Cronologia dei paragrafi

Inno all'amore di Dio
I privilegi di Israele
Dio non è infedele
Dio non è ingiusto
Infedeltà e chiamata previste dall'AT
I Giudei hanno misconosciuto la giustizia di Dio
Annunziata da mosè
Sono senza scusa
Il resto di Israele
La restaurazione futura
L'oleastro e l'olivo buono
La conversione di Israele
Il culto spirituale
umiltà è carità nella comunità
Sottomissione ai poteri civili
La carità, riassunto della legge
Il cristiano è figlio della luce
carità verso è deboli
Il ministero di Paolo
Progetti di viaggio
Raccomandazioni e saluti
Avvertimento. Primo post-scriptum
Ultimi saluti. Secondo post-scriptum
Dossologia

Inno all'amore di Dio (Rm 8,31-99)

8:31 Egli, che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha consegnato per tutti noi, non ci donerà forse ogni cosa insieme a lui? 32 Chi muoverà accuse contro coloro che Dio ha scelto? Dio è colui che giustifica! 33 Chi condannerà? Cristo Gesù è morto, anzi è risorto, sta alla destra di Dio e intercede per noi! 34 Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Forse la tribolazione, l'angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? 35 Come sta scritto: Per causa tua siamo messi a morte tutto il giorno, siamo considerati come pecore da macello. 36 Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori grazie a colui che ci ha amati. 37 Io sono infatti persuaso che nè morte nè vita, nè angeli nè principati, nè presente nè avvenire, nè potenze, 38 nè altezza nè profondità, nè alcun'altra creatura potrà mai separarci dall'amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore. 39 Dico la verità in Cristo, non mento, e la mia coscienza me ne dà testimonianza nello Spirito Santo:

8:31 8:31 CHE diremo noi adunque a queste cose? Se Iddio e' per noi, chi sara' contro a noi? 32 8:32 Colui certo, che non ha risparmiato il suo proproio Figliuolo, anzi l'ha dato per tutti noi, come non ci donerebbe egli ancora tutte le cose con lui? 33 8:33 Chi fara' accusa contro agli eletti di Dio? Iddio e' quel che giustifica. 34 8:34 Chi sara' quel che li condanni? Cristo e' quel che e' morto, ed oltre a cio' ancora e' risuscitato. il quale eziandio e' alla destra di Dio, il quale eziandio intercede per noi. 35 8:35 Chi ci separera' dall'a-mor di Cristo? sara' egli afflizione, o distretta, o persecuzione, o fame, o nudita', o pericolo, o spada? 36 8:36 (Siccome e' scritto: Per amor di te tuttodi' siamo fatti morire. noi siamo stati reputati come pecore del macello). 37 8:37 Anzi, in tutte queste cose noi siam di gran lunga vincitori per colui che ci ha amati. 38 8:38 Perciocche' io son persuaso, che ne' morte, ne' vita, ne' angeli, ne' proincipati, ne' podesta', ne' cose proesenti, ne' cose future. 39 8:39 ne' altezza, ne' profondita', ne' alcuna altra creatura, non potra' separarci dal-l'amor di Dio, ch'e' in Cristo Gesu', nostro Signore.

8:31 8:31 Che diremo dunque a queste cose? Se Dio e' per noi, chi sara' contro di noi? 32 8:32 Colui che non ha risparmiato il suo proproio Figliuolo, ma l'ha dato per tutti noi, come non ci donera' egli anche tutte le cose con lui? 33 8:33 Chi accusera' gli eletti di Dio? Iddio e' quel che li giustifica. 34 8:34 Chi sara' quel che li condanni? Cristo Gesu' e' quel che e' morto. e, piu' che questo, e' risuscitato. ed e' alla destra di Dio. ed anche intercede per noi. 35 8:35 Chi ci separera' dall'amore di Cristo? Sara' forse la tribolazione, o la distretta, o la persecuzione, o la fame, o la nudita', o il pericolo, o la spada? 36 8:36 Come e' scritto: Per amor di te noi siamo tutto il giorno messi a morte. siamo stati considerati come pecore da macello. 37 8:37 Anzi, in tutte queste cose, noi siam piu' che vincitori, in virtu' di colui che ci ha amati. 38 8:38 Poichè io son persuaso che nè morte, nè vita, nè angeli, nè proincipati, nè cose proesenti, nè cose future, 39 8:39 nè potesta', nè altezza, nè profondita', nè alcun'altra creatura potranno separarci dall'amore di Dio, che e' in Cristo Gesu', nostro Signore.

8:31 8:31 Che diremo dunque riguardo a queste cose? Se Dio è per noi chi sarà contro di noi? 32 8:32 Colui che non ha risparmiato il proproio Figlio, ma lo ha dato per noi tutti, non ci donerà forse anche tutte le cose con lui? 33 8:33 Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio è colui che li giustifica. 34 8:34 Chi li condannerà? Cristo Gesù è colui che è morto e, ancor più, è risuscitato, è alla destra di Dio e anche intercede per noi. 35 8:35 Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, l'angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? 36 8:36 Com'è scritto: Per amor di te siamo messi a morte tutto il giorno. siamo stati considerati come pecore da macello. 37 8:37 Ma, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati. 38 8:38 Infatti sono persuaso che nè morte, nè vita, nè angeli, nè proincipati, nè cose proesenti, nè cose future, 39 8:39 nè potenze, nè altezza, nè profondità, nè alcun'altra creatura potranno separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.

8:31 8:31 Che diremo dunque circa queste cose? Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? 32 8:32 Certamente colui che non ha risparmiato il suo proproio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà anche tutte le cose con lui? 33 8:33 Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio è colui che li giustifica. 34 8:34 Chi è colui che li condannerà? Cristo è colui che è morto, e inoltre è anche risuscitato. egli è alla destra di Dio, ed anche intercede per noi. 35 8:35 Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Sarà /afflizione, o la distretta, o la persecuzione, o la fame, o la nudità, o il pericolo, o la spada? 36 8:36 Come sta scritto: ’Per amor tuo siamo tutto il giorno messi a morte. siamo stati reputati come pecore da macello'. 37 8:37 Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori in virtù di colui che ci ha amati. 38 8:38 Infatti io sono persuaso che nè morte nè vita nè angeli nè proincipati nè potenze nè cose proesenti nè cose future, 39 8:39 nè altezze nè profondità, nè alcun’altra creatura potrà separarci dall’amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.

8:31 quelli poi che ha predestinati li ha anche chiamati; quelli che ha chiamati li ha anche giustificati; quelli che ha giustificati li ha anche glorificati. 32 Che diremo dunque in proposito? Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? 33 Egli che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà ogni cosa insieme con lui? 34 Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio giustifica. 35 Chi condannerà? Cristo Gesù, che è morto, anzi, che è risuscitato, sta alla destra di Dio e intercede per noi? 36 Chi ci separerà dunque dall'amore di Cristo? Forse la tribolazione, l'angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? 37 Proprio come sta scritto: Per causa tua siamo messi a morte tutto il giorno, siamo trattati come pecore da macello. 38 Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori per virtù di colui che ci ha amati. 39 Io sono infatti persuaso che nè morte nè vita, nè angeli nè principati, nè presente nè avvenire,

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-18°domenica dell'anno A dove si leggono i seguenti passi
[(is 55,1-3)}; (sal 145,8-9.145,15-18)}; (Rm 8,35-35.8,37-39)}; (mat 14,13-21)};

quaresima

-2°domenica dell'anno B dove si leggono i seguenti passi
[(gen 22,1-2.22,9-10.22,13-13.22,15-18.)}; (sal 115,1-9)}; (rm 8,31-34)}; (mc 9,2-10)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia