Cronologia dei paragrafi

Il cristiano è liberato dal peccato
I frutti del peccato e della giustizia
Il cristiano è liberato dalla legge
La funzione della legge
La lotta interiore
La vita nello Spirito
Figli di Dio grazie allo Spirito
Destinati alla gloria
Il piano della salvezza
Inno all'amore di Dio
I privilegi di Israele
Dio non è infedele
Dio non è ingiusto
Infedeltà e chiamata previste dall'AT
I Giudei hanno misconosciuto la giustizia di Dio
Annunziata da mosè
Sono senza scusa
Il resto di Israele
La restaurazione futura
L'oleastro e l'olivo buono
La conversione di Israele
Il culto spirituale
umiltà è carità nella comunità
Sottomissione ai poteri civili
La carità, riassunto della legge
Il cristiano è figlio della luce
carità verso è deboli
Il ministero di Paolo
Progetti di viaggio
Raccomandazioni e saluti
Avvertimento. Primo post-scriptum
Ultimi saluti. Secondo post-scriptum
Dossologia

Il cristiano è liberato dal peccato (Rm 6,15-19)

6:15 Non sapete che, se vi mettete a servizio di qualcuno come schiavi per obbedirgli, siete schiavi di colui al quale obbedite: sia del peccato che porta alla morte, sia dell'obbedienza che conduce alla giustizia? 16 Rendiamo grazie a Dio, perchè eravate schiavi del peccato, ma avete obbedito di cuore a quella forma di insegnamento alla quale siete stati affidati. 17 Così, liberati dal peccato, siete stati resi schiavi della giustizia. 18 Parlo un linguaggio umano a causa della vostra debolezza. Come infatti avete messo le vostre membra a servizio dell'impurità e dell'iniquità, per l'iniquità, così ora mettete le vostre membra a servizio della giustizia, per la santificazione. 19 Quando infatti eravate schiavi del peccato, eravate liberi nei riguardi della giustizia.

6:15 6:15 Che dunque? peccheremo noi, perciocche' non siamo sotto la legge, ma sotto la grazia? Cosi' non sia. 16 6:16 Non sapete voi, che a chiunque vi rendete servi per ubbidirgli, siete servi a colui a cui ubbidite, o di peccato a morte, o d'ubbidienza a giustizia? 17 6:17 Ora, ringraziato sia Iddio, ch'eravate servi del peccato. ma avete di cuore ubbidito alla forma della dottrina, nella quale siete stati tramutati. 18 6:18 Ora, essendo stati francati dal peccato, voi siete stati fatti servi della giustizia. 19 6:19 (Io parlo nella maniera degli uomini, per la debolezza della vostra carne.) Perciocche', siccome gia' proestaste le vostre membra ad esser serve alla bruttura, ed all'iniquita', per commetter l'iniquita'. cosi' ora dovete proestare le vostre membra ad esser serve alla giustizia, a santificazione.

6:15 6:15 Che dunque? Peccheremo noi perchè non siamo sotto la legge ma sotto la grazia? Cosi' non sia. 16 6:16 Non sapete voi che se vi date a uno come servi per ubbidirgli, siete servi di colui a cui ubbidite: o del peccato che mena alla morte o dell'ubbidienza che mena alla giustizia? 17 6:17 Ma sia ringraziato Iddio che eravate bensi' servi del peccato, ma avete di cuore ubbidito a quel tenore d'insegnamento che v'e' stato trasmesso. 18 6:18 ed essendo stati affrancati dal peccato, siete divenuti servi della giustizia. 19 6:19 Io parlo alla maniera degli uomini, per la debolezza della vostra carne. poichè, come gia' proestaste le vostre membra a servizio della impurita' e della iniquita' per commettere l'iniquita', cosi' proestate ora le vostre membra a servizio della giustizia per la vostra santificazione.

6:15 6:15 Che faremo dunque? Peccheremo forse perchè non siamo sotto la legge ma sotto la grazia? No di certo! 16 6:16 Non sapete voi che se vi offrite a qualcuno come schiavi per ubbidirgli, siete schiavi di colui a cui ubbidite: o del peccato che conduce alla morte o dell'ubbidienza che conduce alla giustizia? 17 6:17 Ma sia ringraziato Dio perchè eravate schiavi del peccato ma avete ubbidito di cuore a quella forma d'insegnamento che vi è stata trasmessa. 18 6:18 e, liberati dal peccato, siete diventati servi della giustizia. 19 6:19 Parlo alla maniera degli uomini, a causa della debolezza della vostra carne. poichè, come già proestaste le vostre membra a servizio dell'impurità e dell'iniquità per commettere l'iniquità, cosò proestate ora le vostre membra a servizio della giustizia per la santificazione.

6:15 6:15 Che dunque? Peccheremo noi, perchè non siamo sotto la legge, ma sotto la grazia? Così non sia. 16 6:16 Non sapete voi che a chiunque vi offrite come servi per ubbidirgli, siete servi di colui al quale ubbidite, o del peccato per la morte, o dell’ubbidienza per la giustizia? 17 6:17 Ora sia ringraziato Dio, perchè eravate servi del peccato, ma avete ubbidito di cuore a quell’insegnamento che vi è stato trasmesso. 18 6:18 E, essendo stati liberati dal peccato, siete stati fatti servi della giustizia. 19 6:19 Io parlo in termini umani per la debolezza della vostra carne. Perchè, come un tempo proestaste le vostre membra per essere serve dell’impurità e dell’iniquità per commettere l’iniquità, così ora proestate le vostre membra per essere serve della giustizia, per la santificazione.

6:15 Il peccato infatti non dominerà più su di voi poichè non siete più sotto la legge, ma sotto la grazia. 16 Che dunque? Dobbiamo commettere peccati perchè non siamo più sotto la legge, ma sotto la grazia? è assurdo! 17 Non sapete voi che, se vi mettete a servizio di qualcuno come schiavi per obbedirgli, siete schiavi di colui al quale servite: sia del peccato che porta alla morte, sia dell'obbedienza che conduce alla giustizia? 18 Rendiamo grazie a Dio, perchè voi eravate schiavi del peccato, ma avete obbedito di cuore a quell'insegnamento che vi è stato trasmesso 19 e così, liberati dal peccato, siete diventati servi della giustizia.

Mappa

Commento di un santo

Ma anche ogni singolo membro, se è soggetto, nella sua funzione, ai comandamenti di Dio, può dirsi circonciso; se invece si abbandona alla lussuria al di là delle leggi prescritti da Dio, è da ritenersi incirconciso. quando le nostre membra servivano alla iniquità, non erano circoncise, e non c'era in esse il patto di Dio; ma quando hanno incominciato a servire alla giustizia per la santificazione si adempie in esse la promessa che è stata fatta ad Abramo. allora infatti viene sigillata in loro la legge di Dio e il suo patto

Autore

Origene

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia