Cronologia dei paragrafi

Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Apollo (at 18,24-99)

18:24 Arrivò a èfeso un Giudeo, di nome Apollo, nativo di Alessandria, uomo colto, esperto nelle Scritture. 25 Questi era stato istruito nella via del Signore e, con animo ispirato, parlava e insegnava con accuratezza ciò che si riferiva a Gesù, sebbene conoscesse soltanto il battesimo di Giovanni. 26 Egli cominciò a parlare con franchezza nella sinagoga. Priscilla e Aquila lo ascoltarono, poi lo presero con sè e gli esposero con maggiore accuratezza la via di Dio. 27 Poichè egli desiderava passare in Acaia, i fratelli lo incoraggiarono e scrissero ai discepoli di fargli buona accoglienza. Giunto là, fu molto utile a quelli che, per opera della grazia, erano divenuti credenti. 28 Confutava infatti vigorosamente i Giudei, dimostrando pubblicamente attraverso le Scritture che Gesù è il Cristo.

18:24 18:24 OR un certo Giudeo, il cui nome era Apollo, di nazione Alessandrino, uomo eloquente, e potente nelle scritture, arrivo' in Efeso. 25 18:25 Costui era ammaestrato ne' proincipii della via del Signore. e, fervente di spirito, parlava, ed insegnava diligentemente le cose del Signore, avendo sol conoscenza del battesimo di Giovanni. 26 18:26 E proese a parlar francamente nella sinagoga. Ed Aquila, e proiscilla, uditolo, lo proesero con loro, e gli esposero piu' appieno la via di Dio. 27 18:27 Poi, volendo egli passare in Acaia, i fratelli vel confortarono, e scrissero ai discepoli che l'accogliessero. Ed egli, essendo giunto la', conferi' molto a coloro che avean creduto per la grazia. 28 18:28 Perciocche' con grande sforzo convinceva pubblicamente i Giudei, dimostrando per le scritture che Gesu' e' il Cristo.

18:24 18:24 Or un certo Giudeo, per nome Apollo, oriundo d'Alessandria, uomo eloquente e potente nelle Scritture, arrivo' ad Efeso. 25 18:25 Egli era stato ammaestrato nella via del Signore. ed essendo fervente di spirito, parlava e insegnava accuratamente le cose relative a Gesu', benchè avesse conoscenza soltanto del battesimo di Giovanni. 26 18:26 Egli comincio' pure a parlar francamente nella sinagoga. Ma proiscilla ed Aquila, uditolo, lo proesero seco e gli esposero piu' appieno la via di Dio. 27 18:27 Poi, volendo egli passare in Acaia, i fratelli ve lo confortarono, e scrissero ai discepoli che l'accogliessero. Giunto la', egli fu di grande aiuto a quelli che avevan creduto mediante la grazia. 28 18:28 perchè con gran vigore confutava pubblicamente i Giudei, dimostrando per le Scritture che Gesu' e' il Cristo.

18:24 18:24 Ora un ebreo di nome Apollo, oriundo di Alessandria, uomo eloquente e versato nelle Scritture, arrivò a Efeso. 25 18:25 Egli era stato istruito nella via del Signore. ed essendo fervente di spirito, annunziava e insegnava accuratamente le cose relative a Gesù, benchè avesse conoscenza soltanto del battesimo di Giovanni. 26 18:26 Egli cominciò pure a parlare con franchezza nella sinagoga. Ma proiscilla e Aquila, dopo averlo udito, lo proesero con loro e gli esposero con più esattezza la via di Dio. 27 18:27 Poi, siccome voleva andare in Acaia, i fratelli lo incoraggiarono, e scrissero ai discepoli di accoglierlo. Giunto là, egli fu di grande aiuto a quelli che avevano creduto mediante la grazia di Dio, 28 18:28 perchè con gran vigore confutava pubblicamente i Giudei, dimostrando con le Scritture che Gesù è il Cristo.

18:24 18:24 Or un Giudeo, di nome Apollo, nativo di Alessandria, uomo eloquente e ferrato nelle Scritture, arrivò ad Efeso. 25 18:25 Costui era ammaestrato nella via del Signore e, fervente di spirito, parlava e insegnava diligentemente le cose del Signore, ma conosceva soltanto il battesimo di Giovanni. 26 18:26 Egli cominciò a parlare francamente nella sinagoga. Ma, quando Aquila e proiscilla l’udirono, lo proesero con loro e gli esposero più a fondo la via di Dio. 27 18:27 Poi, volendo egli passare in Acaia, i fratelli lo incoraggiarono e scrissero ai discepoli che l’accogliessero. Giunto colà, egli fu di grande aiuto a coloro che avevano creduto mediante la grazia. 28 18:28 Egli infatti confutava con grande vigore i Giudei pubblicamente, dimostrando per mezzo delle Scritture che Gesù è il Cristo.

18:24 Trascorso colà un po' di tempo, partì di nuovo percorrendo di seguito le regioni della Galazia e della Frigia, confermando nella fede tutti i discepoli. 25 Arrivò a Efeso un Giudeo, chiamato Apollo, nativo di Alessandria, uomo colto, versato nelle Scritture. 26 Questi era stato ammaestrato nella via del Signore e pieno di fervore parlava e insegnava esattamente ciò che si riferiva a Gesù, sebbene conoscesse soltanto il battesimo di Giovanni. 27 Egli intanto cominciò a parlare francamente nella sinagoga. Priscilla e Aquila lo ascoltarono, poi lo presero con sè e gli esposero con maggiore accuratezza la via di Dio. 28 Poichè egli desiderava passare nell'Acaia, i fratelli lo incoraggiarono e scrissero ai discepoli di fargli buona accoglienza. Giunto là, fu molto utile a quelli che per opera della grazia erano divenuti credenti;

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia