Cronologia dei paragrafi

gesù, un sommo sacerdote in grado di compatire
Vita cristiana e teologia
L'autore espone il suo disegno
Parole di speranza e di incoraggiamento
Melchisedek
Melchisedek ha ricevuto la decima da Abramo
Dal sacerdozio levitico al sacerdozio secondo l'ordine di Melchisedeck
L'abrogazione della legge antica
Immutabilità del sacerdozio del Cristo
Perfezione del sommo sacerdote celeste
Il nuovo sacerdozio e il nuovo santuario
Il Cristo mediatore di un'alleanza migliore
Il Cristo penetra nel santuario celeste
Il Cristo sigilla la nuova alleanza con il suo sangue
Inefficacia dei sacrifici antichi
Efficacia del sacrificio del Cristo
Transizione
Pericolo dell'apostasia. Motivi per perseverare
La fede esemplare degli antenati
L'esempio di gesù Cristo
Castigo dell'infedeltà
Le due alleanze
Ultime raccomandazioni
Raccomandazioni. Saluti

gesù, un sommo sacerdote in grado di compatire (eb 4,14-99)

4:14 Dunque, poichè abbiamo un sommo sacerdote grande, che è passato attraverso i cieli, Gesù il Figlio di Dio, manteniamo ferma la professione della fede. 15 Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non sappia prendere parte alle nostre debolezze: egli stesso è stato messo alla prova in ogni cosa come noi, escluso il peccato. 16 Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia per ricevere misericordia e trovare grazia, così da essere aiutati al momento opportuno.

4:14 4:13 E non vi e' creatura alcuna occulta davanti a colui al quale abbiamo da render ragione. anzi tutte le cose son nude e scoperte agli occhi suoi. 15 4:14 AVENDO adunque un gran sommo sacerdote, ch'e' entrato ne' cieli, Gesu', il Figliuol di Dio, riteniamo fermamente la professione della nostra fede. 16 4:15 Perciocche' noi non abbiamo un sommo sacerdote, che non possa compatire alle nostre infermita'. anzi, che e' stato tentato in ogni cosa simigliantemente, senza peccato.

4:14 4:14 Avendo noi dunque un gran Sommo Sacerdote che e' passato attraverso i cieli, Gesu', il Figliuol di Dio, riteniamo fermamente la professione della nostra fede. 15 4:15 Perchè non abbiamo un Sommo Sacerdote che non possa simpatizzare con noi nelle nostre infermita'. ma ne abbiamo uno che in ogni cosa e' stato tentato come noi, pero' senza peccare. 16 4:16 Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, affinchè otteniamo misericordia e troviamo grazia per esser soccorsi al momento opportuno.

4:14 4:14 Avendo dunque un grande sommo sacerdote che è passato attraverso i cieli, Gesù, il Figlio di Dio, stiamo fermi nella fede che professiamo. 15 4:15 Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non possa simpatizzare con noi nelle nostre debolezze, poichè egli è stato tentato come noi in ogni cosa, senza commettere peccato. 16 4:16 Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, per ottenere misericordia e trovar grazia ed essere soccorsi al momento opportuno.

4:14 4:14 Avendo dunque un gran sommo sacerdote che è passato attraverso i cieli, Gesù, il Figlio di Dio, riteniamo fermamente la nostra confessione di fede. 15 4:15 Infatti, noi non abbiamo un sommo sacerdote che non possa simpatizzare con le nostre infermità, ma uno che è stato tentato in ogni cosa come noi, senza però commettere peccato. 16 4:16 Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, affinchè otteniamo misericordia e troviamo grazia, per ricevere aiuto al tempo opportuno.

4:14 Non v'è creatura che possa nascondersi davanti a lui, ma tutto è nudo e scoperto agli occhi suoi e a lui noi dobbiamo rendere conto. 15 Poichè dunque abbiamo un grande sommo sacerdote, che ha attraversato i cieli, Gesù, Figlio di Dio, manteniamo ferma la professione della nostra fede. 16 Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non sappia compatire le nostre infermità, essendo stato lui stesso provato in ogni cosa, come noi, escluso il peccato.

Mappa

Commento di un santo

Tutte le prefigurazioni del sacerdozio dell'Antica Alleanza trovano il loro compimento in Cristo Gesù, ''unico [..] mediatore tra Dio e gli uomini'' (1Tm 2,5). Melchisedek, ''sacerdote del Dio altissimo'' (Gen 14,18), è considerato dalla Tradizione cristiana come una prefigurazione del sacerdozio di Cristo, unico ''sommo sacerdote alla maniera di Melchisedek'' (Eb 5,10; 6,20), ''santo, innocente, senza macchia'' (Eb 7,26), il quale ''con un'unica oblazione [..] ha reso perfetti per sempre quelli che vengono santificati'' (Eb 10,14 ), cioè con l'unico sacificio della sua croce. (CCC 1545) Il sacrificio redentore di Cristo è unico, compiuto una volta per tutte. Tuttavia è reso presente nel sacrificio eucaristico della Chiesa. Lo stesso vale per l'unico sacerdozio di Cristo: esso è reso presente dal sacerdozio ministeriale senza che venga diminuita l'unicità del sacerdozio di Cristo. ''Infatti solo Cristo è il vero sacerdote, mentre gli altri sono i suoi ministri'' [San Tommaso d'Aquino, Commentarium in epistolam ad Hebraeos, c. 7, lect. 4]. (CCC 1546) Cristo, sommo sacerdote e unico mediatore, ha fatto della Chiesa ''un Regno di sacerdoti per il suo Dio e Padre'' (Ap 1,6 ) [Ap 5,910; 1Pt 2,5; 2,9]. ''Tutta la comunità dei credenti è, come tale, sacerdotale. I fedeli esercitano il loro sacerdozio battesimale attraverso la partecipazione, ciascuno secondo la vocazione sua propria, alla missione di Cristo, Sacerdote, Profeta e Re. E' per mezzo dei sacramenti del Battesimo e della Confermazione che i fedeli ''vengono consacrati a formare [...] un sacerdozio santo'' [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 10].

Autore

Catechismo Cc

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-29°domenica dell'anno B dove si leggono i seguenti passi
[(Eb 4,14-16)}; (is 53,1-11)}; (sal 32,4-5.32,18-2)}; (Eb 4,14-16)}; (mc 1,35-45)};

passione

-1°venerdi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(Eb 4,14-16.5,7-9)}; (is 52,13-15.53,1-12)}; (sal 31,2-3.31,6-6.31,13-15.31,17-22.)}; (gv 18,1-99.19,1-42)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia