Cronologia dei paragrafi

A. L'olocausto
B. L'offerta
C. Il sacrificio per il peccato
D. Il sacrificio di riparazione
Diritti dei sacerdoti
a) sacrificio con lode
b) sacrifici votivi o volontari
Regole generali
Parte dei sacerdoti
Riti di consacrazione
Entrata in servizio dei sacerdoti
Gravit? delle irregolarit?. Nadab e Abiu
Cadaveri asportati
Regole di lutto speciali per i sacerdoti
Proibizione dell'uso del vino
La parte dei sacerdoti sulle offerte
Regola speciale sul sacrificio per il peccato
A. Animali terrestri
B. Animali acquatici
C. Uccelli
D. Insetti alati. Il contatto delle bestie impure
E. Animali di terra
Altre regole sui contatti impuri
Considerazioni dottrinali
Conclusione
Purificazione della puerpera
A. Tumore, pustola e macchia
B. Lebbra inveterata
C. Ulcera
D. Scottatura
E. Affezioni del cuoio capelluto
F. Esantema
G. Calvizie
Statuto del lebbroso
La lebbra dei vestiti
Purificazione del lebbroso
La lebbra delle case
A. Dell'uomo
B. Della donna
Conclusione
Il giorno della espiazione
Immolazioni e sacrifici
Proibizioni sessuali
Prescrizioni morali e cultuali
A. I sacerdoti
B. Il sommo sacerdote
C. Impedimenti al sacerdozio
A. I sacerdoti
B. I laici
C. Gli animali sacrificati
D. Esortazione finale
Il rituale delle feste dell'anno
A. Il sabato
B. La pasqua e gli azzimi
C. Il primo covone
D. La festa delle settimane
E. Il primo giorno del settimo mese
F. Il giorno delle espiazioni
G. La festa delle capanne
Conclusione
Ripresa sulla festa delle capanne
A. La lampada perenne
B. Focacce sulla tavola d'oro
Bestemmiatore e legge del taglione
A. L'anno sabbatico
B. L'anno del giubileo
Garanzia divina per l'anno sabbatico
Riscatto delle proprietà
Riscatto delle persone
Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

A. L'olocausto (lev 6,1-6)

6:1 Il Signore parlò a Mosè e disse: 2 "Da' quest'ordine ad Aronne e ai suoi figli: "Questa è la legge per l'olocausto. L'olocausto rimarrà acceso sul braciere sopra l'altare tutta la notte, fino al mattino; il fuoco dell'altare sarà tenuto acceso. 3 Il sacerdote, indossata la tunica di lino e vestiti i calzoni di lino sul suo corpo, toglierà la cenere, dopo che il fuoco avrà consumato l'olocausto sopra l'altare, e la deporrà al fianco dell'altare. 4 Poi, spogliatosi delle vesti e indossatene altre, porterà la cenere fuori dell'accampamento, in un luogo puro. 5 Il fuoco sarà tenuto acceso sull'altare e non lo si lascerà spegnere; il sacerdote vi brucerà legna ogni mattina, vi disporrà sopra l'olocausto e vi brucerà sopra il grasso dei sacrifici di comunione. 6 Il fuoco deve essere sempre tenuto acceso sull'altare, senza lasciarlo spegnere.

6:1 6:1 IL Signore parlo' ancora a Mose', dicendo: 2 6:2 Quando alcuno avra' peccato, e commesso misfatto contro al Signore, avendo mentito al suo prossimo intorno a deposito, o a roba rimessagli nelle mani, o a cosa rapita. ovvero, avendo fatta fraude al suo prossimo. 3 6:3 ovvero anche, avendo trovata alcuna cosa perduta, e avendo mentito intorno ad essa, e giurato falsamente. e in qualunque altra cosa, di tutte quelle, le quali l'uomo suol fare, peccando in esse. 4 6:4 quando adunque alcuno avra' peccato, e sara' caduto in colpa, restituisca la cosa ch'egli avra' rapita o fraudata. o il deposito che gli sara' stato dato in guardia, o la cosa perduta che egli avra' trovata. 5 6:5 Ovvero qualunque altra cosa, della quale egli abbia giurato falsamente. restituiscane il capitale, e soproaggiungavi il quinto. e dialo a colui al quale appartiene, nel giorno stesso del sacrificio per la sua colpa. 6 6:6 E adduca al Signore, per sacrificio per la sua colpa, un montone senza difetto, del proezzo che tu l'avrai tassato per la colpa. e menilo al sacerdote.

6:1 6:1 E l'Eterno parlo' a Mose' dicendo: 2 6:2 'Quand'uno pecchera' e commettera' una infedelta' verso l'Eterno, negando al suo prossimo un deposito da lui ricevuto, o un pegno messo nelle sue mani, o una cosa che ha rubata o estorta con frode al prossimo, 3 6:3 o una cosa perduta che ha trovata, e mentendo a questo proposito e giurando il falso circa una delle cose nelle quali l'uomo puo' peccare, 4 6:4 quando avra' cosi' peccato e si sara' reso colpevole, restituira' la cosa rubata o estorta con frode, o il deposito che gli era stato confidato, o l'oggetto perduto che ha trovato, 5 6:5 o qualunque cosa circa la quale abbia giurato il falso. Ne fara' la restituzione per intero e v'aggiungera' un quinto in piu', consegnandola al proproietario il giorno stesso che offrira' il suo sacrifizio di riparazione. 6 6:6 E portera' al sacerdote il suo sacrifizio di riparazione all'Eterno: un montone senza difetto, proeso dal gregge, secondo la tua stima, come sacrifizio di riparazione.

6:1 6:1 Il SIGNORE parlò ancora a Mosè, e disse: 2 6:2 'Dó quest'ordine ad Aaronne e ai suoi figli, e dò loro: ""Questa è la legge dell'olocausto. L'olocausto rimarró sulla legna accesa soproa l'altare tutta la notte, fino al mattino. e il fuoco dell'altare saró tenuto acceso. 3 6:3 Il sacerdote indosseró la sua tunica di lino e si metteró delle mutande di lino a contatto con la pelle. toglieró la cenere dell'olocausto consumato dal fuoco sull'altare e la metteró accanto all'altare. 4 6:4 Poi si spoglieró delle vesti e ne indosseró delle altre e porteró la cenere fuori dal campo, in un luogo puro. 5 6:5 Il fuoco saró mantenuto acceso sull'altare e non si lasceró spegnere. il sacerdote vi bruceró della legna ogni mattina, vi disporró soproa l'olocausto, e soproa vi bruceró il grasso dei sacrifici di riconoscenza. 6 6:6 Il fuoco dev'essere mantenuto semproe acceso sull'altare, e non lo si lasceró spegnere.

6:1 6:1 L’Eterno parlò a Mosè, dicendo: 2 6:2 ’Se uno pecca e commette una violazione contro l’Eterno, comportandosi falsamente col suo vicino in merito a un deposito o a un pegno o per un furto, o se ha ingannato il suo vicino, 3 6:3 o perchè ha trovato una cosa perduta e ha mentito in merito e ha giurato il falso, per qualsiasi cosa l’uomo può peccare nel suo operare, 4 6:4 allora, se ha peccato ed è colpevole, egli deve restituire ciò che ha rubato, o la cosa estorta con frode o il deposito che gli è stato affidato o l’oggetto perduto che ha trovato, 5 6:5 o tutto quello in merito a cui ha giurato il falso. Non solo ne faró piena restituzione, ma vi aggiungeró un quinto e lo consegneró al proproietario il giorno stesso della sua offerta per la trasgressione. 6 6:6 Porteró quindi al sacerdote la sua offerta per la trasgressione all’Eterno: un montone senza difetto, proeso dal gregge secondo la tua stima, come offerta per la trasgressione.

6:1 Il Signore disse ancora a Mosè: 2 ""Dó quest'ordine ad Aronne e ai suoi figli: Questa è la legge per l'olocausto. L'olocausto rimarrà acceso sul braciere sopra l'altare tutta la notte, fino al mattino; il fuoco dell'altare sarà tenuto acceso. 3 Il sacerdote, indossata la tunica di lino e vestiti i calzoni di lino, toglierà la cenere, in cui il fuoco avrà ridotto l'olocausto sull'altare, e la deporrà al fianco dell'altare. 4 Poi, spogliatosi delle vesti e indossatene altre, porterà la cenere fuori del campo, in un luogo mondo. 5 Il fuoco sarà tenuto acceso sull'altare e non si lascerà spegnere; il sacerdote vi brucerà legna ogni mattina, vi disporrà sopra l'olocausto e vi brucerà sopra il grasso dei sacrifici. 6 Il fuoco dev'esser sempre tenuto acceso sull'altare, senza lasciarlo spegnere.

Mappa

Commento di un santo

Il sacerdote che offre l'olocausto è il Signore, che è abituato ad attizzare in noi il fuoco della sua carità e, per mezzo di esso, a rendere i sacrifici delle nostre buone azioni bene accetti a lui. Ed egli è vestito di abiti di lino quando fa queste cose perchè, al fine di spingerci alle opere della virtù , pone dinanzi a noi gli esempi della sua incarnazione, passione e morte, che possono essere simboleggiati dal lino, come abbiamo detto frequentemente.

Autore

Beda
Ma ci autorizza forse per questo a dire che non ci riguarda la norma scritta che ciascuno, se trova una qualsiasi cosa perduta da altri, la restituisca a chi l'ha perduta 58, e molte altre norme simili dalle quali s'impara a vivere piamente e onestamente, e soprattutto lo stesso Decalogo, contenuto in quelle due tavole di pietra, fuorchè l'osservanza materiale del sabato, che significa la santificazione e la quiete spirituale 59?

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia