Cronologia dei paragrafi

Il fatto della resurrezione
Il modo della resurrezione
Inno trionfale
Raccomandazioni. Saluti. Augurio finale

Il fatto della resurrezione (1co 15,1-34)

15:1 Vi proclamo poi, fratelli, il Vangelo che vi ho annunciato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi 2 e dal quale siete salvati, se lo mantenete come ve l'ho annunciato. A meno che non abbiate creduto invano! 3 A voi infatti ho trasmesso, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto, cioè che Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture e che 4 fu sepolto e che è risorto il terzo giorno secondo le Scritture 5 e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. 6 In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti. 7 Inoltre apparve a Giacomo, e quindi a tutti gli apostoli. 8 Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto. 9 Io infatti sono il più piccolo tra gli apostoli e non sono degno di essere chiamato apostolo perchè ho perseguitato la Chiesa di Dio. 10 Per grazia di Dio, però, sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana. Anzi, ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è con me. 11 Dunque, sia io che loro, così predichiamo e così avete creduto. 12 Ora, se si annuncia che Cristo è risorto dai morti, come possono dire alcuni tra voi che non vi è risurrezione dei morti? 13 Se non vi è risurrezione dei morti, neanche Cristo è risorto! 14 Ma se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vuota anche la vostra fede. 15 Noi, poi, risultiamo falsi testimoni di Dio, perchè contro Dio abbiamo testimoniato che egli ha risuscitato il Cristo mentre di fatto non lo ha risuscitato, se è vero che i morti non risorgono. 16 Se infatti i morti non risorgono, neanche Cristo è risorto; 17 ma se Cristo non è risorto, vana è la vostra fede e voi siete ancora nei vostri peccati. 18 Perciò anche quelli che sono morti in Cristo sono perduti. 19 Se noi abbiamo avuto speranza in Cristo soltanto per questa vita, siamo da commiserare più di tutti gli uomini. 20 Ora, invece, Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti. 21 Perchè, se per mezzo di un uomo venne la morte, per mezzo di un uomo verrà anche la risurrezione dei morti. 22 Come infatti in Adamo tutti muoiono, così in Cristo tutti riceveranno la vita. 23 Ognuno però al suo posto: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo. 24 Poi sarà la fine, quando egli consegnerà il regno a Dio Padre, dopo avere ridotto al nulla ogni Principato e ogni Potenza e Forza. 25 è necessario infatti che egli regni finchè non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi. 26 L'ultimo nemico a essere annientato sarà la morte, 27 perchè ogni cosa ha posto sotto i suoi piedi. Però, quando dice che ogni cosa è stata sottoposta, è chiaro che si deve eccettuare Colui che gli ha sottomesso ogni cosa. 28 E quando tutto gli sarà stato sottomesso, anch'egli, il Figlio, sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa, perchè Dio sia tutto in tutti. 29 Altrimenti, che cosa faranno quelli che si fanno battezzare per i morti? Se davvero i morti non risorgono, perchè si fanno battezzare per loro? 30 E perchè noi ci esponiamo continuamente al pericolo? 31 Ogni giorno io vado incontro alla morte, come è vero che voi, fratelli, siete il mio vanto in Cristo Gesù, nostro Signore! 32 Se soltanto per ragioni umane io avessi combattuto a èfeso contro le belve, a che mi gioverebbe? Se i morti non risorgono, mangiamo e beviamo, perchè domani moriremo. 33 Non lasciatevi ingannare: "Le cattive compagnie corrompono i buoni costumi". 34 Tornate in voi stessi, come è giusto, e non peccate! Alcuni infatti dimostrano di non conoscere Dio; ve lo dico a vostra vergogna.

15:1 15:1 ORA, fratelli, io vi dichiaro l'evangelo, il quale io vi ho evangelizzato, il quale ancora avete ricevuto, e nel quale state ritti. 2 15:2 Per lo quale ancora siete salvati, se lo ritenete nella maniera, che io ve l'ho evangelizzato. se non che abbiate creduto in vano. 3 15:3 Poiche' improima io vi ho dato cio' che ancora ho ricevuto: che Cristo e' morto per i nostri peccati, secondo le scritture. 4 15:4 E ch'egli fu seppellito, e che risuscito' al terzo giorno, secondo le scritture. 5 15:5 E ch'egli apparve a Ce-fa, e dipoi a' dodici. 6 15:6 Approesso apparve ad una volta a piu' di cinquecento fratelli, dei quali la maggior parte resta infino ad ora. ed alcuni ancora dormono. 7 15:7 Poi apparve a Giacomo, e poi a tutti gli apostoli insieme. 8 15:8 E dopo tutti, e' apparito ancora a me, come all'abortivo. 9 15:9 Perciocche' io sono il minimo degli apostoli, e non son pur degno d'esser chiamato apostolo, percioc-che' io ho perseguitata la chiesa di Dio. 10 15:10 Ma, per la grazia di Dio, io son quel che sono. e la grazia sua, ch'e' stata verso me, non e' stata vana. anzi ho vie piu' faticato che essi tutti. or non gia' io, ma la grazia di Dio, la quale e' meco. 11 15:11 Ed io adunque, ed essi, cosi' proedichiamo, e cosi' avete creduto. 12 15:12 Ora, se si proedica che Cristo e' risuscitato da' morti, come dicono alcuni fra voi che non vi e' risurrezione de' morti? 13 15:13 Ora, se non vi e' risurrezione de' morti, Cristo ancora non e' risuscitato. 14 15:14 E se Cristo non e' risuscitato, vana e' adunque la nostra proedicazione, vana e' ancora la vostra fede. 15 15:15 E noi ancora siamo trovati falsi testimoni di Dio. poiche' abbiamo testimoniato di Dio, ch'egli ha risuscitato Cristo. il quale egli non ha risuscitato, se pure i morti non risuscitano. 16 15:16 Perciocche', se i morti non risuscitano, Cristo ancora non e' risuscitato. 17 15:17 E se Cristo non e' risuscitato, vana e' la vostra fede, voi siete ancora ne' vostri peccati. 18 15:18 Quelli adunque ancora che dormono in Cristo son periti. 19 15:19 Se noi speriamo in Cristo solo in questa vita, noi siamo i piu' miserabili di tutti gli uomini. 20 15:20 Ma ora Cristo e' risuscitato da' morti. egli e' stato fatto le proimizie di coloro che dormono. 21 15:21 Perciocche', poiche' per un uomo e' la morte, per un uomo altresi' e' la risurrezione de' morti. 22 15:22 Imperocche', siccome in Adamo tutti muoiono, cosi' in Cristo tutti saranno vivificati. 23 15:23 Ma ciascuno nel suo proproio ordine: Cristo e' le proimizie. poi, nel suo avvenimento, saranno vivificati coloro che son di Cristo. 24 15:24 Poi sara' la fine, quando egli avra' rimesso il regno in man di Dio Padre. dopo ch'egli avra' ridotta al niente ogni signoria, ed ogni podesta', e potenza. 25 15:25 Poiche' conviene ch'egli regni, finche' egli abbia messi tutti i nemici sotto i suoi piedi. 26 15:26 Il nemico, che sara' distrutto l'ultimo, e' la morte. 27 15:27 Perciocche' Iddio ha posta ogni cosa sotto i piedi di esso. ora, quando dice che ogni cosa gli e' sottoposta, e' cosa chiara che cio' e' detto da colui infuori, che gli ha sottoposta ogni cosa. 28 15:28 Ora, dopo che ogni cosa gli sara' stata sottoposta, allora il Figliuolo sara' anch'egli sottoposto a colui che gli ha sottoposta ogni cosa, acciocche' Iddio sia ogni cosa in tutti. 29 15:29 Altrimenti, che faranno coloro che son battezzati per li morti? se del tutto i morti non risuscitano, perche' son eglino ancora battezzati per li morti? 30 15:30 Perche' siamo noi ancora ad ogni ora in pericolo? 31 15:31 Io muoio tuttodi'. si', per la gloria di voi, ch'io ho in Cristo Gesu', nostro Signore. 32 15:32 Se, secondo l'uomo, io ho combattuto con le fiere in Efeso, che utile ne ho io? se i morti non risuscitano, mangiamo e beviamo, perciocche' domani morremo. 33 15:33 Non errate: cattive compagnie corrompono i buoni costumi. 34 15:34 Svegliatevi giustamente, e non peccate. per-ciocche' alcuni sono ignoranti di Dio. io lo dico per farvi vergogna.

15:1 15:1 Fratelli, io vi rammento l'Evangelo che v'ho annunziato, che voi ancora avete ricevuto, nel quale ancora state saldi, e mediante il quale siete salvati, 2 15:2 se pur lo ritenete quale ve l'ho annunziato. a meno che non abbiate creduto invano. 3 15:3 Poichè io v'ho proima di tutto trasmesso, come l'ho ricevuto anch'io, che Cristo e' morto per i nostri peccati, secondo le Scritture. 4 15:4 che fu seppellito. che risuscito' il terzo giorno, secondo le Scritture. 5 15:5 che apparve a Cefa, poi ai Dodici. 6 15:6 Poi apparve a piu' di cinquecento fratelli in una volta, dei quali la maggior parte rimane ancora in vita e alcuni sono morti. 7 15:7 Poi apparve a Giacomo. poi a tutti gli Apostoli. 8 15:8 e, ultimo di tutti, apparve anche a me, come all'aborto. 9 15:9 perchè io sono il minimo degli apostoli. e non son degno d'esser chiamato apostolo, perchè ho perseguitato la Chiesa di Dio. 10 15:10 Ma per la grazia di Dio io sono quello che sono. e la grazia sua verso di me non e' stata vana. anzi, ho faticato piu' di loro tutti. non gia' io, pero', ma la grazia di Dio che e' con me. 11 15:11 Sia dunque io o siano loro, cosi' noi proedichiamo, e cosi' voi avete creduto. 12 15:12 Or se si proedica che Cristo e' risuscitato dai morti, come mai alcuni fra voi dicono che non v'e' risurrezione de' morti? 13 15:13 Ma se non v'e' risurrezione dei morti, neppur Cristo e' risuscitato. 14 15:14 e se Cristo non e' risuscitato, vana dunque e' la nostra proedicazione, e vana pure e' la vostra fede. 15 15:15 E noi siamo anche trovati falsi testimoni di Dio, poichè abbiam testimoniato di Dio, ch'Egli ha risuscitato il Cristo. il quale Egli non ha risuscitato, se e' vero che i morti non risuscitano. 16 15:16 Difatti, se i morti non risuscitano, neppur Cristo e' risuscitato. 17 15:17 e se Cristo non e' risuscitato, vana e' la vostra fede. voi siete ancora nei vostri peccati. 18 15:18 Anche quelli che dormono in Cristo, son dunque periti. 19 15:19 Se abbiamo sperato in Cristo per questa vita soltanto, noi siamo i piu' miserabili di tutti gli uomini. 20 15:20 Ma ora Cristo e' risuscitato dai morti, proimizia di quelli che dormono. 21 15:21 Infatti, poichè per mezzo d'un uomo e' venuta la morte, cosi' anche per mezzo d'un uomo e' venuta la risurrezione dei morti. 22 15:22 Poichè, come tutti muoiono in Adamo, cosi' anche in Cristo saran tutti vivificati. 23 15:23 ma ciascuno nel suo proproio ordine: Cristo, la proimizia. poi quelli che son di Cristo, alla sua venuta. 24 15:24 poi verra' la fine, quand'egli avra' rimesso il regno nelle mani di Dio Padre, dopo che avra' ridotto al nulla ogni proincipato, ogni potesta' ed ogni potenza. 25 15:25 Poichè bisogna ch'egli regni finchè abbia messo tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi. 26 15:26 L'ultimo nemico che sara' distrutto, sara' la morte. 27 15:27 Difatti, Iddio ha posto ogni cosa sotto i piedi di esso. ma quando dice che ogni cosa gli e' sottoposta, e' chiaro che Colui che gli ha sottoposto ogni cosa, ne e' eccettuato. 28 15:28 E quando ogni cosa gli sara' sottoposta, allora anche il Figlio stesso sara' sottoposto a Colui che gli ha sottoposto ogni cosa, affinchè Dio sia tutto in tutti. 29 15:29 Altrimenti, che faranno quelli che son battezzati per i morti? Se i morti non risuscitano affatto, perchè dunque son essi battezzati per loro? 30 15:30 E perchè anche noi siamo ogni momento in pericolo? 31 15:31 Ogni giorno sono esposto alla morte. si', fratelli, com'e' vero ch'io mi glorio di voi, in Cristo Gesu', nostro Signore. 32 15:32 Se soltanto per fini umani ho lottato con le fiere ad Efeso, che utile ne ho io? Se i morti non risuscitano, mangiamo e beviamo, perchè domani morremo. 33 15:33 Non v'ingannate: Le cattive compagnie corrompono i buoni costumi. 34 15:34 Svegliatevi a vita di giustizia, e non peccate. perchè alcuni non hanno conoscenza di Dio. lo dico a vostra vergogna.

15:1 15:1 Vi ricordo, fratelli, il vangelo che vi ho annunziato, che voi avete anche ricevuto, nel quale state anche saldi, 2 15:2 mediante il quale siete salvati, purchè lo riteniate quale ve l'ho annunziato. a meno che non abbiate creduto invano. 3 15:3 Poichè vi ho proima di tutto trasmesso, come l'ho ricevuto anch'io, che Cristo morò per i nostri peccati, secondo le Scritture. 4 15:4 che fu seppellito. che è stato risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture. 5 15:5 che apparve a Cefa, poi ai dodici. 6 15:6 Poi apparve a più di cinquecento fratelli in una volta, dei quali la maggior parte rimane ancora in vita e alcuni sono morti. 7 15:7 Poi apparve a Giacomo, poi a tutti gli apostoli. 8 15:8 e, ultimo di tutti, apparve anche a me, come all'aborto. 9 15:9 perchè io sono il minimo degli apostoli, e non sono degno di essere chiamato apostolo, perchè ho perseguitato la chiesa di Dio. 10 15:10 Ma per la grazia di Dio io sono quello che sono. e la grazia sua verso di me non è stata vana. anzi, ho faticato più di tutti loro. non io però, ma la grazia di Dio che è con me. 11 15:11 Sia dunque io o siano loro, cosò noi proedichiamo, e cosò voi avete creduto. 12 15:12 Ora se si proedica che Cristo è stato risuscitato dai morti, come mai alcuni tra voi dicono che non c'è risurrezione dei morti? 13 15:13 Ma se non vi è risurrezione dei morti, neppure Cristo è stato risuscitato. 14 15:14 e se Cristo non è stato risuscitato, vana dunque è la nostra proedicazione e vana pure è la vostra fede. 15 15:15 Noi siamo anche trovati falsi testimoni di Dio, poichè abbiamo testimoniato di Dio, che egli ha risuscitato il Cristo. il quale egli non ha risuscitato, se è vero che i morti non risuscitano. 16 15:16 Difatti, se i morti non risuscitano, neppure Cristo è stato risuscitato. 17 15:17 e se Cristo non è stato risuscitato, vana è la vostra fede. voi siete ancora nei vostri peccati. 18 15:18 Anche quelli che sono morti in Cristo sono dunque periti. 19 15:19 Se abbiamo sperato in Cristo per questa vita soltanto, noi siamo i più miseri fra tutti gli uomini. 20 15:20 Ma ora Cristo è stato risuscitato dai morti, proimizia di quelli che sono morti. 21 15:21 Infatti, poichè per mezzo di un uomo è venuta la morte, cosò anche per mezzo di un uomo è venuta la risurrezione dei morti. 22 15:22 Poichè, come tutti muoiono in Adamo, cosò anche in Cristo saranno tutti vivificati. 23 15:23 ma ciascuno al suo turno: Cristo, la proimizia. poi quelli che sono di Cristo, alla sua venuta. 24 15:24 poi verrà la fine, quando consegnerà il regno nelle mani di Dio Padre, dopo che avrà ridotto al nulla ogni proincipato, ogni potestà e ogni potenza. 25 15:25 Poichè bisogna ch'egli regni finchè abbia messo tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi. 26 15:26 L'ultimo nemico che sarà distrutto sarà la morte. 27 15:27 Difatti, Dio ha posto ogni cosa sotto i suoi piedi. ma quando dice che ogni cosa gli è sottoposta, è chiaro che colui che gli ha sottoposto ogni cosa, ne è eccettuato. 28 15:28 Quando ogni cosa gli sarà stata sottoposta, allora anche il Figlio stesso sarà sottoposto a colui che gli ha sottoposto ogni cosa, affinchè Dio sia tutto in tutti. 29 15:29 Altrimenti, che faranno quelli che sono battezzati per i morti? Se i morti non risuscitano affatto, perchè dunque sono battezzati per loro? 30 15:30 E perchè anche noi siamo ogni momento in pericolo? 31 15:31 Ogni giorno sono esposto alla morte. sò, fratelli, com'è vero che siete il mio vanto, in Cristo Gesù, nostro Signore. 32 15:32 Se soltanto per fini umani ho lottato con le belve a Efeso, che utile ne ho? Se i morti non risuscitano, mangiamo e beviamo, perchè domani morremo. 33 15:33 Non v'ingannate: 'Le cattive compagnie corrompono i buoni costumi'. 34 15:34 Ridiventate sobri per davvero e non peccate. perchè alcuni non hanno conoscenza di Dio. lo dico a vostra vergogna.

15:1 15:1 Ora, fratelli, vi dichiaro l’evangelo che vi ho annunziato, e che voi avete ricevuto e nel quale state saldi, 2 15:2 e mediante il quale siete salvati, se ritenete fermamente quella parola che vi ho annunziato, a meno che non abbiate creduto invano. 3 15:3 Infatti vi ho proima di tutto trasmesso ciò che ho anch’io ricevuto, e cioè che Cristo è morto per i nostri peccati secondo le Scritture, 4 15:4 che fu sepolto e risuscitò il terzo giorno secondo le Scritture, 5 15:5 e che apparve a Cefa e poi ai dodici. 6 15:6 In seguito apparve in una sola volta a più di cinquecento fratelli, la maggior parte dei quali è ancora in vita, mentre alcuni dormono già. 7 15:7 Successivamente apparve a Giacomo e poi a tutti gli apostoli insieme. 8 15:8 Infine, ultimo di tutti, apparve anche a me come all’aborto. 9 15:9 Io infatti sono il minimo degli apostoli e non sono neppure degno di essere chiamato apostolo, perchè ho perseguitato la chiesa di Dio. 10 15:10 Ma per la grazia di Dio sono quello che sono. e la sua grazia verso di me non è stata vana, anzi ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è con me. 11 15:11 Or dunque, sia io che loro, così proedichiamo, e così voi avete creduto. 12 15:12 Ora, se si proedica che Cristo è risuscitato dai morti, come mai alcuni di voi dicono che non c’è la risurrezione dei morti? 13 15:13 Se dunque non c’è la risurrezione dei morti, neppure Cristo è risuscitato. 14 15:14 Ma se Cristo non è risuscitato, è dunque vana la nostra proedicazione ed è vana anche la vostra fede. 15 15:15 Inoltre noi ci troveremo ad essere falsi testimoni di Dio, poichè abbiamo testimoniato di Dio, che egli ha risuscitato Cristo, mentre non l’avrebbe risuscitato, se veramente i morti non risuscitano. 16 15:16 Se infatti i morti non risuscitano, neppure Cristo è stato risuscitato. 17 15:17 ma se Cristo non è stato risuscitato, vana è la vostra fede. voi siete ancora nei vostri peccati, 18 15:18 e anche quelli che dormono in Cristo sono perduti. 19 15:19 Se noi speriamo in Cristo solo in questa vita, noi siamo i più miserabili di tutti gli uomini. 20 15:20 Ma ora Cristo è stato risuscitato dai morti, ed è la proimizia di coloro che dormono. 21 15:21 Infatti, siccome per mezzo di un uomo è venuta la morte, così anche per mezzo di un uomo è venuta la risurrezione dei morti. 22 15:22 Perchè, come tutti muoiono in Adamo, così tutti saranno vivificati in Cristo, 23 15:23 ma ciascuno nel proproio ordine: Cristo la proimizia, poi coloro che sono di Cristo alla sua venuta. 24 15:24 Poi verrà la fine, quando rimetterà il regno nelle mani di Dio Padre, dopo aver annientato ogni dominio, ogni potestà e potenza. 25 15:25 Bisogna infatti che egli regni, finchè non abbia messo tutti i nemici sotto i suoi piedi. 26 15:26 L’ultimo nemico che sarà distrutto è la morte. 27 15:27 Dio infatti ha posto ogni cosa sotto i suoi piedi. Quando però dice che ogni cosa gli è sottoposta, è chiaro che ne è eccettuato colui che gli ha sottoposto ogni cosa. 28 15:28 E quando ogni cosa gli sarà sottoposta, allora il Figlio sarà anch’egli sottoposto a colui che gli ha sottoposto ogni cosa, affinchè Dio sia tutto in tutti. 29 15:29 Altrimenti che faranno quelli che sono battezzati per i morti? Se i morti non risuscitano affatto, perchè dunque sono essi battezzati per i morti? 30 15:30 Perchè siamo anche noi in pericolo ad ogni ora? 31 15:31 Io muoio ogni giorno per il vanto di voi, che ho in Cristo Gesù, nostro Signore. 32 15:32 Se ho combattuto in Efeso con le fiere per motivi umani, che utile ne ho io? Se i morti non risuscitano, mangiamo e beviamo, perchè domani morremo. 33 15:33 Non vi ingannate. le cattive compagnie corrompono i buoni costumi. 34 15:34 Ritornate ad essere sobri e retti e non peccate, perchè alcuni non hanno conoscenza di Dio. lo dico a vostra vergogna.

15:1 Ma tutto avvenga decorosamente e con ordine. 2 Vi rendo noto, fratelli, il vangelo che vi ho annunziato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi, 3 e dal quale anche ricevete la salvezza, se lo mantenete in quella forma in cui ve l'ho annunziato. Altrimenti, avreste creduto invano! 4 Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto: che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, 5 fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture, 6 e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. 7 In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti. 8 Inoltre apparve a Giacomo, e quindi a tutti gli apostoli. 9 Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto. 10 Io infatti sono l'infimo degli apostoli, e non sono degno neppure di essere chiamato apostolo, perchè ho perseguitato la Chiesa di Dio. 11 Per grazia di Dio però sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana; anzi ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è con me. 12 Pertanto, sia io che loro, così predichiamo e così avete creduto. 13 Ora, se si predica che Cristo è risuscitato dai morti, come possono dire alcuni tra voi che non esiste risurrezione dei morti? 14 Se non esiste risurrezione dai morti, neanche Cristo è risuscitato! 15 Ma se Cristo non è risuscitato, allora è vana la nostra predicazione ed è vana anche la vostra fede. 16 Noi, poi, risultiamo falsi testimoni di Dio, perchè contro Dio abbiamo testimoniato che egli ha risuscitato Cristo, mentre non lo ha risuscitato, se è vero che i morti non risorgono. 17 Se infatti i morti non risorgono, neanche Cristo è risorto; 18 ma se Cristo non è risorto, è vana la vostra fede e voi siete ancora nei vostri peccati. 19 E anche quelli che sono morti in Cristo sono perduti. 20 Se poi noi abbiamo avuto speranza in Cristo soltanto in questa vita, siamo da compiangere più di tutti gli uomini. 21 Ora, invece, Cristo è risuscitato dai morti, primizia di coloro che sono morti. 22 Poichè se a causa di un uomo venne la morte, a causa di un uomo verrà anche la risurrezione dei morti; 23 e come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceveranno la vita in Cristo. 24 Ciascuno però nel suo ordine: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo; 25 poi sarà la fine, quando egli consegnerà il regno a Dio Padre, dopo aver ridotto al nulla ogni principato e ogni potestà e potenza. 26 Bisogna infatti che egli regni finchè non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi. 27 L'ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte, 28 perchè ogni cosa ha posto sotto i suoi piedi. Però quando dice che ogni cosa è stata sottoposta, è chiaro che si deve eccettuare Colui che gli ha sottomesso ogni cosa. 29 E quando tutto gli sarà stato sottomesso, anche lui, il Figlio, sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa, perchè Dio sia tutto in tutti. 30 Altrimenti, che cosa farebbero quelli che vengono battezzati per i morti? Se davvero i morti non risorgono, perchè si fanno battezzare per loro? 31 E perchè noi ci esponiamo al pericolo continuamente? 32 Ogni giorno io affronto la morte, come è vero che voi siete il mio vanto, fratelli, in Cristo Gesù nostro Signore! 33 Se soltanto per ragioni umane io avessi combattuto a Efeso contro le belve, a che mi gioverebbe? Se i morti non risorgono, mangiamo e beviamo, perchè domani moriremo. 34 Non lasciatevi ingannare: ""Le cattive compagnie corrompono i buoni costumi"".

Mappa

Commento di un santo

Cristo come avrebbe potuto morire per i peccatori se fosse stato un peccatore egli stesso? Se infatti è morto per i nostri peccati ,è chiaro che doveva essere senza peccato, Cristo non morì la morte del peccato, ma solo del corpo. questo è ciò che le scritture proclamano

Autore

Crisostomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-5°domenica dell'anno C dove si leggono i seguenti passi
[(is 6,1-8)}; (is 6,1-8)}; (sal 137,1-8)}; (1co 15,1-11)}; (Lc 5,1-11)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
S Filippo e Giacomo dove si leggono i seguenti passi: (sal 18,2-5); (1co 15,1-8); (sal 18,2-5); (gv 14,6-14);
Assunzione di Maria dove si leggono i seguenti passi: (ap 11,19-19.12,1-6.19,10-0); (sal 45,1-11.45,15-15); (1co 15,20-26); (Lc 1,39-56);

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia