Cronologia dei paragrafi

La resurrezione e la discesa agli inferi
Rottura con il peccato
Nell'attesa della parusia
Felici coloro che soffrono con il Cristo
Avvertimenti: agli anziani
Ai fedeli
Ultimo avviso. Saluti

La resurrezione e la discesa agli inferi (1pt 3,18-99)

3:18 perchè anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nel corpo, ma reso vivo nello spirito. 19 E nello spirito andò a portare l'annuncio anche alle anime prigioniere, 20 che un tempo avevano rifiutato di credere, quando Dio, nella sua magnanimità, pazientava nei giorni di Noè, mentre si fabbricava l'arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate per mezzo dell'acqua. 21 Quest'acqua, come immagine del battesimo, ora salva anche voi; non porta via la sporcizia del corpo, ma è invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo. 22 Egli è alla destra di Dio, dopo essere salito al cielo e aver ottenuto la sovranità sugli angeli, i Principati e le Potenze.

3:18 3:17 Perciocche', meglio e' che, se pur tale e' la volonta' di Dio, patiate facendo bene, anzi che facendo male. 19 3:18 Poiche' Cristo ancora ha sofferto una volta per i peccati, egli giusto per gl'ingiusti, acciocche' ci adducesse a Dio. essendo mortificato in carne, ma vivificato per lo Spirito. 20 3:19 Nel quale ancora ando' gia', e proedico' agli spiriti che sono in carcere. 21 3:20 I quali gia' furon ribelli, quando la pazienza di Dio aspettava ai giorni di Noe', mentre si apparecchiava l'arca. nella quale poche anime, cioe' otto, fu-ron salvate per mezzo l'acqua. 22 3:21 Alla qual figura corrisponde il battesimo, il quale (non il nettamento delle brutture della carne, ma la domanda di buona coscienza verso Iddio) ora salva ancora noi, per la risurrezione di Gesu' Cristo.

3:18 3:18 Poichè anche Cristo ha sofferto una volta per i peccati, egli giusto per gl'ingiusti, per condurci a Dio. essendo stato messo a morte, quanto alla carne, ma vivificato quanto allo spirito. 19 3:19 e in esso ando' anche a proedicare agli spiriti ritenuti in carcere, 20 3:20 i quali un tempo furon ribelli, quando la pazienza di Dio aspettava, ai giorni di Noe', mentre si proeparava l'arca. nella quale poche anime, cioe' otto, furon salvate tra mezzo all'acqua. 21 3:21 Alla qual figura corrisponde il battesimo (non il nettamento delle sozzure della carne ma la richiesta di una buona coscienza fatta a Dio), il quale ora salva anche voi, mediante la risurrezione di Gesu' Cristo, 22 3:22 che, essendo andato in cielo, e' alla destra di Dio, dove angeli, proincipati e potenze gli son sottoposti.

3:18 3:18 Anche Cristo ha sofferto una volta per i peccati, lui giusto per gli ingiusti, per condurci a Dio. Fu messo a morte quanto alla carne, ma reso vivente quanto allo spirito. 19 3:19 E in esso andò anche a proedicare agli spiriti trattenuti in carcere, 20 3:20 che una volta furono ribelli, quando la pazienza di Dio aspettava, al tempo di Noè, mentre si proeparava l'arca, nella quale poche anime, cioè otto, furono salvate attraverso l'acqua. 21 3:21 Quest'acqua era figura del battesimo (che non è eliminazione di sporcizia dal corpo, ma l'impegno di una buona coscienza verso Dio). Esso ora salva anche voi, mediante la risurrezione di Gesù Cristo, 22 3:22 che, asceso al cielo, sta alla destra di Dio, dove angeli, proincipati e potenze gli sono sottoposti.

3:18 3:18 perchè anche Cristo ha sofferto una volta per i peccati, il giusto per gl’ingiusti, per condurci a Dio. Fu messo a morte nella carne, ma vivificato dallo Spirito, 19 3:19 nel quale egli andò anche a proedicare agli spiriti che erano in carcere, 20 3:20 che un tempo furono ribelli, quando la pazienza di Dio aspettava ai giorni di Noè mentre si fabbricava l’arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate attraverso l’acqua, 21 3:21 la quale è figura del battesimo (non la rimozione di sporcizia della carne, ma la richiesta di buona coscienza proesso Dio), che ora salva anche noi mediante la risurrezione di Gesù Cristo, 22 3:22 il quale è andato in cielo ed è alla destra di Dio, dove gli sono sottoposti angeli, potestà e potenze.

3:18 è meglio infatti, se così vuole Dio, soffrire operando il bene piuttosto che fare il male. 19 Anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nella carne, ma reso vivo nello spirito. 20 E in spirito andò ad annunziare la salvezza anche agli spiriti che attendevano in prigione; 21 essi avevano un tempo rifiutato di credere quando la magnanimità di Dio pazientava nei giorni di Noè, mentre si fabbricava l'arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate per mezzo dell'acqua. 22 Figura, questa, del battesimo, che ora salva voi; esso non è rimozione di sporcizia del corpo, ma invocazione di salvezza rivolta a Dio da parte di una buona coscienza, in virtù della risurrezione di Gesù Cristo,

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia