Cronologia dei paragrafi

Morale domestica
Il combattimento spirituale
Notizie personali e saluto finale

Morale domestica (ef 5,21-99)

5:21 Nel timore di Cristo, siate sottomessi gli uni agli altri: 22 le mogli lo siano ai loro mariti, come al Signore; 23 il marito infatti è capo della moglie, così come Cristo è capo della Chiesa, lui che è salvatore del corpo. 24 E come la Chiesa è sottomessa a Cristo, così anche le mogli lo siano ai loro mariti in tutto. 25 E voi, mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, 26 per renderla santa, purificandola con il lavacro dell'acqua mediante la parola, 27 e per presentare a se stesso la Chiesa tutta gloriosa, senza macchia nè ruga o alcunchè di simile, ma santa e immacolata. 28 Così anche i mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo: chi ama la propria moglie, ama se stesso. 29 Nessuno infatti ha mai odiato la propria carne, anzi la nutre e la cura, come anche Cristo fa con la Chiesa, 30 poichè siamo membra del suo corpo. 31 Per questo l'uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne. 32 Questo mistero è grande: io lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa! 33 Così anche voi: ciascuno da parte sua ami la propria moglie come se stesso, e la moglie sia rispettosa verso il marito.

5:21 5:21 Sottoponendovi gli uni agli altri nel timor di Cristo. 22 5:22 MOGLI, siate soggette a' vostri mariti, come al Signore. 23 5:23 Poiche' il marito e' capo della donna, siccome ancora Cristo e' capo della Chiesa, ed egli stesso e' Salvatore del corpo. 24 5:24 Ma altresi', come la Chiesa e' soggetta a Cristo, cosi' le mogli debbono esser soggette a' lor mariti in ogni cosa. 25 5:25 Mariti, amate le vostre mogli, siccome ancora Cristo ha amata la Chiesa, e ha dato se' stesso per lei. 26 5:26 acciocche', avendo/a purgata col lavacro dell'acqua, la santificasse per la parola. 27 5:27 per farla comparire davanti a se', gloriosa, non avendo macchia, ne' crespa, ne' cosa alcuna tale. ma santa ed irreproensibile. 28 5:28 Cosi' debbono i mariti amare le loro mogli, come i lor proproi corpi: chi ama la sua moglie ama se' stesso. 29 5:29 Perciocchà niuno giammai ebbe in odio la sua carne, anzi la nudrisce, e la cura teneramente, siccome ancora il Signore la Chiesa. 30 5:30 Poiche' noi siamo membra del suo corpo, della sua carne, e delle sue ossa. 31 5:31 Percio', l'uomo lascera' suo padre, e sua madre, e si congiungera' con la sua moglie, e i due diverranno una stessa carne. 32 5:32 Questo mistero e' grande. or io dico, a riguardo di Cristo, e della Chiesa. 33 5:33 Ma ciascun di voi cosi' ami la sua moglie, come se' stesso. ed altresi' la moglie riverisca il marito.

5:21 5:21 sottoponendovi gli uni agli altri nel timore di Cristo. 22 5:22 Mogli, siate soggette ai vostri mariti, come al Signore. 23 5:23 poichè il marito e' capo della moglie, come anche Cristo e' capo della Chiesa, egli, che e' il Salvatore del corpo. 24 5:24 Ma come la Chiesa e' soggetta a Cristo, cosi' debbono anche le mogli esser soggette a' loro mariti in ogni cosa. 25 5:25 Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, 26 5:26 affin di santificarla, dopo averla purificata col lavacro dell'acqua mediante la Parola, 27 5:27 affin di far egli stesso comparire dinanzi a sè questa Chiesa, gloriosa, senza macchia, senza ruga o cosa alcuna simile, ma santa ed irreproensibile. 28 5:28 Allo stesso modo anche i mariti debbono amare le loro mogli, come i loro proproi corpi. Chi ama sua moglie ama se stesso. 29 5:29 Poichè niuno ebbe mai in odio la sua carne. anzi la nutre e la cura teneramente, come anche Cristo fa per la Chiesa, 30 5:30 poichè noi siamo membra del suo corpo. 31 5:31 Percio' l'uomo lascera' suo padre e sua madre e s'unira' a sua moglie, e i due diverranno una stessa carne. 32 5:32 Questo mistero e' grande. dico questo, riguardo a Cristo ed alla Chiesa. 33 5:33 Ma d'altronde, anche fra voi, ciascuno individualmente cosi' ami sua moglie, come ama se stesso. e altresi' la moglie rispetti il marito.

5:21 5:21 sottomettendovi gli uni agli altri nel timore di Cristo. 22 5:22 Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti, come al Signore. 23 5:23 il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, lui, che è il Salvatore del corpo. 24 5:24 Ora come la chiesa è sottomessa a Cristo, cosò anche le mogli devono essere sottomesse ai loro mariti in ogni cosa. 25 5:25 Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei, 26 5:26 per santificarla dopo averla purificata lavandola con l'acqua della parola, 27 5:27 per farla comparire davanti a sè gloriosa, senza macchia, senza ruga o altri simili difetti, ma santa e irreproensibile. 28 5:28 Allo stesso modo anche i mariti devono amare le loro mogli, come la loro proproia persona. Chi ama sua moglie ama se stesso. 29 5:29 Infatti nessuno odia la proproia persona, anzi la nutre e la cura teneramente, come anche Cristo fa per la chiesa, 30 5:30 poichè siamo membra del suo corpo. 31 5:31 Perciò l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diverranno una carne sola. 32 5:32 Questo mistero è grande. dico questo riguardo a Cristo e alla chiesa. 33 5:33 Ma d'altronde, anche fra di voi, ciascuno individualmente ami sua moglie, come ama se stesso. e altresò la moglie rispetti il marito.

5:21 5:21 sottomettetevi gli uni agli altri nel timore di Cristo. 22 5:22 Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti come al Signore, 23 5:23 poichè il marito è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, ed egli stesso è Salvatore del corpo. 24 5:24 Parimenti come la chiesa è sottomessa a Cristo, così le mogli devono essere sottomesse ai loro mariti in ogni cosa. 25 5:25 Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei, 26 5:26 per santificarla, avendola purificata col lavacro dell’acqua per mezzo de//a parola, 27 5:27 per far comparire la chiesa davanti a sè gloriosa, senza macchia o ruga o alcunchè di simile, ma perchè sia santa ed irreproensibile. 28 5:28 Così i mariti devono amare le loro mogli, come i loro proproi corpi. chi ama la proproia moglie ama se stesso. 29 5:29 Nessuno infatti ebbe mai in odio la sua carne, ma la nutre e la cura teneramente, come anche il Signore .fa con la chiesa, 30 5:30 poichè noi siamo membra del suo corpo, della sua carne e delle sue ossa. 31 5:31 ’Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due diverranno una sola carne'. 32 5:32 Questo mistero è grande. or lo dico in riferimento a Cristo e alla chiesa. 33 5:33 Ma ciascuno di voi così ami la proproia moglie come ama se stesso. e similmente la moglie rispetti il marito.

5:21 Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo. 22 Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; 23 il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. 24 E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto. 25 E voi, mariti, amate le vostre mogli, come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, 26 per renderla santa, purificandola per mezzo del lavacro dell'acqua accompagnato dalla parola, 27 al fine di farsi comparire davanti la sua Chiesa tutta gloriosa, senza macchia nè ruga o alcunchè di simile, ma santa e immacolata. 28 Così anche i mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo, perchè chi ama la propria moglie ama se stesso. 29 Nessuno mai infatti ha preso in odio la propria carne; al contrario la nutre e la cura, come fa Cristo con la Chiesa, 30 poichè siamo membra del suo corpo. 31 Per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua donna e i due formeranno una carne sola. 32 Questo mistero è grande; lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa! 33 Quindi anche voi, ciascuno da parte sua, ami la propria moglie come se stesso, e la donna sia rispettosa verso il marito.

Mappa

Commento di un santo

L'apostolo è stato costretto a servirsi di questa analogia, ossia quella del marito come capo della moglie, come Cristo è il capo della Chiesa, suo corpo. Il suo scopo è quello di incoraggiare le donne a rispettare gli uomini e di istillare negli uomini l'affetto per le proprie mogli.

Autore

Teodoreto

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-21°domenica dell'anno B dove si leggono i seguenti passi
[(Gs 24,1-2.24,15-18)}; (Gs 24,1-2.24,15-18)}; (sal 33,2-3.33,16-23)}; (Ef 5,21-32)}; (gv 6,6-69)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia