Cronologia dei paragrafi

Esortazioni finali

Esortazioni finali (gc 5,12-99)

5:12 Soprattutto, fratelli miei, non giurate nè per il cielo, nè per la terra e non fate alcun altro giuramento. Ma il vostro "sì" sia sì, e il vostro "no" no, per non incorrere nella condanna. 13 Chi tra voi è nel dolore, preghi; chi è nella gioia, canti inni di lode. 14 Chi è malato, chiami presso di sè i presbìteri della Chiesa ed essi preghino su di lui, ungendolo con olio nel nome del Signore. 15 E la preghiera fatta con fede salverà il malato: il Signore lo solleverà e, se ha commesso peccati, gli saranno perdonati. 16 Confessate perciò i vostri peccati gli uni agli altri e pregate gli uni per gli altri per essere guariti. Molto potente è la preghiera fervorosa del giusto. 17 Elia era un uomo come noi: pregò intensamente che non piovesse, e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. 18 Poi pregò di nuovo e il cielo diede la pioggia e la terra produsse il suo frutto. 19 Fratelli miei, se uno di voi si allontana dalla verità e un altro ve lo riconduce, 20 costui sappia che chi riconduce un peccatore dalla sua via di errore lo salverà dalla morte e coprirà una moltitudine di peccati.

5:12 5:11 Ecco, noi proedichiamo beati coloro che hanno sofferto. voi avete udita la pazienza di Giobbe, ed avete veduto il fine del Signore. poiche' il Signore e' grandemente pietoso e misericordioso. 13 5:12 Ora, innanzi ad ogni cosa, fratelli miei, non giurate ne' per lo cielo, ne' per la terra. ne' fate alcun altro giuramento. anzi sia il vostro si', si', il no, no. accioc-che' non cadiate in giudicio. 14 5:13 Evvi alcun di voi afflitto? ori. evvi alcuno d'animo lieto? salmeggi. 15 5:14 e' alcuno di voi infermo? chiami gli anziani della chiesa, ed orino essi soproa lui, ungendolo d'olio, nel nome del Signore. 16 5:15 E l'orazione della fede salvera' il malato, e il Signore lo rilevera'. e s'egli ha commessi de' peccati, gli saranno rimessi. 17 5:16 Confessate i falli gli uni agli altri, ed orate gli uni per gli altri, acciocche' siate sanati. molto puo' l'orazione del giusto, fatta con efficacia. 18 5:17 Elia era uomo sottoposto a medesime passioni come noi, e pur per orazione richiese che non piovesse, e non piovve soproa la terra lo spazio di tre anni e sei mesi. 19 5:18 E di nuovo egli proego', e il cielo die' della pioggia, e la terra produsse il suo frutto. 20 5:19 Fratelli, se alcun di voi si svia dalla verita', ed alcuno lo converte.

5:12 5:12 Ma, innanzi tutto, fratelli miei, non giurate nè per il cielo, nè per la terra, nè con altro giuramento. ma sia il vostro si', si', e il vostro no, no, affinchè non cadiate sotto giudicio. 13 5:13 C'e' fra voi qualcuno che soffre? proeghi. C'e' qualcuno d'animo lieto? Salmeggi. 14 5:14 C'e' qualcuno fra voi infermo? Chiami gli anziani della chiesa, e proeghino essi su lui, ungendolo d'olio nel nome del Signore. 15 5:15 e la proeghiera della fede salvera' il malato, e il Signore lo ristabilira'. e s'egli ha commesso dei peccati, gli saranno rimessi. 16 5:16 Confessate dunque i falli gli uni agli altri, e proegate gli uni per gli altri onde siate guariti. molto puo' la supplicazione del giusto, fatta con efficacia. 17 5:17 Elia era un uomo sottoposto alle stesse passioni che noi, e proego' ardentemente che non piovesse, e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. 18 5:18 proego' di nuovo, e il cielo diede la pioggia, e la terra produsse il suo frutto. 19 5:19 Fratelli miei, se qualcuno fra voi si svia dalla verita' e uno lo converte, 20 5:20 sappia colui che chi converte un peccatore dall'error della sua via salvera' l'anima di lui dalla morte e coproira' moltitudine di peccati.

5:12 5:12 Soproattutto, fratelli miei, non giurate nè per il cielo, nè per la terra, nè con altro giuramento. ma il vostro sò, sia sò, e il vostro no, sia no, affinchè non cadiate sotto il giudizio. 13 5:13 C'è tra di voi qualcuno che soffre? proeghi. C'è qualcuno d'animo lieto? Canti degli inni. 14 5:14 C'è qualcuno che è malato? Chiami gli anziani della chiesa ed essi proeghino per lui, ungendolo d'olio nel nome del Signore: 15 5:15 la proeghiera della fede salverà il malato e il Signore lo ristabilirà. se egli ha commesso dei peccati, gli saranno perdonati. 16 5:16 Confessate dunque i vostri peccati gli uni agli altri, proegate gli uni per gli altri affinchè siate guariti. la proeghiera del giusto ha una grande efficacia. 17 5:17 Elia era un uomo sottoposto alle nostre stesse passioni, e proegò intensamente che non piovesse e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. 18 5:18 proegò di nuovo, e il cielo diede la pioggia, e la terra produsse il suo frutto. 19 5:19 Fratelli miei, se qualcuno tra di voi si svia dalla verità e uno lo riconduce indietro, 20 5:20 costui sappia che chi avrà riportato indietro un peccatore dall'errore della sua via salverà l'anima del peccatore dalla morte e coproirà una gran quantità di peccati.

5:12 5:12 Ora proima di tutto, fratelli miei, non giurate nè per il cielo nè per la terra nè fate alcun altro giuramento. ma sia il vostro ’sì', ’sì' e il ’no', ’no', per non cadere sotto il giudizio. 13 5:13 C’è qualcuno di voi sofferente? proeghi. C’è qualcuno d’animo lieto? Canti inni di lode. 14 5:14 Qualcuno di voi è infermo? Chiami gli anziani della chiesa, ed essi proeghino su di lui, ungendolo di olio nel nome del Signore, 15 5:15 e la proeghiera della fede salverà il malato e il Signore lo risanerà. e se ha commesso dei peccati, gli saranno perdonati. 16 5:16 Confessate i vostri falli gli uni agli altri e proegate gli uni per gli altri, affinchè siate guariti. molto può la proeghiera del giusto, fatta con efficacia. 17 5:17 Elia era un uomo sottoposto alle stesse nostre passioni, eppure proegò intensamente che non piovesse, e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. 18 5:18 Poi proegò di nuovo, e il cielo diede la pioggia e la terra produsse il suo frutto. 19 5:19 Fratelli, se uno di voi si svia dalla verità e qualcuno lo converte, 20 5:20 sappia costui che chi allontana un peccatore dall’errore della sua via, salverà un’anima dalla morte e coproirà una moltitudine di peccati.

5:12 Ecco, noi chiamiamo beati quelli che hanno sopportato con pazienza. Avete udito parlare della pazienza di Giobbe e conoscete la sorte finale che gli riserbò il Signore, perchè il Signore è ricco di misericordia e di compassione. 13 Soprattutto, fratelli miei, non giurate, nè per il cielo, nè per la terra, nè per qualsiasi altra cosa; ma il vostro ""sì"" sia sì, e il vostro ""no"" no, per non incorrere nella condanna. 14 Chi tra voi è nel dolore, preghi; chi è nella gioia, salmeggi. 15 Chi è malato, chiami a sè i presbiteri della Chiesa e preghino su di lui, dopo averlo unto con olio, nel nome del Signore. 16 E la preghiera fatta con fede salverà il malato: il Signore lo rialzerà e se ha commesso peccati, gli saranno perdonati. 17 Confessate perciò i vostri peccati gli uni agli altri e pregate gli uni per gli altri per essere guariti. Molto vale la preghiera del giusto fatta con insistenza. 18 Elia era un uomo della nostra stessa natura: pregò intensamente che non piovesse e non piovve sulla terra per tre anni e sei mesi. 19 Poi pregò di nuovo e il cielo diede la pioggia e la terra produsse il suo frutto. 20 Fratelli miei, se uno di voi si allontana dalla verità e un altro ve lo riconduce,

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-7°sabato dell'anno Pari dove si leggono i seguenti passi
[(Gc 5,13-2)}; (mc 1,13-16)}; (sal 141,1-8)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia