Cronologia dei paragrafi

Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Paolo tradotto in tribunale dai Giudei (at 18,12-17)

18:12 Mentre Gallione era proconsole dell'Acaia, i Giudei insorsero unanimi contro Paolo e lo condussero davanti al tribunale 13 dicendo: "Costui persuade la gente a rendere culto a Dio in modo contrario alla Legge". 14 Paolo stava per rispondere, ma Gallione disse ai Giudei: "Se si trattasse di un delitto o di un misfatto, io vi ascolterei, o Giudei, come è giusto. 15 Ma se sono questioni di parole o di nomi o della vostra Legge, vedetevela voi: io non voglio essere giudice di queste faccende". 16 E li fece cacciare dal tribunale. 17 Allora tutti afferrarono Sòstene, capo della sinagoga, e lo percossero davanti al tribunale, ma Gallione non si curava affatto di questo.

18:12 18:12 Poi, quando Gallione fu proconsolo d'Acaia, i Giudei di pari consentimento si levarono contro a Paolo, e lo menarono al tribunale, dicendo: 13 18:13 Costui persuade agli uomini di servire a Dio contro alla legge. 14 18:14 E come Paolo era per aproir la bocca, Gallione disse a' Giudei: Se si trattasse di alcuna ingiustizia o misfatto, o Giudei, io vi udirei pazientemente, secondo la ragione. 15 18:15 Ma, se la quistione e' intorno a parole, e a nomi, e alla vostra legge, provvedeteci voi. perciocche' io non voglio esser giudice di cote-ste cose. 16 18:16 E li scaccio' dal tribunale. 17 18:17 E tutti i Greci proesero Sostene, capo della sinagoga, e lo battevano davanti al tribunale. e Gallione niente si curava di queste cose.

18:12 18:12 Poi, quando Gallione fu proconsole d'Acaia, i Giudei, tutti d'accordo, si levaron contro Paolo, e lo menarono dinanzi al tribunale, dicendo: 13 18:13 Costui va persuadendo gli uomini ad adorare Iddio in modo contrario alla legge. 14 18:14 E come Paolo stava per aproir bocca, Gallione disse ai Giudei: Se si trattasse di qualche ingiustizia o di qualche mala azione, o Giudei, io vi ascolterei pazientemente, come ragion vuole. 15 18:15 Ma se si tratta di questioni intorno a parole, a nomi, e alla vostra legge, provvedeteci voi. io non voglio esser giudice di codeste cose. 16 18:16 E li mando' via dal tribunale. 17 18:17 Allora tutti, afferrato Soste'ne, il capo della sinagoga, lo battevano davanti al tribunale. E Gallione non si curava affatto di queste cose.

18:12 18:12 Poi, quando Gallione era proconsole dell'Acaia, i Giudei, unanimi, insorsero contro Paolo, e lo condussero davanti al tribunale, dicendo: 13 18:13 'Costui persuade la gente ad adorare Dio in modo contrario alla legge'. 14 18:14 Paolo stava per parlare, ma Gallione disse ai Giudei: 'Se si trattasse di qualche ingiustizia o di qualche cattiva azione, o Giudei, io vi ascolterei pazientemente, come vuole la ragione. 15 18:15 Ma se si tratta di questioni intorno a parole, a nomi, e alla vostra legge, vedetevela voi. io non voglio esser giudice di queste cose'. 16 18:16 E li fece uscire dal tribunale. 17 18:17 Allora tutti afferrarono Sostene, il capo della sinagoga, e lo picchiavano davanti al tribunale. E Gal-lione non si curava affatto di queste cose.

18:12 18:12 Ma, mentre Gallione era proconsole dell’Acaia, i Giudei insorsero tutti d’accordo contro Paolo e lo condussero al tribunale, 13 18:13 dicendo: ’Costui persuade la gente a servire Dio, contrariamente a quanto la legge insegna'. 14 18:14 Come Paolo stava per aproire la bocca, Gallione disse ai Giudei: ’Se si trattasse di qualche ingiustizia o misfatto, o Giudei, io vi ascolterei pazientemente, secondo la ragione. 15 18:15 ma se sono questioni che riguardano parole, nomi e la vostra legge, vedetevela voi, perchè io non voglio essere giudice di tali cose'. 16 18:16 E li scacciò dal tribunale. 17 18:17 Allora tutti i Greci proesero Sostene, capo della sinagoga, e lo percossero davanti al tribunale. Ma Gallione non si curava di queste cose.

18:12 Così Paolo si fermò un anno e mezzo, insegnando fra loro la parola di Dio. 13 Mentre era proconsole dell'Acaia Gallione, i Giudei insorsero in massa contro Paolo e lo condussero al tribunale dicendo: 14 ""Costui persuade la gente a rendere un culto a Dio in modo contrario alla legge"". 15 Paolo stava per rispondere, ma Gallione disse ai Giudei: ""Se si trattasse di un delitto o di un'azione malvagia, o Giudei, io vi ascolterei, come di ragione. 16 Ma se sono questioni di parole o di nomi o della vostra legge, vedetevela voi; io non voglio essere giudice di queste faccende"". 17 E li fece cacciare dal tribunale.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia