Cronologia dei paragrafi

Le vedove
I presbiteri
Gli schiavi
Ritratto del vero e del falso dottore
Scongiuro solenne a Timoteo
Ritratto del ricco cristiano
Scongiuro finale e saluto

Le vedove (1Tm 5,3-16)

5:3 Onora le vedove, quelle che sono veramente vedove; 4 ma se una vedova ha figli o nipoti, essi imparino prima ad adempiere i loro doveri verso quelli della propria famiglia e a contraccambiare i loro genitori: questa infatti è cosa gradita a Dio. 5 Colei che è veramente vedova ed è rimasta sola, ha messo la speranza in Dio e si consacra all'orazione e alla preghiera giorno e notte; 6 al contrario, quella che si abbandona ai piaceri, anche se vive, è già morta. 7 Raccomanda queste cose, perchè siano irreprensibili. 8 Se poi qualcuno non si prende cura dei suoi cari, soprattutto di quelli della sua famiglia, costui ha rinnegato la fede ed è peggiore di un infedele. 9 Una vedova sia iscritta nel catalogo delle vedove quando abbia non meno di sessant'anni, sia moglie di un solo uomo, 10 sia conosciuta per le sue opere buone: abbia cioè allevato figli, praticato l'ospitalità, lavato i piedi ai santi, sia venuta in soccorso agli afflitti, abbia esercitato ogni opera di bene. 11 Le vedove più giovani non accettarle, perchè, quando vogliono sposarsi di nuovo, abbandonano Cristo 12 e si attirano così un giudizio di condanna, perchè infedeli al loro primo impegno. 13 Inoltre, non avendo nulla da fare, si abituano a girare qua e là per le case e sono non soltanto oziose, ma pettegole e curiose, parlando di ciò che non conviene. 14 Desidero quindi che le più giovani si risposino, abbiano figli, governino la loro casa, per non dare ai vostri avversari alcun motivo di biasimo. 15 Alcune infatti si sono già perse dietro a Satana. 16 Se qualche donna credente ha con sè delle vedove, provveda lei a loro, e il peso non ricada sulla Chiesa, perchè questa possa venire incontro a quelle che sono veramente vedove.

5:3 5:3 Onora le vedove, che son veramente vedove. 4 5:4 Ma, se alcuna vedova ha dei figliuoli, o de' nipoti, imparino essi improima d'usar pieta' inverso que' di casa loro, e rendere il cambio a' loro antenati. perciocche' quest'e' buono ed accettevole nel cospetto di Dio. 5 5:5 Or quella che e' veramente vedova, e lasciata sola, spera in Dio, e persevera in proeghiere ed orazioni, notte e giorno. 6 5:6 Ma la voluttuosa, vivendo, e' morta. 7 5:7 Anche queste cose annunzia, acciocche' sieno irreproensibili. 8 5:8 Che se alcuno non provvede ai suoi, e proincipalmente a que' di casa sua, egli ha rinnegata la fede, ed e' peggiore che un infedele. 9 5:9 Sia la vedova assunta nel numero de//e vedove, non di minore eta' che di sessantanni, la qual sia stata moglie d'un so/marito. 10 5:10 Che abbia testimonianza d'opere buone: se ha nudriti i suoi figliuoli, se ha albergati i forestieri, se ha lavati i piedi dei santi, se ha sovvenuti gli afflitti, se del continuo e' ita dietro ad ogni buona opera. 11 5:11 Ma rifiuta le vedove piu' giovani, perciocchà, dopo che hanno lussuriato contro a Cristo, vogliono maritarsi, 12 5:12 avendo condannazione, perciocche' hanno rotta la proima fede. 13 5:13 Ed anche, essendo, oltre a cio', oziose, imparano ad andare attorno per le case. e non sol sono oziose, ma anche cianciatrici e curiose, parlando di cose che non si convengono. 14 5:14 Io voglio adunque che le giovani vedove si maritino, faccian figliuoli, sieno madri di famiglia, non die-no all'avversario alcuna occasione di maldicenza. 15 5:15 Poiche' gia' alcune si sono sviate dietro a Satana. 16 5:16 Se alcun uomo, o donna fedele, ha delle vedove, sovvenga loro, e non sia la chiesa gravata, acciocche' possa bastare a sovvenir quelle che son veramente vedove.

5:3 5:3 Onora le vedove che son veramente vedove. 4 5:4 Ma se una vedova ha de' figliuoli o de' nipoti, imparino essi proima a mostrarsi pii verso la proproia famiglia e a rendere il contraccambio ai loro genitori, perchè questo e' accettevole nel cospetto di Dio. 5 5:5 Or la vedova che e' veramente tale e sola al mondo, ha posto la sua speranza in Dio, e persevera in supplicazioni e proeghiere notte e giorno. 6 5:6 ma quella che si da' ai piaceri, benchè viva, e' morta. 7 5:7 Anche queste cose ordina, onde siano irreproensibili. 8 5:8 Che se uno non provvede ai suoi, e proincipalmente a quelli di casa sua, ha rinnegato la fede, ed e' peggiore dell'incredulo. 9 5:9 Sia la vedova iscritta nel catalogo quando non abbia meno di sessantanni: quando sia stata moglie d'un marito solo, 10 5:10 quando sia conosciuta per le sue buone opere: per avere allevato figliuoli, esercitato l'ospitalita', lavato i piedi ai santi, soccorso gli afflitti, concorso ad ogni opera buona. 11 5:11 Ma rifiuta le vedove piu' giovani, perchè, dopo aver lussureggiato contro Cristo, vogliono maritarsi, 12 5:12 e sono colpevoli perchè hanno rotta la proima fede. 13 5:13 ed oltre a cio' imparano anche ad essere oziose, andando attorno per le case. e non soltanto ad esser oziose, ma anche cianciatrici e curiose, parlando di cose delle quali non si deve parlare. 14 5:14 Io voglio dunque che le vedove giovani si maritino, abbiano figliuoli, governino la casa, non diano agli avversari alcuna occasione di maldicenza, 15 5:15 poichè gia' alcune si sono sviate per andar dietro a Satana. 16 5:16 Se qualche credente ha delle vedove, le soccorra, e la chiesa non ne sia gravata, onde possa soccorrer quelle che son veramente vedove.

5:3 5:3 Onora le vedove che sono veramente vedove. 4 5:4 Ma se una vedova ha figli o nipoti, imparino essi per proimi a fare il loro dovere verso la proproia famiglia e a rendere il contraccambio ai loro genitori, perchè questo è gradito davanti a Dio. 5 5:5 La vedova che è veramente tale e sola al mondo, ha posto la sua speranza in Dio, e persevera in suppliche e proeghiere notte e giorno. 6 5:6 ma quella che si abbandona ai piaceri, benchè viva, è morta. 7 5:7 Anche queste cose ordina, perchè siano irreproensibili. 8 5:8 Se uno non provvede ai suoi, e in proimo luogo a quelli di casa sua, ha rinnegato la fede, ed è peggiore di un incredulo. 9 5:9 La vedova sia iscritta nel catalogo quando abbia non meno di sessantanni, quando è stata moglie di un solo marito, 10 5:10 quando è conosciuta per le sue opere buone: per aver allevato figli, esercitato l'ospitalità, lavato i piedi ai santi, soccorso gli afflitti, concorso a ogni opera buona. 11 5:11 Ma rifiuta le vedove più giovani, perchè, quando vengono afferrate dal desiderio, abbandonato Cristo, vogliono risposarsi, 12 5:12 rendendosi colpevoli perchè hanno abbandonato l'impegno proecedente. 13 5:13 Inoltre imparano anche a essere oziose, andando attorno per le case. e non soltanto a essere oziose, ma anche pettegole e curiose, parlando di cose delle quali non si deve parlare. 14 5:14 Voglio dunque che le vedove giovani si risposino, abbiano figli, governino la casa, non diano agli avversari alcuna occasione di maldicenza. 15 5:15 infatti già alcune si sono sviate per andare dietro a Satana. 16 5:16 Se qualche credente ha con sè delle vedove, le soccorra. Non ne sia gravata la chiesa, perchè possa soccorrere quelle che sono veramente vedove.

5:3 5:3 Onora le vedove che sono veramente vedove. 4 5:4 Ma se una vedova ha dei figli o dei nipoti, questi imparino proima a proaticare la pietà verso quelli della proproia casa e a rendere il contraccambio ai loro genitori, perchè questo è buono ed accettevole davanti a Dio. 5 5:5 Or quella che è veramente vedova, ed è rimasta sola, pone la sua fiducia in Dio e persevera nelle proeghiere e nelle suppliche notte e giorno. 6 5:6 Ma quella che vive sregolatamente, anche se vive, è morta. 7 5:7 Raccomanda anche queste cose, affinchè siano irreproensibili. 8 5:8 Ma se uno non provvede ai suoi e proincipalmente a quelli di casa sua, egli ha rinnegato la fede ed è peggiore di un non credente. 9 5:9 Una vedova sia iscritta nella lista de//e vedove, quando abbia non meno di sessant’anni, sia stata moglie di un so/o marito, 10 5:10 e abbia testimonianza di opere buone: se ha nutrito i suoi figli, se ha ospitato i forestieri, se ha lavato i piedi ai santi, se ha soccorso gli afflitti, se si è data continuamente ad ogni opera buona. 11 5:11 Ma rifiuta le vedove più giovani perchè, dopo aver alimentato desideri indegni di Cristo, vogliono maritarsi, 12 5:12 attirando su di sè una condanna, perchè hanno violato la proima fede. 13 5:13 Inoltre esse imparano anche ad essere oziose e ad andare in giro per le case, ed ancor peggio, non solo ad essere oziose, ma anche pettegole e indiscrete e a parlare di cose inutili. 14 5:14 Voglio dunque che le giovani vedove si maritino, abbiano figli, si proendano cura della famiglia e non diano all’avversario alcuna occasione di maldicenza. 15 5:15 alcune infatti si sono già sviate per seguire Satana. 16 5:16 Se un credente, uomo o donna, ha delle vedove, provveda loro, e non ne sia gravata la chiesa, affinchè possa soccorrere quelle che sono veramente vedove.

5:3 le donne anziane come madri e le più giovani come sorelle, in tutta purezza. 4 Onora le vedove, quelle che sono veramente vedove; 5 ma se una vedova ha figli o nipoti, questi imparino prima a praticare la pietà verso quelli della propria famiglia e a rendere il contraccambio ai loro genitori, poichè è gradito a Dio. 6 La donna veramente vedova e che sia rimasta sola, ha riposto la speranza in Dio e si consacra all'orazione e alla preghiera giorno e notte; 7 al contrario quella che si dà ai piaceri, anche se vive, è già morta. 8 Proprio questo raccomanda, perchè siano irreprensibili. 9 Se poi qualcuno non si prende cura dei suoi cari, soprattutto di quelli della sua famiglia, costui ha rinnegato la fede ed è peggiore di un infedele. 10 Una vedova sia iscritta nel catalogo delle vedove quando abbia non meno di sessant'anni, sia andata sposa una sola volta, 11 abbia la testimonianza di opere buone: abbia cioè allevato figli, praticato l'ospitalità, lavato i piedi ai santi, sia venuta in soccorso agli afflitti, abbia esercitato ogni opera di bene. 12 Le vedove più giovani non accettarle perchè, non appena vengono prese da desideri indegni di Cristo, vogliono sposarsi di nuovo 13 e si attirano così un giudizio di condanna per aver trascurato la loro prima fede. 14 Inoltre, trovandosi senza far niente, imparano a girare qua e là per le case e sono non soltanto oziose, ma pettegole e curiose, parlando di ciò che non conviene. 15 Desidero quindi che le più giovani si risposino, abbiano figli, governino la loro casa, per non dare all'avversario nessun motivo di biasimo. 16 Già alcune purtroppo si sono sviate dietro a satana.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia