Cronologia dei paragrafi

La quinta tromba
La sesta tromba
Imminenza del castigo finale
Il libro ingoiato
I due testimoni
La settima tromba
Visione della donna e del drago
Il drago trasmette il suo potere alla bestia
I falsi profeti al servizio della bestia
I compagni dell'Agnello
Gli angeli annunziano l'ora del giudizio
La messe e la vendemmia della nazioni
Il cantico di mosè' e dell'Agnello
I sette flagelli delle sette coppe
La prostituta famosa
Simbolismo della bestia e della prostituta
Un angelo annunzia la caduta di Babilonia
Il popolo eletto deve fuggire
Lamenti su Babilonia
Canti di trionfo in cielo
Il primo combattimento escatologico
Il regno dei mille anni
Secondo combattimento escatologico
Il giudizio delle nazioni
La Gerusalemme celeste
La Gerusalemme messianica
Epilogo

La quinta tromba (ap 9,1-12)

9:1 Il quinto angelo suonò la tromba: vidi un astro caduto dal cielo sulla terra. Gli fu data la chiave del pozzo dell'Abisso; 2 egli aprì il pozzo dell'Abisso e dal pozzo salì un fumo come il fumo di una grande fornace, e oscurò il sole e l'atmosfera. 3 Dal fumo uscirono cavallette, che si sparsero sulla terra, e fu dato loro un potere pari a quello degli scorpioni della terra. 4 E fu detto loro di non danneggiare l'erba della terra, nè gli arbusti nè gli alberi, ma soltanto gli uomini che non avessero il sigillo di Dio sulla fronte. 5 E fu concesso loro non di ucciderli, ma di tormentarli per cinque mesi, e il loro tormento è come il tormento provocato dallo scorpione quando punge un uomo. 6 In quei giorni gli uomini cercheranno la morte, ma non la troveranno; brameranno morire, ma la morte fuggirà da loro. 7 Queste cavallette avevano l'aspetto di cavalli pronti per la guerra. Sulla testa avevano corone che sembravano d'oro e il loro aspetto era come quello degli uomini. 8 Avevano capelli come capelli di donne e i loro denti erano come quelli dei leoni. 9 Avevano il torace simile a corazze di ferro e il rombo delle loro ali era come rombo di carri trainati da molti cavalli lanciati all'assalto. 10 Avevano code come gli scorpioni e aculei. Nelle loro code c'era il potere di far soffrire gli uomini per cinque mesi. 11 Il loro re era l'angelo dell'Abisso, che in ebraico si chiama Abaddon, in greco Sterminatore. 12 Il primo "guai" è passato. Dopo queste cose, ecco, vengono ancora due "guai".

9:1 8:13 Ed io riguardai, e udii un angelo volante in mezzo del cielo, che disse con gran voce tre volte: Guai, guai, guai a coloro che abitano soproa la terra, per gli altri suoni della tromba de' tre angeli che hanno da sonare! 2 9:1 POI sono' il quinto angelo, ed io vidi una stella caduta dal cielo in terra. e ad esso fu data la chiave del pozzo dell'abisso. 3 9:2 Ed egli aperse il pozzo dell'abisso, e di quel pozzo sali' un fumo, simigliante al fumo d'una gran fornace ardente. e il sole e l'aria scuro', per il fumo del pozzo. 4 9:3 E di quel fumo uscirono in terra locuste. e fu loro dato potere, simile a quello degli scorpioni della terra. 5 9:4 E fu lor detto, che non danneggiassero l'erba della terra, ne' verdura alcuna, ne' albero alcuno. ma solo gli uomini che non hanno il segnale di Dio in su le lor fronti. 6 9:5 E fu loro dato, non di ucciderli, ma di tormentar//' 10 spazio di cinque mesi. e 11 lor tormento era come quello dello scorpione, quando ha ferito l'uomo. 7 9:6 E in que' giorni gli uomini cercheranno la morte, e non la troveranno. e desidereranno di morire, e la morte fuggira' da loro. 8 9:7 Or i sembianti delle locuste erano simili a cavalli apparecchiati alla battaglia. ed aveano in su le lor teste come delle corone d'oro, e le lor facce erano come facce d'uomini. 9 9:8 Ed avean capelli, come capelli di donne: e i lor denti erano come denti di leoni. 10 9:9 Ed aveano degli usberghi, come usberghi di ferro. e il suon delle loro ale era come il suono de' carri, o di molti cavalli correnti alla battaglia. 11 9:10 Ed aveano delle code simili a quelle degli scorpioni, e v'erano delle punte nelle lor code. e il poter loro era di danneggiar gli uomini lo spazio di cinque mesi. 12 9:11 Ed aveano per re soproa loro l'angelo dell'abisso, il cui nome in Ebreo e' Abad-don, ed in Greco Apollion.

9:1 9:3 E dal fumo uscirono sulla terra delle locuste. e fu dato loro un potere pari al potere che hanno gli scorpioni della terra. 2 9:4 E fu loro detto di non danneggiare l'erba della terra, nè alcuna verdura, nè albero alcuno, ma soltanto gli uomini che non aveano il suggello di Dio in fronte. 3 9:5 E fu loro dato, non di ucciderli, ma di tormentarli per cinque mesi. e il tormento che cagionavano era come quello prodotto da uno scorpione quando ferisce un uomo. 4 9:6 E in quei giorni gli uomini cercheranno la morte e non la troveranno, e desidereranno di morire, e la morte fuggira' da loro. 5 9:7 E nella forma le locuste eran simili a cavalli pronti alla guerra. e sulle teste a-veano come delle corone simili ad oro e le loro facce eran come facce d'uomini. 6 9:8 E aveano dei capelli come capelli di donne, e i denti eran come denti di leoni. 7 9:9 E aveano degli usberghi come usberghi di ferro. e il rumore delle loro ali era come il rumore di carri, tirati da molti cavalli correnti alla battaglia. 8 9:10 E aveano delle code come quelle degli scorpioni, e degli aculei. e nelle code stava il loro potere di danneggiare gli uomini per cinque mesi. 9 9:11 E aveano come re soproa di loro l'angelo dell'abisso, il cui nome in ebraico e' Abaddon, e in greco Apollion. 10 9:12 Il proimo guaio e' passato: ecco, vengono ancora due guai dopo queste cose. 11 9:13 Poi il sesto angelo sono', e io udii una voce dalle quattro corna dell'altare d'oro che era davanti a Dio, 12 9:14 la quale diceva al sesto angelo che avea la tromba: Sciogli i quattro angeli che son legati sul gran fiume Eufrate.

9:1 2 9:1 Poi il quinto angelo sonò la tromba e io vidi un astro che era caduto dal cielo sulla terra. e a lui fu data la chiave del pozzo dell'abisso. 3 9:2 Egli aproò il pozzo dell'abisso e ne salò un fumo, come quello di una grande fornace. il sole e l'aria furono oscurati dal fumo del pozzo. 4 9:3 Dal fumo uscirono sulla terra delle cavallette a cui fu dato un potere simile a quello degli scorpioni della terra. 5 9:4 E fu detto loro di non danneggiare l'erba della terra, nè la verdura, nè gli alberi, ma solo gli uomini che non avessero il sigillo di Dio sulla fronte. 6 9:5 Fu loro concesso, non di ucciderli, ma di tormentarli per cinque mesi con un dolore simile a quello prodotto dallo scorpione quando punge un uomo. 7 9:6 In quei giorni gli uomini cercheranno la morte ma non la troveranno. brameranno morire ma la morte fuggirà da loro. 8 9:7 L'aspetto delle cavallette era simile a cavalli pronti per la guerra. Sulla testa avevano come delle corone d'oro e la loro faccia era come viso d'uomo. 9 9:8 Avevano dei capelli come capelli di donne e i loro denti erano come denti di leoni. 10 9:9 Il loro torace era simile a una corazza di ferro e il rumore delle loro ali era come quello di carri tirati da molti cavalli che corrono alla battaglia. 11 9:10 Avevano code e pungiglioni come quelli degli scorpioni, e nelle code stava il loro potere di danneggiare gli uomini per cinque mesi. 12 9:11 Il loro re era l'angelo dell'abisso il cui nome in ebraico è Abaddon e in greco Apollion.

9:1 2 9:1 Poi suonò la tromba il quinto angelo, ed io vidi una stella caduta dal cielo sulla terra. e a lui fu data la chiave del pozzo dell’abisso. 3 9:2 Ed egli aproì il pozzo dell’abisso e dal pozzo salì un fumo, simile al fumo di una grande fornace. e il sole e l’aria si oscurarono per il fumo del pozzo. 4 9:3 E da quel fumo uscirono sulla terra de//e locuste, a cui fu dato un potere simile a quello degli scorpioni della terra. 5 9:4 E fu detto loro di non danneggiare l’erba della terra nè verdura alcuna nè albero alcuno, ma soltanto gli uomini che non avessero il sigillo di Dio sulla fronte. 6 9:5 E fu loro dato // potere, non di ucciderli, ma di tormentarli per cinque mesi. e il loro tormento era come il tormento dello scorpione quando punge un uomo. 7 9:6 In quei giorni gli uomini cercheranno la morte, ma non la troveranno. desidereranno di morire, ma la morte fuggirà da loro. 8 9:7 Or l’aspetto delle locuste era simile a cavalli pronti alla battaglia. e sulle loro teste avevano come delle corone d’oro, e le loro facce erano come facce d’uomini. 9 9:8 E avevano capelli come capelli di donna e i loro denti erano come denti di leone. 10 9:9 Avevano delle corazze come corazze di ferro, e lo strepito delle loro ali era come lo strepito di molti carri e cavalli lanciati all’assalto. 11 9:10 Avevano delle code simili a quelle degli scorpioni, e nelle loro code avevano dei pungiglioni nei quali risiedeva il potere di danneggiare gli uomini per cinque mesi. 12 9:11 E avevano per re soproa di loro l’angelo dell’abisso, il cui nome in ebraico è A-baddon e in greco Apollion.

9:1 Vidi poi e udii un'aquila che volava nell'alto del cielo e gridava a gran voce: ""Guai, guai, guai agli abitanti della terra al suono degli ultimi squilli di tromba che i tre angeli stanno per suonare!"". 2 Il quinto angelo suonò la tromba e vidi un astro caduto dal cielo sulla terra. Gli fu data la chiave del pozzo dell'Abisso; 3 egli aprì il pozzo dell'Abisso e salì dal pozzo un fumo come il fumo di una grande fornace, che oscurò il sole e l'atmosfera. 4 Dal fumo uscirono cavallette che si sparsero sulla terra e fu dato loro un potere pari a quello degli scorpioni della terra. 5 E fu detto loro di non danneggiare nè erba nè arbusti nè alberi, ma soltanto gli uomini che non avessero il sigillo di Dio sulla fronte. 6 Però non fu concesso loro di ucciderli, ma di tormentarli per cinque mesi, e il tormento è come il tormento dello scorpione quando punge un uomo. 7 In quei giorni gli uomini cercheranno la morte, ma non la troveranno; brameranno morire, ma la morte li fuggirà. 8 Queste cavallette avevano l'aspetto di cavalli pronti per la guerra. Sulla testa avevano corone che sembravano d'oro e il loro aspetto era come quello degli uomini. 9 Avevano capelli, come capelli di donne, ma i loro denti erano come quelli dei leoni. 10 Avevano il ventre simile a corazze di ferro e il rombo delle loro ali come rombo di carri trainati da molti cavalli lanciati all'assalto. 11 Avevano code come gli scorpioni, e aculei. Nelle loro code il potere di far soffrire gli uomini per cinque mesi. 12 Il loro re era l'angelo dell'Abisso, che in ebraico si chiama Perdizione, in greco Sterminatore.

Mappa

Commento di un santo

la quinta troma rivela la crescente contaminazione degli eretici che precede il tempo dell'anticristo

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia