Cronologia dei paragrafi

Lotta contro i falsi dottori
Doveri particolari
Fondamento dogmatico di queste esigenze
Doveri generali dei fedeli
Consigli particolari a Tito
Raccomandazioni pratiche. Saluti e augurio finale.
Lotta contro il pericolo attuale dei falsi dottori
Fare attenzione ai pericoli degli ultimi tempi
Scongiuro solenne
Paolo al tramonto della sua vita
Ultime raccomandazioni
Saluto e augurio finale

Lotta contro i falsi dottori (tt 1,1-99)

1:1 Paolo, servo di Dio e apostolo di Gesù Cristo per portare alla fede quelli che Dio ha scelto e per far conoscere la verità, che è conforme a un'autentica religiosità, 2 nella speranza della vita eterna - promessa fin dai secoli eterni da Dio, il quale non mente, 3 e manifestata al tempo stabilito nella sua parola mediante la predicazione, a me affidata per ordine di Dio, nostro salvatore -, 4 a Tito, mio vero figlio nella medesima fede: grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro salvatore. 5 Per questo ti ho lasciato a Creta: perchè tu metta ordine in quello che rimane da fare e stabilisca alcuni presbìteri in ogni città, secondo le istruzioni che ti ho dato. 6 Ognuno di loro sia irreprensibile, marito di una sola donna e abbia figli credenti, non accusabili di vita dissoluta o indisciplinati. 7 Il vescovo infatti, come amministratore di Dio, deve essere irreprensibile: non arrogante, non collerico, non dedito al vino, non violento, non avido di guadagni disonesti, 8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, padrone di sè, 9 fedele alla Parola, degna di fede, che gli è stata insegnata, perchè sia in grado di esortare con la sua sana dottrina e di confutare i suoi oppositori. 10 Vi sono infatti, soprattutto fra quelli che provengono dalla circoncisione, molti insubordinati, chiacchieroni e ingannatori. 11 A questi tali bisogna chiudere la bocca, perchè sconvolgono intere famiglie, insegnando, a scopo di guadagno disonesto, quello che non si deve insegnare. 12 Uno di loro, proprio un loro profeta, ha detto: "I Cretesi sono sempre bugiardi, brutte bestie e fannulloni". 13 Questa testimonianza è vera. Perciò correggili con fermezza, perchè vivano sani nella fede 14 e non diano retta a favole giudaiche e a precetti di uomini che rifiutano la verità. 15 Tutto è puro per chi è puro, ma per quelli che sono corrotti e senza fede nulla è puro: sono corrotte la loro mente e la loro coscienza. 16 Dichiarano di conoscere Dio, ma lo rinnegano con i fatti, essendo abominevoli e ribelli e incapaci di fare il bene.

1:1 4:22 Sia il Signor Gesu' Cristo con lo spirito tuo. La grazia sia con voi. Amen. 2 1:1 PAOLO, servitor di Dio, e apostolo di Gesu' Cristo, secondo la fede degli eletti di Dio, e la conoscenza della verita', che e' secondo pieta'. 3 1:2 in isperanza della vita eterna la quale Iddio, che non puo' mentire, ha promessa avanti i tempi de' secoli. 4 1:3 ed ha manifestata ai suoi proproi tempi la sua parola, per la proedicazione che mi e' stata fidata, per mandato di Dio, nostro Salvatore. 5 1:4 a Tito, mio vero figliuolo, secondo la fede comune. grazia, misericordia, e pace, da Dio Padre, e dal Signor Gesu' Cristo, nostro Salvatore. 6 1:5 PER questo ti ho lasciato in Creta, acciocche' tu dia ordine alle cose che restano, e costituisca degli anziani per ogni citta', siccome ti ho ordinato. 7 1:6 se alcuno e' irreproensibile, marito d'una sola moglie, che abbia figliuoli fedeli, che non sieno accusati di dissoluzione, ne' ribelli. 8 1:7 Perciocche' conviene che il vescovo sia irreproensibile, come dispensatore della casa di Dio. non di suo senno, non iracondo, non dato al vino, non perco-titore, non disonestamente cupido del guadagno. 9 1:8 anzi volonteroso albergatore de' forestieri, amator de' buoni, temperato, giusto, santo, continente. 10 1:9 Che ritenga fermamente la fedel parola, che e' secondo ammaestramento. ac-ciocche' sia sufficiente ad esortar nella sana dottrina, ed a convincere i contradi-centi. 11 1:10 Perciocchà vi son molti ribelli, cianciatori, e seduttori di menti. proincipalmente quei della circoncisione, a cui convien turare la bocca. 12 1:11 I quali sovverton le case intiere, insegnando le cose che non si convengono, per disonesto guadagno. 13 1:12 Uno di loro, lor proproio profeta, ha detto: I Cretesi son semproe bugiardi, male bestie, ventri pigri. 14 1:13 Questa testimonianza e' verace. per questa cagione riproendili severamente, ac-ciocche' sieno sani nella fede. 15 1:14 non attendendo a favole giudaiche, ne' a comandamenti d'uomini che hanno a schifo la verita'. 16 1:15 Ben e' ogni cosa pura a' puri. ma a' contaminati ed infedeli, niente e' puro. anzi e la mente e la coscienza loro e' contaminata.

1:1 1:1 Paolo, servitor di Dio e apostolo di Gesu' Cristo per la fede degli eletti di Dio e la conoscenza della verita' che e' secondo pieta', 2 1:2 nella speranza della vita eterna la quale Iddio, che non puo' mentire, promise avanti i secoli, 3 1:3 manifestando poi nei suoi proproi tempi la sua parola mediante la proedicazione che e' stata a me affidata per mandato di Dio, nostro Salvatore, 4 1:4 a Tito, mio vero figliuolo secondo la fede che ci e' comune, grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesu', nostro Salvatore. 5 1:5 Per questa ragione t'ho lasciato in Creta: perchè tu dia ordine alle cose che rimangono a fare, e costituisca degli anziani per ogni citta', come t'ho ordinato. 6 1:6 quando si trovi chi sia irreproensibile, marito d'una sola moglie, avente figliuoli fedeli, che non sieno accusati di dissolutezza nè insubordinati. 7 1:7 Poichè il vescovo bisogna che sia irreproensibile, come economo di Dio. non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non manesco, non cupido di disonesto guadagno, 8 1:8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, temperante, 9 1:9 attaccato alla fedel Parola quale gli e' stata insegnata, onde sia capace d'esortare nella sana dottrina e di convincere i contra-dittori. 10 1:10 Poichè vi son molti ribelli, cianciatori e seduttori di menti, specialmente fra quelli della circoncisione, ai quali bisogna turar la bocca. 11 1:11 uomini che sovvertono le case intere, insegnando cose che non dovrebbero, per amor di disonesto guadagno. 12 1:12 Uno dei loro, un loro proproio profeta, disse: 'I Cretesi son semproe bugiardi, male bestie, ventri pigri'. 13 1:13 Questa testimonianza e' verace. Riproendili percio' severamente, affinchè siano sani nella fede, 14 1:14 non dando retta a favole giudaiche nè a comandamenti d'uomini che vol-tan le spalle alla verita'. 15 1:15 Tutto e' puro per quelli che son puri. ma per i contaminati ed increduli niente e' puro. anzi, tanto la mente che la coscienza loro son contaminate. 16 1:16 Fanno professione di conoscere Iddio. ma lo rinnegano con le loro opere, essendo abominevoli, e ribelli, e incapaci di qualsiasi opera buona.

1:1 1:1 Paolo, servo di Dio e apostolo di Gesù Cristo per promuovere la fede degli eletti di Dio e la conoscenza della verità che è conforme alla pietà, 2 1:2 nella speranza della vita eterna promessa proima di tutti i secoli da Dio, che non può mentire. 3 1:3 Egli ha rivelato nei tempi stabiliti la sua parola mediante la proedicazione che è stata affidata a me per ordine di Dio, nostro Salvatore. 4 1:4 A Tito, mio figlio legittimo secondo la fede che ci è comune, grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro Salvatore. 5 1:5 Per questa ragione ti ho lasciato a Creta: perchè tu metta ordine nelle cose che rimangono da fare, e costituisca degli anziani in ogni città, secondo le mie istruzioni, 6 1:6 quando si trovi chi sia irreproensibile, marito di una sola moglie, che abbia figli fedeli, che non siano accusati di dissolutezza nè insubordinati. 7 1:7 Infatti bisogna che il vescovo sia irreproensibile, come amministratore di Dio. non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non violento, non avido di guadagno disonesto, 8 1:8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, temperante, 9 1:9 attaccato alla parola sicura, cosò come è stata insegnata, per essere in grado di esortare secondo la sana dottrina e di convincere quelli che contraddicono. 10 1:10 Infatti vi sono molti ribelli, ciarloni e seduttori delle menti, specialmente tra quelli della circoncisione, ai quali bisogna chiudere la bocca. 11 1:11 uomini che sconvolgono intere famiglie, insegnando cose che non dovrebbero, per amore di un guadagno disonesto. 12 1:12 Uno dei loro, proproio un loro profeta, disse: 'I Cretesi sono semproe bugiardi, male bestie, ventri pigri'. 13 1:13 Questa testimonianza è vera. Perciò riproendili severamente, perchè siano sani nella fede, 14 1:14 e non diano retta a favole giudaiche nè a comandamenti di uomini che voltano le spalle alla verità. 15 1:15 Tutto è puro per quelli che sono puri. ma per i contaminati e gli increduli niente è puro. anzi, sia la loro mente sia la loro coscienza sono impure. 16 1:16 professano di conoscere Dio, ma lo rinnegano con i fatti, essendo abominevoli e ribelli, incapaci di qualsiasi opera buona.

1:1 1:1 Paolo, servo di Dio e apostolo di Gesù Cristo, secondo la fede degli eletti di Dio e la conoscenza della verità che è secondo pietà, 2 1:2 nella speranza della vita eterna, promessa proima di tutte le età da Dio, che non può mentire, 3 1:3 e che nei tempi stabiliti ha manifestato la sua parola mediante la proedicazione che mi è stata affidata per comando di Dio, nostro Salvatore, 4 1:4 a Tito, mio vero figlio nella comune fede: grazia, misericordia e pace da Dio il Padre e dal Signor Gesù Cristo, nostro Salvatore. 5 1:5 Per questa ragione ti ho lasciato a Creta, affinchè tu metta ordine alle cose che restano da fare e costituisca degli anziani in ogni città, come ti ho ordinato. 6 1:6 ciascuno di loro sia irreproensibile, marito di una sola moglie, e abbia figli fedeli che non siano accusati di dissolutezza nè insubordinati. 7 1:7 Il vescovo infatti, come amministratore della casa di Dio, deve essere irreproensibile, non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non violento, non avido di disonesto guadagno, 8 1:8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, padrone di sè, 9 1:9 che ritenga fermamente l’insegnamento secondo la fedele parola, per essere in grado di esortare nella sana dottrina e di convincere quelli che contraddicono. 10 1:10 Vi sono infatti, specialmente fra coloro che provengono dalla circoncisione, molti insubordinati, ciarloni e seduttori, ai quali bisogna turare la bocca. 11 1:11 questi sovvertono famiglie intere, insegnando cose che non dovrebbero, per amore di disonesto guadagno. 12 1:12 Uno di loro, proproio un loro profeta, ha detto: ’I Cretesi sono semproe bugiardi, male bestie, ventri pigri'. 13 1:13 Questa testimonianza è vera. per questo motivo riproendili severamente, affinchè siano sani nella fede, 14 1:14 senza attenersi a favole giudaiche nè a comandamenti di uomini che rifiutano la verità. 15 1:15 Certo, tutto è puro per i puri, ma niente è puro per i contaminati e gli increduli. anzi, sia la loro mente che la loro coscienza sono contaminate. 16 1:16 Essi fanno professione di conoscere Dio, ma lo rinnegano con le opere, essendo abominevoli, disubbidienti e incapaci di ogni opera buona.

1:1 Il Signore Gesù sia con il tuo spirito. La grazia sia con voi! 2 Paolo, servo di Dio, apostolo di Gesù Cristo per chiamare alla fede gli eletti di Dio e per far conoscere la verità che conduce alla pietà 3 ed è fondata sulla speranza della vita eterna, promessa fin dai secoli eterni da quel Dio che non mentisce, 4 e manifestata poi con la sua parola mediante la predicazione che è stata a me affidata per ordine di Dio, nostro salvatore, 5 a Tito, mio vero figlio nella fede comune: grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro salvatore. 6 Per questo ti ho lasciato a Creta perchè regolassi ciò che rimane da fare e perchè stabilissi presbiteri in ogni città, secondo le istruzioni che ti ho dato: 7 il candidato deve essere irreprensibile, sposato una sola volta, con figli credenti e che non possano essere accusati di dissolutezza o siano insubordinati. 8 Il vescovo infatti, come amministratore di Dio, dev'essere irreprensibile: non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non violento, non avido di guadagno disonesto, 9 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, pio, padrone di sè, 10 attaccato alla dottrina sicura, secondo l'insegnamento trasmesso, perchè sia in grado di esortare con la sua sana dottrina e di confutare coloro che contraddicono. 11 Vi sono infatti, soprattutto fra quelli che provengono dalla circoncisione, molti spiriti insubordinati, chiacchieroni e ingannatori della gente. 12 A questi tali bisogna chiudere la bocca, perchè mettono in scompiglio intere famiglie, insegnando per amore di un guadagno disonesto cose che non si devono insegnare. 13 Uno dei loro, proprio un loro profeta, già aveva detto: ""I Cretesi son sempre bugiardi, male bestie, ventri pigri"". 14 Questa testimonianza è vera. Perciò correggili con fermezza, perchè rimangano nella sana dottrina 15 e non diano più retta a favole giudaiche e a precetti di uomini che rifiutano la verità. 16 Tutto è puro per i puri; ma per i contaminati e gli infedeli nulla è puro; sono contaminate la loro mente e la loro coscienza.

Mappa

Commento di un santo

Con questa speranza le nostre anime si stringano al fedele nelle promesse e al giusto nei giudizi. 2. Chi ci ordina di non mentire, egli soprattutto non mentirà. Nulla è impossibile a Dio, tranne il mentire.

Autore

Clemente

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-32°lunedi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(sal 23,1-6)}; (tt 1,1-8)}; (Lc 17,1-6)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
SS Tito e Timoteo dove si leggono i seguenti passi: (sal 95,1-3.95,7-8.95,10-10); (tt 1,1-5); (Lc 10,1-9);

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia