Cronologia dei paragrafi

La tentazione
Ascoltare la parola e metterla in pratica
Il rispetto dovuto ai poveri
La fede e le opere
Contro l'intemperanza del linguaggio
La vera e la falsa sapienza
Contro le discordie
Avvertimento ai ricchi
La venuta del Signore
Esortazioni finali

La tentazione (gc 1,12-15)

1:12 Beato l'uomo che resiste alla tentazione perchè, dopo averla superata, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promesso a quelli che lo amano. 13 Nessuno, quando è tentato, dica: "Sono tentato da Dio"; perchè Dio non può essere tentato al male ed egli non tenta nessuno. 14 Ciascuno piuttosto è tentato dalle proprie passioni, che lo attraggono e lo seducono; 15 poi le passioni concepiscono e generano il peccato, e il peccato, una volta commesso, produce la morte.

1:12 1:11 Imp erocche', come quando e' levato il sole con l'arsura, egli ha tosto seccata l'erba, e il suo fiore e' caduto, e la bellezza della sua apparenza e' perita, cosi' ancora si appassera' il ricco nelle sue vie. 13 1:12 Beato l'uomo che sopporta la tentazione. percioc-che', essendosi reso approvato, egli ricevera' la corona della vita, la quale il Signore ha promessa a coloro che l'amano. 14 1:13 Niuno, essendo tentato, dica: Io son tentato da Dio. poiche' Iddio non puo' esser tentato di mali, e altresi' non tenta alcuno. 15 1:14 Ma ciascuno e' tentato, essendo attratto e adescato dalla proproia concupiscenza.

1:12 1:12 Beato l'uomo che sostiene la prova. perchè, essendosi reso approvato, ricevera' la corona della vita, che il Signore ha promessa a quelli che l'amano. 13 1:13 Nessuno, quand'e' tentato, dica: Io son tentato da Dio. perchè Dio non puo' esser tentato dal male, nè Egli stesso tenta alcuno. 14 1:14 ma ognuno e' tentato dalla proproia concupiscenza che lo attrae e lo adesca. 15 1:15 Poi la concupiscenza avendo concepito, partorisce il peccato. e il peccato, quand'e' compiuto, produce la morte.

1:12 1:12 Beato l'uomo che sopporta la prova. perchè, dopo averla superata, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promessa a quelli che lo amano. 13 1:13 Nessuno, quand'è tentato, dica: 'Sono tentato da Dio'. perchè Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno. 14 1:14 invece ognuno è tentato dalla proproia concupiscenza che lo attrae e lo seduce. 15 1:15 Poi la concupiscenza, quando ha concepito, partorisce il peccato. e il peccato, quando è compiuto, produce la morte.

1:12 1:12 Beato l’uomo che persevera nella prova, perchè, uscendone approvato, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promesso a coloro che l’amano. 13 1:13 Nessuno, quando è tentato dica: ’Io sono tentato da Dio', perchè Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno. 14 1:14 Ciascuno invece è tentato quando è trascinato e adescato dalla proproia concupiscenza. 15 1:15 Poi, quando la concupiscenza ha concepito, partorisce il peccato e il peccato, quando è consumato, genera la morte.

1:12 Si leva il sole col suo ardore e fa seccare l'erba e il suo fiore cade, e la bellezza del suo aspetto svanisce. Così anche il ricco appassirà nelle sue imprese. 13 Beato l'uomo che sopporta la tentazione, perchè una volta superata la prova riceverà la corona della vita che il Signore ha promesso a quelli che lo amano. 14 Nessuno, quando è tentato, dica: ""Sono tentato da Dio""; perchè Dio non può essere tentato dal male e non tenta nessuno al male. 15 Ciascuno piuttosto è tentato dalla propria concupiscenza che lo attrae e lo seduce;

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia