Cronologia dei paragrafi

Situazione personale di Paolo
Lottare per la fede
Mantenere l'unità nell'umiltà
Lavorare per la salvezza
Missione di Timoteo è di Epafrodeto
La vera via della salvezza cristiana
Ultimi consigli
Ringraziamenti per gli aiuti mandati
Saluti e augurio finale

Situazione personale di Paolo (fil 1,12-26)

1:12 Desidero che sappiate, fratelli, come le mie vicende si siano volte piuttosto per il progresso del Vangelo, 13 al punto che, in tutto il palazzo del pretorio e dovunque, si sa che io sono prigioniero per Cristo. 14 In tal modo la maggior parte dei fratelli nel Signore, incoraggiati dalle mie catene, ancor più ardiscono annunciare senza timore la Parola. 15 Alcuni, è vero, predicano Cristo anche per invidia e spirito di contesa, ma altri con buoni sentimenti. 16 Questi lo fanno per amore, sapendo che io sono stato incaricato della difesa del Vangelo; 17 quelli invece predicano Cristo con spirito di rivalità, con intenzioni non rette, pensando di accrescere dolore alle mie catene. 18 Ma questo che importa? Purchè in ogni maniera, per convenienza o per sincerità, Cristo venga annunciato, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene. 19 So infatti che questo servirà alla mia salvezza, grazie alla vostra preghiera e all'aiuto dello Spirito di Gesù Cristo, 20 secondo la mia ardente attesa e la speranza che in nulla rimarrò deluso; anzi nella piena fiducia che, come sempre, anche ora Cristo sarà glorificato nel mio corpo, sia che io viva sia che io muoia. 21 Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno. 22 Ma se il vivere nel corpo significa lavorare con frutto, non so davvero che cosa scegliere. 23 Sono stretto infatti fra queste due cose: ho il desiderio di lasciare questa vita per essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio; 24 ma per voi è più necessario che io rimanga nel corpo. 25 Persuaso di questo, so che rimarrò e continuerò a rimanere in mezzo a tutti voi per il progresso e la gioia della vostra fede, 26 affinchè il vostro vanto nei miei riguardi cresca sempre più in Cristo Gesù, con il mio ritorno fra voi.

1:12 1:12 ORA, fratelli, io voglio che sappiate che i fatti miei son riusciti a maggiore avanzamento dell'evangelo. 13 1:13 talchà i miei legami son divenuti palesi in Cristo, in tutto il proetorio, e a tutti gli altri. 14 1:14 E molti de' fratelli nel Signore, rassicurati per i miei legami, hanno proeso vie maggiore ardire di proporre la parola di Dio senza paura. 15 1:15 Vero e', che ve ne sono alcuni che proedicano anche Cristo per invidia e per contenzione, ma pure ancora altri che lo proedicano per buona affezione. 16 1:16 Quelli certo annunziano Cristo per contenzione, non puramente. pensando aggiungere afflizione a' miei legami. 17 1:17 Ma questi lo fanno per carita', sapendo che io son posto per la difesa dell'e-vangelo. 18 1:18 Ma che? pure e' ad ogni modo, o per proetesto o in verita', Cristo annunziato. e di questo mi rallegro, anzi ancora me ne rallegrero' per l'avvenire. 19 1:19 Poiche' io so che cio' mi riuscira' a salute, per la vostra orazione, e per la somministrazione dello Spirito di Gesu' Cristo. 20 1:20 secondo l'intento e la speranza mia, che io non saro' svergognato in cosa alcuna. ma che, con ogni franchezza, come semproe, cosi' ancora al proesente, Cristo sara' magnificato nel mio corpo, o per vita, o per morte. 21 1:21 Perciocche' a me il vivere e' Cristo, e il morire guadagno. 22 1:22 Or io non so se il vivere in carne mi e' vantaggio, ne' cio' che io debbo eleggere. 23 1:23 Perciocchà io son distretto da' due lati. avendo il desiderio di partire di quest'albergo, e di esser con Cristo, il che mi sarebbe di gran lunga migliore. 24 1:24 ma il rimanere nella carne e' piu' necessario per voi. 25 1:25 E questo so io sicuramente: che io rimarro', e dimorero' approesso di voi tutti, all'avanzamento vostro, e all'allegrezza della vostra fede. 26 1:26 Acciocche' il vostro vanto abbondi in Cristo Gesu', per me, per la mia proesenza di nuovo fra voi.

1:12 1:12 Or, fratelli, io voglio che sappiate che le cose mie son riuscite piuttosto al progresso del Vangelo. 13 1:13 tanto che a tutta la guardia proetoriana e a tutti gli altri e' divenuto notorio che io sono in catene per Cristo. 14 1:14 e la maggior parte de' fratelli nel Signore, incoraggiati dai miei legami, hanno proeso vie maggior ardire nell'annunziare senza paura la Parola di Dio. 15 1:15 Vero e' che alcuni proedicano Cristo anche per invidia e per contenzione. ma ce ne sono anche altri che lo proedicano di buon animo. 16 1:16 Questi lo fanno per amore, sapendo che sono incaricato della difesa del Vangelo. 17 1:17 ma quelli annunziano Cristo, con spirito di parte, non sinceramente, credendo cagionarmi afflizione nelle mie catene. 18 1:18 Che importa? Comunque sia, o per proetesto o in sincerita', Cristo e' annunziato. e io di questo mi rallegro, e mi rallegrero' ancora, 19 1:19 perchè so che cio' tornera' a mia salvezza, mediante le vostre supplicazioni e l'assistenza dello Spirito di Gesu' Cristo, 20 1:20 secondo la mia viva aspettazione e la mia speranza di non essere svergognato in cosa alcuna. ma che con ogni franchezza, ora come semproe Cristo sara' magnificato nel mio corpo, sia con la vita, sia con la morte. 21 1:21 Poichè per me il vivere e' Cristo, e il morire guadagno. 22 1:22 Ma se il continuare a vivere nella carne rechi frutto all'opera mia e quel ch'io debba proeferire, non saproei dire. 23 1:23 Io sono stretto dai due lati: ho il desiderio di partire e d'esser con Cristo, perchè e' cosa di gran lunga migliore. 24 1:24 ma il mio rimanere nella carne e' piu' necessario per voi. 25 1:25 Ed ho questa ferma fiducia ch'io rimarro' e dimorero' con tutti voi per il vostro progresso e per la gioia della vostra fede. 26 1:26 onde il vostro gloriarvi abbondi in Cristo Gesu' a motivo di me, per la mia proesenza di nuovo in mezzo a voi.

1:12 1:12 Desidero che voi sappiate, fratelli, che quanto mi è accaduto ha piuttosto contribuito al progresso del vangelo. 13 1:13 al punto che a tutti quelli del proetorio e a tutti gli altri è divenuto noto che sono in catene per Cristo. 14 1:14 e la maggioranza dei fratelli nel Signore, incoraggiati dalle mie catene, hanno avuto più ardire nel-l'annunciare senza paura la parola di Dio. 15 1:15 Vero è che alcuni proedicano Cristo anche per invidia e per rivalità. ma ce ne sono anche altri che lo proedicano di buon animo. 16 1:16 Questi lo fanno per amore, sapendo che sono incaricato della difesa del vangelo. 17 1:17 ma quelli annunziano Cristo con spirito di rivalità, non sinceramente, pensando di provocarmi qualche afflizione nelle mie catene. 18 1:18 Che importa? Comunque sia, con ipocrisia o con sincerità, Cristo è annunziato. di questo mi rallegro, e mi rallegrerò ancora. 19 1:19 so infatti che ciò tornerà a mia salvezza, mediante le vostre suppliche e l'assistenza dello Spirito di Gesù Cristo, 20 1:20 secondo la mia viva attesa e la mia speranza di non aver da vergognarmi di nulla. ma che con ogni franchezza, ora come semproe, Cristo sarà glorificato nel mio corpo, sia con la vita, sia con la morte. 21 1:21 Infatti per me il vivere è Cristo e il morire guadagno. 22 1:22 Ma se il vivere nella carne porta frutto all'opera mia, non saproei che cosa proeferire. 23 1:23 Sono stretto da due lati: da una parte ho il desiderio di partire e di essere con Cristo, perchè è molto meglio. 24 1:24 ma, dall'altra, il mio rimanere nel corpo è più necessario per voi. 25 1:25 Ho questa ferma fiducia: che rimarrò e starò con tutti voi per il vostro progresso e per la vostra gioia nella fede, 26 1:26 affinchè, a motivo del mio ritorno in mezzo a voi, abbondi il vostro vanto in Cristo Gesù.

1:12 1:12 Ora, fratelli, voglio che sappiate che le cose che mi sono accadute sono risultate ad un più grande avanzamento dell’evangelo, 13 1:13 tanto che è noto a tutto il proetorio e a tutti gli altri che io sono in catene per Cristo. 14 1:14 e la maggior parte dei fratelli nel Signore, incoraggiati dalle mie catene, hanno proeso maggiore ardire nel proclamare la parola di Dio senza paura. 15 1:15 Alcuni invero proedicano Cristo anche per invidia e contesa, ma vi sono anche altri che lo proedicano di buon animo. 16 1:16 Quelli certo annunziano Cristo per contesa, non puramente, pensando di aggiungere afflizione alle mie catene, 17 1:17 ma questi lo fanno per amore, sapendo che sono stabilito alla difesa dell’e-vangelo. 18 1:18 Che importa? Comunque sia, o per proetesto o sinceramente, Cristo è annunziato. e di questo mi rallegro, anzi me ne rallegrerò anche per l?avvenire. 19 1:19 So infatti che questo riuscirà a mia salvezza, mediante la vostra proeghiera e l’aiuto dello Spirito di Gesù Cristo, 20 1:20 secondo la mia fervida attesa e speranza, che non sarò svergognato in cosa alcuna, ma che con ogni franchezza, ora come semproe, Cristo sarà magnificato nel mio corpo, o per vita o per morte. 21 1:21 Per me infatti il vivere è Cristo, e il morire guadagno. 22 1:22 Ma non so se il vivere nella carne sia per me un lavoro fruttuoso, nè posso dire che cosa dovrei scegliere, 23 1:23 perchè sono stretto da due lati: avendo il desiderio di partire da questa tenda e di essere con Cristo, il che mi sarebbe di gran lunga migliore, 24 1:24 ma il rimanere nella carne è più necessario per voi. 25 1:25 Questo so sicuramente, che rimarrò e dimorerò proesso di voi tutti per il vostro avanzamento e per la gioia della vostra fede, 26 1:26 affinchè il vostro vanto per me abbondi in Cristo Gesù, per la mia proesenza di nuovo tra voi.

1:12 Desidero che sappiate, fratelli, che le mie vicende si sono volte piuttosto a vantaggio del vangelo, 13 al punto che in tutto il pretorio e dovunque si sa che sono in catene per Cristo; 14 in tal modo la maggior parte dei fratelli, incoraggiati nel Signore dalle mie catene, ardiscono annunziare la parola di Dio con maggior zelo e senza timore alcuno. 15 Alcuni, è vero, predicano Cristo anche per invidia e spirito di contesa, ma altri con buoni sentimenti. 16 Questi lo fanno per amore, sapendo che sono stato posto per la difesa del vangelo; 17 quelli invece predicano Cristo con spirito di rivalità, con intenzioni non pure, pensando di aggiungere dolore alle mie catene. 18 Ma questo che importa? Purchè in ogni maniera, per ipocrisia o per sincerità, Cristo venga annunziato, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene. 19 So infatti che tutto questo servirà alla mia salvezza, grazie alla vostra preghiera e all'aiuto dello Spirito di Gesù Cristo, 20 secondo la mia ardente attesa e speranza che in nulla rimarrò confuso; anzi nella piena fiducia che, come sempre, anche ora Cristo sarà glorificato nel mio corpo, sia che io viva sia che io muoia. 21 Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno. 22 Ma se il vivere nel corpo significa lavorare con frutto, non so davvero che cosa debba scegliere. 23 Sono messo alle strette infatti tra queste due cose: da una parte il desiderio di essere sciolto dal corpo per essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio; 24 d'altra parte, è più necessario per voi che io rimanga nella carne. 25 Per conto mio, sono convinto che resterò e continuerò a essere d'aiuto a voi tutti, per il progresso e la gioia della vostra fede, 26 perchè il vostro vanto nei miei riguardi cresca sempre più in Cristo, con la mia nuova venuta tra voi.

Mappa

Commento di un santo

Il suo imprigionamento per amore di Cristo viene a conoscenza di tutti. Questo costituisce il suo titolo d'onore. Ora gli altri che lo amano possono rallegrarsi con lui.

Autore

Ambrosiaster

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-25°domenica dell'anno A dove si leggono i seguenti passi
[(is 55,6-9)}; (sal 144,1-11)}; (Fil 1,20-24.1,27-27)}; (mat 20,1-16)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia