Cronologia dei paragrafi

4. La fornicazione
1. Matrimonio e verginità
L'aspetto teorico
Il punto di vista della carità
L'esempio di Paolo
Il punto di vista della prudenza e le lezioni della storia di Israele
I pasti sacri. Non patteggiare con l'idolatria
Gli idolotiti. Soluzioni pratiche
Conclusione ammonizioni
L'abbigliamento delle donne
Il pasto del Signore
I doni spirituali e carismi
Diversità e unità dei carismi
Paragone del corpo
La gerarchia dei carismi. Inno alla carità
Gerarchia dei carismi in vista dell'utilità comune
I carismi. Regole pratiche
Il fatto della resurrezione
Il modo della resurrezione
Inno trionfale
Raccomandazioni. Saluti. Augurio finale

4. La fornicazione (1co 6,12-99)

6:12 "Tutto mi è lecito!". Sì, ma non tutto giova. "Tutto mi è lecito!". Sì, ma non mi lascerò dominare da nulla. 13 "I cibi sono per il ventre e il ventre per i cibi!". Dio però distruggerà questo e quelli. Il corpo non è per l'impurità, ma per il Signore, e il Signore è per il corpo. 14 Dio, che ha risuscitato il Signore, risusciterà anche noi con la sua potenza. 15 Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò dunque le membra di Cristo e ne farò membra di una prostituta? Non sia mai! 16 Non sapete che chi si unisce alla prostituta forma con essa un corpo solo? I due - è detto - diventeranno una sola carne. 17 Ma chi si unisce al Signore forma con lui un solo spirito. 18 State lontani dall'impurità! Qualsiasi peccato l'uomo commetta, è fuori del suo corpo; ma chi si dà all'impurità, pecca contro il proprio corpo. 19 Non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo, che è in voi? Lo avete ricevuto da Dio e voi non appartenete a voi stessi. 20 Infatti siete stati comprati a caro prezzo: glorificate dunque Dio nel vostro corpo!

6:12 6:12 OGNI cosa mi e' lecita, ma ogni cosa non e' utile. ogni cosa mi e' lecita, ma non pero' saro' per cosa alcuna reso soggetto. 13 6:13 Le vivande son per il ventre, ed il ventre per le vivande. e Iddio distruggera' e quello, e queste. ma il corpo non e' per la fornicazione, anzi per lo Signore, e il Signore per lo corpo. 14 6:14 Or Iddio, come egli ha risuscitato il Signore, cosi' ancora risuscitera' noi, per la sua potenza. 15 6:15 Non sapete voi che i vostri corpi son membra di Cristo? torro' io adunque le membra di Cristo, e faronne membra d'una meretrice? Cosi' non sia. 16 6:16 Non sapete voi che chi si congiunge con una meretrice e' uno stesso corpo con essa? perciocche' i due, dice il Signore, diverranno una stessa carne. 17 6:17 Ma chi e' congiunto col Signore e' uno stesso spirito con lui. 18 6:18 Fuggite la fornicazione. ogni altro peccato che l'uomo commette e' fuor del corpo. ma chi fornica, pecca contro al suo proproio corpo. 19 6:19 Non sapete voi che il vostro corpo e' tempio dello Spirito Santo ch'e' in voi, il quale avete da Dio? e che non siete a voi stessi? 20 6:20 Poiche' siete stati comperati con proezzo. glorificate adunque Iddio col vostro corpo, e col vostro spirito, i quali sono di Dio.

6:12 6:12 Ogni cosa m'e' lecita, ma non ogni cosa e' utile. Ogni cosa m'e' lecita, ma io non mi lascero' dominare da cosa alcuna. 13 6:13 Le vivande son per il ventre, e il ventre e' per le vivande. ma Iddio distruggera' e queste e quello. Il corpo pero' non e' per la fornicazione, ma e' per il Signore, e il Signore e' per il corpo. 14 6:14 e Dio, come ha risuscitato il Signore, cosi' risuscitera' anche noi mediante la sua potenza. 15 6:15 Non sapete voi che i vostri corpi sono membra di Cristo? Torro' io dunque le membra di Cristo per farne membra d'una meretrice? Cosi' non sia. 16 6:16 Non sapete voi che chi si unisce a una meretrice e' un corpo solo con lei? Poichè, dice Iddio, i due diventeranno una sola carne. 17 6:17 Ma chi si unisce al Signore e' uno spirito solo con lui. 18 6:18 Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l'uomo commetta e' fuori del corpo. ma il fornicatore pecca contro il proproio cor- p?. 19 6:19 E non sapete voi che il vostro corpo e' il tempio dello Spirito Santo che e' in voi, il quale avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi? 20 6:20 Poichè foste comproati a proezzo. glorificate dunque Dio nel vostro corpo.

6:12 6:12 Ogni cosa mi è lecita, ma non ogni cosa è utile. Ogni cosa mi è lecita, ma io non mi lascerò dominare da nulla. 13 6:13 Le vivande sono per il ventre, e il ventre è per le vivande. ma Dio distruggerà queste e quello. Il corpo però non è per la fornicazione, ma è per il Signore, e il Signore è per il corpo. 14 6:14 Dio, come ha risuscitato il Signore, cosò risusciterà anche noi mediante la sua potenza. 15 6:15 Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? proenderò dunque le membra di Cristo per farne membra di una prostituta? No di certo! 16 6:16 Non sapete che chi si unisce alla prostituta è un corpo solo con lei? Poichè, Dio dice, i due diventeranno una sola carne. 17 6:17 Ma chi si unisce al Signore è uno spirito solo con lui. 18 6:18 Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l'uomo commetta, è fuori del corpo. ma il fornicatore pecca contro il proproio corpo. 19 6:19 Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? Quindi non appartenete a voi stessi. 20 6:20 Poichè siete stati comproati a caro proezzo. Glorificate dunque Dio nel vostro corpo.

6:12 6:12 Ogni cosa mi è lecita, ma non ogni cosa è vantaggiosa. ogni cosa mi è lecita, ma non mi lascerò dominare da cosa alcuna. 13 6:13 Le vivande sono per il ventre e il ventre per le vivande, Dio distruggerà queste e quello. il corpo però non è per la fornicazione, bensì per il Signore, e il Signore per il corpo. 14 6:14 Ora Dio, come ha risuscitato il Signore, così risusciterà anche noi con la sua potenza. 15 6:15 Non sapete voi che i vostri corpi sono membra di Cristo? proenderò io dunque le membra di Cristo, per farne le membra di una prostituta? Così non sia. 16 6:16 Non sapete voi che chi si unisce ad una prostituta forma uno stesso corpo con lei? ’I due infatti', dice il Signore, ’diventeranno una stessa carne'. 17 6:17 Ma chi si unisce al Signore è uno stesso spirito con lui. 18 6:18 Fuggite la fornicazione. Qualunque altro peccato che l’uomo commetta è fuori del corpo, ma chi commette fornicazione pecca contro il suo proproio corpo. 19 6:19 Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi, il quale voi avete da Dio, e che voi non appartenete a voi stessi? 20 6:20 Infatti siete stati comproati a caro proezzo, glorificate dunque Dio nel vostro corpo e nel vostro spirito, che appartengono a Dio.

6:12 E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e nello Spirito del nostro Dio! 13 ""Tutto mi è lecito!"". Ma non tutto giova. ""Tutto mi è lecito!"". Ma io non mi lascerò dominare da nulla. 14 ""I cibi sono per il ventre e il ventre per i cibi!"". Ma Dio distruggerà questo e quelli; il corpo poi non è per l'impudicizia, ma per il Signore, e il Signore è per il corpo. 15 Dio poi, che ha risuscitato il Signore, risusciterà anche noi con la sua potenza. 16 Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò dunque le membra di Cristo e ne farò membra di una prostituta? Non sia mai! 17 O non sapete voi che chi si unisce alla prostituta forma con essa un corpo solo? I due saranno, è detto, un corpo solo. 18 Ma chi si unisce al Signore forma con lui un solo spirito. 19 Fuggite la fornicazione! Qualsiasi peccato l'uomo commetta, è fuori del suo corpo; ma chi si dà alla fornicazione, pecca contro il proprio corpo. 20 O non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi?

Mappa

Commento di un santo

Paolo non attacca la natura del corpo, ma lo sfrenato desiderio della mente, che abusa del proprio corpo. Il corpo non è stato creato per la fornicazione, nè per la gola. Cristo fu messo a capo del corpo, di modo che questo potesse seguirlo. Dovremmo essere sopraffatti dalla vergogna e dall' orrore se ci contaminiamo von mali così grandi dal momento che siamo stati giudicati degni di essere membra di colui che siede nell'alto dei cieli

Autore

Crisostomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-2°domenica dell'anno B dove si leggono i seguenti passi
[(1sam 3,3-10.3,19-19)}; (sal 39,2-2.39,4-4.39,7-10)}; (1co 6,13-15.6,17-20)}; (gv 1,35-42)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia