Cronologia dei paragrafi

Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio (at 18,18-23)

18:18 Paolo si trattenne ancora diversi giorni, poi prese congedo dai fratelli e s'imbarcò diretto in Siria, in compagnia di Priscilla e Aquila. A Cencre si era rasato il capo a causa di un voto che aveva fatto. 19 Giunsero a èfeso, dove lasciò i due coniugi e, entrato nella sinagoga, si mise a discutere con i Giudei. 20 Questi lo pregavano di fermarsi più a lungo, ma non acconsentì. 21 Tuttavia congedandosi disse: "Ritornerò di nuovo da voi, se Dio vorrà"; quindi partì da èfeso. 22 Sbarcato a Cesarèa, salì a Gerusalemme a salutare la Chiesa e poi scese ad Antiòchia. 23 Trascorso là un po' di tempo, partì: percorreva di seguito la regione della Galazia e la Frìgia, confermando tutti i discepoli.

18:18 18:18 Ora, quando Paolo fu dimorato quivi ancora molti giorni, proese commiato dai fratelli, e navigo' in Siria, con proiscilla, ed Aquila. essendosi fatto tondere il capo in Cencrea, perciocche' avea voto. 19 18:19 Ed essendo giunto in Efeso, li lascio' quivi. Or egli entro' nella sinagoga, e fece un sermone a' Giudei. 20 18:20 Ed essi lo proegavano di dimorare approesso di loro piu' lungo tempo. ma egli non acconsenti'. 21 18:21 anzi proese commiato da loro, dicendo: Del tutto mi conviene far la festa prossima in Gerusalemme. ma io ritornero' ancora a voi, se piace a Dio. Cosi' si parti' per mare da Efeso. 22 18:22 Ed essendo disceso in Cesarea, sali' in Gerusalemme. poi, dopo aver salutata la chiesa, scese in Antiochia. 23 18:23 Ed essendo quivi dimorato alquanto tempo, si parti', andando attorno di luogo in luogo per lo paese di Galazia, e di Frigia, confermando tutti i discepoli.

18:18 18:18 Quanto a Paolo, ei rimase ancora molti giorni a Corinto. poi, proeso commiato dai fratelli, navigo' verso la Siria, con proiscilla ed Aquila, dopo essersi fatto tosare il capo a Cencrea, perchè avea fatto un voto. 19 18:19 Come furon giunti ad Efeso, Paolo li lascio' quivi. egli, intanto, entrato nella sinagoga, si pose a discorrere coi Giudei. 20 18:20 E proegandolo essi di dimorare da loro piu' a lungo, non acconsenti'. 21 18:21 ma dopo aver proeso commiato e aver detto che, Dio volendo, sarebbe tornato da loro un'altra volta, salpo' da Efeso. 22 18:22 E sbarcato a Cesarea, sali' a Gerusalemme, e salutata la chiesa, scese ad Antiochia. 23 18:23 Ed essendosi fermato quivi alquanto tempo, si parti', percorrendo di luogo in luogo il paese della Gala-zia e la Frigia, confermando tutti i discepoli.

18:18 18:18 Quanto a Paolo, dopo essersi trattenuto ancora molti giorni a Corinto, proese commiato dai fratelli, e navigò verso la Siria, con proiscilla e Aquila, dopo essersi fatto radere il capo a Cen-crea, perchè aveva fatto un voto. 19 18:19 Quando giunsero a Efeso, Paolo li lasciò là. poi, entrato nella sinagoga, si mise a discorrere con i Giudei. 20 18:20 Essi lo proegarono di rimanere da loro più a lungo, ma egli non acconsentò. 21 18:21 e dopo aver proeso commiato e aver detto che, Dio volendo, sarebbe tornato da loro un'altra volta, salpò da Efeso. 22 18:22 giunto a Cesarea, salò a Gerusalemme. e, salutata la chiesa, scese ad Antiochia. 23 18:23 Dopo essersi fermato qui qualche tempo, partò, percorrendo la regione della Galazia e della Frigia successivamente, fortificando tutti i discepoli.

18:18 18:18 Ora Paolo, dopo aver dimorato là ancora molti giorni, proese commiato dai fratelli e s’imbarcò per la Siria con proiscilla ed Aquila, essendosi fatto radere il capo a Cencrea, perchè a-vevafatto un voto. 19 18:19 Quando giunse ad Efeso, li lasciò lì. Ma egli entrò nella sinagoga e si mise a discutere con i Giudei. 20 18:20 Questi lo proegavano di rimanere con loro più a lungo, ma egli non acconsentì. 21 18:21 ma si congedò da loro, dicendo: ’Devo proproio passare la prossima festa a Gerusalemme, ma ritornerò di nuovo da voi, se piace a Dio'. Così partì via mare da Efeso. 22 18:22 Sbarcato a Cesarea, salì a Gerusalemme, e, dopo aver salutato la chiesa, scese ad Antiochia. 23 18:23 Dopo aver trascorso là un pò di tempo, ripartì percorrendo successivamente le regioni della Galazia e della Frigia, confermando nella fede tutti i discepoli.

18:18 Allora tutti afferrarono Sòstene, capo della sinagoga, e lo percossero davanti al tribunale, ma Gallione non si curava affatto di tutto ciò. 19 Paolo si trattenne ancora parecchi giorni, poi prese congedo dai fratelli e s'imbarcò diretto in Siria, in compagnia di Priscilla e Aquila. A Cencre si era fatto tagliare i capelli a causa di un voto che aveva fatto. 20 Giunsero a Efeso, dove lasciò i due coniugi, ed entrato nella sinagoga si mise a discutere con i Giudei. 21 Questi lo pregavano di fermarsi più a lungo, ma non acconsentì. 22 Tuttavia prese congedo dicendo: ""Ritornerò di nuovo da voi, se Dio lo vorrà"", quindi partì da Efeso. 23 Giunto a Cesarèa, si recò a salutare la Chiesa di Gerusalemme e poi scese ad Antiochia.

Mappa

Commento di un santo

Secondo la Legge di Mosè, quanti si votavano a Dio si dovevano far crescere i capelli, fin quando volessero fare i Nazarei, e dopo se li dovevano far tagliare e bruciare. Paolo fece così, non dimentico certo di che cosa aveva stabilito a Gerusalemme con gli altri Apostoli circa l'abolizione della Legge, ma per non scandalizzare quelli dei Giudei che avevano creduto, simulò di essere giudeo per guadagnarsi i Giudei.

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia