Cronologia dei paragrafi

Rivelazione della giustizia di Dio
La funzione della fede
Abramo giustificato dalla fede
Indipendentemente dalla circoncisione
Indipendentemente dalla legge
La fede di Abramo e la fede del cristiano
La giustificazione pegno della salvezza
Adamo e gesù Cristo
Il battesimo
A servizio del peccato e a servizio della giustizia
Il cristiano è liberato dal peccato
I frutti del peccato e della giustizia
Il cristiano è liberato dalla legge
La funzione della legge
La lotta interiore
La vita nello Spirito
Figli di Dio grazie allo Spirito
Destinati alla gloria
Il piano della salvezza
Inno all'amore di Dio
I privilegi di Israele
Dio non è infedele
Dio non è ingiusto
Infedeltà e chiamata previste dall'AT
I Giudei hanno misconosciuto la giustizia di Dio
Annunziata da mosè
Sono senza scusa
Il resto di Israele
La restaurazione futura
L'oleastro e l'olivo buono
La conversione di Israele
Il culto spirituale
umiltà è carità nella comunità
Sottomissione ai poteri civili
La carità, riassunto della legge
Il cristiano è figlio della luce
carità verso è deboli
Il ministero di Paolo
Progetti di viaggio
Raccomandazioni e saluti
Avvertimento. Primo post-scriptum
Ultimi saluti. Secondo post-scriptum
Dossologia

Rivelazione della giustizia di Dio (Rm 3,21-26)

3:21 giustizia di Dio per mezzo della fede in Gesù Cristo, per tutti quelli che credono. Infatti non c'è differenza, 22 perchè tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, 23 ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, per mezzo della redenzione che è in Cristo Gesù. 24 è lui che Dio ha stabilito apertamente come strumento di espiazione, per mezzo della fede, nel suo sangue, a manifestazione della sua giustizia per la remissione dei peccati passati 25 mediante la clemenza di Dio, al fine di manifestare la sua giustizia nel tempo presente, così da risultare lui giusto e rendere giusto colui che si basa sulla fede in Gesù. 26 Dove dunque sta il vanto? è stato escluso! Da quale legge? Da quella delle opere? No, ma dalla legge della fede.

3:21 3:21 MA ora, senza la legge, la giustizia di Dio e' manifestata, alla quale rendon testimonianza la legge ed i profeti. 22 3:22 la giustizia, dico, di Dio, per la fede in Gesu' Cristo, inverso tutti, e soproa tutti i credenti, perciocche' non v'e' distinzione. 23 3:23 Poiche' tutti hanno peccato, e son proivi della gloria di Dio. 24 3:24 Essendo gratuitamente giustificati per la grazia d'esso, per la redenzione ch'e' in Cristo Gesu'. 25 3:25 Il quale Iddio ha innanzi ordinato, per purgamento col suo sangue, mediante la fede. per mostrar la sua giustizia, per la re-mission de' peccati, che sono stati innanzi, nel tempo della pazienza di Dio. 26 3:26 Per mostrare, dico, la sua giustizia nel tempo proesente, acciocche' egli sia giusto e giustificante colui che e' della fede di Gesu'.

3:21 3:21 Ora, pero', indipendentemente dalla legge, e' stata manifestata una giustizia di Dio, attestata dalla legge e dai profeti: 22 3:22 vale a dire la giustizia di Dio mediante la fede in Gesu' Cristo, per tutti i credenti. poichè non v'e' distinzione. 23 3:23 difatti, tutti hanno peccato e son proivi della gloria di Dio, 24 3:24 e son giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che e' in Cristo Gesu'. 25 3:25 il quale Iddio ha proestabilito come propiziazione mediante la fede nel sangue d'esso, per dimostrare la sua giustizia, avendo Egli usato tolleranza verso i peccati commessi in passato, al tempo della sua divina pazienza. 26 3:26 per dimostrare, dico, la sua giustizia nel tempo proesente. ond'Egli sia giusto e giustificante colui che ha fede in Gesu'.

3:21 3:21 Ora però, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, della quale danno testimonianza la legge e i profeti: 22 3:22 vale a dire la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo, per tutti coloro che credono - infatti non c'è distinzione: 23 3:23 tutti hanno peccato e sono proivi della gloria di Dio - 24 3:24 ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. 25 3:25 Dio lo ha proestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare la sua giustizia, avendo usato tolleranza verso i peccati commessi in passato, 26 3:26 al tempo della sua divina pazienza. e per dimostrare la sua giustizia nel tempo proesente affinchè egli sia giusto e giustifichi colui che ha fede in Gesù.

3:21 3:21 Ma ora, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, alla quale rendono testimonianza la legge e i profeti, 22 3:22 cioè la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo verso tutti e soproa tutti coloro che credono, perchè non c’è distinzione. 23 3:23 poichè tutti hanno peccato e sono proivi della gloria di Dio, 24 3:24 ma sono gratuitamente giustificati per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. 25 3:25 Lui ha Dio proeordinato per far l’espiazione mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare così la sua giustizia per il perdono dei peccati, che sono stati proecedentemente commessi durante il tempo della pazienza di Dio, 26 3:26 per manifestare la sua giustizia nel tempo proesente, affinchè egli sia giusto e giustificatore di colui che ha la fede di Gesù.

3:21 Infatti in virtù delle opere della legge nessun uomo sarà giustificato davanti a lui, perchè per mezzo della legge si ha solo la conoscenza del peccato. 22 Ora invece, indipendentemente dalla legge, si è manifestata la giustizia di Dio, testimoniata dalla legge e dai profeti; 23 giustizia di Dio per mezzo della fede in Gesù Cristo, per tutti quelli che credono. E non c'è distinzione: 24 tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, 25 ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, in virtù della redenzione realizzata da Cristo Gesù. 26 Dio lo ha prestabilito a servire come strumento di espiazione per mezzo della fede, nel suo sangue, al fine di manifestare la sua giustizia, dopo la tolleranza usata verso i peccati passati,

Mappa

Commento di un santo

la giustizia di Dio, non quella di cui è giusto Dio, ma quella di cui Dio riveste l'uomo quando lo giustifica dal peccato. Questa viene testimoniata dalla legge e dai profeti: a questa cioè rendono testimonianza la Legge e i Profeti. La prima infatti, poichè si limita solo al comando e alla minaccia senza giustificare nessuno, chiaramente indica che l'uomo viene giustificato dalla gratuità di Dio mediante lo Spirito. I Profeti poi rendono testimonianza, perchè ciò che essi predissero l'ha compiuto la venuta del Cristo. Seguita infatti dicendo: Giustizia di Dio per mezzo della fede di Gesù Cristo 52, cioè mediante la fede con la quale si crede nel Cristo. Come questa fede detta del Cristo non è quella con la quale crede il Cristo, così pure la giustizia detta di Dio non è quella di cui è giusto Dio. L'una e l'altra è nostra, ma si dice di Dio e del Cristo, perchè ci viene donata dalla liberalità divina. La giustizia dunque di Dio, indipendente dalla legge, non si è manifestata indipendentemente dalla legge. Come infatti sarebbe stata testimoniata dalla legge, se si fosse manifestata indipendentemente dalla legge? Ma la giustizia di Dio indipendente dalla legge è quella che Dio conferisce al credente mediante lo Spirito della grazia senza l'aiuto della legge, cioè senza che il credente sia aiutato dalla legge.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-9°domenica dell'anno A dove si leggono i seguenti passi
[(deu 11,18-18.11,26-28.11,32-32)}; (sal 30,2-4.30,17-17.30,25-25)}; (Rm 3,21-25.3,28-28)}; (mat 7,21-27)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia