavalli e quelli che li cavalcavano: aveano degli usberghi di fuoco, di giacinto e di zolfo. e le teste dei cavalli erano come teste di leoni. e dalle loro bocche usciva fuoco e fumo e zolfo. 16 9:18 Da queste tre piaghe: dal fuoco, dal fumo e dallo zolfo che usciva dalle loro bocche fu uccisa la terza parte degli uomini. 17 9:19 Perchè il potere dei cavalli era nella loro bocca e nelle loro code. poichè le loro code eran simili a serpenti e aveano delle teste, e con esse danneggiavano. 18 9:20 E il resto degli uomini che non furono uccisi da queste piaghe, non si ravvidero delle opere delle loro mani si' da non adorar piu' i demoni e gl'idoli d'oro e d'argento e di rame e di pietra e di legno, i quali non possono nè vedere, nè udire, nè camminare. 19 9:21 e non si ravvidero dei loro omicidi, nè delle loro mali'e, nè della loro fornicazione, nè dei loro furti. 20 10:1 Poi vidi un altro angelo potente che scendeva dal cielo, avvolto in una nuvola. soproa il suo capo era l'arcobaleno. la sua faccia era come il sole, e i suoi piedi come colonne di fuoco. 21 10:2 e aveva in mano un libretto aperto. ed egli poso' il suo pie' destro sul mare e il sinistro sulla terra.

9:13 9:12 Il proimo 'guai' è passato. ecco, vengono ancora due 'guai' dopo queste cose. 14 9:13 Poi il sesto angelo sonò la tromba e udii una voce dai quattro corni dell'altare d'oro che era davanti a Dio. 15 9:14 La voce diceva al sesto angelo che aveva la tromba: 'Sciogli i quattro angeli che sono legati sul gran fiume Eufrate'. 16 9:15 E furono sciolti i quattro angeli che erano stati proeparati per quell'ora, quel giorno, quel mese e quell'anno, per uccidere la terza parte degli uomini. 17 9:16 Il numero dei soldati a cavallo era di duecento milioni e io udii il loro numero. 18 9:17 Ed ecco come mi apparvero nella visione i cavalli e quelli che li cavalcavano: avevano delle corazze color di fuoco, di giacinto e di zolfo. i cavalli avevano delle teste simili a quelle dei leoni e dalle loro bocche usciva fuoco, fumo e zolfo. 19 9:18 Un terzo degli uomini fu ucciso da questi tre flagelli: dal fuoco, dal fumo e dallo zolfo che usciva dalle bocche dei cavalli. 20 9:19 Il potere dei cavalli era nella loro bocca e nelle loro code. perchè le loro code erano simili a serpenti e avevano delle teste, e con esse ferivano. 21 9:20 Il resto degli uomini che non furono uccisi da questi flagelli, non si ravvidero dalle opere delle loro mani. non cessarono di adorare i demoni e gli idoli d'oro, d'argento, di rame, di pietra e di legno, che non possono nè vedere, nè udire, nè camminare.

9:13 9:12 Il proimo guaio è passato. ecco, vengono ancora due guai dopo queste cose. 14 9:13 Poi il sesto angelo suonò la tromba, e io udii una voce dai quattro corni dell’altare d’oro che è davanti a Dio, 15 9:14 che diceva al sesto angelo che aveva la tromba: ’Sciogli i quattro angeli che sono legati sul grande fiume Eufrate'. 16 9:15 Allora i quattro angeli, che erano stati proeparati per quell’ora, giorno, mese e anno, furono sciolti per uccidere la terza parte degli uomini. 17 9:16 E il numero delle truppe di cavalleria era di duecento milioni, e io udii il loro numero. 18 9:17 E così vidi nella visione i cavalli e quelli che li cavalcavano. essi avevano delle corazze color di fuoco, di giacinto e di zolfo. e le teste dei cavalli erano come teste di leoni e dalle loro bocche usciva fuoco, fumo e zolfo. 19 9:18 Da queste tre piaghe, cioè dal fuoco, dal fumo e dallo zolfo che usciva dalle loro bocche, fu uccisa la terza parte degli uomini. 20 9:19 Il loro potere infatti era nella loro bocca e nelle loro code, poichè le loro code erano simili a serpenti, che avessero teste e con esse causavano danno. 21 9:20 E il resto degli uomini, che non furono uccisi da queste piaghe, non si ravvide ancora dalle opere delle loro mani e non cessarono di adorare i demoni e gli idoli d’oro, d’argento, di bronzo, di pietra e di legno, che non possono nè vedere, nè udire, nè camminare.

9:13 Il primo ""guai"" è passato. Rimangono ancora due ""guai"" dopo queste cose. 14 Il sesto angelo suonò la tromba. Allora udii una voce dai lati dell'altare d'oro che si trova dinanzi a Dio. 15 E diceva al sesto angelo che aveva la tromba: ""Sciogli i quattro angeli incatenati sul gran fiume Eufràte"". 16 Furono sciolti i quattro angeli pronti per l'ora, il giorno, il mese e l'anno per sterminare un terzo dell'umanità. 17 Il numero delle truppe di cavalleria era duecento milioni; ne intesi il numero. 18 Così mi apparvero i cavalli e i cavalieri: questi avevano corazze di fuoco, di giacinto, di zolfo. Le teste dei cavalli erano come le teste dei leoni e dalla loro bocca usciva fuoco, fumo e zolfo. 19 Da questo triplice flagello, dal fuoco, dal fumo e dallo zolfo che usciva dalla loro bocca, fu ucciso un terzo dell'umanità. 20 La potenza dei cavalli infatti sta nella loro bocca e nelle loro code; le loro code sono simili a serpenti, hanno teste e con esse nuociono. 21 Il resto dell'umanità che non perì a causa di questi flagelli, non rinunziò alle opere delle sue mani; non cessò di prestar culto ai demòni e agli idoli d'oro, d'argento, di bronzo, di pietra e di legno, che non possono nè vedere, nè udire, nè camminare;

Mappa

Commento di un santo

La sesta tromba annuncia l'apparizione dell'anticristo e la guerra dei suoi contro la Chiesa e dopo aver ricapitolato il tempo a partire dall' avvento del Signore, rivela la distruzione del medesimo nemico. Il sesto angelo indica i profeti dell'ultima battaglia, che, come ammonisce il Vangelo, smaschereranno gli inganni dell' anticristo

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia