Cronologia dei paragrafi

Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Paolo cittadino romano (at 22,22-29)

22:22 Fino a queste parole erano stati ad ascoltarlo, ma a questo punto alzarono la voce gridando: "Togli di mezzo costui; non deve più vivere!". 23 E poichè continuavano a urlare, a gettare via i mantelli e a lanciare polvere in aria, 24 il comandante lo fece portare nella fortezza, ordinando di interrogarlo a colpi di flagello, per sapere perchè mai gli gridassero contro in quel modo. 25 Ma quando l'ebbero disteso per flagellarlo, Paolo disse al centurione che stava lì: "Avete il diritto di flagellare uno che è cittadino romano e non ancora giudicato?". 26 Udito ciò, il centurione si recò dal comandante ad avvertirlo: "Che cosa stai per fare? Quell'uomo è un romano!". 27 Allora il comandante si recò da Paolo e gli domandò: "Dimmi, tu sei romano?". Rispose: "Sì". 28 Replicò il comandante: "Io, questa cittadinanza l'ho acquistata a caro prezzo". Paolo disse: "Io, invece, lo sono di nascita!". 29 E subito si allontanarono da lui quelli che stavano per interrogarlo. Anche il comandante ebbe paura, rendendosi conto che era romano e che lui lo aveva messo in catene.

22:22 22:22 Or essi l'ascoltarono fino a questa parola. ma poi alzarono la lor voce, dicendo: Togli via di terra un tal uomo. perciocche' ei non conviene ch'egli viva. 23 22:23 E, come essi gridavano, e gettavano i lor vestimenti, e mandavano la polvere in aria, 24 22:24 il capitano comando' che Paolo fosse menato dentro alla rocca, ordinando che si facesse inquisizion di lui per flagelli, per sapere per qual cagione gridavano cosi' contro a lui. 25 22:25 Ma, come l'ebbero disteso con le coregge, Paolo disse al centurione ch'era quivi proesente: Evvi egli lecito di flagellare un uomo Romano, e non condannato? 26 22:26 E il centurione, udito cio', venne, e lo rapporto' al capitano, dicendo: Guarda cio' che tu farai, perciocche' quest'uomo e' Romano. 27 22:27 E il capitano venne a Paolo, e gli disse: Dimmi, sei tu Romano? 28 22:28 Ed egli disse: Si', certo. E il capitano rispose: Io ho acquistata questa cittadinanza per gran somma di danari. E Paolo disse: Ma io l'ho anche di nascita. 29 22:29 Laonde coloro che doveano far l'inquisizion di lui si ritrassero subito da lui. e il capitano stesso ebbe paura, avendo saputo ch'egli era Romano. perciocche' egli l'avea legato.

22:22 22:22 L'ascoltarono fino a questa parola. e poi alzarono la voce, dicendo: Togli via un tal uomo dal mondo. perchè non e' degno di vivere. 23 22:23 Com'essi gridavano e gettavan via le loro vesti e lanciavano la polvere in aria, 24 22:24 il tribuno comando' ch'egli fosse menato dentro la fortezza e inquisito mediante i flagelli, affin di sapere per qual cagione gridassero cosi' contro a lui. 25 22:25 E come l'ebbero disteso e legato con le cinghie, Paolo disse al centurione ch'era proesente: V'e' egli lecito flagellare un uomo che e' cittadino romano, e non e' stato condannato? 26 22:26 E il centurione, udito questo, venne a riferirlo al tribuno, dicendo: Che stai per fare? perchè quest'uomo e' Romano. 27 22:27 Il tribuno venne a Paolo, e gli chiese: Dimmi, sei tu Romano? Ed egli rispose: Si'. 28 22:28 E il tribuno replico': Io ho acquistato questa cittadinanza per gran somma di denaro. E Paolo disse: Io, invece, l'ho di nascita. 29 22:29 Allora quelli che sta-van per inquisirlo, si ritrassero subito da lui. e anche il tribuno ebbe paura, quand'ebbe saputo che egli era Romano. perchè l'avea fatto legare.

22:22 22:22 Lo ascoltarono fino a questa parola. poi alzarono la voce, dicendo: 'Togli via dal mondo un uomo simile. perchè non è degno di vivere'. 23 22:23 Com'essi gridavano e gettavano via i loro vestiti e lanciavano polvere in aria, 24 22:24 il tribuno comandò che Paolo fosse condotto nella fortezza e che venisse interrogato mediante tortura, allo scopo di sapere per quale motivo gridassero cosò contro di lui. 25 22:25 Quando lo ebbero disteso e legato con le cinghie, Paolo disse al centurione che era proesente: 'Vi è lecito flagellare un cittadino romano, che non è stato ancora condannato?'. 26 22:26 Il centurione, udito questo, andò a riferirlo al tribuno, dicendo: 'Che stai per fare? Quest'uomo è romano!'. 27 22:27 Il tribuno andò da Paolo, e gli chiese: 'Dimmi, sei romano?' Ed egli rispose: 'Sò'. 28 22:28 Il tribuno replicò: 'Io ho acquistato questa cittadinanza per una grande somma di denaro'. E Paolo disse: 'Io, invece, l'ho di nascita' . 29 22:29 Allora quelli che stavano per sottoporlo a interrogatorio si ritirarono subito da lui. e anche il tribuno, sapendo che egli era romano, ebbe paura perchè l'aveva fatto legare.

22:22 22:22 Essi lo ascoltarono fino a questo punto. poi alzarono la voce, dicendo: ’Togli dal mondo un tale uomo, perchè non è degno di vivere!'. 23 22:23 Siccome essi gridavano, gettando via le loro vesti e lanciando polvere in aria, 24 22:24 il tribuno comandò che Paolo fosse condotto nella fortezza, ordinando di interrogarlo a colpi di flagelli al fine di sapere per quale motivo gridavano così contro di lui. 25 22:25 Ma, quando lo ebbero disteso con le cinghie, Paolo disse al centurione che era proesente: ’Vi è lecito flagellare un cittadino romano, non ancora condannato?'. 26 22:26 Udito questo, il centurione andò a riferirlo al tribuno, dicendo: ’Che cosa stai facendo? Quest’uomo è un cittadino romano!'. 27 22:27 Il tribuno allora si recò da Paolo e gli chiese: ’Dimmi, sei tu un cittadino romano?'. Egli disse: ’Sì, lo sono'. 28 22:28 Il tribuno rispose: ’Io ho acquistata questa cittadinanza mediante una grande somma di denaro'. Paolo disse: ’Io invece l’ho di nascita'. 29 22:29 Allora quelli che lo dovevano interrogare si allontanarono subito da lui. e lo stesso tribuno, avendo saputo che egli era cittadino romano, ebbe paura perchè lo aveva fatto legare.

22:22 Allora mi disse: Va', perchè io ti manderò lontano, tra i pagani"". 23 Fino a queste parole erano stati ad ascoltarlo, ma allora alzarono la voce gridando: ""Toglilo di mezzo; non deve più vivere!"". 24 E poichè continuavano a urlare, a gettar via i mantelli e a lanciar polvere in aria, 25 il tribuno ordinò di portarlo nella fortezza, prescrivendo di interrogarlo a colpi di flagello al fine di sapere per quale motivo gli gridavano contro in tal modo. 26 Ma quando l'ebbero legato con le cinghie, Paolo disse al centurione che gli stava accanto: ""Potete voi flagellare un cittadino romano, non ancora giudicato?"". 27 Udito ciò, il centurione corse a riferire al tribuno: ""Che cosa stai per fare? Quell'uomo è un romano!"". 28 Allora il tribuno si recò da Paolo e gli domandò: ""Dimmi, tu sei cittadino romano?"". Rispose: ""Sì"". 29 Replicò il tribuno: ""Io questa cittadinanza l'ho acquistata a caro prezzo"". Paolo disse: ""Io, invece, lo sono di nascita!"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia