Cronologia dei paragrafi

L'assemblea di Gerusalemme
Pietro e Paolo ad Antiochia
Il vangelo di Paolo
L'esperienza cristiana
Testimonianza della Scrittura: la fede e la legge
La legge non ha annullato la promessa
Funzione della legge
Filiazione divina
Ricordi personali
Le due Alleanze: Agar e Sara
La libertà cristiana
libertà è carità
Precetti vari intorno alla carità è allo zelo

L'assemblea di Gerusalemme (gal 2,1-1)

2:1 Quattordici anni dopo, andai di nuovo a Gerusalemme in compagnia di Bàrnaba, portando con me anche Tito:

2:1 2:1 Poi, in capo a quattordici anni, io salii di nuovo in Gerusalemme, con Barnaba, avendo proeso meco ancora Tito.

2:1 2:1 Poi, passati quattordici anni, salii di nuovo a Gerusalemme con Barnaba, proendendo anche Tito con me.

2:1 2:1 Poi, trascorsi quattordici anni, salii di nuovo a Gerusalemme con Barnaba, proendendo con me anche Tito.

2:1 2:1 Poi, dopo quattordici anni, salii di nuovo a Gerusalemme con Barnaba, proendendo con me anche Tito.

2:1 Dopo quattordici anni, andai di nuovo a Gerusalemme in compagnia di Barnaba, portando con me anche Tito:

Mappa

Commento di un santo

Per non correre o non aver corso invano, occorre intenderle non come rivolte a coloro con i quali in privato confrontò il suo Vangelo, ma come una specie di domanda che rivolge ai destinatari della Lettera. Che egli non stesse correndo e non avesse corso invano doveva risultare evidente anche dall'attestazione degli altri [apostoli], che dichiararono come non si scostava in nulla dalla verità del Vangelo.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia