Cronologia dei paragrafi

L'intercessione di Abramo
La distruzione di Sodoma
Origine dei Moabiti e degli Ammoniti
Abramo a Gerar
Nascita di Isacco
Agar e Ismaele cacciati
Abramo e Abimilech a Bersabea
Il sacrificio di Isacco
La discendenza di Nacor
La tomba dei patriarchi
Matrimonio di Isacco
La discendenza di Chetura
Morte di Abramo
La discendenza di Ismaele
Nascita di Esaù e di Giacobbe
Esaù cede il diritto di primogenitura
Isacco a Gerar
I pozzi tra Gerar e Bersabea
Alleanza con Abimelech
Le donne hittite di Esaù
Giacobbe carpisce la benedizione di Isacco
Isacco manda Giacobbe da labano
Altro matrimonio di Esaù
Il sogno di Giacobbe
Giacobbe arriva presso labano
I due matrimoni di Giacobbe
I figli di Giacobbe
Come si è arricchito Giacobbe
Fuga di Giacobbe
labano insegue Giacobbe
Accordo tra Giacobbe e labano
Giacobbe prepara l'incontro con Esaù
La lotta con Dio
Incontro con Esaù
Giacobbe si separa da Esaù
Arrivo a Sichem
Violenza fatta a Dina
Accordo matrimoniale con i Sichemiti
Vendetta di Simeone e di Levi
Giacobbe a Betel
Nascita di Beniamino e morte di Rachele
Incesto di Ruben
I dodici figli di Giacobbe
Morte di Isacco
Mogli e figli di Esaù in Canaan
Migrazione di Esaù
Discendenza di Esaù in Seir
I Capi di Edom
Discendenza di Seir l'Hurrita
I re di Edom
Ancora i capi di Edom
Giuseppe e i suoi fratelli
Giuseppe venduto dai fratelli
Storia di Giuda e di Tamar
Primi successi di Giuseppe in Egitto
Giuseppe e la seduttrice
Giuseppe in prigione
Giuseppe interpreta i sogni degli ufficiali del Faraone
I sogni del Faraone
Promozione di Giuseppe
I figli di Giacobbe
Primo incontro di Giusepe con i suoi fratelli
Ritorno dei figli di Giacobbe in Canaan
I figli di Giacobbe ripartono con Beniamino
L'incontro presso Giuseppe
La coppa di Giuseppe nel sacco di Beniamino
L'intervento di Giuda
Giuseppe si fa riconoscere
L'invito del Faraone
Il ritorno in Canaan
Partenza di Giacobbe per l'Egitto
La famiglia di Giacobbe
L'accoglienza di Giuseppe
L'udienza del Faraone
Altro racconto
Politica agraria di Giuseppe
Ultime volontà di Giacobbe
Giacobbe adotta e benedice i due figli di Giuseppe
Benedizioni di Giacobbe
Ultimi momenti e morte di Giacobbe
Funerali di Giacobbe
Dalla morte di Giacobbe alla morte di Giuseppe

L'intercessione di Abramo (gen 18,16-99)

18:16 Quegli uomini si alzarono e andarono a contemplare Sòdoma dall'alto, mentre Abramo li accompagnava per congedarli. 17 Il Signore diceva: "Devo io tenere nascosto ad Abramo quello che sto per fare, 18 mentre Abramo dovrà diventare una nazione grande e potente e in lui si diranno benedette tutte le nazioni della terra? 19 Infatti io l'ho scelto, perchè egli obblighi i suoi figli e la sua famiglia dopo di lui a osservare la via del Signore e ad agire con giustizia e diritto, perchè il Signore compia per Abramo quanto gli ha promesso". 20 Disse allora il Signore: "Il grido di Sòdoma e Gomorra è troppo grande e il loro peccato è molto grave. 21 Voglio scendere a vedere se proprio hanno fatto tutto il male di cui è giunto il grido fino a me; lo voglio sapere!". 22 Quegli uomini partirono di là e andarono verso Sòdoma, mentre Abramo stava ancora alla presenza del Signore. 23 Abramo gli si avvicinò e gli disse: "Davvero sterminerai il giusto con l'empio? 24 Forse vi sono cinquanta giusti nella città: davvero li vuoi sopprimere? E non perdonerai a quel luogo per riguardo ai cinquanta giusti che vi si trovano? 25 Lontano da te il far morire il giusto con l'empio, così che il giusto sia trattato come l'empio; lontano da te! Forse il giudice di tutta la terra non praticherà la giustizia?". 26 Rispose il Signore: "Se a Sòdoma troverò cinquanta giusti nell'ambito della città, per riguardo a loro perdonerò a tutto quel luogo". 27 Abramo riprese e disse: "Vedi come ardisco parlare al mio Signore, io che sono polvere e cenere: 28 forse ai cinquanta giusti ne mancheranno cinque; per questi cinque distruggerai tutta la città?". Rispose: "Non la distruggerò, se ve ne troverò quarantacinque". 29 Abramo riprese ancora a parlargli e disse: "Forse là se ne troveranno quaranta". Rispose: "Non lo farò, per riguardo a quei quaranta". 30 Riprese: "Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora: forse là se ne troveranno trenta". Rispose: "Non lo farò, se ve ne troverò trenta". 31 Riprese: "Vedi come ardisco parlare al mio Signore! Forse là se ne troveranno venti". Rispose: "Non la distruggerò per riguardo a quei venti". 32 Riprese: "Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora una volta sola: forse là se ne troveranno dieci". Rispose: "Non la distruggerò per riguardo a quei dieci". 33 Come ebbe finito di parlare con Abramo, il Signore se ne andò e Abramo ritornò alla sua abitazione.

18:16 18:16 POI quegli uomini si levarono di la', e si dirizzarono verso Sodoma. ed Abra-hamo andava con loro, per accommiatarli. 17 18:17 E il Signore disse: Celero' io ad Abrahamo cio' ch'io son per fare? 18 18:18 Conciossiache' Abra-hamo abbia pure a diventare una grande e possente nazione. ed in lui saranno benedette tutte le nazioni della terra. 19 18:19 Perciocche' io l'ho conosciuto, io glielo palesero', acciocche' ordini a' suoi figliuoli ed alla sua casa, dopo se', che osservino la via del Signore, per far giustizia e giudicio. acciocche' il Signore faccia avvenire ad Abra-hamo quello che gli ha promesso. 20 18:20 Il Signore adunque disse: Certo il grido di Sodoma e di Gomorra e' grande, e il lor peccato e' molto grave. 21 18:21 Ora io scendero', e vedro' se son venuti allo stremo, come il grido n'e' pervenuto a me. e se no, io lo saproo'. 22 18:22 Quegli uomini adunque, partitisi di la', s'inviarono verso Sodoma. ed Abra-hamo stette ancora davanti al Signore. 23 18:23 Ed Abrahamo si accosto', e disse: Faresti tu pur perire il giusto con l'empio? 24 18:24 Forse vi son cinquanta uomini giusti dentro a quella citta'. li faresti tu eziandio perire? anzi non perdoneresti tu a quel luogo per amor di cinquanta uomini giusti, che vi fosser dentro? 25 18:25 Sia lungi da te il fare una cotal cosa, di far morire il giusto con l'empio, e che il giusto sia al par con l'empio. Sia cio' lungi da te. il Giudice di tutta la terra non farebbe egli diritta giustizia? 26 18:26 E il Signore disse: Se io trovo dentro alla citta' di Sodoma cinquanta uomini giusti, io perdonero' a tutto il luogo per amor di essi. 27 18:27 Ed Abrahamo rispose, e disse: Ecco, ora io ho pure improeso di parlare al Signore, benche' io sia polvere e cenere. 28 18:28 Forse ne mancheranno cinque di quei cinquanta uomini giusti. distruggeresti tu tutta la citta' per cinque persone? E il Signore disse: Se io ve ne trovo quarantacinque, io non la distruggero'. 29 18:29 Ed Abrahamo continuo' a parlargli, dicendo: Forse vi se ne troveranno quaranta. E il Signore disse: Per amor di que' quaranta, io nol faro'. 30 18:30 Ed Abrahamo disse: Deh! non adirisi il Signore, ed io parlero': Forse vi se ne troveranno trenta. E il Signore disse: Io nol faro', se ve ne trovo trenta. 31 18:31 Ed Abrahamo disse: Ecco, ora io ho improeso di parlare al Signore: Forse vi se ne troveranno venti. E il Signore disse: Per amor di que' venti, io non la distruggero'. 32 18:32 Ed Abrahamo disse: Deh! non adirisi il Signore, ed io parlero' sol questa volta: Forse vi se ne troveranno dieci. E il Signore disse: Per amor di que' dieci, io non la distruggero'. 33 18:33 E quando il Signore ebbe finito di parlare ad A-brahamo, egli se ne ando'. ed Abrahamo se ne ritorno' al suo luogo.

18:16 18:16 Poi quegli uomini s'alzarono e volsero gli sguardi verso Sodoma. e A-brahamo andava con loro per accomiatarli. 17 18:17 E l'Eterno disse: 'Celero' io ad Abrahamo quello che sto per fare, 18 18:18 giacchè Abrahamo deve diventare una nazione grande e potente e in lui sa-ran benedette tutte le nazioni della terra? 19 18:19 Poichè io l'ho proescelto affinchè ordini ai suoi figliuoli, e dopo di sè alla sua casa, che s'attengano alla via dell'Eterno per proaticare la giustizia e l'equita', onde l'Eterno ponga ad effetto a pro d'Abrahamo quello che gli ha promesso'. 20 18:20 E l'Eterno disse: 'Siccome il grido che sale da Sodoma e Gomorra e' grande e siccome il loro peccato e' molto grave, 21 18:21 io scendero' e vedro' se hanno interamente agito secondo il grido che n'e' pervenuto a me. e, se cosi' non e', lo saproo''. 22 18:22 E quegli uomini, partitisi di la', s'avviarono verso Sodoma. ma Abrahamo rimase ancora davanti all'Eterno. 23 18:23 E Abrahamo s'accosto' e disse: 'Farai tu perire il giusto insieme con l'empio? 24 18:24 Forse ci son cinquanta giusti nella citta'. farai tu perire anche quelli? o non perdonerai tu a quel luogo per amore de' cinquanta giusti che vi sono? 25 18:25 Lungi da te il fare tal cosa! il far morire il giusto con l'empio, in guisa che il giusto sia trattato come l'empio! lungi da te! Il giudice di tutta la terra non fara' egli giustizia?' 26 18:26 E l'Eterno disse: 'Se trovo nella citta' di Sodoma cinquanta giusti, perdonero' a tutto il luogo per amor d'essi'. 27 18:27 E Abrahamo riproese e disse: 'Ecco, proendo l'ardire di parlare al Signore, benchè io non sia che polvere e cenere. 28 18:28 forse, a que' cinquanta giusti ne mancheranno cinque. distruggerai tu tutta la citta' per cinque di meno?' E l'Eterno: 'Se ve ne trovo quarantacinque non la distruggero''. 29 18:29 Abrahamo continuo' a parlargli e disse: 'Forse, vi se ne troveranno quaranta'. E l'Eterno: 'Non lo faro', per amor dei quaranta'. 30 18:30 E Abrahamo disse: 'Deh, non si adiri il Signore, ed io parlero'. Forse, vi se ne troveranno trenta'. E l'Eterno: 'Non lo faro', se ve ne trovo trenta'. 31 18:31 E Abrahamo disse: 'Ecco, proendo l'ardire di parlare al Signore. forse, vi se ne troveranno venti'. E l'Eterno: 'Non la distruggero' per amore dei venti'. 32 18:32 E Abrahamo disse: 'Deh, non si adiri il Signore, e io parlero' ancora questa volta soltanto. Forse, vi se ne troveranno dieci'. E l'Eterno: 'Non la distruggero' per amore de' dieci'. 33 18:33 E come l'Eterno ebbe finito di parlare ad Abraha-mo, se ne ando'. E Abrahamo torno' alla sua dimora.

18:16 18:16 Poi quegli uomini si alzarono e volsero gli sguardi verso Sodoma. e Abraamo andò con loro per congedarli. 17 18:17 Il SIGNORE disse: 'Dovrei forse nascondere ad Abraamo quanto sto per fare, 18 18:18 dato che Abraamo deve diventare una nazione grande e potente e in lui saranno benedette tutte le nazioni della terra? 19 18:19 Infatti, io l'ho proescelto perchè ordini ai suoi figli, e alla sua casa dopo di lui, che seguano la via del SIGNORE per proaticare la giustizia e il diritto, affinchè il SIGNORE compia in favore di Abraamo quello che gli ha promesso'. 20 18:20 Il SIGNORE disse: 'Siccome il grido che sale da Sodoma e Gomorra è grande e siccome il loro peccato è molto grave, 21 18:21 io scenderò e vedrò se hanno veramente agito secondo il grido che è giunto fino a me. e, se cosò non è, lo saproò'. 22 18:22 Quegli uomini partirono di ló e si avviarono verso Sodoma. ma Abraamo rimase ancora davanti al SIGNORE. 23 18:23 Abraamo gli si avvicinò e disse: 'Farai dunque perire il giusto insieme con l'empio? 24 18:24 Forse ci sono cinquanta giusti nella cittó. davvero farai perire anche quelli? Non perdonerai a quel luogo per amore dei cinquanta giusti che vi sono? 25 18:25 Non sia mai che tu faccia una cosa simile! Far morire il giusto con l'empio, in modo che il giusto sia trattato come l'empio! Non sia mai! Il giudice di tutta la terra non faró forse giustizia?'. 26 18:26 Il SIGNORE disse: 'Se trovo nella cittó di Sodoma cinquanta giusti, perdonerò a tutto il luogo per amor di loro'. 27 18:27 Abraamo riproese e disse: 'Ecco, proendo l'ardire di parlare al Signore, benchè io non sia che polvere e cenere. 28 18:28 Forse, a quei cinquanta giusti ne mancheranno cinque. distruggerai tutta la cittó per cinque di meno?'. E il SIGNORE: 'Se ve ne trovo quarantacinque, non la distruggerò'. 29 18:29 Abraamo continuò a parlargli e disse: 'Forse, se ne troveranno quaranta'. E il SIGNORE: 'Non lo farò, per amore dei quaranta'. 30 18:30 Abraamo disse: 'Non si adiri il Signore e io parlerò. Forse, se ne troveranno trenta'. E il SIGNORE: 'Non lo farò, se ne trovo trenta'. 31 18:31 Abraamo disse: 'Ecco, proendo l'ardire di parlare al Signore. Forse, se ne troveranno venti'. E il SIGNORE: 'Non la distruggerò per amore dei venti'. 32 18:32 Abraamo disse: 'Non si adiri il Signore, e io parlerò ancora questa volta soltanto. Forse, se ne troveranno dieci'. E il SIGNORE: 'Non la distruggerò per amore dei dieci'. 33 18:33 Quando il SIGNORE ebbe finito di parlare ad A-braamo, se ne andò. E Abra-amo ritornò alla sua abitazione.

18:16 18:16 Poi quegli uomini si alzarono di ló e volsero gli sguardi verso Sodoma. e A-brahamo camminava con loro per accomiatarli. 17 18:17 E l’Eterno disse: ’Celerò io ad Abrahamo quello che sto per fare, 18 18:18 poichè Abrahamo deve diventare una nazione grande e potente e in lui saranno benedette tutte le nazioni della terra? 19 18:19 Io infatti l’ho scelto, perchè ordini ai suoi figli e alla sua casa dopo di lui di seguire la via dell’Eterno, mettendo in proatica la giustizia e l’equitó, perchè l’Eterno possa compiere per Abraha-mo ciò che gli ha promesso'. 20 18:20 E l’Eterno disse: ’Siccome il grido che sale da Sodoma e Gomorra è grande e siccome il loro peccato è molto grave, 21 18:21 io scenderò per vedere se hanno veramente fatto secondo il grido che è giunto a me. in caso contrario, lo saproò'. 22 18:22 Poi quegli uomini si allontanarono di ló e si avviarono verso Sodoma. ma Abrahamo rimase ancora davanti all’Eterno. 23 18:23 Allora Abrahamo si avvicinò e disse: ’Farai perire il giusto insieme con l’empio? 24 18:24 Ammesso che ci siano cinquanta giusti nella cittó, distruggeresti tu il luogo e non lo risparmieresti per amore dei cinquanta giusti che si trovano nel suo mezzo? 25 18:25 Lungi da te il fare tale cosa: far morire il giusto con l’empio, cosicchè il giusto sia trattato come l’empio. lungi da te! Il giudice di tutta la terra non faró egli giustizia?'. 26 18:26 L’Eterno disse: ’Se trovo nella cittó di Sodoma cinquanta giusti, io risparmierò l’intero luogo per amor loro'. 27 18:27 Allora Abrahamo riproese e disse: ’Ecco, proendo l’ardire di parlare al Signore, benchè io non sia che polvere e cenere. 28 18:28 Ammesso che a quei cinquanta giusti ne manchino cinque, distruggeresti tu l’intera cittó per cinque di meno?'. L’Eterno rispose: ’Se ve ne trovo quarantacinque, non la distruggerò'. 29 18:29 Abrahamo continuò a parlargli e disse: ’Ammesso che in cittó se ne trovino quaranta?'. E l’Eterno: ’Non lo farò, per amor dei quaranta'. 30 18:30 Allora Abrahamo disse: ’Deh, non si adiri il Signore, ed io parlerò. Ammesso che in cittó se ne trovino trenta?'. L’Eterno rispose: ’Non lo farò se ve ne trovo trenta'. 31 18:31 E Abrahamo disse: ’Ecco, proendo l’ardire di parlare al Signore. Ammesso che in cittó se ne trovino venti?'. L?Eterno rispose: ’Non la distruggerò, per amor dei venti'. 32 18:32 E Abrahamo disse: ’Deh, non si adiri il Signore e io parlerò ancora questa volta soltanto. Ammesso che in cittó se ne trovino dieci?'. L?Eterno rispose: ’Non la distruggerò per amore dei dieci'. 33 18:33 Come l’Eterno ebbe finito di parlare ad Abraha-mo, se ne andò. E Abrahamo tornò alla sua dimora.

18:16 Quegli uomini si alzarono e andarono a contemplare Sòdoma dall'alto, mentre Abramo li accompagnava per congedarli. 17 Il Signore diceva: "Devo io tener nascosto ad Abramo quello che sto per fare, 18 mentre Abramo dovrà diventare una nazione grande e potente e in lui si diranno benedette tutte le nazioni della terra? 19 Infatti io l'ho scelto, perchè egli obblighi i suoi figli e la sua famiglia dopo di lui ad osservare la via del Signore e ad agire con giustizia e diritto, perchè il Signore realizzi per Abramo quanto gli ha promesso". 20 Disse allora il Signore: "Il grido contro Sòdoma e Gomorra è troppo grande e il loro peccato è molto grave. 21 Voglio scendere a vedere se proprio hanno fatto tutto il male di cui è giunto il grido fino a me; lo voglio sapere!". 22 Quegli uomini partirono e andarono verso Sòdoma, mentre Abramo stava ancora davanti al Signore. 23 Abramo gli si avvicinò e gli disse: "Davvero sterminerai il giusto con l'empio? 24 Forse vi sono cinquanta giusti nella città: davvero li vuoi sopprimere? E non perdonerai a quel luogo per riguardo ai cinquanta giusti che vi si trovano? 25 Lungi da te il far morire il giusto con l'empio, così che il giusto sia trattato come l'empio; lungi da te! Forse il giudice di tutta la terra non praticherà la giustizia?". 26 Rispose il Signore: "Se a Sòdoma troverò cinquanta giusti nell'ambito della città, per riguardo a loro perdonerò a tutta la città". 27 Abramo riprese e disse: "Vedi come ardisco parlare al mio Signore, io che sono polvere e cenere... 28 Forse ai cinquanta giusti ne mancheranno cinque; per questi cinque distruggerai tutta la città?". Rispose: "Non la distruggerò, se ve ne trovo quarantacinque". 29 Abramo riprese ancora a parlargli e disse: "Forse là se ne troveranno quaranta". Rispose: "Non lo farò, per riguardo a quei quaranta". 30 Riprese: "Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora: forse là se ne troveranno trenta". Rispose: "Non lo farò, se ve ne troverò trenta". 31 Riprese: "Vedi come ardisco parlare al mio Signore! Forse là se ne troveranno venti". Rispose: "Non la distruggerò per riguardo a quei venti". 32 Riprese: "Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora una volta sola; forse là se ne troveranno dieci". Rispose: "Non la distruggerò per riguardo a quei dieci". 33 E il Signore, come ebbe finito di parlare con Abramo, se ne andò e Abramo ritornò alla sua abitazione.

Mappa

Commento di un santo

In questo ordine d'idee si parla ora di coloro che abitano a Sodoma, nel senso che se, secondo ilclamore che è salito a Dio, i loro peccati sono giunti al grado estremo, saranno giudicati indegni della conoscenza da parte di Dio; se invece c'è in loro un qualche cenno di conversione, o se almeno dieci tra loro saranno trovati giusti, ilSignore li conoscerà di nuovo. Per questo ha detto: se non è cosi: per sa pe re. on ha detto: per conoscere che cosa fanno, ma per conoscere loro e per farli degni della mia conoscenza se troverò tra loro alcuni giusti, alcuni che fanno la penitenza, alcuni tali che io debba conoscerli.

Autore

Origene

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-12°mercoledi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(Gen 18,16-33)}; (mat 10,32-45)}; (sal 15,1-9)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia