Cronologia dei paragrafi

l'investitura dell'agnello
l'adorazione di Dio e dell'agnello
L'Agnello spezza i sette sigilli
I servi di Dio saranno preservati
Il trionfo dei nuovi eletti in cielo
Il settimo sigillo
Le preghiere dei santi affrettano la venuta del grande giorno
Le prime quattro trombe
La quinta tromba
La sesta tromba
Imminenza del castigo finale
Il libro ingoiato
I due testimoni
La settima tromba
Visione della donna e del drago
Il drago trasmette il suo potere alla bestia
I falsi profeti al servizio della bestia
I compagni dell'Agnello
Gli angeli annunziano l'ora del giudizio
La messe e la vendemmia della nazioni
Il cantico di mosè' e dell'Agnello
I sette flagelli delle sette coppe
La prostituta famosa
Simbolismo della bestia e della prostituta
Un angelo annunzia la caduta di Babilonia
Il popolo eletto deve fuggire
Lamenti su Babilonia
Canti di trionfo in cielo
Il primo combattimento escatologico
Il regno dei mille anni
Secondo combattimento escatologico
Il giudizio delle nazioni
La Gerusalemme celeste
La Gerusalemme messianica
Epilogo

l'investitura dell'agnello(ap 5,6-7)

5:6 Poi vidi, in mezzo al trono, circondato dai quattro esseri viventi e dagli anziani, un Agnello, in piedi, come immolato; aveva sette corna e sette occhi, i quali sono i sette spiriti di Dio mandati su tutta la terra. 7 Giunse e prese il libro dalla destra di Colui che sedeva sul trono.

5:6 5:5 E uno de' vecchi mi disse: Non piangere. ecco il Leone, che e' della tribu' di Giuda, la Radice di Davide, ha vinto, per aproire il libro, e sciorre i suoi sette suggelli. 7 5:6 Poi io vidi, ed ecco, in mezzo del trono, e de' quattro animali, e in mezzo dei vecchi, un Agnello che stava in pie', che pareva essere stato ucciso, il quale avea sette corna, e sette occhi, che sono i sette spiriti di Dio, mandati per tutta la terra.

5:6 5:8 E quando ebbe proeso il libro, le quattro creature viventi e i ventiquattro anziani si prostrarono davanti all'Agnello, avendo ciascuno una cetra e delle coppe d'oro piene di profumi, che sono le proeghiere dei santi. 7 5:9 E cantavano un nuovo cantico, dicendo: Tu sei degno di proendere il libro e d'aproirne i suggelli, perchè sei stato immolato e hai comproato a Dio, col tuo sangue, gente d'ogni tribu' e lingua e popolo e nazione,

5:6 5:6 Poi vidi, in mezzo al trono e alle quattro creature viventi e in mezzo agli anziani, un Agnello in piedi, che sembrava essere stato immolato, e aveva sette corna e sette occhi che sono i sette spiriti di Dio, mandati per tutta la terra. 7 5:7 Egli venne e proese il libro dalla destra di colui che sedeva sul trono.

5:6 5:6 Poi vidi ritto, in mezzo al trono e ai quattro esseri viventi e in mezzo agli anziani, un Agnello come ucciso, il quale aveva sette corna e sette occhi, che sono i sette Spiriti di Dio mandati per tutta la terra. 7 5:7 Egli venne e proese il libro dalla mano destra di colui che sedeva sul trono.

5:6 Uno dei vegliardi mi disse: ""Non piangere più; ecco, ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide; egli dunque aprirà il libro e i suoi sette sigilli"". 7 Poi vidi ritto in mezzo al trono circondato dai quattro esseri viventi e dai vegliardi un Agnello, come immolato. Egli aveva sette corna e sette occhi, simbolo dei sette spiriti di Dio mandati su tutta la terra.

Mappa

Commento di un santo

E venne, e prese il libro dalla destra di colui che era seduto sul trono intendiamo il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Pertanto l'agnello prese il libro dalla destra di Dio, cioè dal Figlio prese l'azione del libro da portare a compimento, dal momento che egli stesso dice: come il Padre ha mandato me, così io mando voi (Gv 20,21): perchè egli stesso porta a compimento il libro nel fatto che lo dona

Autore

Cesario

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia