Ricerca

Ritratto del vero e del falso dottore (1Tm 6,3-10)

6:3 Se qualcuno insegna diversamente e non segue le sane parole del Signore nostro Gesù Cristo e la dottrina conforme alla vera religiosità,4 è accecato dall'orgoglio, non comprende nulla ed è un maniaco di questioni oziose e discussioni inutili. Da ciò nascono le invidie, i litigi, le maldicenze, i sospetti cattivi,5 i conflitti di uomini corrotti nella mente e privi della verità, che considerano la religione come fonte di guadagno. 6 Certo, la religione è un grande guadagno, purchè sappiamo accontentarci!7 Infatti non abbiamo portato nulla nel mondo e nulla possiamo portare via. 8 Quando dunque abbiamo di che mangiare e di che coprirci, accontentiamoci. 9 Quelli invece che vogliono arricchirsi, cadono nella tentazione, nell'inganno di molti desideri insensati e dannosi, che fanno affogare gli uomini nella rovina e nella perdizione. 10 L'avidità del denaro infatti è la radice di tutti i mali; presi da questo desiderio, alcuni hanno deviato dalla fede e si sono procurati molti tormenti.
6:3 6:2 E quelli che hanno signori fedeli non li sproezzino, perche' son fratelli. anzi molto piu' li servano, per-ciocche' son fedeli e diletti, i quali hanno ricevuto il beneficio. Insegna queste cose, ed esorta ad esse.4 6:3 SE alcuno insegna diversa dottrina, e non si attiene alle sane parole del Signor nostro Gesu' Cristo, ed alla dottrina che e' secondo pieta',5 6:4 esso e' gonfio, non sapendo nulla, ma languendo intorno a quistioni, e risse di parole, dalle quali nascono invidia, contenzione, maldicenze, mali sospetti.6 6:5 vane disputazioni d'uomini corrotti della mente e proivi della verita', che stimano la pieta' esser guadagno. ritratti da tali.7 6:6 Or veramente la pieta', con contentamento d'animo, e' gran guadagno.8 6:7 Poichà non abbiam portato nulla nel mondo, e chiaro e' che altresi' non ne possiamo portar nulla fuori.9 6:8 ma, avendo da nudrirci e da coproirci, saremo di cio' contenti.10 6:9 Ma coloro che vogliono arricchire cadono in tentazione, ed in laccio, ed in molte concupiscenze insensate e nocive, le quali affondano gli uomini in distruzione e perdizione.
6:3 6:3 Se qualcuno insegna una dottrina diversa e non s'attiene alle sane parole del Signor nostro Gesu' Cristo e alla dottrina che e' secondo pieta',4 6:4 esso e' gonfio e non sa nulla. ma langue intorno a questioni e dispute di parole, dalle quali nascono invidia, contenzione, maldicenza, cattivi sospetti,5 6:5 acerbe discussioni d'uomini corrotti di mente e proivati della verita', i quali stimano la pieta' esser fonte di guadagno.6 6:6 Or la pieta' con animo contento del proproio stato, e' un gran guadagno.7 6:7 poichè non abbiam portato nulla nel mondo, perchè non ne possiamo neanche portar via nulla.8 6:8 ma avendo di che nutrirci e di che coproirci, saremo di questo contenti.9 6:9 Ma quelli che vogliono arricchire cadono in tentazione, in laccio, e in molte insensate e funeste concupiscenze, che affondano gli uomini nella distruzione e nella perdizione.10 6:10 Poichè l'amor del danaro e' radice d'ogni sorta di mali. e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si son trafitti di molti dolori.
6:3 6:3 Se qualcuno insegna una dottrina diversa e non si attiene alle sane parole del Signore nostro Gesù Cristo e alla dottrina che è conforme alla pietà,4 6:4 è un orgoglioso e non sa nulla. ma si fissa su questioni e dispute di parole, dalle quali nascono invidia, contese, maldicenza, cattivi sospetti,5 6:5 acerbe discussioni di persone corrotte di mente e proive della verità, le quali considerano la pietà come una fonte di guadagno.6 6:6 La pietà, con animo contento del proproio stato, è un grande guadagno.7 6:7 Infatti non abbiamo portato nulla nel mondo, e neppure possiamo portarne via nulla.8 6:8 ma avendo di che nutrirci e di che coproirci, saremo di questo contenti.9 6:9 Invece quelli che vogliono arricchire cadono vittime di tentazioni, di inganni e di molti desideri insensati e funesti, che affondano gli uomini nella rovina e nella perdizione.10 6:10 Infatti l'amore del denaro è radice di ogni specie di mali. e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si sono procurati molti dolori.
6:3 6:3 Se uno insegna una dottrina diversa e non si attiene alle sane parole, quelle del Signor nostro Gesù Cristo e alla dottrina che è secondo pietà,4 6:4 è gonfio e non conosce nulla, ma ha un interesse morboso in questioni e dispute di parole, da cui nascono invidia, litigi, maldicenze, cattivi sospetti,5 6:5 vane dispute di uomini corrotti nella mente e proivi della verità, che stimano la pietà essere fonte di guadagno. da costoro separati.6 6:6 Ora la pietà è un mezzo di grande guadagno, quando uno è contento del proproio stato.7 6:7 Non abbiamo infatti portato nulla nel mondo, ed è chiaro che non possiamo portarne via nulla,8 6:8 ma quando abbiamo di che mangiare e di che coproirci, saremo di questo contenti.9 6:9 Ma coloro che vogliono arricchirsi cadono nella tentazione, nel laccio e in molte passioni insensate e nocive, che fanno sprofondare gli uomini nella rovina e nella distruzione.10 6:10 L’avidità del denaro infatti è la radice di tutti i mali e, per averlo grandemente desiderato, alcuni hanno deviato dalla fede e si sono procurati molti dolori.
6:3 Quelli poi che hanno padroni credenti, non manchino loro di riguardo perchè sono fratelli, ma li servano ancora meglio, proprio perchè sono credenti e amati coloro che ricevono i loro servizi. Questo devi insegnare e raccomandare.4 Se qualcuno insegna diversamente e non segue le sane parole del Signore nostro Gesù Cristo e la dottrina secondo la pietà,5 costui è accecato dall'orgoglio, non comprende nulla ed è preso dalla febbre di cavilli e di questioni oziose. Da ciò nascono le invidie, i litigi, le maldicenze, i sospetti cattivi,6 i conflitti di uomini corrotti nella mente e privi della verità, che considerano la pietà come fonte di guadagno.7 Certo, la pietà è un grande guadagno, congiunta però a moderazione!8 Infatti non abbiamo portato nulla in questo mondo e nulla possiamo portarne via.9 Quando dunque abbiamo di che mangiare e di che coprirci, contentiamoci di questo.10 Al contrario coloro che vogliono arricchire, cadono nella tentazione, nel laccio e in molte bramosie insensate e funeste, che fanno affogare gli uomini in rovina e perdizione.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento



natale



ordinario



quaresima



pasqua



passione







E nelle seguenti solennità


dove si leggono i seguenti passi:

dove si leggono i seguenti passi: ( ,-); ( ,-);

Genealogia

    Conversione di misure antiche presenti nel testo

    Quantità nel testo
    misura bibblica
    Quantità convertita
    Unità di misura attuale