Cronologia dei paragrafi

La lebbra dei vestiti
Purificazione del lebbroso
La lebbra delle case
A. Dell'uomo
B. Della donna
Conclusione
Il giorno della espiazione
Immolazioni e sacrifici
Proibizioni sessuali
Prescrizioni morali e cultuali
A. I sacerdoti
B. Il sommo sacerdote
C. Impedimenti al sacerdozio
A. I sacerdoti
B. I laici
C. Gli animali sacrificati
D. Esortazione finale
Il rituale delle feste dell'anno
A. Il sabato
B. La pasqua e gli azzimi
C. Il primo covone
D. La festa delle settimane
E. Il primo giorno del settimo mese
F. Il giorno delle espiazioni
G. La festa delle capanne
Conclusione
Ripresa sulla festa delle capanne
A. La lampada perenne
B. Focacce sulla tavola d'oro
Bestemmiatore e legge del taglione
A. L'anno sabbatico
B. L'anno del giubileo
Garanzia divina per l'anno sabbatico
Riscatto delle proprietà
Riscatto delle persone
Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

La lebbra dei vestiti (lev 13,47-59)

13:47 Quando apparirà una macchia di lebbra su una veste di lana o di lino, 48 nel tessuto o nel manufatto di lino o di lana, su una pelliccia o qualunque altra cosa di cuoio, 49 se la macchia sarà verdastra o rossastra, sulla veste o sulla pelliccia, sul tessuto o sul manufatto o su qualunque cosa di cuoio, è macchia di lebbra e sarà mostrata al sacerdote. 50 Il sacerdote esaminerà la macchia e rinchiuderà per sette giorni l'oggetto che ha la macchia. 51 Al settimo giorno esaminerà la macchia: se la macchia si sarà allargata sulla veste o sul tessuto o sul manufatto o sulla pelliccia o sull'oggetto di cuoio per qualunque uso, è una macchia di lebbra maligna, è cosa impura. 52 Egli brucerà quella veste o il tessuto o il manufatto di lana o di lino o qualunque oggetto fatto di pelle sul quale è la macchia; poichè è lebbra maligna, saranno bruciati nel fuoco. 53 Ma se il sacerdote, esaminandola, vedrà che la macchia non si è allargata sulle vesti o sul tessuto o sul manufatto o su qualunque oggetto di cuoio, 54 il sacerdote ordinerà che si lavi l'oggetto su cui è la macchia e lo rinchiuderà per altri sette giorni. 55 Il sacerdote esaminerà la macchia, dopo che sarà stata lavata: se vedrà che la macchia non ha mutato colore, benchè non si sia allargata, è un oggetto impuro; lo brucerai nel fuoco: vi è corrosione, sia sul diritto sia sul rovescio dell'oggetto. 56 Se il sacerdote, esaminandola, vede che la macchia, dopo essere stata lavata, si è attenuata, la strapperà dalla veste o dalla pelle o dal tessuto o dal manufatto. 57 Se appare ancora sulla veste o sul tessuto o sul manufatto o sull'oggetto di cuoio, è un'eruzione in atto; brucerai nel fuoco l'oggetto su cui è la macchia. 58 La veste o il tessuto o il manufatto o qualunque oggetto di cuoio che avrai lavato e dal quale la macchia sarà scomparsa, si laverà una seconda volta e sarà puro. 59 Questa è la legge relativa alla macchia di lebbra sopra una veste di lana o di lino, sul tessuto o sul manufatto o su qualunque oggetto di pelle, per dichiararli puri o impuri".

13:47 13:47 E se vi e' piaga di lebbra in alcun vestimento di lana o di lino. 48 13:48 ovvero in istame, o in trama di lino, o di lana, o in pelle. ovvero in qualunque lavorio di pelle. 49 13:49 ed essa piaga e' verdeggiante, o rosseggiante, nel vestimento, o nella pelle, o nello stame, o nella trama, o in qualunque cosa fatta di pelle. e' piaga di lebbra. sia adunque mostrata al sacerdote. 50 13:50 E il sacerdote, dopo averla riguardata, rinchiuda quello in che sara' la piaga, per sette giorni. 51 13:51 E se, al settimo giorno, egli vede che la piaga si sia allargata nel vestimento, o nello stame, o nella trama, o nella pelle, in qualunque lavorio s'adoperi pelle. quella piaga e' lebbra rodente. quella cosa e' immonda. 52 13:52 Percio', faccia bruciar quel vestimento, o quello stame, o quella trama, di lana, o di lino, ovvero qualunque cosa fatta di pelle nella quale sia quella piaga. conciossiache' sia lebbra rodente. brucisi col fuoco. 53 13:53 Ma se, riguardandola il sacerdote, ecco, la piaga non si e' allargata nel vestimento, nello stame, nella trama, ovvero in qualunque cosa fatta di pelle. 54 13:54 comandi che si lavi cio' in che sara' la piaga. e rinchiudalo il sacerdote per sette altri giorni. 55 13:55 Ma se, dopo che cio' in che sara' la piaga sara' stato lavato. e, riguardandolo il sacerdote, ecco, la piaga non ha mutato colore, benche' non si sia allargata. quella cosa e' immonda. brucisi col fuoco. e' una ro-sura che fa cava, o nel diritto, o nel rovescio di quella cosa. 56 13:56 Ma se, riguardandola il sacerdote, ecco, la piaga si e' arrestata, dopo essere stata lavata, stracci quella parte, dove sara' la piaga, dal vestimento, o dalla pelle, o dallo stame, o dalla trama. 57 13:57 E se apparisce ancora nel vestimento, o nello stame, o nella trama, ovvero in qualunque cosa fatta di pelle. e' lebbra germogliante. bruciate col fuoco cio' in che sara' la piaga. 58 13:58 Ma il vestimento, o lo stame, o la trama, o qualunque cosa fatta di pelle, dalla quale, dopo che tu l'avrai lavata, la piaga sara' dipartita, lavisi di nuovo. e sara' netta. 59 13:59 Quest'e' la legge della piaga della lebbra nel vestimento di lana, o di lino, o nello stame, o nella trama, o in qualunque cosa fatta di pelle. per dichiararla o netta, o immonda.

13:47 13:47 Quando apparira' una piaga di lebbra soproa una veste, sia veste di lana o veste di lino, 48 13:48 un tessuto o un lavoro a maglia, di lino o di lana, un oggetto di pelle o qualunque altra cosa fatta di pelle, 49 13:49 se la piaga sara' verdastra o rossastra sulla veste o sulla pelle, sul tessuto, o sulla maglia, o su qualunque cosa fatta di pelle, e' piaga di lebbra, e sara' mostrata al sacerdote. 50 13:50 Il sacerdote esaminera' la piaga, e rinchiudera' sette giorni colui che ha la piaga. 51 13:51 Il settimo giorno esaminera' la piaga. e se la piaga si sara' allargata sulla veste o sul tessuto o sulla maglia o sulla pelle o sull'oggetto fatto di pelle per un uso qualunque, e' una piaga di lebbra maligna. e' cosa impura. 52 13:52 Egli brucera' quella veste o il tessuto o la maglia di lana o di lino o qualunque oggetto fatto di pelle, sul quale e' la piaga. perchè e' lebbra maligna. saran bruciati col fuoco. 53 13:53 E se il sacerdote, esaminandola, vedra' che la piaga non s'e' allargata sulla veste o sul tessuto o sulla maglia o sull'oggetto qualunque di pelle, 54 13:54 il sacerdote ordinera' che si lavi l'oggetto su cui e' la piaga, e lo rinchiudera' altri sette giorni. 55 13:55 Il sacerdote esaminera' la piaga, dopo che sara' stata lavata. e se vedra' che la piaga non ha mutato colore, benchè non si sia allargata, e' un oggetto immondo. lo brucerai col fuoco. v'e' corrosione, sia che la parte corrosa si trovi sul diritto o sul rovescio dell'oggetto. 56 13:56 E se il sacerdote, esaminandola, vede che la piaga, dopo essere stata lavata, e' diventata pallida, la strappera' dalla veste o dalla pelle o dal tessuto o dalla maglia. 57 13:57 E se apparisce ancora sulla veste o sul tessuto o sulla maglia o sull'oggetto qualunque fatto di pelle, e' una eruzione lebbrosa. bru-cerai col fuoco l'oggetto su cui e' la piaga. 58 13:58 La veste o il tessuto o la maglia o qualunque oggetto fatto di pelle che avrai lavato e dal quale la piaga sara' scomparsa, si lavera' una seconda volta, e sara' puro. 59 13:59 Questa e' la legge relativa alla piaga di lebbra soproa una veste di lana o di lino, sul tessuto o sulla maglia o su qualunque oggetto fatto di pelle, per dichiararli puri o impuri'.

13:47 13:47 Quando appariró una macchia di muffa soproa una veste, sia veste di lana o veste di lino, 48 13:48 un tessuto o un lavoro a maglia, di lino o di lana, un oggetto di pelle o qualsiasi altra cosa fatta di pelle, 49 13:49 se la macchia saró verdastra o rossastra sulla veste o sul cuoio, sul tessuto o sulla maglia o su qualunque cosa fatta di pelle, è macchia di muffa. saró mostrata al sacerdote. 50 13:50 Il sacerdote esamineró la macchia, e isoleró sette giorni l'oggetto con la macchia. 51 13:51 Il settimo giorno esamineró la macchia. se si saró allargata sulla veste, sul tessuto, sulla maglia, sul cuoio o sull'oggetto fatto di pelle per un uso qualunque, è una macchia di muffa maligna. è cosa impura. 52 13:52 Egli bruceró quella veste, il tessuto, la maglia di lana, di lino o qualunque oggetto fatto di pelle, sul quale c'è la macchia, perchè è muffa maligna. saranno bruciati. 53 13:53 Ma se il sacerdote, esaminandola, vedró che la macchia non si è allargata sulla veste, sul tessuto, sulla maglia o sull'oggetto qualunque di pelle, 54 13:54 ordineró che si lavi l'oggetto su cui è la macchia e lo isoleró per altri sette giorni. 55 13:55 Il sacerdote esamineró la macchia, dopo che saró stata lavata. se vedró che la macchia non ha cambiato colore, benchè non si sia allargata, è un oggetto immondo: lo brucerai. vi è corrosione, sul diritto o sul rovescio dell'oggetto. 56 13:56 Se il sacerdote, esaminandola, vede che la macchia, dopo essere stata lavata, è diventata pallida, la strapperó dalla veste, dal cuoio, dal tessuto o dalla maglia. 57 13:57 Se appare ancora sulla veste, sul tessuto, sulla maglia o su un oggetto qualsiasi fatto di pelle, è muffa. brucerai l'oggetto su cui è la macchia. 58 13:58 La veste, il tessuto, la maglia o qualunque oggetto fatto di pelle che avrai lavato e dal quale la macchia saró scomparsa, si laveró una seconda volta e saró puro'. 59 13:59 Questa è la legge relativa alla macchia di muffa soproa una veste di lana o di lino, sul tessuto, sulla maglia, o su qualunque oggetto fatto di pelle, per dichiararli puri o impuri.

13:47 13:47 Se su un vestito c’è una piaga di lebbra, sia un vestito di lana o un vestito di lino, 48 13:48 un tessuto o un lavoro a maglia, di lino o di lana, in pelle o in qualsiasi oggetto fatto di pelle, 49 13:49 se la piaga è verdastra o rossastra sul vestito o sulla pelle, sul tessuto o sulla maglia, o su qualsiasi oggetto fatto di pelle, è piaga di lebbra, e saró mostrata al sacerdote. 50 13:50 Il sacerdote esamineró la piaga e isoleró per sette giorni colui che ha la piaga. 51 13:51 Il settimo giorno esamineró la piaga. e se la piaga si è diffusa sulla veste o sul tessuto o sulla maglia o sulla pelle o su qualsiasi oggetto fatto di pelle, è una piaga di lebbra maligna. è cosa impura. 52 13:52 Egli bruceró quel vestito o il tessuto o la maglia di lana o di lino o qualunque oggetto fatto di pelle, su cui è la piaga, perchè è lebbra maligna. saró bruciato nel fuoco. 53 13:53 Ma se il sacerdote esamina la piaga, ed essa non si è diffusa sul vestito o sul tessuto o sulla maglia o su qualunque oggetto di pelle, 54 13:54 il sacerdote ordineró che si lavi l?oggetto su cui è quella piaga, e lo isoleró per altri sette giorni. 55 13:55 Il sacerdote esamineró la piaga, dopo che è stata lavata. se la piaga non ha cambiato colore, anche se non si è diffusa, è cosa impura. la brucerai nel fuoco. continua a corrodere di dentro o di fuori. 56 13:56 Se il sacerdote la esamina e la piaga, dopo essere stata lavata, si è attenuata, la strapperó dal vestito o dalla pelle o dal tessuto o dalla maglia. 57 13:57 Ma se appare ancora sul vestito o sul tessuto o sulla maglia o su qualunque oggetto fatto di pelle, è un male che si diffonde. bruce-rai col fuoco l’oggetto su cui è la piaga. 58 13:58 Il vestito o il tessuto o la maglia o qualunque oggetto fatto di pelle che hai lavato e dal quale la piaga è scomparsa, si laveró una seconda volta e saró puro. 59 13:59 Questa è la legge per la piaga di lebbra soproa un vestito di lana o di lino, sul tessuto o sulla maglia o su qualunque oggetto fatto di pelle, per dichiararlo puro o per dichiararlo impuro'.

13:47 Quando apparirà una macchia di lebbra su una veste, di lana o di lino, 48 nel tessuto o nel manufatto di lino o di lana, su una pelliccia o qualunque altra cosa di cuoio, 49 se la macchia sarà verdastra o rossastra, sulla veste o sulla pelliccia, sul tessuto o sul manufatto o su qualunque cosa di cuoio, è macchia di lebbra e sarà mostrata al sacerdote. 50 Il sacerdote esaminerà la macchia e rinchiuderà per sette giorni l'oggetto che ha la macchia. 51 Al settimo giorno esaminerà la macchia; se la macchia si sarà allargata sulla veste o sul tessuto o sul manufatto o sulla pelliccia o sull'oggetto di cuoio per qualunque uso, è una macchia di lebbra maligna, è cosa immonda. 52 Egli brucerà quella veste o il tessuto o il manufatto di lana o di lino o qualunque oggetto fatto di pelle, sul quale è la macchia; perchè è lebbra maligna, saranno bruciati nel fuoco. 53 Ma se il sacerdote, esaminandola, vedrà che la macchia non si è allargata sulle vesti o sul tessuto o sul manufatto o su qualunque oggetto di cuoio, 54 il sacerdote ordinerà che si lavi l'oggetto su cui è la macchia e lo rinchiuderà per altri sette giorni. 55 Il sacerdote esaminerà la macchia, dopo che sarà stata lavata; se vedrà che la macchia non ha mutato colore, benchè non si sia allargata, è un oggetto immondo; lo brucerai nel fuoco; vi è corrosione, sia che la parte corrosa si trovi sul diritto o sul rovescio dell'oggetto. 56 Se il sacerdote, esaminandola, vede che la macchia, dopo essere stata lavata, è diventata pallida, la strapperà dalla veste o dalla pelle o dal tessuto o dal manufatto. 57 Se appare ancora sulla veste o sul tessuto o sul manufatto o sull'oggetto di cuoio, è una eruzione in atto; brucerai nel fuoco l'oggetto su cui è la macchia. 58 La veste o il tessuto o il manufatto o qualunque oggetto di cuoio che avrai lavato e dal quale la macchia sarà scomparsa, si laverà una seconda volta e sarà mondo. 59 Questa è la legge relativa alla macchia di lebbra sopra una veste di lana o di lino, sul tessuto o sul manufatto o su qualunque oggetto di pelle, per dichiararli mondi o immondi"".

Mappa

Commento di un santo

A volte sappiamo che abbiamo fatto qualcosa malamente ed evitiamo di includerla nel nostro lavoro. Ma la colpa di ciò i insinua in altre nostre azioni. Infatti ci sono alcuni che sono soggetti all'impuricà carnale ma riflettono su di essa e ritornano in se stessi; riconoscono la colpa della loro depravazione. Ma quando si ono ripresi dal loro atto impuro, immediatamente si vantano della bontà della loro castità e si gonfiano di sciocco orgo glio. Prima un atto impuro ebbe via libera sul loro corpo; poi un impuro orgoglio regna nelle loro menti. Ciò che si impadronisce di loro spiritualmente è come una lebbra vagante 7. Non lascia completamente l'abito ma cambia luogo su di esso. L'abito è ciascuno dei fedeli nella santa Chiesa. Una lebbra vagante ed errante invade un abito quando, per un peccato inespiato, la colpa invade quell'anima che sembra essere fedele. Supponiamo che quàlcuno si vanti di possedere ricchezze e poi oda dalla bocca di un predicatore che tutte queste cose materiali periranno

Autore

Paterio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia