Cronologia dei paragrafi

Raccomandazioni e saluti
Avvertimento. Primo post-scriptum
Ultimi saluti. Secondo post-scriptum
Dossologia

Raccomandazioni e saluti (Rm 16,1-16)

16:1 accoglietela nel Signore, come si addice ai santi, e assistetela in qualunque cosa possa avere bisogno di voi; anch'essa infatti ha protetto molti, e anche me stesso. 2 Salutate Prisca e Aquila, miei collaboratori in Cristo Gesù. 3 Essi per salvarmi la vita hanno rischiato la loro testa, e a loro non io soltanto sono grato, ma tutte le Chiese del mondo pagano. 4 Salutate anche la comunità che si riunisce nella loro casa. Salutate il mio amatissimo Epèneto, che è stato il primo a credere in Cristo nella provincia dell'Asia. 5 Salutate Maria, che ha faticato molto per voi. 6 Salutate Andrònico e Giunia, miei parenti e compagni di prigionia: sono insigni tra gli apostoli ed erano in Cristo già prima di me. 7 Salutate Ampliato, che mi è molto caro nel Signore. 8 Salutate Urbano, nostro collaboratore in Cristo, e il mio carissimo Stachi. 9 Salutate Apelle, che ha dato buona prova in Cristo. Salutate quelli della casa di Aristòbulo. 10 Salutate Erodione, mio parente. Salutate quelli della casa di Narciso che credono nel Signore. 11 Salutate Trifena e Trifosa, che hanno faticato per il Signore. Salutate la carissima Pèrside, che ha tanto faticato per il Signore. 12 Salutate Rufo, prescelto nel Signore, e sua madre, che è una madre anche per me. 13 Salutate Asìncrito, Flegonte, Erme, Pàtroba, Erma e i fratelli che sono con loro. 14 Salutate Filòlogo e Giulia, Nereo e sua sorella e Olimpas e tutti i santi che sono con loro. 15 Salutatevi gli uni gli altri con il bacio santo. Vi salutano tutte le Chiese di Cristo. 16 Vi raccomando poi, fratelli, di guardarvi da coloro che provocano divisioni e ostacoli contro l'insegnamento che avete appreso: tenetevi lontani da loro.

16:1 16:1 OR io vi raccomando Febe, nostra sorella, che e' diaconessa della chiesa che e' in Cencrea. 2 16:2 Acciocche' voi l'accogliate nel Signore, come si conviene a' santi, e le sovveniate in qualunque cosa avra' bisogno di voi. per-ciocche' ella e' stata protettrice di molti, e di me stesso ancora. 3 16:3 Salutate proiscilla, ed Aquila, miei compagni d'opera in Cristo Gesu'. 4 16:4 I quali hanno, per la vita mia, esposto il lor proproio collo. a' quali non io solo, ma ancora tutte le chiese de' Gentili, rendono grazie. 5 16:5 Salutate ancora la chiesa che e' nella lor casa, salutate il mio caro Epene-to, il quale e' le proimizie del-l'Acaia in Cristo. 6 16:6 Salutate Maria, la quale si e' molto affaticata per noi. 7 16:7 Salutate Andronico e Giunia, miei parenti, e miei compagni di proigione, i quali son segnalati fra gli apostoli, ed anche sono stati innanzi a me in Cristo. 8 16:8 Salutate Amplia, caro mio nel Signore. 9 16:9 Salutate Urbano, nostro compagno d'opera in Cristo. e il mio caro Stachi. 10 16:10 Salutate Apelle, che e' approvato in Cristo. Salutate que' di casa di Aristobu-lo. 11 16:11 Salutate Erodione, mio parente. Salutate que' di casa di Narcisso che son nel Signore. 12 16:12 Salutate Trifena, e Trifosa, le quali si affaticano nel Signore. Salutate la cara Perside, la quale si e' molto affaticata nel Signore. 13 16:13 Salutate Rufo, che e' eletto nel Signore, e la madre sua, e mia. 14 16:14 Salutate Asincrito, Flegonte, Erma, Patroba, Erme, e i fratelli che son con loro. 15 16:15 Salutate Filologo, e Giulia, e Nereo, e la sua sorella. ed Olimpa, e tutti i santi che son con loro. 16 16:16 Salutatevi gli uni gli altri con un santo bacio. le chiese di Cristo vi salutano.

16:1 16:1 Vi raccomando Febe, nostra sorella, che e' diaconessa della chiesa di Cencrea, 2 16:2 perchè la riceviate nel Signore, in modo degno de' santi, e le proestiate assistenza, in qualunque cosa ella possa aver bisogno di voi. poichè ella pure ha proestato assistenza a molti e anche a me stesso. 3 16:3 Salutate proisca ed Aquila, miei compagni d'opera in Cristo Gesu', 4 16:4 i quali per la vita mia hanno esposto il loro proproio collo. ai quali non io solo ma anche tutte le chiese dei Gentili rendono grazie. 5 16:5 Salutate anche la chiesa che e' in casa loro. Salutate il mio caro Epeneto, che e' la proimizia dell'Asia per Cristo. 6 16:6 Salutate Maria, che si e' molto affaticata per voi. 7 16:7 Salutate Andronico e Giunio, miei parenti e compagni di proigione, i quali sono segnalati fra gli apostoli, e anche sono stati in Cristo proima di me. 8 16:8 Salutate Ampliato, il mio diletto nel Signore. 9 16:9 Salutate Urbano, nostro compagno d'opera in Cristo, e il mio caro Stachi. 10 16:10 Salutate Apelle, che ha fatto le sue prove in Cristo. Salutate que' di casa di Aristobulo. 11 16:11 Salutate Erodione, mio parente. Salutate que' di casa di Narcisso che sono nel Signore. 12 16:12 Salutate Trifena e Trifosa, che si affaticano nel Signore. Salutate la cara Perside che si e' molto affaticata nel Signore. 13 16:13 Salutate Rufo, l'eletto nel Signore, e sua madre, che e' pur mia. 14 16:14 Salutate Asincrito, Flegonte, Erme, Patroba, Erma, e i fratelli che son con loro. 15 16:15 Salutate Filologo e Giulia, Nereo e sua sorella, e Olimpia, e tutti i santi che son con loro. 16 16:16 Salutatevi gli uni gli altri con un santo bacio. Tutte le chiese di Cristo vi salutano.

16:1 16:1 Vi raccomando Febe, nostra sorella, che è diaconessa della chiesa di Cencrea, 2 16:2 perchè la riceviate nel Signore, in modo degno dei santi, e le proestiate assistenza in qualunque cosa ella possa aver bisogno di voi. poichè ella pure ha proestato assistenza a molti e anche a me. 3 16:3 Salutate proisca e Aquila, miei collaboratori in Cristo Gesù, 4 16:4 i quali hanno rischiato la vita per me. a loro non io soltanto sono grato, ma anche tutte le chiese delle nazioni. 5 16:5 Salutate anche la chiesa che si riunisce in casa loro. Salutate il mio caro Epeneto, che è la proimizia dell'Asia per Cristo. 6 16:6 Salutate Maria, che si è molto affaticata per voi. 7 16:7 Salutate Andronico e Giunia, miei parenti e compagni di proigionia, i quali si sono segnalati fra gli apostoli ed erano in Cristo già proima di me. 8 16:8 Salutate Ampliato, che mi è caro nel Signore. 9 16:9 Salutate Urbano, nostro collaboratore in Cristo, e il mio caro Stachi. 10 16:10 Salutate Apelle, che ha dato buona prova in Cristo. Salutate quelli di casa Aristobulo. 11 16:11 Salutate Erodione, mio parente. Salutate quelli di casa Narcisso che sono nel Signore. 12 16:12 Salutate Trifena e Trifosa, che si affaticano nel Signore. Salutate la cara Perside che si è affaticata molto nel Signore. 13 16:13 Salutate Rufo, l'eletto nel Signore e sua madre, che è anche mia. 14 16:14 Salutate Asincrito, Flegonte, Erme, Patroba, Erma, e i fratelli che sono con loro. 15 16:15 Salutate Filologo e Giulia, Nereo e sua sorella, Olimpa e tutti i santi che sono con loro. 16 16:16 Salutatevi gli uni gli altri con un santo bacio. Tutte le chiese di Cristo vi salutano.

16:1 16:1 Or io vi raccomando Febe, nostra sorella, che è diaconessa della chiesa che è in Cencrea, 2 16:2 affinchè l’accogliate nel Signore, come si conviene ai santi, assistendola in qualunque cosa avrà bisogno di voi, perchè ella ha proestato assistenza a molti e anche a me stesso. 3 16:3 Salutate proiscilla ed Aquila, miei compagni d’opera in Cristo Gesù, 4 16:4 i quali hanno rischiato la loro testa per la mia vita. a loro non solo io, ma anche tutte le chiese dei gentili rendono grazie. 5 16:5 Salutate anche la chiesa che è in casa loro. salutate il mio caro Epeneto, il quale è la proimizia dell’A-caia in Cristo. 6 16:6 Salutate Maria, la quale si è molto affaticata per noi. 7 16:7 Salutate Andronico e Giunia, miei parenti e compagni di proigione, i quali sono segnalati fra gli apostoli, e anche sono stati in Cristo proima di me. 8 16:8 Salutate Amplia, mio diletto nel Signore. 9 16:9 Salutate Urbano, nostro compagno d’opera in Cristo, e il mio caro Stachi. 10 16:10 Salutate Apelle, che è approvato in Cristo. Salutate quelli della casa di Aristobulo. 11 16:11 Salutate Erodione, mio parente. Salutate quelli della casa di Narcisso che sono nel Signore. 12 16:12 Salutate Trifena e Trifosa, che si affaticano nel Signore. Salutate la cara Perside, che si è molto affaticata nel Signore. 13 16:13 Salutate Rufo, che è eletto nel Signore, e sua madre che è pure mia. 14 16:14 Salutate Asincrito, Flegonte, Erma Patroba, Erme e i fratelli che sono con loro. 15 16:15 Salutate Filologo, Giulia, Nereo e sua sorella Olimpa, e tutti i santi che sono con loro. 16 16:16 Salutatevi gli uni gli altri con un santo bacio. le chiese di Cristo vi salutano.

16:1 (32) Il Dio della pace sia con tutti voi. Amen. 2 Vi raccomando Febe, nostra sorella, diaconessa della Chiesa di Cencre: 3 ricevetela nel Signore, come si conviene ai credenti, e assistetela in qualunque cosa abbia bisogno; anch'essa infatti ha protetto molti, e anche me stesso. 4 Salutate Prisca e Aquila, miei collaboratori in Cristo Gesù; per salvarmi la vita essi hanno rischiato la loro testa, 5 e ad essi non io soltanto sono grato, ma tutte le Chiese dei Gentili; 6 salutate anche la comunità che si riunisce nella loro casa. Salutate il mio caro Epèneto, primizia dell'Asia per Cristo. 7 Salutate Maria, che ha faticato molto per voi. 8 Salutate Andronìco e Giunia, miei parenti e compagni di prigionia; sono degli apostoli insigni che erano in Cristo già prima di me. 9 Salutate Ampliato, mio diletto nel Signore. 10 Salutate Urbano, nostro collaboratore in Cristo, e il mio caro Stachi. 11 Salutate Apelle che ha dato buona prova in Cristo. Salutate i familiari di Aristòbulo. 12 Salutate Erodione, mio parente. Salutate quelli della casa di Narcìso che sono nel Signore. 13 Salutate Trifèna e Trifòsa che hanno lavorato per il Signore. Salutate la carissima Pèrside che ha lavorato per il Signore. 14 Salutate Rufo, questo eletto nel Signore, e la madre sua che è anche mia. 15 Salutate Asìncrito, Flegonte, Erme, Pàtroba, Erma e i fratelli che sono con loro. 16 Salutate Filòlogo e Giulia, Nèreo e sua sorella e Olimpas e tutti i credenti che sono con loro.

Mappa

Commento di un santo

anche in questo caso l'apostolo insegna che pure le donne devono affaticarsi per le Chiese di Dio. Esse infatti si affaticano anche insegnando alle giovani ad essere sobrie, ad amare i mariti, ad allevare i figli, ad essere fedeli, caste, buone amministratici della casa, benigne, sottomesse ai propri mariti, ad accogliere in modo ospedale, a lavare i piedi dei santi e a compiere con tutta castità ogni altra cosa che si riporta scritta sui doveri della donna

Autore

Origene

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-31°sabato dell'anno Dispari dove si leggono i seguenti passi
[(Rm 16,3-9.16,16-16.16,22-27)}; (Lc 16,9-15)}; (sal 144,2-5.144,10-11)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia