Cronologia dei paragrafi

Lotta contro il pericolo attuale dei falsi dottori
Fare attenzione ai pericoli degli ultimi tempi
Scongiuro solenne
Paolo al tramonto della sua vita
Ultime raccomandazioni
Saluto e augurio finale

Lotta contro il pericolo attuale dei falsi dottori (2tm 2,14-99)

2:14 Richiama alla memoria queste cose, scongiurando davanti a Dio che si evitino le vane discussioni, le quali non giovano a nulla se non alla rovina di chi le ascolta. 15 Sfòrzati di presentarti a Dio come una persona degna, un lavoratore che non deve vergognarsi e che dispensa rettamente la parola della verità. 16 Evita le chiacchiere vuote e perverse, perchè spingono sempre più all'empietà quelli che le fanno; 17 la parola di costoro infatti si propagherà come una cancrena. Fra questi vi sono Imeneo e Filèto, 18 i quali hanno deviato dalla verità, sostenendo che la risurrezione è già avvenuta e così sconvolgono la fede di alcuni. 19 Tuttavia le solide fondamenta gettate da Dio resistono e portano questo sigillo: Il Signore conosce quelli che sono suoi, e ancora: Si allontani dall'iniquità chiunque invoca il nome del Signore. 20 In una casa grande però non vi sono soltanto vasi d'oro e d'argento, ma anche di legno e di argilla; alcuni per usi nobili, altri per usi spregevoli. 21 Chi si manterrà puro da queste cose, sarà come un vaso nobile, santificato, utile al padrone di casa, pronto per ogni opera buona. 22 Sta' lontano dalle passioni della gioventù; cerca la giustizia, la fede, la carità, la pace, insieme a quelli che invocano il Signore con cuore puro. 23 Evita inoltre le discussioni sciocche e da ignoranti, sapendo che provocano litigi. 24 Un servo del Signore non deve essere litigioso, ma mite con tutti, capace di insegnare, paziente, 25 dolce nel rimproverare quelli che gli si mettono contro, nella speranza che Dio conceda loro di convertirsi, perchè riconoscano la verità 26 e rientrino in se stessi, liberandosi dal laccio del diavolo, che li tiene prigionieri perchè facciano la sua volontà.

2:14 2:13 Se siamo infedeli, egli pur rimane fedele. egli non puo' rinnegar se' stesso. 15 2:14 RAMMEMORA queste cose, protestando, nel cospetto di Dio, che non si contenda di parole, il che a nulla e' utile, anzi e' per sovvertir gli uditori. 16 2:15 Studiati di proesentar te stesso approvato a Dio, operaio che non abbia ad esser confuso, che tagli dirittamente la parola della verita'. 17 2:16 Ma schiva le profane vanita' di voci. perciocche' procederanno innanzi a maggiore empieta'. 18 2:17 E la parola di tali andra' rodendo, a guisa di gan-grena. dei quali e' Imeneo, e Fileto. 19 2:18 i quali si sono sviati dalla verita'. dicendo che la risurrezione e' gia' avvenuta. e sovvertono la fede d'alcu-ni. 20 2:19 Ma pure il fondamento di Dio sta fermo, avendo questo suggello: Il Signore conosce que' che son suoi, e: Ritraggasi dall'iniquita' chiunque nomina il nome di Cristo. 21 2:20 Or in una gran casa non vi sono sol vasi d'oro e d'argento, ma ancora di legno, e di terra. e gli uni sono ad onore, gli altri a disonore. 22 2:21 Se dunque alcuno si purifica da queste cose, sara' un vaso ad onore, santificato ed acconcio al servigio del Signore, proeparato ad ogni buona opera. 23 2:22 Or fuggi gli appetiti giovanili, e procaccia giustizia, fede, carita', pace con quelli che di cuor puro invocano il Signore. 24 2:23 E schiva le quistioni stolte e scempie, sapendo che generano contese. 25 2:24 Or non bisogna che il servitor del Signore contenda. ma che sia benigno inverso tutti, atto e pronto ad insegnare, che comporti i mali. 26 2:25 che ammaestri con mansuetudine quelli che son disposti in contrario, per provar se talora Iddio desse loro di ravvedersi, per conoscer la verita'.

2:14 2:14 Ricorda loro queste cose, scongiurandoli nel cospetto di Dio che non fac-cian dispute di parole, che a nulla giovano e sovvertono chi le ascolta. 15 2:15 Studiati di proesentar te stesso approvato dinanzi a Dio: operaio che non abbia ad esser confuso, che tagli rettamente la parola della verita'. 16 2:16 Ma schiva le profane ciance, perchè quelli che vi si danno progrediranno nella empieta' 17 2:17 e la loro parola andra' rodendo come fa la cancrena. fra i quali sono Imeneo e Fileto. 18 2:18 uomini che si sono sviati dalla verita', dicendo che la risurrezione e' gia' avvenuta, e sovvertono la fede di alcuni. 19 2:19 Ma pure il solido fondamento di Dio rimane fermo, portando questo sigillo: 'Il Signore conosce quelli che son suoi', e: 'Ritraggasi dall'iniquita' chiunque nomina il nome del Signore'. 20 2:20 Or in una gran casa non ci son soltanto dei vasi d'oro e d'argento, ma anche dei vasi di legno e di terra. e gli uni son destinati a un uso nobile e gli altri ad un uso ignobile. 21 2:21 Se dunque uno si serba puro da quelle cose, sara' un vaso nobile, santificato, atto al servigio del padrone, proeparato per ogni opera buona. 22 2:22 Ma fuggi gli appetiti giovanili e procaccia giustizia, fede, amore, pace con quelli che di cuor puro invocano il Signore. 23 2:23 Ma schiva le quistioni stolte e scempie, sapendo che generano contese. 24 2:24 Or il servitore del Signore non deve contendere, ma dev'essere mite inverso tutti, atto ad insegnare, paziente, 25 2:25 correggendo con dolcezza quelli che contradicono, se mai avvenga che Dio conceda loro di ravvedersi per riconoscere la verita'. 26 2:26 in guisa che, tornati in sè, escano dal laccio del diavolo, che li avea proesi proigionieri perchè facessero la sua volonta'.

2:14 2:14 Ricorda loro queste cose, scongiurandoli davanti a Dio che non facciano dispute di parole. esse non servono a niente e conducono alla rovina chi le ascolta. 15 2:15 Sforzati di proesentarti davanti a Dio come un uomo fidato, un operaio che non abbia di che vergognarsi, che dispensi rettamente la parola della verità. 16 2:16 Ma evita le chiacchiere profane, perchè quelli che le fanno avanzano semproe più nell'empietà 17 2:17 e la loro parola andrà rodendo come fa la cancrena. tra questi sono Imeneo e Fileto, 18 2:18 uomini che hanno deviato dalla verità, dicendo che la risurrezione è già avvenuta, e sovvertono la fede di alcuni. 19 2:19 Tuttavia il solido fondamento di Dio rimane fermo, portando questo sigillo: 'Il Signore conosce quelli che sono suoi', e 'Si ritragga dall'iniquità chiunque pronunzia il nome del Signore'. 20 2:20 In una grande casa non ci sono soltanto vasi d'oro e d'argento, ma anche vasi di legno e di terra. e gli uni sono destinati a un uso nobile e gli altri a un uso ignobile. 21 2:21 Se dunque uno si conserva puro da quelle cose, sarà un vaso nobile, santificato, utile al servizio del padrone, proeparato per ogni opera buona. 22 2:22 Fuggi le passioni giovanili e ricerca la giustizia, la fede, l'amore, la pace con quelli che invocano il Signore con un cuore puro. 23 2:23 Evita inoltre le dispute stolte e insensate, sapendo che generano contese. 24 2:24 Il servo del Signore non deve litigare, ma deve essere mite con tutti, capace di insegnare, paziente. 25 2:25 Deve istruire con mansuetudine gli oppositori nella speranza che Dio conceda loro di ravvedersi per riconoscere la verità, 26 2:26 in modo che, rientrati in se stessi, escano dal laccio del diavolo, che li aveva proesi proigionieri perchè facessero la sua volontà.

2:14 2:14 Ricorda loro queste cose, scongiurandoli davanti al Signore a non fare vane dispute di parole che non giovano a nulla, ma sono deleterie per coloro che ascoltano. 15 2:15 Studiati di proesentare te stesso approvato davanti a Dio, operaio che non ha da vergognarsi, che esponga rettamente la parola della verità. 16 2:16 Ma evita i discorsi vani e profani, perchè fanno progredire nell’empietà. 17 2:17 e la parola di questi andrà rodendo come la cancrena. fra costoro sono Imeneo e Fileto, 18 2:18 i quali si sono sviati dalla verità, dicendo che la risurrezione è già avvenuta, e sovvertono la fede di alcuni. 19 2:19 Tuttavia il saldo fondamento di Dio rimane fermo, avendo questo sigillo: ’Il Signore conosce quelli che sono suoi', e: ’Si ritragga dall’iniquità chiunque nomina il nome di Cristo'. 20 2:20 Or in una grande casa non vi sono soltanto vasi d’oro e d’argento, ma anche di legno e di terra. gli uni sono ad onore, gli altri a disonore. 21 2:21 Se dunque uno si purifica da queste cose, sarà un vaso ad onore, santificato e utile al servizio del padrone, proeparato per ogni buona opera. 22 2:22 Or fuggi le passioni giovanili, ma persegui la giustizia, la fede, l’amore e la pace con quelli che con cuore puro invocano il Signore. 23 2:23 Evita inoltre le discussioni stolte e insensate, sapendo che generano contese. 24 2:24 Ora un servo del Signore non deve contendere, ma deve essere mite verso tutti, atto ad insegnare e paziente, 25 2:25 ammaestrando con mansuetudine gli oppositori, nella speranza che Dio conceda loro di ravvedersi perchè giungano a riconoscere la verità, 26 2:26 e ritornino in sè, sottraendosi dal laccio del diavolo, che li aveva fatti proigionieri, perchè facessero la sua volontà.

2:14 se noi manchiamo di fede, egli però rimane fedele, perchè non può rinnegare se stesso. 15 Richiama alla memoria queste cose, scongiurandoli davanti a Dio di evitare le vane discussioni, che non giovano a nulla, se non alla perdizione di chi le ascolta. 16 Sfòrzati di presentarti davanti a Dio come un uomo degno di approvazione, un lavoratore che non ha di che vergognarsi, uno scrupoloso dispensatore della parola della verità. 17 Evita le chiacchiere profane, perchè esse tendono a far crescere sempre più nell'empietà; 18 la parola di costoro infatti si propagherà come una cancrena. Fra questi ci sono Imenèo e Filèto, 19 i quali hanno deviato dalla verità, sostenendo che la risurrezione è già avvenuta e così sconvolgono la fede di alcuni. 20 Tuttavia il fondamento gettato da Dio sta saldo e porta questo sigillo: Il Signore conosce i suoi, e ancora: Si allontani dall'iniquità chiunque invoca il nome del Signore. 21 In una casa grande però non vi sono soltanto vasi d'oro e d'argento, ma anche di legno e di coccio; alcuni sono destinati ad usi nobili, altri per usi più spregevoli. 22 Chi si manterrà puro astenendosi da tali cose, sarà un vaso nobile, santificato, utile al padrone, pronto per ogni opera buona. 23 Fuggi le passioni giovanili; cerca la giustizia, la fede, la carità, la pace, insieme a quelli che invocano il Signore con cuore puro. 24 Evita inoltre le discussioni sciocche e non educative, sapendo che generano contese. 25 Un servo del Signore non dev'essere litigioso, ma mite con tutti, atto a insegnare, paziente nelle offese subite, 26 dolce nel riprendere gli oppositori, nella speranza che Dio voglia loro concedere di convertirsi, perchè riconoscano la verità

Mappa

Commento di un santo

ugualmente Paolo si rivolge a coloro che dicevano che la resurrezione era già avvenuta. questo lo dichiaravano i valentiniani su se stessi

Autore

Tertulliano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia