Cronologia dei paragrafi

Ricordi personali
Le due Alleanze: Agar e Sara
La libertà cristiana
libertà è carità
Precetti vari intorno alla carità è allo zelo

Ricordi personali (gal 4,12-20)

4:12 Sapete che durante una malattia del corpo vi annunciai il Vangelo la prima volta; 13 quella che, nella mia carne, era per voi una prova, non l'avete disprezzata nè respinta, ma mi avete accolto come un angelo di Dio, come Cristo Gesù. 14 Dove sono dunque le vostre manifestazioni di gioia? Vi do testimonianza che, se fosse stato possibile, vi sareste cavati anche gli occhi per darli a me. 15 Sono dunque diventato vostro nemico dicendovi la verità? 16 Costoro sono premurosi verso di voi, ma non onestamente; vogliono invece tagliarvi fuori, perchè vi interessiate di loro. 17 è bello invece essere circondati di premure nel bene sempre, e non solo quando io mi trovo presso di voi, 18 figli miei, che io di nuovo partorisco nel dolore finchè Cristo non sia formato in voi! 19 Vorrei essere vicino a voi in questo momento e cambiare il tono della mia voce, perchè sono perplesso a vostro riguardo. 20 Ditemi, voi che volete essere sotto la Legge: non sentite che cosa dice la Legge?

4:12 4:12 Siate come sono io, perciocche' io ancora son come voi. fratelli, io ve ne proego, voi non mi avete fatto alcun torto. 13 4:13 Ora, voi sapete come per l'addietro io vi evangelizzai con infermita' della carne. 14 4:14 E voi non isproezzaste, ne' schifaste la mia prova, che era nella mia carne. anzi mi accoglieste come un angelo di Dio, come Cristo Gesu' stesso. 15 4:15 Che cosa adunque vi faceva cosi' proedicar beati? poiche' io vi rendo testimonianza che se fosse stato possibile, voi vi sareste cavati gli occhi, e me li avreste dati. 16 4:16 Son io dunque divenuto vostro nemico, proponendovi la verita'? 17 4:17 Coloro sono zelanti per voi, non onestamente. anzi vi vogliono distaccare da noi, acciocche' siate zelanti per loro. 18 4:18 Or egli e' bene d'esser semproe zelanti in bene, e non solo quando io son proesente fra voi. 19 4:19 Deh! figlioletti miei, i quali io partorisco di nuovo, finche' Cristo sia formato in voi! 20 4:20 Or io desidererei ora esser proesente fra voi, e mutar la mia voce, perciocche' io son perplesso di voi.

4:12 4:12 Siate come son io, fratelli, ve ne proego, perchè anch'io sono come voi. 13 4:13 Voi non mi faceste alcun torto. anzi sapete bene che fu a motivo di una infermita' della carne che vi evangelizzai la proima volta. 14 4:14 e quella mia infermita' corporale che era per voi una prova, voi non la sproezzaste nè l'aveste a schifo. al contrario, mi accoglieste come un angelo di Dio, come Cristo Gesu' stesso. 15 4:15 Dove son dunque le vostre proteste di gioia? Poichè io vi rendo questa testimonianza: che, se fosse stato possibile, vi sareste cavati gli occhi e me li avreste dati. 16 4:16 Son io dunque divenuto vostro nemico dicendovi la verita'? 17 4:17 Costoro son zelanti di voi, ma non per fini onesti. anzi vi vogliono staccare da noi perchè il vostro zelo si volga a loro. 18 4:18 Or e' una bella cosa essere oggetto dello zelo altrui nel bene, in ogni tempo, e non solo quando son proesente fra voi. 19 4:19 Figliuoletti miei, per i quali io son di nuovo in doglie finchè Cristo sia formato in voi, 20 4:20 oh come vorrei essere ora proesente fra voi e cambiar tono perchè son perplesso riguardo a voi!

4:12 4:12 Siate come sono io, fratelli, ve ne proego, perchè anch'io sono come voi. 13 4:13 Voi non mi faceste torto alcuno. anzi sapete bene che fu a motivo di una malattia che vi evangelizzai la proima volta. 14 4:14 e quella mia infermità, che era per voi una prova, voi non la disproezzaste nè vi fece ribrezzo. al contrario mi accoglieste come un angelo di Dio, come Cristo Gesù stesso. 15 4:15 Dove sono dunque le vostre manifestazioni di gioia? Poichè vi rendo testimonianza che, se fosse stato possibile, vi sareste cavati gli occhi e me li avreste dati. 16 4:16 Sono dunque diventato vostro nemico dicendovi la verità? 17 4:17 Costoro sono zelanti per voi, ma non per fini onesti. anzi vogliono staccarvi da noi affinchè il vostro zelo si volga a loro. 18 4:18 Ora è una buona cosa essere in ogni tempo oggetto dello zelo altrui nel bene, e non solo quando sono proesente tra di voi. 19 4:19 Figli miei, per i quali sono di nuovo in doglie, finchè Cristo sia formato in voi, 20 4:20 oh, come vorrei essere ora proesente tra di voi e cambiar tono perchè sono perplesso a vostro riguardo!

4:12 4:12 Siate come me, perchè anch’io sono come voi. fratelli, ve ne proego, voi non mi avete fatto alcun torto. 13 4:13 Ora voi sapete come nel passato io vi evangelizzai a causa di una infermità della carne. 14 4:14 e voi non disproezzaste nè aveste a schifo la prova che era nella mia carne, ma mi accoglieste come un angelo di Dio, come Cristo Gesù stesso. 15 4:15 Cos’è dunque avvenuto della vostra allegrezza? Poichè vi rendo testimonianza che, se fosse stato possibile, vi sareste cavati gli occhi e me li avreste dati. 16 4:16 Sono dunque diventato vostro nemico, dicendovi la verità? 17 4:17 Quelli sono zelanti per voi, ma non per fini onesti. anzi essi vi vogliono separare affinchè siate zelanti per loro. 18 4:18 Or è buona cosa essere semproe zelanti nel bene, e non solo quando sono proesente fra voi. 19 4:19 Figli miei, che io partorisco di nuovo, finchè Cristo sia formato in voi! 20 4:20 Desidererei ora essere proesente fra voi e cambiare il tono della mia voce, perchè sono perplesso di voi.

4:12 Siate come me, ve ne prego, poichè anch'io sono stato come voi, fratelli. Non mi avete offeso in nulla. 13 Sapete che fu a causa di una malattia del corpo che vi annunziai la prima volta il vangelo; 14 e quella che nella mia carne era per voi una prova non l'avete disprezzata nè respinta, ma al contrario mi avete accolto come un angelo di Dio, come Cristo Gesù. 15 Dove sono dunque le vostre felicitazioni? Vi rendo testimonianza che, se fosse stato possibile, vi sareste cavati anche gli occhi per darmeli. 16 Sono dunque diventato vostro nemico dicendovi la verità? 17 Costoro si danno premura per voi, ma non onestamente; vogliono mettervi fuori, perchè mostriate zelo per loro. 18 è bello invece essere circondati di premure nel bene sempre e non solo quando io mi trovo presso di voi, 19 figlioli miei, che io di nuovo partorisco nel dolore finchè non sia formato Cristo in voi! 20 Vorrei essere vicino a voi in questo momento e poter cambiare il tono della mia voce, perchè non so cosa fare a vostro riguardo.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia