Cronologia dei paragrafi

Il rispetto dovuto ai poveri
La fede e le opere
Contro l'intemperanza del linguaggio
La vera e la falsa sapienza
Contro le discordie
Avvertimento ai ricchi
La venuta del Signore
Esortazioni finali

Il rispetto dovuto ai poveri (gc 2,1-13)

2:1 Fratelli miei, la vostra fede nel Signore nostro Gesù Cristo, Signore della gloria, sia immune da favoritismi personali. 2 Supponiamo che, in una delle vostre riunioni, entri qualcuno con un anello d'oro al dito, vestito lussuosamente, ed entri anche un povero con un vestito logoro. 3 Se guardate colui che è vestito lussuosamente e gli dite: "Tu siediti qui, comodamente", e al povero dite: "Tu mettiti là, in piedi", oppure: "Siediti qui ai piedi del mio sgabello", 4 non fate forse discriminazioni e non siete giudici dai giudizi perversi? 5 Ascoltate, fratelli miei carissimi: Dio non ha forse scelto i poveri agli occhi del mondo, che sono ricchi nella fede ed eredi del Regno, promesso a quelli che lo amano? 6 Voi invece avete disonorato il povero! Non sono forse i ricchi che vi opprimono e vi trascinano davanti ai tribunali? 7 Non sono loro che bestemmiano il bel nome che è stato invocato sopra di voi? 8 Certo, se adempite quella che, secondo la Scrittura, è la legge regale: Amerai il prossimo tuo come te stesso, fate bene. 9 Ma se fate favoritismi personali, commettete un peccato e siete accusati dalla Legge come trasgressori. 10 Poichè chiunque osservi tutta la Legge, ma la trasgredisca anche in un punto solo, diventa colpevole di tutto; 11 infatti colui che ha detto: Non commettere adulterio, ha detto anche: Non uccidere. Ora se tu non commetti adulterio, ma uccidi, ti rendi trasgressore della Legge. 12 Parlate e agite come persone che devono essere giudicate secondo una legge di libertà, perchè 13 il giudizio sarà senza misericordia contro chi non avrà avuto misericordia. La misericordia ha sempre la meglio sul giudizio.

2:1 1:27 La religione pura ed immacolata, dinanzi a Dio e Padre, e' questa. visitar gli orfani, e le vedove, nelle loro afflizioni. e conservarsi puro dal mondo. 2 2:1 FRATELLI miei, non abbiate la fede della gloria di Gesu' Cristo, Signor nostro, con riguardi alle qualita' delle persone. 3 2:2 Perciocche', se nella vostra raunanza entra un uomo con l'anel d'oro, in vestimento splendido. e v'entra parimente un povero, in vestimento sozzo. 4 2:3 e voi riguardate a colui che porta il vestimento splendido, e gli dite: Tu, siedi qui onorevolmente. e al povero dite: Tu, stattene quivi in pie', o siedi qui sotto allo scannello de' miei piedi. 5 2:4 non avete voi fatta differenza in voi stessi? e non siete voi divenuti de' giudici con malvagi pensieri? 6 2:5 Ascoltate, fratelli miei diletti: non ha Iddio eletti i poveri del mondo, per esser ricchi in fede, ed eredi dell'eredita' ch'egli ha promessa a coloro che l'amano? 7 2:6 Ma voi avete disonorato il povero. I ricchi non son eglino quelli che vi tiranneggiano? non son eglino quelli che vi traggono alle corti? 8 2:7 Non son eglino quelli che bestemmiano il buon nome, del quale voi siete nominati? 9 2:8 Se invero voi adempiete la legge reale, secondo la scrittura: Ama il tuo prossimo, come te stesso, fate bene. 10 2:9 Ma, se avete riguardo alla qualita' delle persone, voi commettete peccato, essendo dalla legge convinti, come trasgressori. 11 2:10 Perciocche', chiunque avra' osservata tutta la legge, ed avra' fallito in un sol capo, e' colpevole di tutti. 12 2:11 Poiche' colui che ha detto: Non commettere adulterio. ha ancor detto: Non uccidere. che se tu non commetti adulterio, ma uccidi, tu sei divenuto tra-sgressor della legge. 13 2:12 Cosi' parlate, e cosi' operate, come avendo da esser giudicati per la legge della liberta'.

2:1 2:1 Fratelli miei, la vostra fede nel nostro Signor Gesu' Cristo, il Signor della gloria, sia scevra da riguardi personali. 2 2:2 Perchè, se nella vostra raunanza entra un uomo con l'anello d'oro, vestito splendidamente, e v'entra pure un povero vestito malamente, 3 2:3 e voi avete riguardo a quello che veste splendidamente e gli dite: Tu, siedi qui in un posto onorevole. e al povero dite: Tu, stattene la' in pie', o siedi appie' del mio sgabello, 4 2:4 non fate voi una differenza nella vostra mente, e non diventate giudici dai pensieri malvagi? 5 2:5 Ascoltate, fratelli miei diletti: Iddio non ha egli scelto quei che sono poveri secondo il mondo perchè siano ricchi in fede ed eredi del Regno che ha promesso a coloro che l'amano? 6 2:6 Ma voi avete disproezzato il povero! Non son forse i ricchi quelli che vi opproimono e che vi traggono ai tribunali? 7 2:7 Non sono essi quelli che bestemmiano il buon nome che e' stato invocato su di voi? 8 2:8 Certo, se adempite la legge reale, secondo che dice la Scrittura: Ama il tuo prossimo come te stesso, fate bene. 9 2:9 ma se avete de' riguardi personali, voi commettete un peccato essendo dalla legge convinti quali trasgressori. 10 2:10 Poichè chiunque avra' osservato tutta la legge, e avra' fallito in un sol punto, si rende colpevole su tutti i punti. 11 2:11 Poichè Colui che ha detto: Non commettere adulterio, ha detto anche: Non uccidere. Ora, se tu non commetti adulterio ma uccidi, sei diventato trasgressore della legge. 12 2:12 Parlate e operate come dovendo esser giudicati da una legge di liberta'. 13 2:13 Perchè il giudicio e' senza misericordia per colui che non ha usato misericordia: la misericordia trionfa del giudicio.

2:1 2:1 Fratelli miei, la vostra fede nel nostro Signore Gesù Cristo, il Signore della gloria, sia immune da favoritismi. 2 2:2 Infatti, se nella vostra adunanza entra un uomo con un anello d'oro, vestito splendidamente, e vi entra pure un povero vestito malamente, 3 2:3 e voi avete riguardo a quello che veste elegantemente e gli dite: 'Tu, siedi qui al posto d'onore'. e al povero dite: 'Tu, stattene là in piedi', o 'siedi in terra accanto al mio sgabello', 4 2:4 non state forse usando un trattamento diverso e giudicando in base a ragionamenti malvagi? 5 2:5 Ascoltate, fratelli miei carissimi: Dio non ha forse scelto quelli che sono poveri secondo il mondo perchè siano ricchi in fede ed eredi del regno che ha promesso a quelli che lo amano? 6 2:6 Voi invece avete disproezzato il povero! Non sono forse i ricchi quelli che vi opproimono e vi trascinano davanti ai tribunali? 7 2:7 Non sono essi quelli che bestemmiano il buon nome che è stato invocato su di voi? 8 2:8 Certo, se adempite la legge come dice la Scrittura: Ama il tuo prossimo come te stesso, fate bene. 9 2:9 ma se avete riguardi personali, voi commettete un peccato e siete condannati dalla legge quali trasgressori. 10 2:10 Chiunque infatti osserva tutta la legge, ma la trasgredisce in un punto solo, si rende colpevole su tutti i punti. 11 2:11 Poichè colui che ha detto: Non commettere adulterio, ha detto anche: Non uccidere. Quindi se tu non commetti adulterio ma uccidi, sei trasgressore della legge. 12 2:12 Parlate e agite come persone che devono essere giudicate secondo la legge di libertà. 13 2:13 Perchè il giudizio è senza misericordia contro chi non ha usato misericordia. La misericordia invece trionfa sul giudizio.

2:1 2:1 Fratelli miei, non associate favoritismi personali alla fede del nostro Signore Gesù Cristo, il Signore della gloria. 2 2:2 Se nella vostra assemblea, infatti, entra un uomo con un anello d’oro, vestito splendidamente, ed entra anche un povero con un vestito sporco, 3 2:3 e voi avete un particolare riguardo a colui che porta la veste splendida e gli dite: ’Tu siediti qui in un bel posto', e al povero dite: ’Tu stattene là in piedi', oppure: ’Siediti qui vicino al mio sgabello', 4 2:4 non avete fatto una discriminazione fra voi stessi, divenendo così giudici dai ragionamenti malvagi? 5 2:5 Ascoltate, fratelli miei carissimi, non ha Dio scelto i poveri del mondo, perchè siano ricchi in fede ed eredi del regno, che egli ha promesso a coloro che lo amano? 6 2:6 Ma voi avete disonorato il povero! Non sono forse i ricchi quelli che vi tiranneggiano? Non sono essi quelli che vi trascinano davanti ai tribunali? 7 2:7 Non sono essi quelli che bestemmiano il glorioso nome che è stato invocato su di voi? 8 2:8 Se veramente adempite la legge regale secondo la Scrittura: ’Ama il tuo prossimo come te stesso', fate bene. 9 2:9 ma se usate favoritismi personali, commettete peccato e siete condannati dalla legge come trasgressori. 10 2:10 Chiunque infatti osserva tutta la legge, ma viene meno in un sol punto, è colpevole su tutti i punti. 11 2:11 Difatti, colui che ha detto: ’Non commettere adulterio', ha anche detto: ’Non uccidere'. Per cui se tu non commetti adulterio ma uccidi, sei trasgressore della legge. 12 2:12 Parlate quindi e agite come se doveste essere giudicati dalla legge della libertà, 13 2:13 perchè il giudizio sarà senza misericordia contro chi non ha usato misericordia. e la misericordia trionfa sul giudizio.

2:1 Religione pura e senza macchia davanti a Dio nostro Padre è questa: soccorrere gli orfani e le vedove nelle loro afflizioni e conservarsi puri da questo mondo. 2 Fratelli miei, non mescolate a favoritismi personali la vostra fede nel Signore nostro Gesù Cristo, Signore della gloria. 3 Supponiamo che entri in una vostra adunanza qualcuno con un anello d'oro al dito, vestito splendidamente, ed entri anche un povero con un vestito logoro. 4 Se voi guardate a colui che è vestito splendidamente e gli dite: ""Tu siediti qui comodamente"", e al povero dite: ""Tu mettiti in piedi lì"", oppure: ""Siediti qui ai piedi del mio sgabello"", 5 non fate in voi stessi preferenze e non siete giudici dai giudizi perversi? 6 Ascoltate, fratelli miei carissimi: Dio non ha forse scelto i poveri nel mondo per farli ricchi con la fede ed eredi del regno che ha promesso a quelli che lo amano? 7 Voi invece avete disprezzato il povero! Non sono forse i ricchi che vi tiranneggiano e vi trascinano davanti ai tribunali? 8 Non sono essi che bestemmiano il bel nome che è stato invocato sopra di voi? 9 Certo, se adempite il più importante dei comandamenti secondo la Scrittura: amerai il prossimo tuo come te stesso, fate bene; 10 ma se fate distinzione di persone, commettete un peccato e siete accusati dalla legge come trasgressori. 11 Poichè chiunque osservi tutta la legge, ma la trasgredisca anche in un punto solo, diventa colpevole di tutto; 12 infatti colui che ha detto: Non commettere adulterio, ha detto anche: Non uccidere. Ora se tu non commetti adulterio, ma uccidi, ti rendi trasgressore della legge. 13 Parlate e agite come persone che devono essere giudicate secondo una legge di libertà, perchè

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-6°giovedi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(sal 12,16-21.12,22-29)}; (mc 8,27-33)}; (Gc 2,1-9)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia