Cronologia dei paragrafi

Infedeltà e chiamata previste dall'AT
I Giudei hanno misconosciuto la giustizia di Dio
Annunziata da mosè
Sono senza scusa
Il resto di Israele
La restaurazione futura
L'oleastro e l'olivo buono
La conversione di Israele
Il culto spirituale
umiltà è carità nella comunità
Sottomissione ai poteri civili
La carità, riassunto della legge
Il cristiano è figlio della luce
carità verso è deboli
Il ministero di Paolo
Progetti di viaggio
Raccomandazioni e saluti
Avvertimento. Primo post-scriptum
Ultimi saluti. Secondo post-scriptum
Dossologia

Infedeltà e chiamata previste dall'AT (Rm 9,25-99)

9:25 E avverrà che, nel luogo stesso dove fu detto loro: "Voi non siete mio popolo", là saranno chiamati figli del Dio vivente. 26 E quanto a Israele, Isaia esclama: Se anche il numero dei figli d'Israele fosse come la sabbia del mare, solo il resto sarà salvato; 27 perchè con pienezza e rapidità il Signore compirà la sua parola sulla terra. 28 E come predisse Isaia: Se il Signore degli eserciti non ci avesse lasciato una discendenza, saremmo divenuti come Sòdoma e resi simili a Gomorra. 29 Che diremo dunque? Che i pagani, i quali non cercavano la giustizia, hanno raggiunto la giustizia, la giustizia però che deriva dalla fede; 30 mentre Israele, il quale cercava una Legge che gli desse la giustizia, non raggiunse lo scopo della Legge. 31 E perchè mai? Perchè agiva non mediante la fede, ma mediante le opere. Hanno urtato contro la pietra d'inciampo, 32 come sta scritto: Ecco, io pongo in Sion una pietra d'inciampo e un sasso che fa cadere; ma chi crede in lui non sarà deluso. 33 Fratelli, il desiderio del mio cuore e la mia preghiera salgono a Dio per la loro salvezza.

9:25 9:25 Siccome ancora egli dice in Osea: Io chiamero' Mio popolo, quel che non e' mio popolo. ed Amata, quella che non e' amata. 26 9:26 Ed avverra' che la' dove era loro stato detto: Voi non siete mio popolo, saranno chiamati Figliuoli dell'Iddio vivente. 27 9:27 Ma Isaia sclama intorno ad Israele: Avvegnache' il numero de' figliuoli d'Israele fosse come la rena del mare, il rimanente solo sara' salvato. 28 9:28 Perciocchà il Signore definisce e decide il fatto con giustizia. il Signore fara' una decisione soproa la terra. 29 9:29 E come Isaia avea innanzi detto: Se il Signor degli eserciti non ci avesse lasciato qualche seme, saremmo divenuti come Sodoma, e simili a Gomorra. 30 9:30 Che diremo adunque? Che i Gentili, che non procacciavano la giustizia, hanno ottenuta la giustizia. anzi la giustizia che e' per la fede. 31 9:31 Ma che Israele, che procacciava la legge della giustizia non e' pervenuto alla legge della giustizia. 32 9:32 Perche'? perciocche' egli non l'ha procacciata per la fede, ma come per le opere della legge. percioc-che' si sono intoppati nella pietra dell'intoppo. 33 9:33 Siccome e' scritto: Ecco, io pongo in Sion una pietra d'intoppo, ed un sasso d'incappo. ma chiunque crede in esso non sara' svergognato.

9:25 9:25 Cosi' Egli dice anche in Osea: Io chiamero' mio popolo quello che non era mio popolo, e 'amata' quella che non era amata. 26 9:26 e avverra' che nel luogo ov'era loro stato detto: 'Voi non siete mio popolo', quivi saran chiamati figliuoli dell'Iddio vivente. 27 9:27 E Isaia esclama riguardo a Israele: Quand'anche il numero de' figliuoli d'Israele fosse come la rena del mare, il rimanente solo sara' salvato. 28 9:28 perchè il Signore eseguira' la sua parola sulla terra, in modo definitivo e reciso. 29 9:29 E come Isaia avea gia' detto proima: Se il Signor degli eserciti non ci avesse lasciato un seme, saremmo divenuti come Sodoma e saremmo stati simili a Gomorra. 30 9:30 Che diremo dunque? Diremo che i Gentili, i quali non cercavano la giustizia, hanno conseguito la giustizia, ma la giustizia che vien dalla fede. 31 9:31 mentre Israele, che cercava la legge della giustizia, non ha conseguito la legge della giustizia. 32 9:32 Perchè? Perchè l'ha cercata non per fede, ma per opere. Essi hanno urtato nella pietra d'intoppo, 33 9:33 siccome e' scritto: Ecco, io pongo in Sion una pietra d'intoppo e una roccia d'inciampo. ma chi crede in lui non sara' svergognato.

9:25 9:25 Cosò egli dice appunto in Osea: Io chiamerò 'mio popolo' quello che non era mio popolo e 'amata' quella che non era amata. 26 9:26 e avverrà che nel luogo dov'era stato detto: 'Voi non siete mio popolo', là saranno chiamati 'figli del Dio vivente'. 27 9:27 Isaia poi esclama riguardo a Israele: Anche se il numero dei figli d'Israele fosse come la sabbia del mare, solo il resto sarà salvato. 28 9:28 perchè il Signore eseguirà la sua parola sulla terra in modo rapido e definitivo. 29 9:29 Come Isaia aveva detto proima: Se il Signore degli eserciti non ci avesse lasciato una discendenza, saremmo diventati come Sodoma e saremmo stati simili a Gomorra. 30 9:30 Che diremo dunque? Diremo che degli stranieri, i quali non ricercavano la giustizia, hanno conseguito la giustizia, però la giustizia che deriva dalla fede. 31 9:31 mentre Israele, che ricercava una legge di giustizia, non ha raggiunto questa legge. 32 9:32 Perchè? Perchè l'ha ricercata non per fede ma per opere. Essi hanno urtato nella pietra d'inciampo, 33 9:33 come è scritto: Ecco, io metto in Sion un sasso d'inciampo e una pietra di scandalo. ma chi crede in lui non sarà deluso.

9:25 9:25 Come ancora egli dice in Osea: ’Io chiamerò il mio popolo quello che non è mio popolo, e amata quella che non è amata. 26 9:26 E avverrà che là dove fu loro detto: ""Voi non siete mio popolo"", saranno chiamati figli del Dio vivente'. 27 9:27 Ma Isaia esclama riguardo a Israele: ’Anche se il numero dei figli d’Israele fosse come la sabbia del mare, solo il residuo sarà salvato'. 28 9:28 Infatti egli manda ad effetto la decisione con giustizia, perchè il Signore manderà ad effetto e accelererà la decisione soproa la terra. 29 9:29 E come Isaia aveva proedetto: ’Se il Signore degli eserciti non ci avesse lasciato un seme, saremmo diventati come Sodoma e saremmo stati simili a Gomorra'. 30 9:30 Che diremo dunque? Che i gentili, che non cercavano la giustizia, hanno ottenuta la giustizia, quella giustizia però che deriva dalla fede, 31 9:31 mentre Israele, che cercava la legge della giustizia, non è arrivato alla legge della giustizia. 32 9:32 Perchè? Perchè la cercava non mediante la fede ma mediante le opere della legge. essi infatti hanno urtato nella pietra d’inciampo, 33 9:33 come sta scritto ’Ecco, io pongo in Sion una pietra d’inciampo e una roccia di scandalo, ma chiunque crede in lui non sarà svergognato'.

9:25 cioè verso di noi, che egli ha chiamati non solo tra i Giudei ma anche tra i pagani, che potremmo dire? 26 Esattamente come dice Osea: Chiamerò mio popolo quello che non era mio popolo e mia diletta quella che non era la diletta. 27 E avverrà che nel luogo stesso dove fu detto loro: ""Voi non siete mio popolo"", là saranno chiamati figli del Dio vivente. 28 E quanto a Israele, Isaia esclama: Se anche il numero dei figli d'Israele fosse come la sabbia del mare, sarà salvato solo il resto; 29 perchè con pienezza e rapidità il Signore compirà la sua parola sopra la terra. 30 E ancora secondo ciò che predisse Isaia: Se il Signore degli eserciti non ci avesse lasciato una discendenza, saremmo divenuti come Sòdoma e resi simili a Gomorra. 31 Che diremo dunque? Che i pagani, che non ricercavano la giustizia, hanno raggiunto la giustizia: la giustizia però che deriva dalla fede; 32 mentre Israele, che ricercava una legge che gli desse la giustizia, non è giunto alla pratica della legge. 33 E perchè mai? Perchè non la ricercava dalla fede, ma come se derivasse dalle opere. Hanno urtato così contro la pietra d'inciampo,

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia