Cronologia dei paragrafi

Alla fonte della carità
Alla fonte della fede
La preghiera per i peccatori
Riassunto dell'epistola

Alla fonte della carità (1gv 4,7-99)

4:7 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perchè l'amore è da Dio: chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio. 8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perchè Dio è amore. 9 In questo si è manifestato l'amore di Dio in noi: Dio ha mandato nel mondo il suo Figlio unigenito, perchè noi avessimo la vita per mezzo di lui. 10 In questo sta l'amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati. 11 Carissimi, se Dio ci ha amati così, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. 12 Nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l'amore di lui è perfetto in noi. 13 In questo si conosce che noi rimaniamo in lui ed egli in noi: egli ci ha donato il suo Spirito. 14 E noi stessi abbiamo veduto e attestiamo che il Padre ha mandato il suo Figlio come salvatore del mondo. 15 Chiunque confessa che Gesù è il Figlio di Dio, Dio rimane in lui ed egli in Dio. 16 E noi abbiamo conosciuto e creduto l'amore che Dio ha in noi. Dio è amore; chi rimane nell'amore rimane in Dio e Dio rimane in lui. 17 In questo l'amore ha raggiunto tra noi la sua perfezione: che abbiamo fiducia nel giorno del giudizio, perchè come è lui, così siamo anche noi, in questo mondo. 18 Nell'amore non c'è timore, al contrario l'amore perfetto scaccia il timore, perchè il timore suppone un castigo e chi teme non è perfetto nell'amore. 19 Noi amiamo perchè egli ci ha amati per primo. 20 Se uno dice: "Io amo Dio" e odia suo fratello, è un bugiardo. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. 21 E questo è il comandamento che abbiamo da lui: chi ama Dio, ami anche suo fratello.

4:7 4:6 Noi siamo da Dio. chi conosce Iddio ci ascolta. chi non e' da Dio non ci ascolta. da questo conosciamo lo spirito della verita', e lo spirito dell'errore. 8 4:7 DILETTI, amiamoci gli uni gli altri. perciocche' la carita' e' da Dio. e chiunque ama e' nato da Dio, e conosce Iddio. 9 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Iddio. poiche' Iddio e' carita'. 10 4:9 In questo si e' manifestata la carita' di Dio inverso noi: che Iddio ha mandato il suo Unigenito nel mondo, acciocche' per lui viviamo. 11 4:10 In questo e' la carita': non che noi abbiamo amato Iddio, ma ch'egli ha amati noi, ed ha mandato il suo Figliuolo, per esser purgamento de' nostri peccati. 12 4:11 Diletti, se Iddio ci ha cosi' amati, ancor noi ci dobbiamo amar gli uni gli altri. 13 4:12 Niuno vide giammai Iddio. se noi ci amiamo gli uni gli altri, Iddio dimora in noi, e la sua carita' e' compiuta in noi. 14 4:13 Per questo conosciamo che dimoriamo in lui, ed egli in noi: perciocche' egli ci ha donato del suo Spirito. 15 4:14 E noi siamo stati spettatori, e testimoniamo che il Padre ha mandato il Figliuolo, per essere Salvatore del mondo. 16 4:15 Chi avra' confessato che Gesu' e' il Figliuol di Dio, Iddio dimora in lui, ed egli in Dio. 17 4:16 E noi abbiam conosciuta, e creduta la carita' che Iddio ha inverso noi. Iddio e' carita'. e chi dimora nella carita', dimora in Dio, e Iddio dimora in lui. 18 4:17 In questo e' compiuta la carita' inverso noi (ac-ciocche' abbiamo confidanza nel giorno del giudicio): che quale egli e', tali siamo ancor noi in questo mondo. 19 4:18 Paura non e' nella carita'. anzi la compiuta carita' caccia fuori la paura. poiche' la paura ha pena. e chi teme non e' compiuto nella carita'. 20 4:19 Noi l'amiamo, perciocche' egli ci ha amati il proimo. 21 4:20 Se alcuno dice: Io amo Iddio, ed odia il suo fratello, e' bugiardo. perciocche', chi non ama il suo fratello ch'egli ha veduto, come puo' amare Iddio ch'egli non ha veduto?

4:7 4:9 In questo s'e' manifestato per noi l'amor di Dio: che Dio ha mandato il suo unigenito Figliuolo nel mondo, affinchè, per mezzo di lui, vivessimo. 8 4:10 In questo e' l'amore: non che noi abbiamo amato Iddio, ma che Egli ha amato noi, e ha mandato il suo Figliuolo per essere la propiziazione per i nostri peccati. 9 4:11 Diletti, se Dio ci ha cosi' amati, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. 10 4:12 Nessuno vide giammai Iddio. se ci amiamo gli uni gli altri, Iddio dimora in noi, e l'amor di Lui diventa perfetto in noi. 11 4:13 Da questo conosciamo che dimoriamo in lui ed Egli in noi: ch'Egli ci ha dato del suo Spirito. 12 4:14 E noi abbiamo veduto e testimoniamo che il Padre ha mandato il Figliuolo per essere il Salvatore del mondo. 13 4:15 Chi confessa che Gesu' e' il Figliuol di Dio, Iddio dimora in lui, ed egli in Dio. 14 4:16 E noi abbiam conosciuto l'amore che Dio ha per noi, e vi abbiam creduto. Dio e' amore. e chi dimora nell'amore dimora in Dio, e Dio dimora in lui. 15 4:17 In questo l'amore e' reso perfetto in noi, affinchè abbiamo confidanza nel giorno del giudizio: che quale egli e', tali siamo anche noi in questo mondo. 16 4:18 Nell'amore non c'e' paura. anzi, l'amor perfetto caccia via la paura. perchè la paura implica approensione di castigo. e chi ha paura non e' perfetto nell'amore. 17 4:19 Noi amiamo perchè Egli ci ha amati il proimo. 18 4:20 Se uno dice: Io amo Dio, e odia il suo fratello, e' bugiardo. perchè chi non ama il suo fratello che ha veduto, non puo' amar Dio che non ha veduto. 19 4:21 E questo e' il comandamento che abbiam da lui: che chi ama Dio ami anche il suo fratello. 20 5:1 Chiunque crede che Gesu' e' il Cristo, e' nato da Dio. e chiunque ama Colui che ha generato, ama anche chi e' stato da lui generato. 21 5:2 Da questo conosciamo che amiamo i figliuoli di Dio: quando amiamo Dio e osserviamo i suoi comandamenti.

4:7 4:7 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perchè l'amore è da Dio e chiunque ama è nato da Dio e conosce Dio. 8 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perchè Dio è amore. 9 4:9 In questo si è manifestato per noi l'amore di Dio: che Dio ha mandato il suo unico Figlio nel mondo, affinchè, per mezzo di lui, vivessimo. 10 4:10 In questo è l'amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che egli ha amato noi, e ha mandato suo Figlio per essere il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati. 11 4:11 Carissimi, se Dio ci ha tanto amati, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. 12 4:12 Nessuno ha mai visto Dio. se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e il suo amore diventa perfetto in noi. 13 4:13 Da questo conosciamo che rimaniamo in lui ed egli in noi: dal fatto che ci ha dato del suo Spirito. 14 4:14 E noi abbiamo veduto e testimoniamo che il Padre ha mandato il Figlio per essere il Salvatore del mondo. 15 4:15 Chi riconosce pubblicamente che Gesù è il Figlio di Dio, Dio rimane in lui ed egli in Dio. 16 4:16 Noi abbiamo conosciuto l'amore che Dio ha per noi, e vi abbiamo creduto. Dio è amore. e chi rimane nell'amore rimane in Dio e Dio rimane in lui. 17 4:17 In questo l'amore è reso perfetto in noi: che nel giorno del giudizio abbiamo fiducia, perchè qual egli è, tali siamo anche noi in questo mondo. 18 4:18 Nell'amore non c'è paura. anzi, l'amore perfetto caccia via la paura, perchè chi ha paura teme un castigo. Quindi chi ha paura non è perfetto nell'amore. 19 4:19 Noi amiamo perchè egli ci ha amati per proimo. 20 4:20 Se uno dice: 'Io amo Dio', ma odia suo fratello, è bugiardo. perchè chi non ama suo fratello che ha visto, non può amare Dio che non ha visto. 21 4:21 Questo è il comandamento che abbiamo ricevuto da lui: che chi ama Dio ami anche suo fratello.

4:7 4:7 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, poichè l’amore è da Dio e chiunque ama è nato da Dio e conosce Dio. 8 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perchè Dio è amore. 9 4:9 In questo si è manifestato l’amore di Dio verso di noi, che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo, affinchè noi vivessimo per mezzo di lui. 10 4:10 In questo è l’amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che lui ha amato noi e ha mandato il suo Figlio per essere l’espiazione per i nostri peccati. 11 4:11 Carissimi, se Dio ci ha amato in questo modo, anche noi ci dobbiamo amare gli uni gli altri. 12 4:12 Nessuno ha mai visto Dio. se ci amiamo gli uni gli altri, Dio dimora in noi e il suo amore è perfetto in noi. 13 4:13 Da questo conosciamo che dimoriamo in lui ed egli in noi, perchè egli ci ha dato del suo Spirito. 14 4:14 E noi stessi abbiamo visto e testimoniato che il Padre ha mandato il Figlio per essere il Salvatore del mondo. 15 4:15 Chiunque riconosce che Gesù è il Figlio di Dio, Dio dimora in lui ed egli in Dio. 16 4:16 E noi abbiamo conosciuto e creduto all’amore che Dio ha per noi. Dio è amore. e chi dimora nell’amore dimora in Dio e Dio in lui. 17 4:17 In questo l’amore è stato reso perfetto in noi (perchè abbiamo fiducia nel giorno del giudizio) : che quale egli è, tali siamo anche noi in questo mondo. 18 4:18 Nell’amore non c’è paura, anzi l’amore perfetto caccia via la paura, perchè la paura ha a che fare con la punizione, e chi ha paura non è perfetto nell’amore. 19 4:19 Noi lo amiamo, perchè egli ci ha amati per proimo. 20 4:20 Se uno dice: ’Io amo Dio', e odia il proproio fratello, è bugiardo. chi non ama infatti il proproio fratello che vede, come può amare Dio che non vede? 21 4:21 E questo è il comandamento che abbiamo ricevuto da lui: chi ama Dio, ami anche il proproio fratello.

4:7 Noi siamo da Dio. Chi conosce Dio ascolta noi; chi non è da Dio non ci ascolta. Da ciò noi distinguiamo lo spirito della verità e lo spirito dell'errore. 8 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perchè l'amore è da Dio: chiunque ama è generato da Dio e conosce Dio. 9 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perchè Dio è amore. 10 In questo si è manifestato l'amore di Dio per noi: Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo, perchè noi avessimo la vita per lui. 11 In questo sta l'amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati. 12 Carissimi, se Dio ci ha amato, anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri. 13 Nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l'amore di lui è perfetto in noi. 14 Da questo si conosce che noi rimaniamo in lui ed egli in noi: egli ci ha fatto dono del suo Spirito. 15 E noi stessi abbiamo veduto e attestiamo che il Padre ha mandato il suo Figlio come salvatore del mondo. 16 Chiunque riconosce che Gesù è il Figlio di Dio, Dio dimora in lui ed egli in Dio. 17 Noi abbiamo riconosciuto e creduto all'amore che Dio ha per noi. Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui. 18 Per questo l'amore ha raggiunto in noi la sua perfezione, perchè abbiamo fiducia nel giorno del giudizio; perchè come è lui, così siamo anche noi, in questo mondo. 19 Nell'amore non c'è timore, al contrario l'amore perfetto scaccia il timore, perchè il timore suppone un castigo e chi teme non è perfetto nell'amore. 20 Noi amiamo, perchè egli ci ha amati per primo. 21 Se uno dicesse: ""Io amo Dio"", e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede.

Mappa

Commento di un santo

Noi siamo da Dio. Per qual ragione? Vedete se c'è altra ragione che non sia la carità. "Noi siamo da Dio". Chi conosce Dio ci ascolta: chi non è da Dio, non ci ascolta. Questo è il segno che ci fa riconoscere lo spirito di verità e lo spirito dell'errore (1 Gv. 4, 6). Chi ci ascolta ha lo spirito di verità; chi non ci ascolta ha lo spirito di errore. Vediamo di che cosa ci ammonisce e ascoltiamo piuttosto lui che ammonisce in spirito di verità; non gli anticristi, non gli amatori del mondo, non il mondo. Se siamo nati da Dio, Dilettissimi..., prosegue Giovanni, stiamo attenti: "Noi siamo da Dio. Chi conosce Dio, ci ascolta; chi non è da Dio, non ci ascolta. Questo è il segno che ci fa riconoscere lo spirito di verità e lo spirito dell'errore". E così ci aveva reso attenti al fatto che chi conosce Dio l'ascolta, chi non lo conosce non l'ascolta; e questo è il criterio in base al quale distinguiamo tra spirito di verità e d'errore. Vediamo dunque l'insegnamento che si appresta a darci, le parole che dobbiamo accogliere da lui. "Dilettissimi", amiamoci a vicenda. Perchè? Perchè forse è un uomo ad ammonirci? Perchè l'amore viene da Dio. Ha fatto un grande elogio della carità dicendo che essa "viene da Dio": ma ci dirà ancora qualcosa di più; ascoltiamo attentamente. Ha appena detto: "L'amore viene da Dio"; e chiunque ama è nato da Dio e ha conosciuto Dio. Chi non ama, non conosce Dio. Perchè? Perchè Dio è amore (1 Gv. 4, 8). Che cosa poteva dire di più, o fratelli? Se non ci fosse in tutta questa Epistola e in tutte le pagine della Scrittura nessuna lode della carità all'infuori di questa sola parola che abbiamo intesa dalla bocca dello Spirito, che cioè "Dio è carità", non dovremmo chiedere niente di più.

Autore


Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-6°domenica dell'anno B dove si leggono i seguenti passi
[(gv 15,9-17)}; (1gv 4,7-1)}; (At 1,25-26.1,34-35.1,44-48)}; (sal 98,1-4)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
S. Marta dove si leggono i seguenti passi:
Sacro Cuore dove si leggono i seguenti passi: (Ef 3,8-12.3,14-19); (Deu 7,6-11); (sal 12,1-4.12,6-8.12,10-10); (1gv 4,7-16); (mat 11,25-30); (os 11,1-1.11,3-4.11,8-9); (is 12,2-6); (Ef 3,8-12.3,14-19); (gv 19,31-37); (Ez 34,11-16); (sal 22,1-6); (Rm 5,5-11); (Lc 15,3-7);
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia